Carrello Lista desideri Login Registrati Aiuto e FAQ Buoni regalo Spedizioni
Ricerca
Libri
Biografie  Storie vere  Storie vere: eroismo, resistenza e sopravvivenza 

Parrado Nando; Rause Vince - Settantadue giorni. La vera storia dei sopravvissuti...

Settantadue giorni. La vera storia dei sopravvissuti delle Ande e la mia lotta per tornare TitoloSettantadue giorni. La vera storia dei sopravvissuti delle Ande e la mia lotta per tornare
AutoreParrado Nando; Rause Vince
Prezzo € 18,90
Dati2006, 351 p., ill., rilegato
TraduttoreCarena A.
EditorePiemme   

Attualmente non disponibile su IBS
Inserisci il tuo indirizzo e-mail e ti avviseremo quando il libro tornerà disponibile (Informativa sulla privacy)

9 recensioni|Invia recensione|
Condividi 
FacebookTwitterTwitterTwitterTwitter
altri
Descrizione
Un aereo precipita su una cima delle Ande. Delle 45 persone a bordo, 17 muoiono nell'impatto. Per gli altri ha inizio una lotta per la sopravvivenza a 40 gradi sottozero. Al decimo giorno, le poche scorte di cibo sono finite. C'è una sola cosa che possono fare per rimanere vivi: nutrirsi dei corpi dei compagni morti. In un patto quasi sacrale, i sopravvissuti affidano l'uno all'altro il proprio consenso. Nando Parrado è tra loro. Ha vent'anni ed è uno dei membri della squadra di rugby che si trovava a bordo dell'aereo. La madre e la sorella sono morte, lui stesso le ha sepolte nella neve, scavando a mani nude e desiderando di raggiungerle. Ma poi la speranza e il pensiero del padre disperato gli hanno dato la forza di lottare. Quando, due mesi dopo, diventa chiaro che i soccorsi non sarebbero più arrivati, è lui, Parrado, a decidere di scalare la montagna per raggiungere il Cile. Senza guanti né cappello, vestito di niente e provato nel fisico. Nessuno credeva che ce l'avrebbe fatta.

http://giotto.ibs.it/cop/copj170.asp?f=9788838475405 Settantadue giorni. La vera storia dei sopravvissuti delle Ande e la mia lotta per tornare Un aereo precipita su una cima delle Ande. Delle 45 persone a bordo, 17 muoiono nell'impatto. Per gli altri ha inizio una lotta per la sopravvivenza a 40 gradi sottozero. Al decimo giorno, le poche scorte di cibo sono finite. C'è una sola cosa che possono fare per rimanere vivi: nutrirsi dei corpi dei compagni morti. In un patto quasi sacrale, i sopravvissuti affidano l'uno all'altro il proprio consenso. Nando Parrado è tra loro. Ha vent'anni ed è uno dei membri della squadra di rugby che si trovava a bordo dell'aereo. La madre e la sorella sono morte, lui stesso le ha sepolte nella neve, scavando a mani nude e desiderando di raggiungerle. Ma poi la speranza e il pensiero del padre disperato gli hanno dato la forza di lottare. Quando, due mesi dopo, diventa chiaro che i soccorsi non sarebbero più arrivati, è lui, Parrado, a decidere di scalare la montagna per raggiungere il Cile. Senza guanti né cappello, vestito di niente e provato nel fisico. Nessuno credeva che ce l'avrebbe fatta. 18,90 new EUR in_stock
I vostri commenti
9 recensioni presenti.  Media Voto: 4.33 / 5 | Invia recensione

