-10%
4 3 2 1 - Paul Auster - copertina

4 3 2 1

Paul Auster

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Cristiana Mennella
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2019
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15 gennaio 2019
Pagine: 960 p., Brossura
  • EAN: 9788806238995
Salvato in 292 liste dei desideri

€ 15,30

€ 17,00
(-10%)

Venduto e spedito da MAURONLINE

Solo una copia disponibile

+ 3,99 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 14,45

€ 17,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Paul Auster ha scritto una sinfonia maestosa suonando i tasti del destino e del caso: un libro che mette d'accordo Borges e Dickens, un'avventura vertiginosa e scatenata, unica e molteplice come la vita di ognuno.

«La cosa migliore che abbia mai fatto Auster, e una delle migliori uscite negli ultimi tempi, non solo in America. Che audacia, quale inventiva, quanta profumata carne al fuoco!» - Alessandro Piperno

Cosa sarebbe successo se invece di quella scelta ne avessimo fatta un'altra? Che persone saremmo oggi se quel giorno non avessimo perso il treno, se avessimo risposto al saluto di quella ragazza, se ci fossimo iscritti a quell'altra scuola, se… A volte per raccontare una vita non basta una sola storia. Il 3 marzo 1947, a Newark, nasce il primo e unico figlio di Rose e Stanley: Archie Ferguson. Da questo punto si dipanano quattro sentieri, le quattro vite possibili, eppure reali, di Archie. Campione dello sport o inquieto giornalista, attivista o scrittore vagabondo, le sue traiettorie sono diverse ma tutte, misteriosamente, incrociano lei, Amy. Traduzione di Cristiana Mennella.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,32
di 5
Totale 72
5
42
4
20
3
5
2
3
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    newman

    25/09/2019 08:47:04

    Ci sono libri che riempiono di silenzio. Cubi di Rubik colorati e complessi che si prendono tutta la concentrazione e l’attenzione che si ha a disposizione per il tempo in cui li hai tra le mani. Non è il silenzio attonito di fronte alla tragedia, e nemmeno quello annoiato di quando ci si ritrova il pensiero azzerato davanti al nulla o a un’estrema superficialità. Sono personaggi, quelli di Auster, che mi rifiuto di credere esistenti solo sulla carta e tra i pensieri di qualcuno. Da quando li ho incontrati me li sento scivolare accanto, quotidianamente. In fila alla cassa del supermercato, mentre carico la lavatrice o sul sedile posteriore della macchina, mentre cerco parcheggio in centro. Si muovono con me nel mondo e, talvolta, mi sorridono lievi. E questo rende il mio mondo migliore. Lo consiglio assolutamente.

  • User Icon

    Desiree

    24/09/2019 14:00:15

    In questo romanzo l'autore si diverte a espolorare le 4 possibili vite di Ferguson, un bambino e poi ragazzo e giovane uomo di famiglia ebraica che vive negli anni dei fermenti e delle rivolte, negli anni '50 e '60 a New York. Cosa sarebbe successo se Ferguson e le persone intorno a lui avessero fatto scelte, azioni, preso strade diverse? Un vero capolavoro di 950 pagine che scorrono via una dopo l'altra in un interessante intreccio tra la storia del protagonista e quella degli Stati Uniti durante la guerra con il Vietnam.

  • User Icon

    Pamela

    24/09/2019 10:49:15

    Ci fossero state 6 di stelle, le avrei date tutte! Perché ci ho messo così tanto tempo a scoprire Paul Auster?! Una lettura imperdibile. Un unico protagonista, Archie Ferguson, un evento fondamentale nella sua vita che dà il via a 4 storie, 4 diversi percorsi che generano 4 libri in uno. Geniale Paul Auster! Cosa succederebbe a ognuno di noi se, partendo da un fenomeno significativo per la propria vita, piuttosto che intraprendere la strada corrente, avessimo optato poi per un altro percorso? Fatti, persone, passioni, influenzano la storia di ciascuno: una vita ma infinite alternative disponibili per alterarne il corso. Questo libro pone l'accento sulla molteplicità di futuri possibili, sulla possibilità di scegliere o l'impossibilità di farlo, lasciandosi così travolgere da tutto, sta a noi fare il passo verso una delle tante direzioni. Rimanendo consapevoli che si può sempre cambiare.

