Carrello Lista desideri Login Registrati Aiuto e FAQ Buoni regalo Spedizioni
Ricerca
Libri
Narrativa italiana  Moderna e contemporanea (dopo il 1945) 

Corona Mauro - La fine del mondo storto

La fine del mondo storto TitoloLa fine del mondo storto
AutoreCorona Mauro
Prezzo
Outlet -50%
€ 9,00
(Prezzo di copertina € 18,00)
Dati2010, 160 p., rilegato
EditoreMondadori  (collana Scrittori italiani e stranieri)
  
 Disponibile in eBook a € 6,99

Disponibilita immediata

Aggiungi alla lista dei desideri Segnala il libro ad un amico 
PremiumQuesto prodotto dà diritto a 9 punti Premium.
Per saperne di più
63 recensioni|Invia recensione
Condividi 
FacebookTwitterTwitterTwitterTwitter
altri

Descrizione
Premio Bancarella 2011. Un giorno il mondo si sveglia e scopre che sono finiti il petrolio, il carbone e l'energia elettrica. È pieno inverno, soffia un vento ghiacciato e i denti aguzzi del freddo mordono alle caviglie. Gli uomini si guardano l'un l'altro. E ora come faranno? La stagione gelida avanza e non ci sono termosifoni a scaldare, il cibo scarseggia, non c'è nemmeno più luce a illuminare le notti. Le città sono diventate un deserto silenzioso, senza traffico e senza gli schiamazzi e la musica dei locali. Rapidamente gli uomini capiscono che se vogliono arrivare alla fine di quell'inverno di fame e paura, devono guardare indietro, tornare alla sapienza dei nonni che ancora erano in grado di fare le cose con le mani e ascoltavano la natura per cogliere i suoi insegnamenti. Così, mentre un tempo duro e infame si abbatte sul mondo intero e i più deboli iniziano a cadere, quelli che resistono imparano ad accendere fuochi, cacciare gli animali, riconoscere le erbe che nutrono e quelle che guariscono. Resi uguali dalla difficoltà estrema, gli uomini si incammineranno verso la possibilità di un futuro più giusto e pacifico, che arriverà insieme alla tanto attesa primavera. Ma il destino del mondo è incerto, consegnato nelle mani incaute dell'uomo... Mauro Corona ancora una volta stupisce costruendo un romanzo imprevedibile. Un racconto che spaventa, insegna ed emoziona, ma soprattutto lascia senza fiato per la sua implacabile e accorata denuncia di un futuro che ci aspetta.

I vostri commenti
Recensioni 1 - 20 di 63 recensioni presenti.  Media Voto: 2.26 / 5 | Invia recensione

