Topone PDP Libri
Salvato in 6 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
1961. L'anno in cui vinse il fantasma di Coppi
13,78 € 14,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+140 punti Effe
-5% 14,50 € 13,78 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,78 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
14,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
14,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
IL PAPIRO
14,50 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libro di Faccia
7,55 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Book Lovers
11,00 € + 4,50 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Libraccio
7,83 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,78 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
14,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
14,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
IL PAPIRO
14,50 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
7,55 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Book Lovers
11,00 € + 4,50 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Libraccio
7,83 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
1961. L'anno in cui vinse il fantasma di Coppi - Marco Ballestracci - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

1961. L'anno in cui vinse il fantasma di Coppi Marco Ballestracci
€ 14,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Alla partenza del Giro d'Italia del 1961 Arnaldo Pambianco, romagnolo di collina, venticinque anni, è un bel corridore, ma non un campione. Per questo nessuno s'aspetta che, tre settimane dopo, possa arrivare primo in maglia rosa a Milano. A Bertinoro non se l'aspetta Fabiola, la morosa, e neppure il padre che nella sua bottega di macellaio quasi si taglia una mano da quanto è nervoso mentre ascolta alla radio le tappe del Giro. Non se l'aspettano i grandi avversari: Anquetil, Gaul e Rik Van Looy. Non se l'aspettano Idrio Bui e Waldemaro Bartolozzi, Pierino Baffi e Nino Assirelli, i compagni di maglia pronti a correre con lui e per lui; e forse neppure il commendator Giovanni Borghi, il re degli elettrodomestici, che ha voluto Pambianco capitano della squadra gemella dell'Ignis, la Fides. E invece succede proprio quello che nessuno si aspetta. In "1961" a raccontarci di quei memorabili otto giorni di inizio giugno, è lui, Arnaldo Pambianco, detto Gabanein, già garzone di macelleria, con la sua voce in presa diretta e con quella dei suoi compagni gregari. Un coro partecipato e commovente, un ritratto collettivo di un ciclismo schietto e popolare ancora orfano del grande Fausto Coppi e ancora alla ricerca di una sua taumaturgica epifania tra i tornanti innevati dello Stelvio, come solo la penna di Marco Ballestracci, grande cantastorie di fatiche e di beffe a pedali, poteva raccontare.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
22 marzo 2018
187 p., Brossura
9788865492550

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Silvia
Recensioni: 4/5

Bellissimo questo romanzo in cui Marco Ballestracci si mette nei panni del ciclista romagnolo, il Gabanein, e ci racconta le sensazioni provate durante il Giro vinto appunto nel 1961 ma anche tutto ciò che è avvenuto negli anni precedenti ma soprattutto successivi. La nascita della Fides, quella della Salvarani, il Giro corso da spalla ad Adorni e il Tour vinto al primo anno di professionismo da Gimondi. Ci fa assaporare la gioia della vittoria ma anche il sapore delle delusioni, in primis quella del Campionato Mondiale Under 23 soffiatogli da Proost. Ci fa capire l’importanza di vincere, ma anche quella di essere un faro guida per i compagni più giovani. Per me, appassionata di ciclismo fin dall’infanzia, è stato un salto in un passato che conosco poco visto che sono nata vent’anni dopo quel giro del 1961. Mi ha fatto conoscere un po’ meglio ciclisti il cui nome mi è ben noto ma le cui imprese sono tutte da scoprire. E vi dirò la verità… sulle ultime pagine relative a Gimondi, da sempre l’idolo di mio padre, un brividino mi è venuto. Per chi come ne ama questo sport, assolutamente da non perdere.

Leggi di più Leggi di meno
Silvia
Recensioni: 4/5

Quando parte il giro del 1961 Fausto Coppi è morto da poco più di un anno e la gente ancora si sente orfana di un grande campione da sostenere. Non appena sembra che ci sia un ciclista particolarmente vincente l’appellativo di “Nuovo Coppi” comincia a rimbalzare tra la gente. Tuttavia “i campioni sono fatti di un’altra pasta: quando decidono, vanno e ti mostrano il culo, mentre tu sei impiantato e provi a cambiare rapporto, ma che vai su o giù colla catena sempre così rimani: impiantato.” E’ in questo clima che Arnaldo Pambianco, contro ogni aspettativa, arriva a Milano in maglia rosa. Ha dovuto lottare contro avversari del calibro di Anquetil e Gaul e superare tutte le sue paure, la più grande delle quali si chiama Stelvio. Bellissimo questo romanzo in cui Marco Ballestracci si mette nei panni del ciclista romagnolo, il Gabanein, e ci racconta le sensazioni provate durante il Giro vinto appunto nel 1961 ma anche tutto ciò che è avvenuto negli anni precedenti ma soprattutto successivi. La nascita della Fides, quella della Salvarani, il Giro corso da spalla ad Adorni e il Tour vinto al primo anno di professionismo da Gimondi. Ci fa assaporare la gioia della vittoria ma anche il sapore delle delusioni, in primis quella del Campionato Mondiale Under 23 soffiatogli da Proost. Ci fa capire l’importanza di vincere, ma anche quella di essere un faro guida per i compagni più giovani. Per me, appassionata di ciclismo fin dall’infanzia, è stato un salto in un passato che conosco poco visto che sono nata vent’anni dopo quel giro del 961. Mi ha fatto conoscere un po’ meglio ciclisti il cui nome mi è ben noto ma le cui imprese sono tutte da scoprire. E vi dirò la verità… sulle ultime pagine relative a Gimondi, da sempre l’idolo di mio padre, un brividino mi è venuto. Per chi come ne ama questo sport, assolutamente da non perdere!

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Marco Ballestracci

1962, Svizzera

Laureato in Economia e Commercio, cantante e armonicista blues e giornalista musicale, Ballestracci nel 2009 e nel 2012 ha vinto il premio Selezione Bancarella Sport con A pedate. 11 eroi e 11 leggendarie partite di calcio (Mattioli 1985 2008) e La storia balorda (Instar Libri 2011), e il Premio Coni nel 2016 per I guardiani (66th and 2nd 2016).Oltre a questi ha pubblicato anche L'ombra del cannibale(Instar Libri 2009 e 2013), Imerio. Romanzo di dannate fatiche (Instar Libri 2012) e Il dio della bicicletta (Instar Libri 2014).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore