Carrello Lista desideri Login Registrati Aiuto e FAQ Buoni regalo Spedizioni
Ricerca
Libri
Economia e management  Finanza e contabilità  Finanza  Credito e istituti di credito 
Religione e spiritualità   Cristianesimo  Chiese e denominazioni cristiane 

Nuzzi Gianluigi - Vaticano Spa

Vaticano Spa TitoloVaticano Spa
AutoreNuzzi Gianluigi
Prezzo
Sconto -15%
€ 13,60
(Prezzo di copertina € 16,00)
Dati2009, 280 p., brossura
EditoreChiarelettere  (collana Principioattivo)
 
Disponibile anche usato a € 8,00 su Libraccio.it
 Disponibile in eBook a € 8,99

Disponibilita immediata

Aggiungi alla lista dei desideri Segnala il libro ad un amico 
nectarQuesto prodotto dà diritto a 14 punti Nectar.
Per saperne di più
32 recensioni|Invia recensione
Condividi 
FacebookTwitterTwitterTwitterTwitter
altri
Descrizione
Spericolate operazioni finanziarie mascherate da opere di carità e fondazioni di beneficenza. La storia raccontata in questo libro parte da un archivio custodito in Svizzera e da oggi accessibile a tutti. Circa quattromila documenti riservati della Santa Sede. Lettere, relazioni, bilanci, verbali, bonifici. Tutto grazie all'archivio di monsignor Renato Dardozzi (1922-2003), tra le figure più importanti nella gestione dello Ior fino alla fine degli anni Novanta. Sembrava una storia conclusa con gli scandali degli anni Ottanta: Marcinkus, Sindona e Calvi. Invece tutto ritorna. Dopo la fuoriuscita di Marcinkus dalla Banca del Papa, parte un nuovo e sofisticatissimo sistema di conti cifrati nei quali transitano centinaia di miliardi di lire. L'artefice è monsignor Donato de Bonis. Conti intestati a banchieri, imprenditori, immobiliaristi, politici tuttora di primo piano, compreso Omissis, nome in codice che sta per Giulio Andreotti. Titoli di Stato scambiati per riciclare denaro sporco. I soldi di Tangentopoli (la maxitangente Enimont) sono passati dalla Banca vaticana, ma anche il denaro lasciato dai fedeli per le messe è stato trasferito in conti personali. Lo Ior ha funzionato come una banca nella banca. Una vera e propria "lavanderia" nel centro di Roma, utilizzata anche dalla mafia e per spregiudicate avventure politiche. Un paradiso fiscale che non risponde ad alcuna legislazione diversa da quella dello Stato Vaticano. Tutto in nome di dio.

I vostri commenti
Recensioni 1 - 20 di 32 recensioni presenti.  Media Voto: 4.21 / 5 | Invia recensione

