Tutte le recensioni di Liz | Totali: 177 | Media:

      • 15/01/2018 22:27:34
      • Prima di tutto devo ringraziare mia mamma per avermi passato questo libro, e sopratutto per avermi fatto conoscere questo autore e l'Ispettore Higgins. L'ispettore Higgins ha finalmente raggiunto la meritata pensione, ma Scotland Yard ha ancora bisogno di lui. La maledizione di Tutankhamon ha colpito uccidendo tutti i componenti di un gruppo di studiosi che avrebbero dovuto da li a poco iniziare nuovi studi sulla sua tomba. L'Ispettore ed il Sovrintendente Marlow hanno il loro bel daffare a cercare di trovare l'assassino, sopratutto se, come si pensa, sia lo spirito di Tutankhamon in persona ad avere ucciso. Ma i due sono il fiore all'occhiello di Scotland Yard, e non si fermano nemmeno davanti ad un fantasma, vero o presunto che sia, e per indagare devono restringere il campo dei possibili indagati. Un libro che vi lascerà con il fiato sospeso fino alla fine, perché le indagini procedono e durante la lettura si viene inevitabilmente coinvolti nelle loro indagini, dove si incontreranno i personaggi più particolari e "fuori di testa" possibili, ma Tutankhamon fa questo effetto, ci sono ancora tanti misteri che lo avvolgono e le persone riescono a convincersi delle cose più assurde. Ho adorato il capitolo dove l'ispettore cerca di ottenere il DNA e le impronte di tutti i possibili sospettati, non vi svelo niente ma vi assicuro che è stato davvero esilarante. Delizioso anche il fatto che la loro vettura sia sempre descritta con una sua personalità, la Bentley infatti è felice o meno in base alla meta, e va più o meno veloce in base all'urgenza ed alla gravità della situazione. Vi posso assicurare che fino alle ultime pagine non capirete chi è il vero colpevole, eppure il colpo di scena non è campato in aria, riflettendoci dopo averlo scoperto capirete che avevate a portata di lettura tutti i dettagli, ma in fondo l'ispettore Higgins è sempre un passo avanti...

        Leggi di più Riduci
    • Alessia Gazzola
      Libri
      Longanesi
      2017
      Scrivi una recensione
      • 11/01/2018 22:13:12
      • Mi sono appassionata alla vita di Alice, tanto che ho seguito anche la serie televisiva senza rimanerne delusa. In questo romanzo la Dottoressa Alice Allevi è finalmente Specialista in medicina legale a tutti gli effetti, bisogna solo che qualche PM decida di darle fiducia ed incaricarla per un nuovo lavoro. Nel mentre Alice è tornata a vivere con il fratello Marco, che si è separato da poco. Finalmente arriva un nuovo lavoro per Alice, si tratta del caso della morte di una ex ballerina ed ora proprietaria di una scuola di danza, sembra un caso semplice ma con Alice Allevi le cose non sono mai semplici e si scopre che questo caso è collegato indirettamente con una presunta morte per suicidio avvenuta tempo indietro, e chi si era occupato del caso a suo tempo? Ma ovviamente il temutissimo CC, Claudio Conforti, mentore di Alice nonché uomo con cui ha una simil relazione. Spetta proprio a lei mettere in dubbio l'operato di Claudio, non senza complicazioni tra i due, come se già non ce ne fossero abbastanza. Oltretutto anche la PM che ha dato l'incarico per il lavoro sembra conoscere bene CC, ma esiste una sola persona di sesso femminile che non lo conosca? Alice non si perde d'animo, cerca di risolvere il caso che ha tra le mani facendo anche da supporto come detective improvvisata a Calligaris, e nel mentre cerca di ottenere un posto al concorso per il dottorato in istituto, che è stata la sua seconda casa. Tutto il libro è scritto in modo delizioso dove si verrà coinvolti nei pasticci di Alice ma con lei si vorrà capire la verità e smettere di leggere sarà impossibile fino alla fine. I fatti spazio temporali ed i personaggi sono ben descritti e sarà molto semplice seguire il filo logico di tutta la narrazione. Delizioso il colpo di scena finale, inaspettato quanto "traumatico" come sempre, ma ovviamente non vi dico niente. Sappiate solo che dove c'è Alice Allevi le cose non sono mai come sembrano...