MARIKA BELLEI (04-02-2016)
che libro brutto! soldi buttati! ma come si fa a scrivere in questo modo? e soprattutto perché Mondadori pubblica un libro simile? Non è un romanzo, non è un saggio, non appassiona, non coinvolge, il titolo accattivante delude tutte le aspettative, un elenco interminabile di parole inutili messe insieme senza armonia senza poesia senza profondità. Questo scritto è colmo di banalità e luoghi comuni e parolacce buttate lì per sembrare figo!
Voto: 1 / 5
stefano (29-07-2014)
L'idea di trattare questo argomento è buona, anzi ottima, per ovvi motivi...il risultato però non è buono per nulla. Dopo tanti bellissimi libri di questo autore (tutti, ma proprio tutti, consigliatissimi) questo proprio non mi è piaciuto. Il consueto stile piacevolmente crudo, disincantato, ironico qui non c'è. Il romanzo è ripetitivo (potrebbe avere una decina di pagine) e eccessivamente "incattivito". Peccato. Sconsigliato. Consigliati di Corona soprattutto "aspro e dolce" "il canto delle manere" "i fantasmi di pietra"
Voto: 1 / 5
lilla (14-05-2014)
Il fatto che questo libro non abbia alcun personaggio da seguire ed al quale affezionarsi non ha molta importanza, ciò che viene raccontato o meglio ipotizzato è purtroppo quello che succederà un giorno non troppo lontano.L'umanità è quella che è,inseguiamo costantemente il potere, il successo,il denaro senza curarci di altri valori ben più importanti.Tutto questo però è trattato in modo molto noioso e ripetitivo, mi ha deluso. Avevo letto un po di tempo fa " Storia di neve ", tutta un'altra cosa.
Voto: 1 / 5
matteo (18-03-2014)
Il peggiore di tutti i libri che abbia mail letto. Ipotesi apocalittica inverosimile, passi come esercizio di fantasia. Ma l'evolversi della faccenda non avviene, è un continuo ripetere di frasi da bar, con stereotipi svuotati di significato (continuamente "i ricchi", "i poveri", come concetto sociale senza spessore) - l'unica scintilla in questa noia ridondante è l'apparizione di Berlusconi (camuffato ovviamente) ma questo unico personaggio sparisce nel nulla dopo poche righe. Se questa storia l'avesse scritta mio figlio gli avrei fatto ridurre il tutto a due-tre pagine, di più non vale. Ma probabilmente Corona aveva un contratto che lo obbligava a scrivere un tot di pagine. Io mi sarei vergognato a presentare un libro senza storia, senza personaggi, senza climax, senza fine, senza niente.
Voto: 1 / 5
elena (07-02-2014)
Un libro strepitoso forse il migliore di Corona, lo consiglio agli appassionati sia della montagna che ai ecologisti.
Voto: 5 / 5
milena nasi benetti (02-01-2014)
La fine del mondo storto: un apologo, una profezia, una favola horror sulla barbarie prossima ventura, una cavalcata a ritroso dalla società tecnocratica attuale a un nuovo medioevo, fatto di carestie e di pestilenze, giù, giù fino a un primitivo cannibalismo tribale. A tratti poetico come un'elegia, a tratti sferzante come un'invettiva ... un'utopia, basata sulla incrollabile fede nella capacità della natura di rigenerarsi e sulla disperata facoltà dell'uomo di adattarsi a ogni situazione, anche la più terribile, e di liberarsi dai suoi tabù solo costretto dalla fame e dalla paura della morte. Sono stata a Erto, il paese dove vive l'autore, che nel testo viene poco dissimulato sotto il molto trasparente pseudonimo di Ripido, e ho visto le opere materiali di Mauro Corona: sculture che cavano dalle forme evocative dei legni dell'alto Friuli le forme naturali degli uccelli e dei piccoli mammiferi che abitano quei boschi, quasi che vi fossero già imprigionate e aspettassero la mano amorevole di questo strano artista, un'originale tempra di montanaro, per rivelarsi agli occhi di noi abitanti del mondo storto. Fra le righe di questa narrazione escatologica di una catastrofe planetaria, che segna la fine del mondo così come lo conosciamo, ho ritrovato lo stesso amore per la natura e per la semplicità della vita dura e ascetica dei nostri valligiani. Non ci sarà salvezza, suggerisce Mauro Corona , se non sapremo liberarci in tempo dalla schiavitù del superfluo e se non riconquisteremo la capacità di vivere con l'essenziale. Da leggere e meditare, se non soffrite di crisi di panico!
Voto: 4 / 5
Luca (19-01-2013)
"La fine del mondo storto" non rappresenta niente altro che un teatro di orrori a cui l'uomo è, per natura, portato a compiere in determinate situazioni estreme. Anche se privo di dialoghi, M. Corona ha saputo presentare al meglio una descrizione degli orrori della nostra società e di quello che potrebbe essere un domani il nostro futuro. Consigliato!
Voto: 5 / 5
lilimarlene (10-12-2012)
Non è un capolavoro,ma è un buon libro,in controtendenza rispetto alle tematiche di cui ci nutriamo a livello letterario nella nostra epoca. E' un libro coraggioso,che merita di essere letto.