francesca (06-02-2013)
un pò ferragginosa la lettura ma senz'altro degna di nota. Purtroppo tutto (o quasi) provato con documenti inconfutabili. Dopo questo libro sarà difficile che vi venga in mente di dare anche solo 5 centesimi alla messa della domenica.(ci sono preti e preti, sia chiaro, e Don Gallo è un chiaro esempio di ciò che io intendo per PRETE, ma purtroppo, più sono vicini alla alte sfere vaticane, più sono lontani da Dio, e dagli uomini (di buona volontà). PRENDETE UN MALOX PRIMA DELLA LETTURA!
Voto: 4 / 5
laura (19-10-2011)
ci apre gli occhi su quanta ricchezza abbia il vaticano e quante cose losche vi girino attorno
Voto: 5 / 5
Massimo F. (25-01-2011)
Inchiesta piuttosto approfondita, ben documentata e molto 'inquietante'. Come molte inchieste giornalistiche appare un po' frammentata, manca (o forse sarebbe stato da rafforzare) il filo conduttore. Il lettore si sente sballottato da un evento all'altro e da un periodo storico all'altro. Le ultime parti, poi, sembrano un po' 'posticce'. Comunque da leggere, per sapere e capire di più.
Voto: 3 / 5
Walter (04-10-2010)
L'argomento è di grande interesse, ma è affrontato in maniera farraginosa e dispersiva. A chi fosse interessato a un'esposizione più chiara e organica dei rapporti fra Vaticano, finanza d'assalto e mafia, consiglio l'assai più efficace (e appassionante) "Poteri forti", di Ferruccio Pinotti.
Voto: 1 / 5
Luca (23-09-2010)
Avrebbero dovuto intitolarlo in maniera diversa. Questo libro ripercorre, e in maniera del tutto “sui generis”, il solo caso della maxi tangente Enimont. Non spiega tanto altro che meriterebbe di essere messo in luce da questi fantomatici archivi segreti vaticani. Incredibile come i rapporti “eventuali” con la mafia siano liquidati in pochissime pagine. Lavoro incompleto, grossa delusione.
Voto: 1 / 5
giuliog02 (20-09-2010)
Libro di eccezionale interesse, letto in meno di due giorni. Ben scritto - con uno stile da storico alla Denis Mac Smith - avvincente come un thriller. Da cittadino ringrazio l'onestà intellettuale di Monsignor Dardozzi, che ha lasciato per testamento un archivio illuminante sulle malefatte dello IOR, dei suoi prelati Marcinkus e de Bonis, nonché di vari dirigenti e quadri (ecclesistici e laici). Peccato che la Procura di Milano, ai tempi della maxitangente Enimont, non fosse stata compiutamente informata - in modo voluto dalle più alte autorità vaticane - in risposta ai quesiti della rogatoria. Sarebbe emerso che sui c/c di due "Fondazioni", che fondazioni non erano, vennero movimentati cct provenienti dalla maxitangente per un importo di circa 25 miliardi di lire su quella "Jonas" che faceva capo a Luigi Bisignani, persona del'entourage di "Omissis", alias Andreotti, e 50 miliardi su quella di quest'ultimo "Spellman", oltre a 46 miliardi su quella dei Ferruzzi e 38 su c/c vari transitori. A parte le nefandezze di questo caso, anche le suore Ancelle della Provvidenza di Bisceglie non ci fanno una gran bella figura (55,4 mrd di depositi!) e così il loro delegato Comm. Leone (oltre 16 mrd di depositi personali). Il penultimo capitolo si apre con una frase, che ritengo assai veritiera, di Joseph Ratzinger del 1977: " La Chiesa sta divenendo per molti l'ostacolo principale alla fede.". Umoristico il finale con l'ex-Ministro Prandini, potentissimo ministro bresciano dei Lavori Pubblici, i cui soldi, messi al sicuro allo IOR tramite il sacerdote Balducci, noto esorcista che gli fa da prestanome, svaniscono. Da qui un'azione penale: Prandini vuole indietro i 5 miliardi depositati ......... . Assolutamente da leggere e diffondere.
Voto: 5 / 5
Vale valentina_c@vodafone.it (13-05-2010)
Pensavo di avermi fatto il pelo sullo stomaco leggendo Gomorra.. ma non c'e' mai fine al peggio a quanto pare. Dovrebbero leggerlo tutti, un po' pesante perche' molto documentato, ma preciso e obbiettivo.
Voto: 5 / 5
AG (08-03-2010)
Devastante libro-inchiesta su fatti diciamo disgustosi. Lo stile non è il massimo, ma non so immaginare come avrebbe potuto essere diversamente. Le note sono fastidiose, ma i contenuti ancora di più. Dopo la lettura non rimane molto, se non la conferma dell'esistenza di questi poteri forti (vaticano, massoneria, politica, finanza, mafia) che fanno quello che gli pare, con fiumi di denari. Punta dell'iceberg, sono d'accordo. Una bella cricca. il libro è faticoso. Ha molti meriti, alcune informazioni sono molto interessanti, ma non è un capolavoro. Alla fine rimane un qualunquista senso di disgusto e impotenza. il più pulito ha la rogna.
Voto: 3 / 5
Paraguay (12-12-2009)
Anche se chi legge questo libro è al corrente dei "fatti", leggere tutti quei nomi invischiati in scandali finanziari e non fa sempre un certo effetto. Consigliatissimo.
Voto: 5 / 5
Claudio Poeti charly51_C@libero.it (24-11-2009)
Roberta , non scandalizzarti.Dove vanno a finire i soldi della carita', donazioni, 8 per mille etcc etcc etcc ...? Nella Banca Vaticana e ovunque stanno al sicuro!Ma Vespasiano non disse che "..pecunia non olet"?!!! Il problema e' tutto il Concordato, votato all'articolo7 della Costituzione anche dal fu.. Partito Comunista! Tutti i Partiti , escluso quello radicale hanno le mani in pasta col vaticano e coi voti "cattolici"...! Amen Complimenti a Nuzzi!
Voto: 5 / 5
gdm (08-11-2009)
Vorrei far notare che quasi tutto quello che è raccontato nel libro avviene sotto il papato di Karol Wojtila: impossibile (e da ingenui all'ennesima potenza) pensare che il capo dello stato vaticano non fosse al corrente di quanto succedeva... Così come l'allora cardinale Joseph Ratzinger sulla storia dei preti pedofili (vedere "Il Vaticano e i crimini sessuali" documentario shock della BBC). Se penso al dogma dell'infallibilità papale (Pio IX, 1854) mai messo in discussione, mi vengono i brividi... Mi affido ad Albert Einstein: "Credo nel Dio di Spinoza, un Dio che si manifesta nell'armonia e nella natura delle cose. E non in un dio che si interessa al destino e alle azioni degli uomini".
Voto: 2 / 5
Fabrizio (06-11-2009)
Ho comprato il libro, invogliato dallo sconto del 30% di IBS e dal tam tam mediatico tipico di ogni "bestseller". L'autore si propone di fare "in conti in tasca al Papa" e lo fa bene. Quel che colpisce non è tanto che la Chiesa sia ricca sfondata (a dispetto dei suoi valori fondanti), quanto che si comporti come una vera azienda finanziario-creditizia e che ponderi molto attentamente ogni mossa che possa intaccare i propri interessi. Devo però evidenziare una scrittura rivedibile, pesante (260 pagine, ma sembrano il doppio...). Questo è dovuto ad uno stile "giudiziario" (per metà del libro sembra di leggere dei faldoni di un processo: quindi non interessantissimi) e alle onnipresenti note a piè di pagina che interrompono il discorso. In conclusione, per quanto sia un lavoro encomiabile per la delicatezza del tema trattato, il libro non è certo uno dei migliori dell'anno, anzi!
Voto: 3 / 5
Sandro (25-10-2009)
ma perché la magistratura non apre un'inchiesta ? Perché sono tutelati questi ladri imbroglioni che spacciano tutto con la copertura della parola divina ? I magistrati hanno paura di andare anche loro all'inferno ? Che schifo
Voto: 5 / 5
beppez (14-10-2009)
molto interessante ti apre gli occhi, penso che dopo aver letto questo libro si possa passare al livello sucessivo leggendo un libro di David Icke, perchè quello che avete letto qua non è altro che una punta dell' iceberg ...
Voto: 5 / 5
enrico principe7519@hotmail.com (25-09-2009)
bel libro, e come al solito siamo in italia, quindi le cose pure se si sanno, prove alla mano, non bisogna parlarne e tutto continua.....
Voto: 4 / 5
Roberta (14-09-2009)
Lo sto leggendo e lo finirò sicuramente, devo dire che è molto documentato, ben scritto, ma francamente bisogna essere addentro alla finanza per capire appieno il libro e i vari giochini derivanti. Mi aspettavo qualcosa in più oltre alla descrizione (secondo me troppo lunga) di dove è andata a finire la maxi tangente Enimont con i suoi vari giri di miliardi passati attraverso lo Ior e finiti anche in parte in conti occulti. Mi aspettavo di leggere quali sono le ricchezze del Vaticano, gli immobili, chi cura interessi di vario genere, dove vanno a finire i soldi delle donazioni, quelli che noi diamo con l'8 per mille, se arriva veramente qualcosa ai vari missionari nel mondo... La maxi tangente e i vari conti cifrati potevano dare un imput al resto non fossilizzarsi sopra questa vicenda per oltre tre quarti di libro per poi capire subito che hanno "mangiato" tutti e nessuno, chi era ricco è divantato più ricco, qualche politico si è intascato qualcosa (chi più chi meno), qualche dipendente dello Ior era un furbastro... Ma ora, ora come è la situazione? Che fine fanno i nostri soldi che arrivano al Vaticano tramite donazioni, carità, offerte varie, dove vanno a finire?
Voto: 2 / 5
francesco zevano (07-09-2009)
ho letto di un sol fiato il documento (libro) povero GESU'.Siamo tornati ai Borgia ad Alessandro VI o no.credo che questo potere temporale non è mai finito.I governanti di questo staterello sono.......Spero ad una chiara smentita del papa.
Voto: 5 / 5
Cristian nicoplatinum@gmail.com (04-09-2009)
SCANDALOSO !!!! Sono appena arrivato in un paio di ore a pag. 50 e mi verrebbe voglia di bruciarlo...... . Che schifo !!!! Non che non mi aspettassi che anche il Vaticano partecipasse alle lobby politiche ma lucrare sui fedeli, sulle beneficenze, sulla carita' mi sembra troppo troppo troppo troppo !!!!! Cristian
Voto: 5 / 5
Giampietro dago_rod@libero.it (02-09-2009)
Ho letto il libro in soli 2 giorni. Sono rimasto tanto nauseato e SCANDALIZZATO, da quanto viene descritto nei minimi particolari, che oltre a non dormire ho vomitato. Io che ho 58 anni non pensavo fossero possibili certe cose da chi ci deve dare l'esempio. In aggiunta agli scandali per mafia - tangenti e omicidi vari, ci viene da chiederci: "Povero Papa LUCIANI che fine ha fatto ". - Beati i puri di cuore.... - Guai a chi e' motivo di scandalo, sarebbe meglio per lui che gli fosse legata al collo una macina da mulino e..... Ho scritto ad un FAMOSO Settimanale Cattolico chiedendo spiegazioni sui fatti descritti nel libro, giustamente il direttore mi ha risposto dicendomi di inoltrare le mie domande e osservazioni direttamente in Vaticano. CHE DIO CI PROTEGGA.
Voto: 4 / 5
Lucio Forma (28-08-2009)
Questo libro dovrebbe avere il successo di lettura di GOMORRA di Roberto Saviano. Per me è stata la conferma della menzogna che regna in buona parte delle strutture che governano la chiesa cattolica. Leggendo il libro mi sentivo scosso e mi chiedevo che ci azzeccano con questi personaggi San Francesco e GESU' CRISTO. Va bene che il prete preso in castagna in una casa di tolleranza si giustifico' dicendo: Vi ho detto di fare quello che dico,non quello che faccio..ma qui il marcio e apocolittico.MAH!! Ringrazio Nuzzi Gianluigi che ho visto in tv, del suo lavoro certosino. Ho piacere che si aggiunga ai suoi colleghi che con coraggio informano le "pecorelle" ignare.
Voto: 5 / 5
Recensioni 1 - 20 Recensioni 21 - 32