        Leggi di più Riduci
    • Annie Darling
      Libri
      Sperling & Kupfer
      2017
      Scrivi una recensione
      • 29/12/2017 15:34:43
      • Questo libro è il seguito de " la piccola libreria dei cuori solitari" e nonostante le storie siano ben divise tra loro consiglio comunque di leggere tutto dall'inizio. Siamo all'Happy Ever After, una libreria specializzata in romanzi rosa dove lavora Verity, assieme agli altri personaggi che già abbiamo conosciuto nel primo libro. Verity è la figlia di un pastore, ragazza introversa che non ama il contatto con il pubblico a meno che non siano suoi stretti amici, e si trova single per scelta dopo una storia d'amore fallimentare, sola con il suo gatto problematico. A lei piace stare da sola e godere della compagnia dei suoi amati libri, primo tra tutti Orgoglio e Pregiudizio, perché Verity vive chiedendosi " cosa farebbe Elizabeth Bennet in questa situazione? ", ma i suoi amici e la sua famiglia non capiscono il suo stare da sola e cercano di presentargli tutti gli uomini scapoli che incontrano. Per questo Verity, per essere lasciata in pace, si inventa un fidanzato, Peter Hardy, di professione oceanografo, e per questo giustificato per non essere mai presente. Ma gli amici scalpitano ed è arrivato il momento di presentare a tutti il suo fantastico fidanzato, peccato che non esista, e così Verity per tirarsi fuori dall'impiccio coinvolge la prima persona che gli capita a tiro, Johnny. Anche Johnny ha una storia simile, perché è innamorato da una vita della sua ex ragazza nonostante lei sia sposata con il suo migliore amico, a discapito di tutti i suoi amici che lo vorrebbero sistemato. Verity e Johnny decidono allora di mettersi in "società" e di passare un'estate come se fossero fidanzati, in modo da andare assieme a tutti gli eventi mondani cui sono invitati, e così i loro amici li lasceranno finalmente in pace. Può sembrare una grande idea, ma dopo avere passato tante situazioni insieme i due diventano affiatati, ma Verity sa bene che l'alone della ex sarà sempre presente per Johnny e l'unica cosa da fare è lasciarlo andare per la sua strada...

        Leggi di più Riduci
    • Maxim Huerta
      Libri
      Sperling & Kupfer
      2017
      Scrivi una recensione
      • 08/12/2017 17:08:44
      • C'è un piccolo negozio di fiori nel cuore di Parigi, un negozio gestito dal signor Dominique Brulé, ed i suoi fiori sono sempre i più belli, perché lui con i fiori ci parla. La passione di Dominique per i fiori è diventata un lavoro e la sua ragione di vita quando dopo la perdita della sua amata Julie la rivede in ogni peonia, il suo fiore preferito. Nel piccolo negozio di fiori tutti i giorni fa la sua comparsa Mercedes, amica e cliente di Dominique che ogni giorno precisa come un orologio fa sempre le stesse cose e nella sua monotonia fa sempre un saluto al proprietario del negozio. Mercedes è un'anziana signora spagnola, scappata in Francia una vita fa dopo la sua più grande delusione d'amore, che le ha segnato tutta l'esistenza. Amica di Mercedes è la spagnola coetanea Matilde, Tilde per tutti, anche lei emigrata in Francia da giovane, ma a differenza dell'amica lei è arrivata per lavorare e per farsi una vita, vita che poi ha sempre passato da sola. Dominique cerca un'aiutante, e come richiesta principale per ottenere il lavoro c'è il fatto che i candidati devono avere il nome di un fiore. Proprio davanti al negozio capita Violeta, giovane spagnola che è arrivata a Parigi dopo essere stata lasciata dal suo grande amore, nonché padre del bambino che porta nella pancia, e capisce che quella è la sua occasione. Violeta si affeziona molto al signor Dominique ed ai suoi fiori, al punto di prendere l'abitudine come lui di parlare con i fiori. Nella vita di questa piccola combriccola entra Etienne, figlio del grande amore del passato di Mercedes, e per le tre donne tutto si destabilizza. Mercedes deve rifare i conti con il passato mai sepolto, ma al suo fianco ci saranno ad aiutarla a sua insaputa Tilde e Violeta. Quest'ultima poi si trova subito in armonia con Etienne, forse perché lui è tanto attaccato a suo padre mentre lei con i suoi genitori non ci parla. Ma Violeta ha altre priorità per la testa...

