Carrello Lista desideri Login Registrati Aiuto e FAQ Buoni regalo Spedizioni
Ricerca
Libri
Narrativa straniera  Moderna e contemporanea (dopo il 1945) 

Murakami Haruki - Norwegian wood. Tokyo blues

Norwegian wood. Tokyo blues TitoloNorwegian wood. Tokyo blues
AutoreMurakami Haruki
Prezzo € 12,00
Dati2006, XX-379 p., brossura
TraduttoreAmitrano G.
EditoreEinaudi  (collana Super ET)
 
Disponibile anche usato a € 6,00 su Libraccio.it
 Disponibile in eBook a € 6,99

Attualmente non disponibile su IBS
Inserisci il tuo indirizzo e-mail e ti avviseremo quando il libro tornerà disponibile (Informativa sulla privacy)

174 recensioni|Invia recensione
Condividi 
FacebookTwitterTwitterTwitterTwitter
altri
Descrizione
Uno dei più clamorosi successi letterari giapponesi di tutti i tempi è anche il libro più intimo, introspettivo di Murakami, che qui si stacca dalle atmosfere oniriche e surreali che lo hanno reso famoso, per esplorare il mondo in ombra dei sentimenti e della solitudine. Norwegian Wood è anche un grande romanzo sull'adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli "altri" per entrare vittoriosi nella vita adulta e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi, costi quel costi. Come il giovane Holden, Toru è continuamente assalito dal dubbio di aver sbagliato o poter sbagliare nelle sue scelte di vita e di amore, ma è anche guidato da un ostinato e personale senso della morale e da un'istintiva avversione per tutto ciò che sa di finto e costruito. Diviso tra due ragazze, Naoko e Midori, che lo attirano entrambe con forza irresistibile, Toru non può fare altro che decidere. O aspettare che la vita (e la morte) decidano per lui.

http://giotto.ibs.it/cop/copj170.asp?f=9788806183158 Norwegian wood. Tokyo blues Uno dei più clamorosi successi letterari giapponesi di tutti i tempi è anche il libro più intimo, introspettivo di Murakami, che qui si stacca dalle atmosfere oniriche e surreali che lo hanno reso famoso, per esplorare il mondo in ombra dei sentimenti e della solitudine. Norwegian Wood è anche un grande romanzo sull'adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli "altri" per entrare vittoriosi nella vita adulta e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi, costi quel costi. Come il giovane Holden, Toru è continuamente assalito dal dubbio di aver sbagliato o poter sbagliare nelle sue scelte di vita e di amore, ma è anche guidato da un ostinato e personale senso della morale e da un'istintiva avversione per tutto ciò che sa di finto e costruito. Diviso tra due ragazze, Naoko e Midori, che lo attirano entrambe con forza irresistibile, Toru non può fare altro che decidere. O aspettare che la vita (e la morte) decidano per lui. 12,00 new EUR in_stock
I vostri commenti
Recensioni 1 - 20 di 174 recensioni presenti.  Media Voto: 4.08 / 5 | Invia recensione