Ricerca Ricerca avanzata
Libri
Libri in italiano
Libri in inglese
Outlet -50%
Libri scolastici
eBook
eBook
eReader
Mobile App
Musica
CD musicali
Vinili
MP3
DVD musicali
Blu-ray musicali
Film e video
DVD
Blu-ray
Giochi
Videogiochi
Giocattoli
Cartoleria e scuola
Sport e svago
Sport
Gadget e accessori
Librerie
Bergamo
Bologna
Ferrara
Firenze
Lecco
Mantova
Novara
Padova
Roma
Treviso
Il mio IBS
I miei dati
IBS Premium
I miei ordini
Lista dei desideri
Le mie preferenze
IBS consiglia
Stampa la tua card

 

Informazioni utili:
Spese e tempi di spedizione
Punti di ritiro
Invio regali
Buoni acquisto (Happy Card)
FAQ
Condizioni generali di vendita
Informativa sulla privacy
PuntiNectar

Pagamenti:
Carte di credito
Carta di credito accettate
PayPal
Paypal
Contrassegno

Come contattarci:
Invio messaggi al servizio di Assistenza Clienti
Tutti i contatti
• Telefono: +39 02 91435230
• Fax: +39 02 91435290

• Seguici su  Facebook Twitter

Servizi per i clienti:
Password dimenticata
Controllo e modifica dei propri dati
Verifica degli ordini effettuati

Opportunità per aziende e enti:
Servizi per le biblioteche
Programma di affiliazione (Informazioni generali)
Accesso alla sezione riservata Partnership Programme IBS
Accesso alla sezione riservata TradeDoubler

Concessionaria di pubblicità:



Con la collaborazione di Argento vivo per il settore editoria libraria

Ufficio stampa: Daniela Ravanetti

Altri siti del network IBS:
Libraccio.it
MYmovies.it
Wuz.it
Librerie Ubik
IBS

Internet Bookshop Italia S.r.l.
Sede Legale Via Giuseppe Verdi n.8 - 20090 Assago MI
Reg. Imprese di Milano 12252360156
R.E.A. Milano 1542508
P.IVA 12252360156
Capitale sociale € 1.054.852 i.v.
IBS è una società soggetta a direzione e coordinamento di Emmelibri srl

Copyright © 1998-2014 Internet Bookshop Italia, tutti i diritti riservati

Licenza SIAE n. 229/I/05-359.


Funzione di ricerca basata su FACT®Finder di OMIKRON

 


IBS