Voto: 4 / 5
Helsongr (14-07-2012)
Banale, prolisso, inconcludente fino al punto di irritare ed esasperare il lettore (che magari aveva pregustato una buona lettura). Vuoto, nessuna storia, nessun personaggio, non è nemmeno un romanzo. D'altra parte non può essere considerato "saggio", poichè imbarazzante sia nella forma che nel contenuto semantico. Caldamente sconsigliato, uno dei peggiori libri che abbia mai letto.
Voto: 1 / 5
Lella (18-06-2012)
A me questo libro è piaciuto molto. Corona non mi delude nemmeno questa volta.... E' una lunga riflessione, vera e onesta sulla fine del nostro mondo che chiama storto. I carburanti si esauriranno scrive Corona, e torneremo ad abbattere gli alberi....profondo ..bravo Mauro!
Voto: 5 / 5
Gloria (05-06-2012)
Libro noioso, prolisso e inconcludente....una delusione dopo tutte le belle letture precedenti! Vivamente sconsigliato!
Voto: 1 / 5
elena papa accorneribeach@tiscali.it (17-02-2012)
L'idea è molto originale, ma dopo un inizio folgorante il libro diventa ripetitivo e monotono. Poteva essere un racconto di 20 pagine (bello) e invece è diventato un romanzo di 160 (noioso). Forse ciò è dovuto anche alla mancanza di personaggi a cui affezionarsi
Voto: 3 / 5
adriano (15-02-2012)
Purtroppo tutto quello che c'è in questo libro, pian piano si sta avverando. Consegneremo ai "nostri figli e ai nipoti" molto meno di quello che abbiamo ricevuto. Mi ricorda una scena del film MATRIX dove l' agente Smith parla con Morpheus : Desidero condividere con te una geniale intuizione che ho avuto, durante la mia missione qui. Mi è capitato mentre cercavo di classificare la vostra specie. Improvvisamente ho capito che voi non siete dei veri mammiferi: tutti i mammiferi di questo pianeta d'istinto sviluppano un naturale equilibrio con l'ambiente circostante, cosa che voi umani non fate. Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l'unico modo in cui sapete sopravvivere è quello di spostarvi in un'altra zona ricca. C'è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual è? Il virus. Gli esseri umani sono un'infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga. E noi siamo la cura.
Voto: 5 / 5
FrancescoR (05-01-2012)
Dopo aver letto quasi tutti i libri di Mauro Corona, questo "romanzo" ha deluso ogni aspettativa. L'idea di partenza, che si colloca nel filone apocalittico, può in parte considerarsi interessante, in quanto il tema non parte da una catastrofe di qualsivoglia tipologia, ma dal semplice esaurimento dei combustibili fossili. Da quest'idea di partenza (possibilità non molto remota) c'erano infiniti modi per sviluppare il tema, dall'analisi sociale agli aspetti più pratici, cosa che in questo volumetto non avviene. . I caratteri del testo enormi da libro per bimbi delle elementari, atti ad incrementare il numero di pagine per giustificare un libro che altrimenti sarebbe un fascicolo rendono ancor più ridicola questa opera il cui contenuto, tolti i girotondi di frasi (spesso le stesse si ripresentano più e più volte nell'arco della brevissima lettura, in un cerchio ripetitivo e avvilente) potrebbe ridursi a qualche facciata. Un buco nell'acqua.
Voto: 1 / 5
Silvia (03-01-2012)
Questo libro è stato il primo di Mauro Corona che ho letto... e mamma mia che brutto!! Ero partita entusiasta: l'argomento mi attirava moltissimo. Ma l'ho trovato pieno di luoghi comuni, pregiudizi, pessimismo, incoerenze, banalità, ripetizioni. A tratti mi ha addirittura infastidita. Tanti mi hanno assicurato che Corona scrive molto meglio di così e che devo provare a leggerne un altro... ma per ora non ho sperimentato. Questo libro, per quanto mi riguarda, non è da consigliare.
Voto: 1 / 5
sabry (02-01-2012)
L'ho comprato con entusiasmo convinta che sarebbe stato bello ed interessante.... invece è stato una totale delusione, prolisso fino alla nausea!
Voto: 1 / 5
umberto73 umbertoparri@yahoo.it (10-12-2011)
Un libro che fa riflettere sulla vera natura dell'uomo,a dove siamo arrivati,al poco che siamo!Mi ricorda quasi alla fine "la fattoria degli animali"di Orwell. Lo consiglio a tutti!
Voto: 5 / 5
steve (01-12-2011)
Carino... ma non di piu. A tratti ripetitivo. Sicuramente puo far riflettere...che non fa mai male. Personalmente darei 2 stelle e mezzo ma non si puo, quindi arriviamo a 3...e va bene cosi. ciao
Voto: 3 / 5
Orobico76 (28-11-2011)
Bel titolo, bella spunto. Le note positive sono solo queste. Libro scritto male, ripetitivo, noioso. Una vera delusione per chi ha letto tutti i libri di Corona. Questo è lontano un abisso.
Voto: 1 / 5
Luca (22-11-2011)
buon titolo su copertina invitante. Stop. caro Mauro aspettiamo la riscossa.
Voto: 1 / 5
Recensioni 1 - 20 Recensioni 21 - 40 Recensioni 41 - 60 Recensioni 61 - 63

