Carrello Lista desideri Login Registrati Aiuto e FAQ Buoni regalo Spedizioni
Ricerca
Libri
I commenti di xxx
6 recensioni presenti.  Media Voto: 2.66 / 5

(23-04-2014)
Libro - Come nuvole nel vento. Il grande Torino di Julius Schubert - Beccaria Domenico
Con questo Romanzo di Beccaria: il milite ignoto non diventa certo più noto, anzi, inventare questo quadretto letterario non porta probabilmente da nessuna parte, serve solo ad intrattenere il lettore in una appassionante lettura di narrativa, questo direi che gli riesce discretamente bene. Si tratta di una lettura contestualizzata in quel periodo che si incastra con i fatti e con alcuni personaggi reali dell'epoca, ma in quanto a pertinenza si dovrebbe ricercare e interpellare lo scrittore. Si possono comprendere perfettamente le cause che portano a realizzare questo tipo di racconto, comprensibilmente dichiarate in apertura dell'opera, quando si annuncia dove finisce il ricavo del libro. Nello svolgersi degli eventi della composizione si nota una certa povertà di dettaglio descrittivo e una sorta di claustrofobia, legata ai luoghi e agli elementi descrittivi che li caratterizzano. Il tutto è il racconto di una persona reale : "Julius Shubet" calciatore del "Grande Torino" che risponde al suo nome italianizzato in Giulio. La trama si svolge spiegando come il giovane sfuggito agli orrori della guerra che l'hanno privato di tutti gli affetti prova a ritagliarsi un suo spazio nel leggendario Torino di capitan Valentino Mazzola e compagni. Qui lo scrittore prova a ipotizzare come potesse vivere in privato, forse il milite più ignoto di quella leggendaria squadra di calcio, cercando di assegnargli nuovi affetti e provando a pensare ad eventuali sue prospettive in chiave futura che come sappiamo non si sarebbero mai potute realmente realizzare a causa della sciagura aerea capitata a Superga il 4 maggio 1949 che lo vedeva protagonista con il resto della squadra.
Voto: 3 / 5
(07-04-2010)
Libro - Harry Potter e i doni della morte - Rowling J. K.
Volevo leggere tutta la saga per poter valutare meglio quest’opera e così è stato. I primi 5 libri me li sono fatti prestare e sono stato ben felice di non spendere un centesimo, ma ahi me, gli ultimi due purtroppo li ho dovuti comprare. E’ evidente che H.P. non è solo il protagonista di questi racconti, ma è soprattutto il pretesto per una gigantesca operazione di marketing che ha coinvolto molti settori dell’economia e del commercio. Quanto e cosa di questi racconti sia davvero artistico o legato alla passione letteraria individuale, probabilmente lo sa solo J.K. Rowling . E’ evidente che non ci troviamo di fronte a un Premio pulitzer per la letteratura. Questo in virtù del fatto che un bel fuoco che arde all’interno di un camino, oltre a scaldare e creare un’atmosfera decisamente suadente, dovrebbe essere in grado di suscitare emozioni un po’ più complesse di un qual’cosa che balugina e scoppietta allegramente. Sette libri incentrati sempre e solo su H.P. con ambientazioni ripetitive, la sua vita e il suo dramma e gli altri? Nessun coprotagonista, sempre e solo Sant’Harry Potter e un sacco di morti a favore della “causa”. Nessun duello, scontro o battaglia epica, nessun eroe o antieroe, solo H.P. and associates. Insomma alla lunga, anche se è tutto scritto in modo corretto e scorrevole, un po’ di noia si finisce per provarla. Ciao a tutti!
Voto: 3 / 5
(09-02-2009)
Libro - Il raccoglitore di anime - Campbell Alan
Un plauso sentito a chi ha realizzato l’illustrazione della copertina del volume. Veste editoriale decisamente troppo suntuosa per uno scrittore esordiente anche se illustre come A. Campbell ed il prezzo davvero esoso. Nella prima parte del romanzo, l’autore si dilunga eccessivamente in descrizioni complesse ed articolate che non servono molto al progredire della trama che appare lenta, macchinosa ed un po’ noiosa. Comunque, si nota una buona capacità nel descrivere i paesaggi ed i personaggi delle sue visioni fantastiche. Mr. Nettle il razziatore è un capolavoro, una macchietta da non perdere, a mio parere rasenta il mito. Gli arconti, angeli o uomini alati sembrano un po’ispirati o meglio scopiazzati dal ben più originale Flash Gordon, anche se lo scrittore ha il buon senso di aggiungere qualche elemento tipo gli occhi che cambiano colore in base all’umore. Seconda parte del tomo più movimentata e gradevole, se non si è particolarmente pignoli nel considerare alcune vicissitudini al limite del plausibile e spiegazioni poco esaustive in qualche descrizione. Tutto sommato ritengo si possa considerare un discreto romanzo di debutto.
Voto: 2 / 5
(04-05-2006)
Libro - Harry Potter e l'Ordine della Fenice. Vol. 5 - Rowling J. K.
Quinto episodio della saga! Per questo ennesimo anno, l’autrice ha cercato di creare nuovi luoghi suggestivi e personaggi sempre più misteriosi e stravaganti come: la dimora dei Black che diventa il quartier generale dell’ordine della fenice, il ministero della magia ed i suoi sotterranei con le misteriose sale, personaggi come la professoressa Umbridge, Luna Lovegood e altri. Devo dire che alcuni di questi personaggi e creature vengono contestualizzati un po’forzatamente all’interno della trama, avvolte paiono proprio caduti dal celo senza un minimo riscontro nei volumi precedenti: un esempio fra tutti i cavalli scheletro che trainano le carrozze per Hogwarts (strano che mai nessuno li abbia visti e che nessuno ne abbia mai parlato). La scrittrice è riuscita con abilità a spostare il baricentro dei luoghi d’azione della storia (ormai divenuti culto e mitici) come la scuola di Hogwarts, i campi di quidditch che comunque rimangono presenti nel racconto. I dialoghi sono simpatici e divertenti come al solito, anche se nelle parti descrittive ho trovato piuttosto fastidiose espressioni tipo: …un caldo fuoco che baluginava e scoppiettava allegramente…,l’espressione torreggiante e sbotto, usate troppo di sovente, fortuna che esistono i sinonimi. E’ bello notare che attraverso una storia fantasy è possibile trattare indirettamente ma conseguentemente temi come: l’ingiustizia sociale, i problemi adolescenziali,razziali e molti altri. Anche la trattazione riguardo al popolo dei giganti è piuttosto scadente ed improbabile(essendo descritti quasi come primitivi, in contrasto con i 2 giganti conosciuti : addirittura insegnanti). Inoltre, il protagonista H. Potter sta iniziando a diventare inverosimile : capitano tutte a lui ed anche i momenti di gloria si trasformano in frustrazioni e lutto. Il protagonista è già mitico senza bisogno di doverlo anche martirizzare; credo che per raggiungere lo scopo basti farlo anche soccombere per mano di L.Voldemort e si sarebbe creato San Potter, sempre troppo preciso e regolare.
Voto: 3 / 5
(23-02-2006)
Libro - La Mennulara - Agnello Hornby Simonetta
Lo stile della narrazione ricorda le telenovele, ed il dramma interiore di Maria Rosalia Inzerrillo, viene svelato al lettore che ha la pazienza di raggiungere la lettura degli ultimi capitoli. S.A. Hornby attraverso una trama fitta ma spesso noiosa, riesce a costruire con abile pazienza l'interesse nei confronti del suo personaggio " LA MENNULARA". Il volume in mio possesso, edito dalla Feltrinelli, era corredato di fascetta verde chiaro con sopra stampata la seguente frase : " Un divertimento maestoso." Aldo Busi. Mi sembra davvero troppo per un testo che considero poco più che mediocre.
Voto: 2 / 5