  • User Icon

    Vincenzo M.

    22/09/2019 17:51:17

    Sto leggendo un romanzo di quasi 1000 pagine con la stessa facilità con cui leggere un romanzetto scritto breve breve e cronologicamente autonomo nella stesura del plot. L'omaggio all'ennesimo romanzo di formazione sul baseball, basketball e gli amori infiniti del giovane Ferguson, che nel citare un'America che fu boom (Hemingway, Fitzgerald, Kerouac) vive come un moderno Holden, lungo le strade di una famiglia (più o meno disordinata) e amicizie indiscutibili.

  • User Icon

    Pandarella

    21/09/2019 20:45:15

    Mammamia... Che inutile mattone! Prolisso e senza alcun interesse, a lunghi tratti un manuale di storia americana degli anni 60. L'ho letto tutto e ancora mi chiedo perché.

  • User Icon

    Barbara

    21/09/2019 09:56:58

    950 pagine intense ma per capirne il senso ultimo bisogna arrivare alla fine. E questa per me è stata la cosa più bella: arrivare alle ultime pagine, cogliere la grandezza del libro e avere voglia di rileggerlo. Ammetto di aver fatto fatica a seguire le varie storie, ma è stato difficile non affezionarsi a ciascuno degli Archie possibili. E si è un libro impegnativo per la sua mole, per la struttura delle quattro storie e per i temi trattati tra cui le discriminazioni sociali e razziali. Ma è anche un libro pieno di Storia, di politica, di riflessioni su Dio e sull' Amore, di libri da leggere e film da vedere. Insomma io lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    marco

    21/09/2019 08:10:57

    Ho letto questo libro durante una vacanza in Grecia e nonostante mi occupasse gran parte della borsa non mi sono mai pentito di avercelo sempre appresso. Il libro è caratterizzato da una narrazione molto veloce di quattro vite parallele. La bravura dell'autore è quella di guidarti in queste biografie aiutandoti ad inquadrare la storia. Mi sono ritrovato in tutti i Ferguson o per la vita che ho vissuto o per le esperienze che non ho fatto regalandomi un gran senso di tranquillità verso me stesso e naturalmente ....la voglia di andare a NEW YORK.

  • User Icon

    Matteo

    20/09/2019 19:17:57

    Un libro mastodontico che nonostante tutto scorre via velocemente, un libro molto denso tanto che consiglio anche di "prendere appunti" per non perdersi nulla.

  • User Icon

    Simona

    20/09/2019 16:06:19

    Quante volte capita di pensare a che piega avrebbe potuto prendere la nostra vita se avessimo fatto delle scelte diverse? Quest'opera mastodontica di Paul Auster esplora esattamente questo aspetto, raccontandoci, con descrizioni estremamente dettagliate e periodi quasi infiniti, le quattro possibili vite di Archie Ferguson. Forse non è il libro migliore per approcciarsi all'autore, ma è un libro che consiglio assolutamente.

  • User Icon

    Costanza

    20/09/2019 11:39:47

    Meraviglioso romanzo in cui l'autore ci fa vedere come la vita di Archie Ferguson possa variare in base alle scelte fatte e ai contesti in cui vive. Nel romanzo sono presetate 4 possibili giovinezze per Ferguson, e in base alle scelte che prende la sua vita cambia radicalmente. La scrittura di questo libro è splendida ed è geniale il modo in cui viene strutturato. Il romanzo inoltre presenta alcuni fatti storici realmente accaduti nell'America dagli anni '50 in poi, mischiando così realtà e fantasia Paul Auster ci regala un'esperienza di lettura incredibile.

  • User Icon

    elisa

    20/09/2019 10:21:48

    il libro più bello che ho letto quest'anno. una storia potente talmente potente da poter diventare ben 4 vite. una scrittura perfetta, incalzante che ti riesce a descrivere ogni dettaglio delle persone che gravitano in 4321 senza essere mai ripetitivo, o scontato. al finale ci penso ancora adesso. consigliato con 5 stelle e anche di più.