misselisabethbennet (13-02-2014)
una volta iniziato... non ho avuto pace finché non sono arrivata alla fine! Consigliato!
Voto: 4 / 5
vic (31-01-2014)
ho letto tutto,mapropriotutto,di murakami.a N.W. sono particolarmente affezionato è stato il primo.grande,fantastico,immenso.Ogni anno arriva 2° o 3° al Nobel è un'ingiustizia,nn c'è paragone è il migliore!!libro consigliatissimo,come del resto tutti gli altri..buona lettura!
Voto: 5 / 5
Andrew andrewriva92@hotmail.it (20-01-2014)
premetto che il libro l'ho letto in un soffio. tagliando corto, questo libro, per lo stile impeccabile e travolgente di murakami, ha qualcosa di straordinariamente scorrevole, le immagini si susseguono una dopo l'altra con la delicatezza e la trasparenza di un piccolo ruscello d'acqua. il messaggio (affrontare le indecisioni dell'adolescenza per affermarsi nell'età adulta) passa, e per questo murakami adotterà degli espedienti molto forti e intensi, ma validi. non do 5 perché penso che di murakami, ce ne siano non di più belli, ma di più interessanti, come kafka sulla spiaggia (dove, a mio avviso, sotto molti aspetti si assomigliano ma con un qualcosa in più). per norwegian wood tenerezza, tanta tenerezza per questo libro, consigliato per chi vuole perdersi nell'abisso del trasporto della lettura trascorrendone momenti intensi.
Voto: 4 / 5
Pippi (21-12-2013)
La fine del libro lascia un po' a bocca asciutta perchè sembra che debba discorrere ancora su tantissime cose e invece si interrompe; è un libro molto depresso però Watanabe è stato il più forte di tutti a riuscire a vivere quando tutto intorno a esso moriva, ognuno dovrebbe avere questa voglia e forza di andare avanti provando a superare tutto quello che va male. Le scene di sesso sono un po' tanto esplicite e frequenti aggiungendo anche quella molto dettagliata di amore saffico, le avrei evitate visto che non contribuiscono ad ampliare il messaggio che l'autore vuole dare.
Voto: 3 / 5
gino (03-11-2013)
Bellissimo. Non avevo mai letto niente di Murakami se non After Dark, ma Norwegian Wood e' stato una sorpresa. Ricorda Sallinger e Fitzgerald senza essere rindondante e crea delle atmosfere che toccano le corde dell'anima.
Voto: 5 / 5
Kath Pierce (01-11-2013)
3/5 perche'?Gia'...perche'?Non saprei dirlo nemmeno io.La scrittura e' scorrevole e la storia e' abbastanza coinvolgente,ma l'ho trovato strano,forse perche' devo entrare nel vivo del modus scrivendi di questo autore tanto acclamato.In alcuni punti mi e' piaciuto moltissimo,in altri mi ha annoiata.Quindi do' un 3 che e' una via di mezzo,non sentendomela di sbilanciarmi troppo.Provero' a leggere qualche altro suo libro per farmi un'idea piu' chiara e capire meglio il suo stile.
Voto: 3 / 5
zia dahlia (13-10-2013)
Era da tempo che desideravo leggere questo romanzo. E' stata un piacevolissima sorpresa: il racconto dell'adolescenza in un bellissimo Bildungsroman, ricco di onestà, tenerezza e dubbi. I protagonisti sono delineati con una delicatezza rara. Inoltre la vicinanza con Il giovane Holden e David Copperfield (due romanzi che amo alla follia)hanno contribuito a rendere questa lettura ancora più coinvolgente.
Voto: 5 / 5
Daniel (07-09-2013)
Un romanzo a dir poco noioso e insipido. Prolisso e logorroico. Riesce a valere solo quando dopo circa duecento pagine, affronta descrizioni pornografiche con decisa spudoratezza, quando parla di uno stupro lesbico o quando riflette sull'inutilità del 68. Certo vale anche quando crea atmosfere blues e da lounge bar, ma la trama è proprio scadente. Lo stile c'è, l'argomento no. Forse c'è una distanza culturale marcante che non me lo fa apprezzare completamente, ma il romanzo di formazione ha proprio stufato. Inapplicabile con i giovani odierni che nel migliore dei casi navigano molto e già sanno molto, nei peggiori dei casi vivono di plastiche figure idealizzate ma comunque esistenti di riferimento. Che poi mette una miriade di riferimenti culturali occidentali che un occidentale magari neanche conosce, a cosa serve?
Voto: 3 / 5
farfallina (20-08-2013)
Un libro che trasuda magia e poesia; odora di adolescenza (lontana da internet) ed è leggero come una piuma ma anche doloroso e tragico: c'è vita, morte e sesso, tutto mescolato insieme in un linguaggio fluido e semplice che non stanca mai, a tratti soave, nonostante alcune pagine non certo leggiadre. Consiglierei la lettura del libro a tutti gli adolescenti del mondo, anche e soprattutto a quelli delle scuole superiori, per renderlo argomento di discussione e riflessione. Nonostante l'antipatia che mi ha suscitato Nagasawa, amico del protagonista Toru, ho trovato prezioso il suo consiglio dato a Toru , e valido - secondo me - a tutte le età della vita, è cioè quello di non cadere mai MAI nel brodino delle proprie autocommiserazioni. Bellissimo il personaggio di Toru, con la sua etica e i suoi saldi principi morali e bellissime le descrizioni della Natura, che quando riesce ad arrivare all'Anima dell'uomo, rende la vita meno opprimente. Mi è piaciuto moltissimo anche il personaggio di Reiko, l'insegnante di musica
Voto: 5 / 5
paolo (11-07-2013)
Commentare negativamente un romanzo molto comprato e, a quanto pare, entusiasticamente apprezzato, è rischioso, perchè ci si espone al rischio di essere tacciati di snobismo, ma qui il rischio bisogna correrlo, perchè il libro è davvero brutto. Tutto è detto senza essere mostrato. I drammi adolescenziali che conducono a suicidi seriali, il ribellismo contro la tradizione, persino l'affetto e l'amore, addirittura il sesso è didascalico in modo imbarazzante. I personaggi hanno lo spessore di una carta velina, i dialoghi fanno ridere involontariamente, rispetto a questo autore un De Carlo (che vagamente lo ricorda) pare un gigante letterario. L'ambientazione nei tardi anni sessanta poi risulta del tutto gratuita, non trova una movitazione, ed è goffamente evocata da una serie di titoli di canzoni, per lo più dei Beatles (che insieme ad altri riferimenti musicali, letterali, pittorici, serve solo a mostrare la subordinazione culturale dell'autore all'occidente norrdamericano ed europeo) e da vaghi accenni a scuole occupate. Insomma,un bel disastro.
Voto: 1 / 5
Paolo (03-07-2013)
