DISPONIBILITA' IMMEDIATA

-15%
1918: la grande epidemia. Quindici storie della febbre spagnola. Con e-book - Riccardo Chiaberge - copertina

1918: la grande epidemia. Quindici storie della febbre spagnola. Con e-book

Riccardo Chiaberge

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: UTET
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 10 maggio 2016
Pagine: 304 p.
  • EAN: 9788851137625
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 13,60

€ 16,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

1918: la grande epidemia. Quindici storie della febbre spagn...

Riccardo Chiaberge

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


1918: la grande epidemia. Quindici storie della febbre spagnola. Con e-book

Riccardo Chiaberge

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

1918: la grande epidemia. Quindici storie della febbre spagnola. Con e-book

Riccardo Chiaberge

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Che cos'hanno in comune Walt Disney e Guillaume Apollinaire, Edvard Munch e Franklin Delano Roosevelt? Il pittore dello scandalo Egon Schiele e Leopoldo Torlonia, sindaco di Roma deposto per le sue simpatie papiste? Il padre dell'atomica Leó Szilárd e Sophie, la figlia perduta di Freud? In apparenza poco o nulla. Eppure, una cosa li unisce: le loro vite vengono tutte attraversate dalla febbre spagnola, la terribile epidemia che infuria nel mondo tra il 1918 e il 1920, facendo più vittime della prima guerra mondiale. Il virus non fa distinzioni di merito e stato sociale: colpisce alla cieca, cambiando in modo imprevedibile i destini individuali e, a volte, collettivi. Con o senza Spagnola, la Grande guerra sarebbe finita certo nello stesso modo, ma è lecito domandarsi che cosa sarebbe accaduto se il presidente americano Woodrow Wilson non fosse stato annebbiato dalla febbre durante i negoziati di pace di Parigi, o se il suo successore Roosevelt fosse morto prima di conquistare la Casa Bianca e varare il New Deal, o se Szilárd non fosse sopravvissuto al contagio, venendo così meno al suo ruolo fondamentale nella costruzione della bomba atomica statunitense. Riccardo Chiaberge trasforma la storia della Spagnola in un castello dei destini incrociati, dove si incontrano o si sfiorano le vite diverse, fragili e mirabili di quindici donne e uomini che hanno contribuito a forgiare il Novecento per come lo conosciamo.
4
di 5
Totale 2
5
1
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    cristina

    10/10/2016 05:31:20

    Leggere la vita di quindici personaggi, alcuni dei quali non conoscevo, è sicuramente interessante, anche se il tono è un po' da pettegolezzo e un po' retorico. Quello che mi stupisce è però il titolo. Il volume si intitola "1918 - la grande epidemia - quindici storie della febbre spagnola". Dove sono le storie della febbre? Il testo contiene la biografia, più o meno approfondita, di quindici personaggi accomunati dall' aver contratto, con diversa gravità, l'influenza (con l' eccezione di uno, non ammalatosi personalmente). Della malattia in tali narrazioni si fa appena un cenno, mentre tra una storia e l' altra sono riportati alcuni documenti, per un totale, compresa la prefazione, di sole 38 pagine, non tutte piene, dedicate al morbo. A ciò si aggiunge il fatto che l'autore, per quanto ribadisca che la storia non si può fare con i "se", si domanda che cosa sarebbe successo se l' epidemia non ci fosse stata. Non ricordo chi abbia detto e con quali parole esattamente che anche il semplice battito delle ali di una farfalla ha ripercussioni oltre oceano, ma, al di là di queste elucubrazioni filosofiche, non vedo che particolare importanza sullo svolgimento degli eventi storici possa avere avuto la febbre per la maggioranza delle figure descritte, con l' eccezione di due, forse di tre, colpite dall'epidemia in un momento particolarmente delicato nel quale a loro spettavano gravi decisioni politiche, sulle quali la malattia sicuramente ha avuto il suo peso. Per il resto certo avremmo avuto in qualche caso alcune produzioni artistiche in più o in meno, e in qualche caso, perdonate il gioco di parole, l'influenza è stata ininfluente. In sostanza il libro è gradevole e contiene curiosità che piace sapere, ma, come precisa l'autore stesso, non era sua intenzione scrivere un testo sulla spagnola: dunque perché presentarlo come tale? Perché non scrivere, per esempio, "quindici storie di personaggi uniti dalla febbre spagnola", che è assai diverso?

  • User Icon

    Fabrizio Spinelli

    21/09/2016 23:04:26

    Bellissima narrazione di un tragico incontro, quello di un oscuro, invisibile assassino che al termine di quattro anni di sangue e macerie, riversa orrore su orrore incrociando i destini di personaggi appena affacciatisi sul palcoscenico della storia. Qualcuno ne uscirà rafforzato, qualcuno profondamente cambiato, molti, troppi seguiranno le milioni di vittime della pandemia di influenza Spagnola. Una collezione di storie legate dall'improvviso incontro con l'angelo della morte. Avvincente e ben costruita, si legge tutta d'un fiato.

  • Riccardo Chiaberge Cover

    Il nome di Riccardo Chiaberge, scrittore e giornalista, è legato al supplemento domenicale del Sole 24 Ore. Tra i suoi libri, Ingegneri della vita (1988, con il premio Nobel Renato Dulbecco), Cervelli d’Italia (1996), L’algoritmo di Viterbi. Da profugo a re dei cellulari: la straordinaria avventura di un italiano in America (2000), Salvato dal nemico. 1944: una strage nazista nell’Italia divisa dall’odio (2004) e La variabile Dio (2008), gli ultimi tre editi da Longanesi. Nel 2013 ha pubblicato con Garzanti Wireless. Scienza, amori e avventure di Guglielmo Marconi. Approfondisci
Note legali