  • User Icon

    Fra_

    19/09/2019 18:47:49

    Prendi la strada principale, c’è un tamponamento a tre, il traffico è fermo per più di un’ora, e mentre sei nella tua auto pensi solo alla strada secondaria e ti chiedi perché non l’hai presa. Ti maledici per aver fatto la scelta sbagliata, eppure come lo sai se hai sbagliato davvero? È la risposta è in questo libro. Paul Auster presenta una vita più vite. Lo schema narrativo è supportato da un contenuto florido e straripante di dettagli di nomi, luoghi, fatti, persone, opere letterarie, che portano talora allo sfinimento. 4 3 2 1 è un romanzo straordinario, un libro che, come tutti i veri capolavori, apre spiragli di inusitata suggestione, lasciando intuire molto più di quello che appare sulla pagina scritta.

  • User Icon

    Fefe

    19/09/2019 14:17:23

    Prendi la strada principale, c’è un tamponamento a tre, il traffico è fermo per più di un’ora, e mentre sei nella tua auto pensi solo alla strada secondaria e ti chiedi perché non l’hai presa. Ti maledici per aver fatto la scelta sbagliata, eppure come lo sai se hai sbagliato davvero? È la risposta è in questo libro. Paul Auster presenta una vita più vite. Lo schema narrativo è supportato da un contenuto florido e straripante di dettagli di nomi, luoghi, fatti, persone, opere letterarie, che portano talora allo sfinimento. 4 3 2 1 è un romanzo straordinario, un libro che, come tutti i veri capolavori, apre spiragli di inusitata suggestione, lasciando intuire molto più di quello che appare sulla pagina scritta.

  • User Icon

    DP

    19/09/2019 11:15:40

    Le quattro possibili vite di Archie Ferguson girano attorno all'amore per la letteratura, lo sport e la musica. Tutti gli Archie sono innamorati di Amy. In ogni vita c'è un college diverso, un rapporto con i genitori altalenante e personaggi della famiglia che fanno o non fanno parte della vita di Archie. Per leggerlo, senza perdersi, è fondamentale munirsi di carta e penna perché ognuna delle 7 parti della vita di Archie è divisa in 4 alternative. Dalla sua nascita all'età più matura il lettore può seguirlo mentre prende le sue scelte. Il contesto è denso di argomenti attuali all'epoca in cui è vissuto Archie: il razzismo, l'uccisione di Martin Luther King, la guerra in Vietnam, l'ansia dei giovani di ricevere la cartolina di reclutamento, l'uccisione di Kennedy e poi al centro c'è New York, le sue strade, i suoi quartieri, i suoi appartamenti ma anche Parigi, città che attrae più di un Archie Ferguson.

  • User Icon

    Simone

    19/09/2019 11:02:51

    Un capolavoro. Con uno stile egregio, pieno di proposizioni lunghe ma al tempo stesso semplici, pulite, Paul Auster riesce a costruire quattro versioni della vita di un giovane ragazzo americano, Archie Ferguson, e attraverso esse riesce a raccontare dei temi più disparati, le difficili dinamiche famigliari, l'amicizia, l'amore, la sessualità, la solitudine, dalle difficoltà di un giovane adolescente, al razzismo, alla guerra internazionale. E in quattro versioni di una stessa vita, caratterizzate da scelte e condizioni differenti, è bello trovare dei punti comuni, l'amore madre-figlio, l'amore verso Amy, la passione per la letteratura e la cinematografia.

  • User Icon

    Chiara

    11/09/2019 18:43:10

    Il mio primo Auster. Molto bello. Una scrittura a dir poco stupefacente (periodi lunghi anche una pagina e mezzo che vanno giù come un bicchier d’acqua). Una bella trama, ricca di squarci della storia di New York (e dell’America intera) che personalmente mi sono piaciuti molto.

  • User Icon

    Olga

    23/07/2019 10:28:33

    Era la priva volta che mi cimentavo con un libro di Auster e devo dire che non mi ha lasciata per nulla delusa. Io amo i romanzi mastodontici che non lesinano sui dettagli e qui ho trovato addirittura quattro storie diverse ma unite da un filo comune. All'inizio ho fatto un po' fatica a ricordare i dettagli di ogni storia, ma segnando su un foglietto i punti essenziali non c'è stata più confusione. Una volta terminato (come capita per i libri che restano impressi nel mio cuore) ho fatto fatica a staccarmene e trovare un'altra lettura, in conclusione consiglio a tutti di immergersi a pieno nelle quattro vite diverse di Archie, non me rimarrete per nulla delusi...