Con uno stile sobrio e delicato Haruki ci conduce nel modo interiore di Watanabe, un adolescente alla ricerca del suo posto nel mondo che, non avendo ancora una personalità ben definita, si appoggia ad amici che diventano i suoi riferimenti. Ma il male(ssere), di cui è pieno il modo, lo circonda, rischia di sopraffarlo, di cacciarlo in quel "pantano" da cui molti di quelli che incarnavano per lui l'ideale di perfezione non sono stati capaci di rialzarsi e si sono tolti la vita. Egli riesce ad uscire dal pantano; ma ci riesce perché è "imperfetto", e quindi adattabile ad un mondo che è invece troppo duro per la delicata fragilità di un ideale di perfezione, o solo perché il caso così ha voluto? In fondo egli passa attraverso le esperienze negative mantenendo integra una sua etica, dei propri valori morali tra cui il rispetto degli altri che, se da un lato lo fanno apparire incapace di fare scelte forti e coraggiose, dall'altro gli danno quella forza necessaria per resistere e andare avanti in attesa che torni il sereno. E gran parte di quella forza gli viene dall'amore per le due ragazze così diverse tra loro e che rappresentano l'una l'ideale di perfezione e purezza e l'altra il calore e l'imperfezione della vita. A conclusione posso dire che, a mio parere, un libro, così come un film o un brano musicale o un'opera d'arte, abbia valore se fa vibrare delle corde dentro di noi, se riesce a trasmettere emozioni, e questo libro me ne ha trasmesse molte. Perciò non posso che consigliarlo col massimo dei voti.
Voto: 5 / 5
BileOnAir (09-05-2013)
"Non amare Dickens - ha detto Italo Calvino - è un peccato mortale, significa non capire che grazie a lui e a pochissimi altri la grande letteratura dell'Ottocento è riuscita a ipnotizzare il pubblico di massa e, nello stesso tempo, a raggiungere risultati artistici insuperabili." Norwegian Wood è un'opera del genere. Può toccare le corde di chiunque, come pochi. Libro micidiale. Incredibilmente bello. Talmente bello che, personalmente, non leggerò più nulla di Murakami. Qui ha messo tutto se stesso. Non ci si può ritrarre alla perfezione per più di una volta, con la stessa esattezza, lo stesso calore, la stessa disarmante sincerità. E' un testamento, l'eredità che lascia fa male e risorgere nello stesso, preciso, istante. Libro da salvare per quando tutto sarà finito, divorato come da un incendio di periferia, mentre la bellezza fa capolino in un paio di birre e una chitarra scordata.
Voto: 5 / 5
Angelo M. (06-05-2013)
Bellissimo e delicato,è il primo libro che leggo dell'autore e mi ha davvero piacevolmente accompagnato in queste lunghe notti di lavoro. Particolare e scritto-tradotto magnificamente...consiglio durante la lettura di ascoltare i brani nominati dall'autore per entrare nella giusta atmosfera di quegli anni..P.S. le pochissime scene di sesso descritte sono trattate in modo sublime (per sara qua sotto).Leggetelo' merita.
Voto: 5 / 5
^sara^ (01-05-2013)
Tremendamente delusa soprattutto perchè me lo avevano indicato come uno tra i migliori libri dell'autore. Io non sono riuscita a entrare in empatia perchè i personaggi sono davvero troppo surreali, quasi grotteschi nel loro tentativo di apparire anormali. Il protagonista non mostra il minimo carattere e la morte aleggia come se facesse da sfondo a una realtà fatta di disadattamento e angoscia. E poi, soprattutto, davvero eccessive le scene di sesso descritte fin troppo minuziosamente, tanto schiette da dar fastidio. Io questo libro non lo consiglio.
Voto: 2 / 5
alessio (26-04-2013)
Tremendamente bello!!
Voto: 5 / 5
maxblues66 (03-04-2013)
La "dolcezza" che Murakami ha nello scrivere, nel descrivere i suoi personaggi ti accompagna dalla prima all'ultima pagina. Tristezza, disperazione,speranza,gioia e dolore tutte legate tra loro. Imperdibile !!!!
Voto: 5 / 5
Tiziana (21-03-2013)
Un Murakami ancor più intimista e introspettivo che sviscera stati d'animo e conflitti interiori, che descrive angosce, paure, insicurezze e dilemmi dei giovani, con il tratto poetico e ammaliante che lo contraddistingue. Meno onirico e più concreto, ma forse qui un po' lento e appesantito. Eppure avvolge e coinvolge, magnetizza e incolla ad ogni pagina come sempre. Scrittore meraviglioso, davvero unico.
Voto: 4 / 5
Elisabetta (10-03-2013)
Questo è uno dei casi in cui mi consigliano un libro perchè a detta di molti è Meraviglioso e merita di essere letto, e alla fine mi delude amaramente. E' possibile che io non riesca a cogliere la bellezza di questa storia perchè non sono un'amante del genere, nè del tipo di scrittura..ma non mi è piaciuto per niente. La scrittura è, o forse vorrebbe essere, poetica ed evocativa..ma a me è risultata solo terribilmente noiosa e prolissa. I personaggi sono al limite dello strambo, il protagonista davvero scialbo e per nulla interessante. Non ho capito poi perchè inserire tutte queste tragedie una dietro l'altra, almeno 4 suicidi e raccontarli come se si stesse parlando del tempo, per poi inserire nel mezzo inutili e veramente orribili scene di sesso che più crude non si può. Non ho capito il senso della storia nè il finale. Ho continuato a leggerlo solo per principio, mi pare veramente male lasciare un libro a metà ma questo è stato decisamente uno dei casi in cui sono stata proprio tentata di farlo!
Voto: 1 / 5
IPOETIMORTI (22-02-2013)
Bello come un orso in primavera! Un libro che ti rimane dentro.
Voto: 5 / 5
Elena (17-02-2013)
A mio parere è un gran bel libro, lo stile di scrittura è sublime e l'autore riesce a rendere coinvolgente una banale domenica priva di un qualsiasi evento significativo.. I personaggi sono ben caratterizzati anche se a volte forse un po' esasperati. Tuttavia ho dato 4 e non 5 perché a mio parere c'è un po' troppa tragicità nel libro.. 3 persone suicida non sono un po' troppe? xd un altro motivo per cui ho dato 4 è sicuramente il finale e il fatto che ci siano veramente poche note allegre.. penso comunque che da occidentale io non abbia capito in pieno la situazione o i motivi dei suicidi, probabilmente se conoscessi la cultura e la situazione giapponese degli anni del libro avrei compreso meglio cose che a me paiono un po' estranee.
Voto: 4 / 5
Recensioni 1 - 20 Recensioni 21 - 40 Recensioni 41 - 60 Recensioni 61 - 80
Recensioni 81 - 100 Recensioni 101 - 120 Recensioni 121 - 140 Recensioni 141 - 160
Recensioni 161 - 174

Ricerca Ricerca avanzata
Libri
Libri in italiano
Libri in inglese
Outlet -50%
Libri scolastici
eBook
eBook
eReader
Mobile App
Musica
CD musicali
Vinili
MP3
DVD musicali
Blu-ray musicali
Film e video
DVD
Blu-ray
Giochi
Videogiochi
Giocattoli
Cartoleria e scuola
Sport e svago
Sport
Gadget e accessori
Librerie
Bergamo
Bologna
Ferrara
Firenze
Lecco
Mantova
Novara
Padova
Roma
Treviso
Il mio IBS
I miei dati
IBS Premium
I miei ordini
Lista dei desideri
Le mie preferenze
IBS consiglia
Stampa la tua card

 

Informazioni utili:
Spese e tempi di spedizione
Punti di ritiro
Invio regali
Buoni acquisto (Happy Card)
FAQ
Condizioni generali di vendita
Informativa sulla privacy
PuntiNectar

Pagamenti:
Carte di credito
Carta di credito accettate
PayPal
Paypal
Contrassegno

Come contattarci:
Invio messaggi al servizio di Assistenza Clienti
Tutti i contatti

• Seguici su  Facebook Twitter

Servizi per i clienti:
Password dimenticata
Controllo e modifica dei propri dati
Verifica degli ordini effettuati

Opportunità per aziende e enti:
Servizi per le biblioteche
Programma di affiliazione (Informazioni generali)
Accesso alla sezione riservata Partnership Programme IBS
Accesso alla sezione riservata TradeDoubler

Concessionaria di pubblicità:



Con la collaborazione di Argento vivo per il settore editoria libraria

Ufficio stampa: Daniela Ravanetti

Altri siti del network IBS:
Libraccio.it
MYmovies.it
Wuz.it
Librerie Ubik
IBS

Internet Bookshop Italia S.r.l.
Sede Legale Via Giuseppe Verdi n.8 - 20090 Assago MI
Reg. Imprese di Milano 12252360156n
R.E.A. Milano 1542508
P.IVA 12252360156
Capitale sociale € 1.054.852 i.v.
IBS è una società soggetta a direzione e coordinamento di Emmelibri srl

Copyright © 1998-2014 Internet Bookshop Italia, tutti i diritti riservati

Licenza SIAE n. 229/I/05-359.


Funzione di ricerca basata su FACT®Finder di OMIKRON

 


IBS