Carrello Lista desideri Login Registrati Aiuto e FAQ Buoni regalo Spedizioni
Ricerca
Libri
Narrativa italiana  Moderna e contemporanea (dopo il 1945) 

D'Urbano Valentina - Il rumore dei tuoi passi

Il rumore dei tuoi passi TitoloIl rumore dei tuoi passi
AutoreD'Urbano Valentina
Prezzo € 12,66
(Prezzo di copertina € 14,90)
Dati2012, 319 p., rilegato
EditoreLonganesi  (collana La Gaja scienza)
 Disponibile in eBook a € 4,99


Nella promozione 5€ di sconto con 10 grandi editori fino al 31 luglio

Disponibilita immediata

Aggiungi alla lista dei desideri Segnala il libro ad un amico 
nectarQuesto prodotto dà diritto a 13 punti Nectar.
Per saperne di più
73 recensioni|Invia recensione
Condividi 
FacebookTwitterTwitterTwitterTwitter
altri
Descrizione
In un luogo fatto di polvere, dove ogni cosa ha un soprannome, dove il quartiere in cui sono nati e cresciuti è chiamato "la Fortezza", Beatrice e Alfredo sono per tutti "i gemelli". I due però non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo. A legarli è un'amicizia ruvida come l'intonaco sbrecciato dei palazzi in cui abitano, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un'amicizia che cresce con loro fino a diventare un amore selvaggio, graffiante come vetro spezzato, delicato e luminoso come un girasole. Un amore nato nonostante tutto e tutti, nonostante loro stessi per primi. Ma alle soglie dei vent'anni, la voce di Beatrice è stanca e strozzata. E il cuore fragile di Alfredo ha perso i suoi colori. Perché tutto sta per cambiare.

La recensione di IBS
Un esordio forte che narra una storia d'amore e morte, come un dramma classico. L'ambientazione è il nulla grigio e spento dei palazzi popolari occupati e abbandonati al loro degrado in cui crescono ragazzi che non escono quasi mai da questo recinto. E che qui giocano, litigano, amano, vivono e muoiono.
Uno scenario contemporaneo: le Vele di Scampia, le Vallette a Torino, Quarto Oggiaro a Milano, Tor Bella Monaca a Roma. C’è in ogni città italiana un quartiere, qualche palazzo, una via dove l’ordine, la civiltà, la convivenza “normale” sono scalzati da un altro mondo, altri equilibri, altre regole. In ogni metropoli c’è La Fortezza. Anche in questi palazzi si vive, anche qui si trovano famiglie che cercano di trascorrere un’esistenza tranquilla, ma si impara sin da bambini che arrivare a sera ogni giorno è faticoso, che bisogna sapersi parare le spalle, che gli esseri umani possono essere anche molto pericolosi. Persino i padri possono diventare una minaccia reale.
Un padre che beve, troppo. Un padre vedovo che si ubriaca e picchia i figli: Massimiliano, Alfredo e Andrea. Sotto di loro vive una famiglia più tranquilla con un papà, una mamma e due figli, Beatrice e Francesco. Lì trovano rifugio i bambini quando il padre esagera. Lì trova un letto in cui dormire soprattutto Alfredo, sin dai suoi sei anni. Lì continua a rifugiarsi col passare del tempo, tra le braccia di una donna che non è sua madre e sotto le coperte del letto di Beatrice e Francesco. Crescendo insieme Beatrice e Alfredo – praticamente coetanei - diventano fratelli, anzi, gemelli come li chiamano gli amici. Assumono la stessa camminata, prendono le stesse movenze, gli stessi gesti ripetuti come in un balletto di cui conoscono ogni singola mossa. Un rapporto fatto di gelosie, rancori, odio e amore. Un’amicizia destinata a diventare la colonna portante dell’adolescenza di entrambi, così caratterialmente differenti, ma uniti in modo indissolubile dalla sofferenza comune, dalla fatica di vivere in quel mondo.
Sceglie un esordio difficile Valentina d’Urbano, quello del romanzo di formazione. Il paragone con altri racconti analoghi può essere impegnativo, forse troppo, ma lei ne esce bene. Sceglie anche di dire al lettore sin dal primo capitolo dove andrà a parare la storia: non aspettatevi il lieto fine. È Beatrice che racconta in prima persona la sua vita che è poi, per vicinanza, per gemellaggio, anche quella di Alfredo. La storia di un amore impossibile, destinato all’infelicità non tanto e non solo per il luogo in cui nasce, ma per l’incomunicabilità tra due persone simili e terribilmente diverse. “Non lo so, forse era l’ambiente che ci aveva prodotti. Forse ce l’avevamo nel sangue. Forse era la gente che frequentavamo, la noia, la mancanza di obiettivi. La consapevolezza di non poter essere mai niente di diverso, la presa di coscienza che saremmo stati così per tutta la vita. Fuori si susseguivano gli anni e il mondo cambiava. Dentro noi rimanevamo fermi. Non ce l’avevamo un motivo per vivere, non sapevamo darcelo. Lo facevamo e basta.”
Un romanzo che si sviluppa tra gli anni di piombo e quelli "da bere" ma dove la Storia sfiora appena i protagonisti, chiusi in un mondo tragicamente senza tempo. Un dramma che richiama alla mente la tragedia classica e che presenta una sua Agorà: l'anfiteatro degradato in cui i ragazzi s'incontrano e vivono. Una figura positiva, umana e tragica verrà sommersa, un personaggio meno generoso ma più forte verrà salvato.

Recensione a cura di Giulia Mozzato

I vostri commenti
Recensioni 1 - 20 di 73 recensioni presenti.  Media Voto: 4.28 / 5 | Invia recensione

Ambra (06-07-2014)
Quanto ho pianto alla fine di questo libro! Da leggere, assolutamente. Una storia che rimane e ti appassiona fino all'ultimo. Uno stile direi semplice ma senz'altro il più adatto. Bellissimo.
Voto: 5 / 5
Stefania (29-06-2014)
Libro semplicemente straordinario, una scrittrice unica nel suo genere. I gemelli mi hanno lasciata senza parole, sono due personaggi che ti lasciano un sapore strano in bocca, sembra quasi di conoscerli, sembra quasi facciano parte di te. Un libro difficile da commentare ed un metodo di scrittura talmente pulito e semplice da lasciarti esterrefatta ...
Voto: 5 / 5
Carla (27-03-2014)
Un romanzo bellissimo ed emozionante.....dimostra che , a volte , nei posti più degradati, possono nascere e fiorire sentimenti meravigliosi e profondi...Molti personaggi sanno amare veramente nella buona e nella cattiva sorte..Bea sa sacrificare parte della sua vita rinunciando anche ad un lavoro piacevole per amore di Alfredo.... Niente cinismo così di moda in questo periodo... Da leggere...
Voto: 5 / 5
Chiara (18-03-2014)
È da un po' di tempo che non attribuisco un punteggio così alto ad un libro. È un romanzo che commuove e coinvolge, con uno stile di scrittura semplice perfettamente coerente con il personaggio che parla in prima persona, e con l'ambientazione. Per alcuni aspetti, mi ha ricordato "Jack Frusciante è uscito dal gruppo", anche se il mondo che ospita la vicenda non è quello della Bologna borghese, ma della periferia degradata. Nonostante la sporcizia, la povertà, le case occupate e la droga, esistono dei lampi di luce capaci di rischiarare le anime dei protagonisti ed aiutarli a ricomprare, per le loro vite, una sorta di purezza. Due figure secondo me significative, anche se non rientrano fra i personaggi principali, sono i genitori di Beatrice: vengono dipinti come generosi, altruisti, dotati di grandissima umanità prova del fatto che anche in mezzo al deserto, materiale ed emotivo, ci possono essere persone per bene.
Voto: 5 / 5
laura63 (30-12-2013)
Lo leggi, anzi, lo divori, come lui divora te, strappandoti la pelle. Rabbiosa, profonda, una storia d'amore grande in un quartiere degradato fuori dal mondo, ma molto reale! Bello e agghiacciante!
Voto: 5 / 5
amelia (25-11-2013)
E' un libro di quelli che si legge tutto d'un fiato. Una storia struggente di due adolescenti, che vivono in un quartiere degradato, che fa pensare un pò ai libri di Pasolini "Una vita violenta" e "Ragazzi di vita". La droga prende il sopravvento sul ragazzo e lo afferra fino a farlo morire. Ho letto "Trainspotting" e "Noi i ragazzi dello zoo di Berlino". Lo consiglio ma prima compratevi una scorta di Kleenex!!!
Voto: 5 / 5
Marta80 palletta80@gmail.com (16-10-2013)
Un romanzo davvero ben scritto, avvincente e coinvolgente. Non si può davvero chiedere di più ad un'autrice esordiente.
Voto: 5 / 5
Eleonora (29-09-2013)
Bello, bello davvero. Storia struggente ricca di colpi di scena. Buona descrizione dei personaggi, storia originale e articolata. Da leggere tutto d'un fiato e con le lacrime agli occhi. Molto triste, ma appassionante. Consigliato
Voto: 5 / 5
patrizia (26-09-2013)
Bel libro anche se lo stile è molto semplice. La storia, per i miei gusti, è troppo cruda ma sul finale si riprende un po'.
Voto: 4 / 5
lorenzo lolllo1983@gmail.com (26-09-2013)
ho preso il libro sulla base delle vostre valutazioni. le prime 5 pagine non mi hanno convinto poi la trasformazione..letto nel giro di pochissimi giorni. la scrittrice riesce a descrivere i due personaggi principali in modo fantastico, ti sembra di conoscerli da sembre, e vivi il loro rapporto come se fossi uno di loro. complimenti, gran bel esordio.
Voto: 5 / 5
Lucy (26-09-2013)