Ricerca Ricerca avanzata
Benvenuto in IBS.it, la prima libreria online dove potrai acquistare migliaia di libri, ebook, film, DVD, Blu Ray, CD, Vinili, giochi, videogiochi, cartoleria, gadget e tante idee regalo a prezzi eccezionali. Qui troverai inoltre tutti libri Italiani, libri autografati, libri in Inglese, ebook gratis e testi universitari con spedizione gratis sulle novità in prenotazione e per ogni ordini oltre i 25€. Fare i tuoi acquisti on-line non è mai stato così facile e conveniente. Scegli tra le ultime novità libri, film, musica, leggi le recensioni degli utenti, risparmia con le offerte outlet e consulta le classifiche dei libri più venduti di tutte le case editrici. IBS è la grande libreria italiana online.
Librerie
Bergamo
Bologna
Ferrara
Firenze
Lecco
Mantova
Novara
Padova
Roma
Treviso
Il mio IBS
I miei dati
IBS Premium
I miei ordini
Lista dei desideri
Le mie preferenze
Stampa la tua card

 

Informazioni utili:
Spese e tempi di consegna
Punti di ritiro
Invio regali
Buoni acquisto (Happy Card)
FAQ
Condizioni generali di vendita
Informativa sulla risoluzione alternativa controversie consumatori – ADR/ODR
Informativa sulla privacy
Informativa sulla garanzia legale di conformità
Informativa sul diritto di recesso
Informativa sul RAEE
Informativa sui cookie
Codice di Autoregolamentazione Netcomm

Pagamenti:
Carte di credito
Carta di credito accettate
PayPal
Paypal
Contrassegno

Come contattarci:
Invio messaggi al servizio di Assistenza Clienti
• Telefono: +39 02 91435230
• Fax: +39 02 91435290
Tutti i contatti

• Seguici su  Facebook Twitter

Servizi per i clienti:
Password dimenticata
Controllo e modifica dei propri dati
Verifica degli ordini effettuati

Opportunità per aziende e enti:
Servizi per le biblioteche
Programma di affiliazione (Informazioni generali)
Accesso a TradeDoubler
Accesso a Zanox

Concessionaria di pubblicità:



Con la collaborazione di Argento vivo per il settore editoria libraria

Ufficio stampa: Daniela Ravanetti

Altri siti del network IBS:
Libraccio.it
MYmovies.it
Wuz.it
Librerie Ubik
IBS

Internet Bookshop Italia S.r.l.
Sede Legale Via Giuseppe Verdi n.8 - 20090 Assago MI
Reg. Imprese di Milano 12252360156n
R.E.A. Milano 1542508
P.IVA 12252360156
Capitale sociale € 1.054.852 i.v.
IBS è una società soggetta a direzione e coordinamento di Emmelibri srl

Copyright © 1998-2016 Internet Bookshop Italia, tutti i diritti riservati

Licenza SIAE n. 229/I/05-359.


Funzione di ricerca basata su FACT®Finder di OMIKRON

 


IBS