        Leggi di più Riduci
    • Rosamund Young
      Libri
      Garzanti Libri
      2017
      Scrivi una recensione
      • 26/11/2017 13:56:45
      • Sono stata attratta dal libro, ma quando ho letto la descrizione ho capito che dovevo assolutamente leggerlo. Non è assolutamente un libro sulla scelta di un regime alimentare contenente o meno carne, ma sicuramente dopo questa lettura si può decidere se scegliere carne proveniente da animali allevati tradizionalmente oppure intensivamente. La scrittrice è la proprietaria, assieme al fratello di un allevamento tradizionale situato nelle campagne inglesi, e narra in questo libro vari particolari, dettagli e momenti che riguardano i vari animali del suo allevamento. Ho adorato fin da subito il fatto che proponesse un vero e proprio albero genealogico di tutto il bestiame, dove vengono narrati dettagli e momenti particolari, sicuramente romanzati ma con una base di realtà che si riconosce tranquillamente, di tanti animali che dimostrano, chi più chi meno, di avere ogni uno una sua personalità ben definita e che, se gli viene data la possibilità di scegliere, ogni animale sceglie la sistemazione e l'alimentazione che più preferisce. Sono sempre stata certa che tutti gli animali provassero dei sentimenti, ed ho le quotidiane dimostrazioni della loro manifestazione attraverso i miei pelosi, ma se tutti noi sappiamo come cani e gatti manifestano i loro sentimenti, certo non abbiamo idea di come li dimostrano mucche, galline, maiali e pecore, perché anche loro certo li manifestano, ma non avevo idea del come. Rosamund Young ci viene in aiuto raccontando aneddoti della sua vita in fattoria che vedono come protagonisti proprio i suoi animali, come stringono le amicizie, quali sono le loro preferenze e come si comportano nei confronti dell'uomo, il tutto raccontato in maniera deliziosa. Un libro molto carino, divertente ma che fa allo stesso tempo riflettere, con capitoli dove viene espresso il punto di vista e la scelta dell'autrice, e prima di lei i suoi genitori che avevano fondato la fattoria, di realizzare un allevamento tradizionale...

        Leggi di più Riduci
    • Cristina Caboni
      Libri
      Garzanti Libri
      2017
      Scrivi una recensione
      • 21/11/2017 18:15:59
      • A differenza degli altri libri dell'autrice, questo non mi ha preso più di tanto, ma vale comunque la pena di leggerlo perché è una bella storia. La protagonista è Sofia, che esce da un matrimonio travagliato dove per il marito si è messa in secondo piano, ma questa situazione non le va più bene. Entrando per caso in una libreria si imbatte in un vecchio libraio, che le regala una copia abbastanza malandata di uno dei suoi autori preferiti, Christian Fhor. Sofia, che ha la passione per la legatoria, decide di restaurarlo, ma all'interno della copertina trova nascosto uno scritto risalente ad una rilegatrice del 1800, Clarice. Sofia resta subito catturata dalla storia di questa donna, ed anche se è vissuta quasi due secoli prima la sente vicina, al punto di decidere che deve sapere come va avanti la storia narrata da questa donna, ma per farlo deve trovare gli altri due volumi dell'autore. Ad aiutarla ci sarà Tomaso, che di mestiere fa il perito calligrafico con una passione per la ricerca dei libri perduti. I due si erano già incontrati varie volte ma senza mai conoscersi, invece grazie alle dritte del vecchio libraio percorreranno insieme la ricerca dei libri di Fohr, per mettere in luce quello che Clarice nei secoli ha voluto tenere nascosto. Nonostante i motivi che li spingano alla ricerca siano diversi, Sofia e Tomaso sono sempre più vicini, ma lei non è ancora pronta a donare il suo cuore ad un'altro uomo, dopo che con tanta fatica è appena riuscita a riprenderselo grazie al divorzio. Sofia vuole scoprire quello che Clarice ha tenuto nascosto negli anni, ma che ha affidato ai libri di Fohr, mentre Tomaso vuole scoprire se la leggenda che esiste un quarto libro inedito dell'autore è vera, e se magari sono proprio le lettere a svelarne l'ubicazione, perché gli farebbe comodo una ricerca importante visto che il patrigno ha sperperato e perduto tutto quello che avevano.