Ogni storia è stata già raccontata, ciò che fa la differenza é come la si racconta. Pieni voti a questo "modus" di racconto calibratissimo, nonostante sembri scritto di getto, seguendo l'umoralità della protagonista. La scelta dell'io narrante lo rende ancora più avvincente, grazie anche ad un tratteggio di caratteri mai deludente. Si vorrebbe ricominciare a leggerlo, appena finito. Non capita sempre.... Unica piccolissima critica: nei dialoghi c'è qualche congiuntivo o condizionale ( grammaticalmente esattissimo) che "stona" con l'ambientazione e l'estrazione sociale dei protagonisti, ampiamente descritta. Ma tutto il resto prevale, compresa la bravura dell'Autrice.
Voto: 5 / 5
Alessio (06-09-2013)
Non sarà un capolavoro della letteratura italiana, la trama non sarà originalissima, ma l'ho letto in una notte, 7 ore in cui non sono riuscito a staccarmi, e questo succede quando un libro è bello!
Voto: 5 / 5
alaice (01-09-2013)
Un libro crudo, violento, tenero..ti lascia una grande ferita dentro. Ho letto tantissimi libri in vita mia, anche di molti tristi; questo ti fa riscoprire il valore della vita e ti ritrovi a chiedere quanta forza ci vuole per non lasciarsi schiacciare anche quando tutto ti sembra drammatico..perchè c'è sempre un motivo per rialzarsi in piedi.
Voto: 5 / 5
MANU (07-08-2013)
Un esordio veramente da 10 ...un inchino davanti a tanta capacità di non annoiare il lettore nemmeno per un minuto...e naturalmente davanti a tanta sensibilità. Storia bellissima, che ti fa male perchè ti scava dentro. Emozionante come poche. Grazie Vale.
Voto: 5 / 5
enrica (07-08-2013)
Una storia bellissima e straziante allo stesso tempo. Un libro che ti entra dentro al cuore, ben scritto. Arrivi all'ultima pagina piena di emozioni, immedesimata nella mente della protagonista e piangendo come lei. Divorato nel giro di poche ore. Consigliatissimo.
Voto: 5 / 5
alteabc (19-07-2013)
Io di solito nn ho mai letto molti libri , ma tra quei pochi che ho letto il rumore dei tuoi passi e stato sicuramente il migliore , ed è stati l'unico che libro che quando l'ho finito mi abbiava fatto emozionare , infatti sarei grata alla scrittittrice se lo continuasse in una seconda parte , perchè è stato veramente bellissimo e vorrei farle i miei più sinceri comprimenti.
Voto: 5 / 5
ziamicky (17-07-2013)
Un buon romanzo,una storia viva e un ottimo esordio...tanto da farmi attendere la sua seconda opera.Da leggere!
Voto: 4 / 5
Giusy (01-06-2013)
Il libro più bello che io abbia mai letto ( e riletto). Il linguaggio semplice e scorrevole ti permette di immedesimarti in quei personaggi, creati si dall'immaginazione ma che una volta terminato il romanzo, anzi Il capolavoro,comprendi che resteranno con te sempre. STUPENDO!
Voto: 5 / 5
silvia (27-04-2013)
Un romanzo che ti squarcia il cuore...ti arriva dritto dritto come un pugno..dopo le prime pagine non riesci più a fermarti..ci entri dentro a questa storia cosi dura..e li vedi Beatrice e Alfredo, e la Fortezza..e senti quello che sentono loro..senti il dolore ma senti anche l'amore...leggendo questo libro provi qualcosa che non si può spiegare a parole,ma è vero alla fine piangi, non puoi trattenerti..tanto è forte il coinvolgimento..Poi non si può tralasciare la nota aggiunta:lo stile di questa scrittrice, che è giovane e sa come parlano i giovani, sa come provano le emozioni e te le butta lì nero su bianco, come tu non avresti potuto esprimerle mai..questo romanzo è una storia cruda raccontata con uno stile autentico..io lo consiglio perchè è BELLISSIMO.
Voto: 5 / 5
Asterix (05-04-2013)
Bellissimo ed emozionante. A tratti duro, ma autentico. L'ho letto in una notte. La storia ti prende cosí tanto, che alla fine del libro, provi le stesse emozioni che prova Beatrice. E scoppi a piangere e non ti fermi piú.
Voto: 5 / 5
Recensioni 1 - 20 Recensioni 21 - 40 Recensioni 41 - 60 Recensioni 61 - 73

Ricerca Ricerca avanzata
Libri
Libri in italiano
Libri in inglese
Outlet -50%
Libri scolastici
eBook
eBook
eReader
Mobile App
Musica
CD musicali
Vinili
MP3
DVD musicali
Blu-ray musicali
Film e video
DVD
Blu-ray
Giochi
Videogiochi
Giocattoli
Cartoleria e scuola
Sport e svago
Sport
Gadget e accessori
Librerie
Bergamo
Bologna
Ferrara
Firenze
Lecco
Mantova
Novara
Padova
Roma
Treviso
Il mio IBS
I miei dati
IBS Premium
I miei ordini
Lista dei desideri
Le mie preferenze
IBS consiglia
Stampa la tua card

 

Informazioni utili:
Spese e tempi di spedizione
Punti di ritiro
Invio regali
Buoni acquisto (Happy Card)
FAQ
Condizioni generali di vendita
Informativa sulla privacy
PuntiNectar

Pagamenti:
Carte di credito
Carta di credito accettate
PayPal
Paypal
Contrassegno

Come contattarci:
Invio messaggi al servizio di Assistenza Clienti
Tutti i contatti
• Telefono: +39 02 91435230
• Fax: +39 02 91435290

• Seguici su  Facebook Twitter

Servizi per i clienti:
Password dimenticata
Controllo e modifica dei propri dati
Verifica degli ordini effettuati

Opportunità per aziende e enti:
Servizi per le biblioteche
Programma di affiliazione (Informazioni generali)
Accesso alla sezione riservata Partnership Programme IBS
Accesso alla sezione riservata TradeDoubler

Concessionaria di pubblicità:



Con la collaborazione di Argento vivo per il settore editoria libraria

Ufficio stampa: Daniela Ravanetti

Altri siti del network IBS:
Libraccio.it
MYmovies.it
Wuz.it
Librerie Ubik
IBS

Internet Bookshop Italia S.r.l.
Sede Legale Via Giuseppe Verdi n.8 - 20090 Assago MI
Reg. Imprese di Milano 12252360156
R.E.A. Milano 1542508
P.IVA 12252360156
Capitale sociale € 1.054.852 i.v.
IBS è una società soggetta a direzione e coordinamento di Emmelibri srl

Copyright © 1998-2014 Internet Bookshop Italia, tutti i diritti riservati

Licenza SIAE n. 229/I/05-359.


Funzione di ricerca basata su FACT®Finder di OMIKRON

 


IBS