  • User Icon

    Elena

    18/06/2019 11:51:50

    Ho impiegato quasi un anno per leggere 4321 e non perché fosse pesante, ma perché ne volevo gustare ogni pagina e ogni volta che mi immergevo nel racconto era impossibile separarsene. La scrittura di Auster è magistrale, la trama era proprio quella che cercavo in un libro da tantissimo tempo, anche se non è stata sviluppata come avrei voluto. Veramente una lettura stupenda, anche se ho dovuto prendere appunti per tutta la sua durata, per non confondermi sui quattro Archie.

  • User Icon

    vittorio

    10/05/2019 17:14:08

    Mi mancherà. Ho appena terminato la lettura e già avverto l'abbandono e lo sgomento di fronte alla scelta della prossima lettura, sulla quale inevitabilmente graverà il peso del suo confronto. Raramente, infatti, mi è capitato, di dover interrompere più volte la lettura per riuscire ad assorbire per intero la bellezza di una frase, di volere rileggere un passaggio per meravigliarmi ancora della sua eleganza, di restare ammirato dalla precisione di uno snodo narrativo. Di oltre 900 pagine non me ne ricordo una che non fosse necessaria. Inutile aggiungere altro. E dire che tante volte ho ronzato intorno ad Auster, ed a questo romanzo, in particolare, rimandandone la lettura ad una successiva occasione, preferendogliene altre che ora, se potessero, sono sicuro, molte arrossirebbero. Confesso questo è il mio primo Auster e, dunque, il mio più grande peccato di lettore.

  • User Icon

    serafini lino pasqualino

    09/04/2019 15:49:28

    Auster, non si smentisce mai, le sue storie sono così affascinanti, dense di misticismo.Il destino e la morte sono sempre presenti nelle sue opere.il sottofondo della meschinità americana con la sua natura autoritaria ed imperialista.scrittura avvincente e fluida

Vedi tutte le 72 recensioni cliente

Un libro che si può leggere in ordine di timeline o nell’ordine che ci propone l’autore: ne risulteranno esperienze diverse.

Archie Ferguson nasce il 3 marzo 1947 a Newark, New Jersey; Paul Auster ci racconta quattro vite possibili che iniziano in quel momento e si diramano in direzioni spesso opposte. Che viva in Europa o in America, che si ritrovi al college o a lavorare nel negozio del padre, che diventi appassionato di cinema o di sport, in qualche modo il destino di Archie è sempre legato a due costanti: l’amore per Amy e la passione per la scrittura.
Auster ci trasporta in tanti universi quante sono le strade percorse dal protagonista, creando quattro diversi Archie con psicologie e sfaccettature distanti ma, allo stesso tempo, complementari fra loro. Sullo sfondo, gli Stati Uniti della sua adolescenza e giovinezza, gli anni ‘60 e i loro scottanti temi politici e sociali.
Un romanzo di ampio respiro che abbraccia una pluralità di temi, eventi storici ed esperienze umane, da quattro prospettive diverse che, alla fine, non sono distanti fra loro come potremmo credere.

Recensione di Claudia Mannavola
A cura del Master in Editoria dell’Università degli Studi di Milano in collaborazione con la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori

  • Paul Auster Cover

    Scrittore, sceneggiatore e regista statunitense. Dopo aver studiato alla Columbia University, nel 1970 si recò a Parigi dove lavorò come traduttore fino al ritorno a New York nel 1974. Esordì come scrittore con poesie, racconti e articoli pubblicati sulla “New York Review of Books” e sulla “Harper’s Saturday Review”. La sua opera più famosa, subito accolta favorevolmente dalla critica, è la Trilogia di New York (Città di vetro, 1985; Spettri, 1986; La stanza chiusa, 1987), che volge in parodia il genere della detective story. Seguirono i romanzi Il paese delle ultime cose (1988), Il palazzo della luna (1989), La musica del caso (1991, dal quale Philip Haas trasse un film nel 1993), Leviatano (1992), Mr. Vertigo (1994)... Approfondisci
Note legali