        Leggi di più Riduci
    • Annie Darling
      Libri
      Sperling & Kupfer
      2017
      Scrivi una recensione
      • 10/11/2017 22:20:36
      • Se un libro che parla di libri o di librerie deve essere mio ad ogni costo. Questa storia è molto carina, si legge che è un vero piacere. La protagonista è Posy, una ragazza che fin da giovane è stata responsabilizzata perché dopo la prematura scomparsa dei suoi genitori è diventata tutrice legale del suo fratello più piccolo Sam, ed essendo nell'età adolescenziale non le rende la vita facile. Posy ha un amore smisurato per i libri, che accumula in casa al posto dei mobili. La sua fortuna è essere stata accolta da Lavinia, proprietaria della libreria Bookends dove lavoravano anche i suoi genitori, e grazie a lei ha un lavoro ed un tetto sopra la testa. Alla morte di Lavinia la donna le lascia la libreria, con la richiesta di rimetterla in sesto e di cercare di avere degli utili, cosa non facile per Posy, ma si trova sulle spalle la responsabilità di esaudire il desiderio di Lavinia, oltre che dovere cercare di mantenere aperta la libreria non solo per lei ma anche per i dipendenti, che sono suoi amici, e per mantenere un tetto sopra alla testa a lei ed al fratello. Posy decide di volere riaprire la libreria in modo diverso dal solito, specializzandola in romanzi rosa, di cui lei è una grande appassionata. Ma Sebastian, il nipote di Lavinia, non è della stessa idea. Anche lui vorrebbe salvare la libreria, ma specializzandola in libri gialli, che invece Posy non riesce a sopportare. A dire il vero non sopporta nemmeno Sebastian, ed il sentimento è ricambiato, perché ogni loro incontro è un vero scontro a suon di battute al vetriolo. Posy dopo le litigate peggiori si sfoga scrivendo un romanzo rosa in stile Regency con protagonisti proprio lei e Sebastian, è il suo modo di sfogare la sua rabbia. A pochi giorni dall'apertura Posy si rende conto che la libreria non sarà mai pronta in tempo, ma ci sono i suoi amici a darle una mano, ma forse è anche ora di dire a Sebastian che la libreria riaprirà con libri rosa e non gialli come pensa lui, e certo non

        Leggi di più Riduci
    • Nicolas Barreau
      Libri
      Feltrinelli
      2017
      Scrivi una recensione
      • 30/10/2017 21:38:10
      • Se devo essere sincera mi aspettavo qualcosa di più da questo libro, ma comunque la storia è carina e si legge con piacere. La protagonista è Nelly, specializzanda parigina con la fobia del volo, e nonostante sia segretamente innamorata del suo professore decide di non seguirlo ad un seminario proprio per non prendere l'aereo. Peccato che quando torna il professore non è più lo stesso. Dopo la delusione in amore Nelly decide di sistemare la casa dove vive, e magari anche la sua vita, ma ripulendo si imbatte nei ricordi dell'amata nonna scomparsa da alcuni anni, e sfogliando un libro che rimanda a Venezia trova la dedica "Omnia Vincit Amor " . Non è un caso che la stessa scritta è anche incisa sull'anello che proprio la nonna le ha regalato e da cui non si separa mai. Nelly, per dimenticare le pene d'amore e soprattutto per capire la provenienza di quel libro decide di andare a Venezia. Siamo in bassa stagione e quindi Venezia non ha molti turisti, e Nelly si perde tra le calle veneziane dove ritrova un po' di serenità, ma si scontra anche con Valentino, un ragazzo veneziano che da quando la incontra non si stacca più da lei, ma Nelly sa che i ragazzi belli sono pericolosi, e Valentino è molto bello, e nel suo cuore non c'è spazio per altre persone se non per essere suo amico. Alcuni degli incontri tra i due sono molto divertenti, ma lascio a voi scoprirli leggendo il libro. Passeggiando senza meta per Venezia Nelly si ritrova davanti ad un locale chiamato " Settimo Cielo ", che sembra fare riferimento proprio alla dedica sul libro della nonna, e con sorpresa scopre che il locale è gestito dal padre e dal nonno di Valentino. Nelly crede molto nei segni rivelatori, e questo è davvero grande. Sa che il locale è legato alla storia della nonna, ed anche lei, fin dalla prima volta che ci ha messo piede, ne è rimasta attratta... CONTINUA SUL BLOG DI MATUTTEAME

        Leggi di più Riduci
    • Andrea Maggi
      Libri
      Garzanti Libri
      2017
      Scrivi una recensione
      • 23/10/2017 12:39:21
      • Accade che una notte Mauro Rosso viene ucciso. Accade che la vittima sia il bidello della scuola media del paese... ed accade che da qui parte una voragine di eventi che tutti riguarda e che tutti tocca. Mauro Rosso, bidello della locale scuola media, viene brutalmente assassinato, ma non prima che, tra una bevuta e l'altra, la sera stessa del suo omicidio confidi a Fulvio Romoli di avere per le mani qualcosa di grosso. Fulvio è insegnante proprio nella scuola dove la vittima faceva il bidello, ed è anche l'ultimo ad averlo visto in vita. Entra in scena la polizia, che capitanata dal Commissario D'Avanzo cerca di trovare l'assassino, e per farlo dovrà scavare tra le conoscenze della vittima, riportando alla luce fatti e personaggi che si credevano dimenticati da tempo. Sempre a scuola abbiamo Chiara, ragazza ripetente dal carattere difficile e dalla situazione famigliare ancora peggiore, dove si trova a vivere da sola con la madre ma non vanno affatto d'accordo. Ma questa è l'unica soluzione, perché Chiara un padre non l'ha mai avuto. Fulvio prende a cuore la situazione della ragazza e fa di tutto almeno per farle frequentare le lezioni, ed è ben felice quando vede che Chiara ha finalmente un'amica, la compagna di banco Veronica. Chiara e Veronica sono quello che di più opposto non si possa immaginare, tosta e decisa la prima, timida e riservata l'altra, ma diventano amiche quasi per caso, e Chiara si trova bene sia con la nuova amica sia con il padre di lei, che la prende subito in simpatia. Ma c'è sempre un assassino in circolazione, e continua a mietere vittime. La prossima è la ex moglie proprio di Mauro Rosso, ritrovata uccisa nella sua abitazione. Ma la vittima proprio alcune ore prima di essere uccisa aveva contattato la madre di Chiara dicendole che doveva assolutamente parlarle. Sembrano tutti collegati, tutti loro, che per caso o per destino avevano frequentato un anno di scuola nella stessa classe...

        Leggi di più Riduci
    • Daniel Sánchez Arévalo
      Libri
      Nord
      2017
      Scrivi una recensione
      • 15/10/2017 20:32:18
      • Prima di spiegarvi perché ho trovato questo libro a tratti "prolisso" , cioè troppo lento nel fare accadere gli avvenimenti, troppo minuzioso nei dettagli e troppo... troppo, vi racconto la trama. Alice è la protagonista del romanzo, ed ha appena ricevuto la notizia che il marito ha avuto un incidente stradale, che ne ha causato la morte. Solo che l'incidente non è avvenuto sulla via di ritorno da Yale, dove il marito Chris diceva di essere, ma da tutt'altra parte. Alice ha una figlia, Olivia, ed un'altra in arrivo. Dal momento della morte di Chris Alice ha un solo obbiettivo, capire dove si trovava il marito prima dell'incidente, e per farlo percorre a ritroso tutte le strade possibili e segue il percorso inverso, cercando in tutte le registrazioni e le telecamere stradali tracce del passaggio della macchina del marito. Questa ricerca estenuante la conduce al punto X, l'isola di Robin Island, e proprio li Alice decide di andare, se non fosse che appena mette piede sull'isola partorisce la figlia che aspettava, Ruby. Da quel momento diventa " la rossa che ha messo piede sull'isola e ha partorito ". Ma questo è solo un dettaglio, perché Alice ha seguito le tracce del marito fino all'isola e vuole andare avanti, per cui si trasferisce li con le figlie. Ora è sull'isola, e capisce subito che è una comunità stretta e riservata dove tutti si conoscono, ma Alice deve capire cosa faceva li il marito, senza mettere in allarme i residenti. Decide allora di osservare, osservare in tutto e per tutto gli abitanti per arrivare a conoscerli uno per uno, e per farlo si fa aiutare da Antonio, il proprietario di un negozio di articoli per lo spionaggio, che sarà il suo fornitore ufficiale di telecamere e circuiti per lo spionaggio, che installerà in ogni singola casa degli abitanti dell'Isola. Alice inizia a seguire le tracce di tutti, ma sembra un vicolo cieco, ma lei continua a osservare, sia con le microcamere sia di persona...

        Leggi di più Riduci
    • Idra Novey
      Libri
      Garzanti Libri
      2017
      Scrivi una recensione
      • 01/10/2017 14:09:42
      • Siamo in Brasile, una donna viene vista salire su di un albero con un sigaro in bocca, e da lì non si sono più avute sue tracce. La donna in questione è Beatriz Yagoda, di professione scrittrice, e proprio come il protagonista di un suo libro, è sparita nel nulla dopo essere salita su di un albero. La persona che più si interessa alla sua scomparsa è Emma, che ha tradotto tutti i suoi libri e che ha instaurato con la scrittrice un rapporto stretto. Emma sale sul primo volo lasciando indietro fidanzato e carriera, con il solo scopo di ritrovare la "sua" scrittrice. Arrivata in Brasile Emma trova una realtà che nessuno immaginava, Beatriz ha accumulato dei debiti di gioco e si è rivolta ad uno strozzino, che ora rivuole i suoi soldi o farà del male ai famigliari della scrittrice. Emma cerca di capire dove può essersi nascosta Beatriz, ma sa bene che se la donna non vuole farsi trovare sarà ben difficile rintracciarla. Nella ricerca si aggiungono i figli della donna, Raquel, che fin da subito si mostra molto restia a condividere i problemi della sua famiglia con l'estranea traduttrice, e Marcus, che invece si mostra molto vicino ad Emma, tanto da farle dimenticare di avere un fidanzato a casa. Il Brasile non perdona, della polizia non ci si può fidare e così e tre decidono di cercare da soli Beatriz, seguendo le tracce lasciate e cercando indizi dai suoi libri, aiutati anche dal proprietario della casa editrice dove sono stati pubblicati i libri, che sembra essere venuto in contatto con la donna. Tutti inseguono qualcuno, Emma, Raquel e Marcus cercano Beatriz, lo strozzino è sulle tracce dei tre perché rivuole i suoi soldi, ed il fidanzato di Emma cerca di mettersi in contatto con la donna senza successo. Ma di Beatriz non ci sono tracce, e per l'editoria questo non è affatto un male perché non si parla d'altro ed i suoi libri stanno anche andando in ristampa...