zombie49 (18-07-2008)
La storia dei sopravvissuti al disastro aereo delle Ande narrato in prima persona da Nando Parrado, che con l’amico Canessa scalò le Ande in cerca di soccorso. Coinvolgente dalla prima all’ultima pagina, il libro racconta la lotta x la sopravvivenza, il freddo, la fame, la tragica decisione di cibarsi dei cadaveri, la paura, lo sconforto e il cameratismo fino alla difficile scalata che riportò i ragazzi al mondo civile e rese possibili i soccorsi. “72 giorni” è un’opera complementare a “Tabù”, che fa una cronaca dettagliata ma asettica degli avvenimenti, e porta il lettore a partecipare ai sentimenti di chi visse in prima persona quei due mesi sulle Ande, come nessun cronista o scrittore di fantasia può fare. Interessante anche il racconto del “dopo”, della vita “normale”, e Parrado conclude che lo scopo della vita è l’amore x i familiari, che sostenne Nando nella carcassa dell’aereo e nella scalata. Libro assolutamente stupendo, come pochi altri che ho letto.
Voto: 5 / 5
UMBERTO (02-02-2007)
E'un libro eccezionale, sembra che tutto sia avvenuto ieri. Vorrei solo obiettare alla critica fatta dalla prima recensione in merito all'auto elogio dell'autore...non mi sembra di aver riscontrato nulla a riguardo, tuttavia non vedo perchè debba eventualmente nascondere il proprio valore tramite una finta quanto inopportuna umiltà...Nando Parrado è un grande...come il suo libro. Anche Tabù era bello ma quello era un racconto, questa è vita vissuta...da leggere
Voto: 5 / 5
Luca (09-01-2007)
Un libro appassionante, emozionante e ben scritto. Una sola parola: compratelo.
Voto: 5 / 5
michele michele_spina@libero.it (16-12-2006)
"Nessuno credeva che ce l'avrebbero fatta." Una storia incredibile, di coraggio e voglia di vivere. Dopo aver letto il libro, si rimane sconcertati ed un pensiero affiora nella mente: "io non ce l'avrei mai fatta". Tra i primi 3 libri che abbia mai letto.
Voto: 5 / 5
Mauro Saverio Giacosa (05-11-2006)
Un resoconto incredibile, una storia che ti avvinghia dalla prima all'ultima pagina. Ed è una storia vera! Il racconto in prima persona di Nando Parrado risulta ancora più scioccante rispetto a TABU' di Piers. Tuttavia il messaggio che l'autore manda a tutti noi non può che lasciarci colpiti e profondamente commossi al tempo stesso. Imperdibile!
Voto: 5 / 5
beppe (03-11-2006)
Un libro che vale la pena di leggere per conoscere meglio, dal punto di vista di un protagonista, la drammatica storia dei sopravvissuti delle Ande. Forse il racconto talvolta si perde in qualche deliquio autobiografico (per questo non esprimo il voto massimo), tuttavia ciò non inficia la scorrevolezza della narrazione. Detto per inciso, non credo che si possa paragonare a "Tabu'" come ha fatto pino (recensione del 16-10-2006) poichè questa è una testimonianza (con tutti i pro e i contro del racconto autobiografico), quella era una ricostruzione.
Voto: 4 / 5
Matteo (28-10-2006)
La storia è qualcosa di così incredibile che vale assolutamente la pena di leggere. In fondo tutti la conosciamo già ma leggerla raccontata da uno dei sopravvissuti la rende ancora più affascinante. Questo libro di certo non lascia indirrerente chi lo legge per la semplicità e la chiarezza con cui sono narrati questi drammatici avvenimenti. Non posso che consigliarlo davvero a tutti. Io credo che mi riserverò di leggere anche Tabù a questo punto.
Voto: 4 / 5
pino (16-10-2006)
ho letto il libro,e devo dire che quello scritto da pier paul red e' molto piu completo ed esauriente,manca soprattutto di una cosa importante,che viene raccontata da nando solo per sentito dire,e' cioe' la notte piu drammatica,la prima notte,anche se viene ricompensata dal racconto drammatico e pericoloso della scalata finale,ma in linea di massima,tabu' e' molto piu bello.
Voto: 1 / 5
Marco info@librolandia.191.it (05-10-2006)
Dopo Tabù un altro bellissimo libro che illustra con molta accuratezza la tragedia avvenuta sulle Ande. A differenza di Tabù il libro risulta più intrigante e scorrevole per merito del maggior approfondimento dei personaggi e dei numerosi flash-back che ci permettono di capire quale era la loro vita anche prima dell' incidente. Come ho già detto nel commento a Tabù, tanto di cappello a questi ragazzi e al loro coraggio nell' affrontare questa situazione ai limiti dell' umano.Forse l'unica pecca di questo libro la si può trovare in un comprensibile (vista la grandezza dell' impresa che ha compiuto)eccesso di auto-elogio (se mi passate il neologismo),che ogni tanto si intravede nelle parole dell' autore.Comunque un libro stupendo per chi ama il genere.
Voto: 5 / 5

Ricerca Ricerca avanzata
Libri
Libri in italiano
Libri in inglese
Outlet -50%
Libri scolastici
eBook
eBook
eReader
Mobile App
Musica
CD musicali
Vinili
MP3
DVD musicali
Blu-ray musicali
Film e video
DVD
Blu-ray
Giochi
Videogiochi
Giocattoli
Cartoleria e scuola
Sport e svago
Sport
Gadget e accessori
Librerie
Bergamo
Bologna
Ferrara
Firenze
Lecco
Mantova
Novara
Padova
Roma
Treviso
Il mio IBS
I miei dati
IBS Premium
I miei ordini
Lista dei desideri
Le mie preferenze
IBS consiglia
Stampa la tua card

 

Informazioni utili:
Spese e tempi di spedizione
Punti di ritiro
Invio regali
Buoni acquisto (Happy Card)
FAQ
Condizioni generali di vendita
Informativa sulla privacy
PuntiNectar

Pagamenti:
Carte di credito
Carta di credito accettate
PayPal
Paypal
Contrassegno

Come contattarci:
Invio messaggi al servizio di Assistenza Clienti
Tutti i contatti

• Seguici su  Facebook Twitter

Servizi per i clienti:
Password dimenticata
Controllo e modifica dei propri dati
Verifica degli ordini effettuati

Opportunità per aziende e enti:
Servizi per le biblioteche
Programma di affiliazione (Informazioni generali)
Accesso alla sezione riservata Partnership Programme IBS
Accesso alla sezione riservata TradeDoubler

Concessionaria di pubblicità:



Con la collaborazione di Argento vivo per il settore editoria libraria

Ufficio stampa: Daniela Ravanetti

Altri siti del network IBS:
Libraccio.it
MYmovies.it
Wuz.it
Librerie Ubik
IBS

Internet Bookshop Italia S.r.l.
Sede Legale Via Giuseppe Verdi n.8 - 20090 Assago MI
Reg. Imprese di Milano 12252360156n
R.E.A. Milano 1542508
P.IVA 12252360156
Capitale sociale € 1.054.852 i.v.
IBS è una società soggetta a direzione e coordinamento di Emmelibri srl

Copyright © 1998-2014 Internet Bookshop Italia, tutti i diritti riservati

Licenza SIAE n. 229/I/05-359.


Funzione di ricerca basata su FACT®Finder di OMIKRON

 


IBS