 
 

Ricerca Ricerca avanzata
Libri
Libri in italiano
Libri in inglese
Outlet -50%
Libri scolastici
eBook
eBook
eReader
Mobile App
Musica
CD musicali
Vinili
MP3
DVD musicali
Blu-ray musicali
Film e video
DVD
Blu-ray
Giochi
Videogiochi
Giocattoli
Cartoleria e scuola
Sport e svago
Sport
Gadget e accessori
Librerie
Bergamo
Bologna
Ferrara
Firenze
Lecco
Mantova
Novara
Padova
Roma
Treviso
Il mio IBS
I miei dati
IBS Premium
I miei ordini
Lista dei desideri
Le mie preferenze
IBS consiglia
Stampa la tua card

 

Informazioni utili:
Spese e tempi di spedizione
Punti di ritiro
Invio regali
Buoni acquisto (Happy Card)
FAQ
Condizioni generali di vendita
Informativa sulla privacy
PuntiNectar

Pagamenti:
Carte di credito
Carta di credito accettate
PayPal
Paypal
Contrassegno

Come contattarci:
Invio messaggi al servizio di Assistenza Clienti
Tutti i contatti
• Telefono: +39 02 91435230
• Fax: +39 02 91435290

• Seguici su  Facebook Twitter

Servizi per i clienti:
Password dimenticata
Controllo e modifica dei propri dati
Verifica degli ordini effettuati

Opportunità per aziende e enti:
Servizi per le biblioteche
Programma di affiliazione (Informazioni generali)
Accesso alla sezione riservata Partnership Programme IBS
Accesso alla sezione riservata TradeDoubler

Concessionaria di pubblicità:



Con la collaborazione di Argento vivo per il settore editoria libraria

Ufficio stampa: Daniela Ravanetti

Altri siti del network IBS:
Libraccio.it
MYmovies.it
Wuz.it
Librerie Ubik
IBS

Internet Bookshop Italia S.r.l.
Sede Legale Via Giuseppe Verdi n.8 - 20090 Assago MI
Reg. Imprese di Milano 12252360156
R.E.A. Milano 1542508
P.IVA 12252360156
Capitale sociale € 1.054.852 i.v.
IBS è una società soggetta a direzione e coordinamento di Emmelibri srl

Copyright © 1998-2014 Internet Bookshop Italia, tutti i diritti riservati

Licenza SIAE n. 229/I/05-359.


Funzione di ricerca basata su FACT®Finder di OMIKRON

 


IBS