        Leggi di più Riduci
    • Abbi Waxman
      Libri
      Piemme
      2017
      Scrivi una recensione
      • 27/09/2017 20:25:31
      • La prima cosa che mi ha colpito sfogliando questo libro è la scelta di inserire, all'inizio di ogni capito, una paginetta dove sono scritte le principali indicazioni per coltivare un determinato ortaggio o frutto. La cosa bella è che è scritto in modo molto simpatico e sarcastico. Veniamo alla storia, dove troviamo la protagonista, Lilian ma da tutti chiamata Lili, che ha perso il marito in un incidente stradale da vari anni, ma ancora non ha elaborato il lutto. Si è chiusa nel suo guscio protettivo per andare avanti e prendersi cura delle figlie Annabel e Clare, e viene aiutata dalla sorella Rachel che la sprona anche ad andare avanti. Sembra una storia triste, ma siamo solo all'inizio. Lili di mestiere fa l'illustratrice, e la casa editrice per cui lavora le commissiona le illustrazioni per un libro di botanica, iscrivendola ad un corso base di orticoltura, in modo che le illustrazioni siano il più precise possibile. Non perdetevi i capitoli dedicati al luogo di lavoro perché sono divertentissimi. Lili è fatta così, ha un senso dell'umorismo che non riesce a contenere, spesso con battute che solo lei capisce, ma rende tutta la lettura leggera e sarcastica. Al corso di orticoltura per fortuna riesce a portare anche le figlie e la sorella, ed inaspettatamente da quello che pensava tutte quante si divertono un mondo, scoprendo che amano stare all'aria aperta a contatto con la natura. Assieme agli altri partecipanti al corso, che sono dei veri personaggi ogni uno con un carattere ben definito ma questo lo scoprirete leggendo il libro, anche Lili si appassiona alle piantine che sta curando, tanto da desiderare di mettere in sesto anche il suo piccolo giardino, che sembra un campo di battaglia da quando non c'è suo marito. Lili vive nel ricordo perenne del marito, ma nella sua vita entra anche il maestro del corso di orticoltura, Edward, e tra i due la chimica fa miracoli, ma Lili respinge questo suo sentimento...

        Leggi di più Riduci
    • Sarah Morgan
      Libri
      Harlequin Mondadori
      2014
      Scrivi una recensione
      • 19/09/2017 20:49:57
      • So di avere fatto il contrario nella lettura cronologica di questa serie dedicata ai fratelli O'Neil, infatti sono partita dall'ultimo libro per arrivare al primo che è questo, ma comunque ogni romanzo è si ambientato nello stesso posto con gli stessi personaggi, ma le storie sono divise tra di loro quindi non c'è un vero e proprio ordine di lettura. Kayla Green è un'affermata Pr di New York che vive per il suo lavoro, che si sa fare molto bene, ma ha solo quello. Ora poi siamo sotto Natale ed è il periodo dell'anno che lei odia maggiormente. Vorrebbe scappare dal Natale, dalle luci colorate e dalle canzoncine della città, e per farlo accetta la proposta di Jackson O'Neil che la invita a trascorrere le feste al resort Snow Crystal, di cui Kayla si deve occupare per risollevarne l'immagine. Kayla si mostra fin da subito per nulla avvezza alla vita in mezzo alla neve, ma è li per lavorare e lei il suo lavoro lo fa maledettamente bene. Certo non si aspettava di trovare tutta la famiglia riunita, poco convinta della sua presenza e del suo lavoro, proprio a lei, che di famiglia non sa assolutamente nulla. I patti sono chiari, Kayla per svolgere bene il suo lavoro deve provare a vivere tutto quello che Snow Crystal ha da offrire, la neve, gli sci, i bungalow, la cucina ed il paesaggio, e Jackson la accompagna in tutto questo percorso, sapendo benissimo che si sta avvicinando sempre di più a Kayla. Ma la ragazza non vuole relazioni, non ne ha mai avute e non le vuole perché se non si apre il cuore a qualcuno è impossibile venire feriti... ma così facendo rimane nel suo bozzo gelato fatto solo di lavoro e gratificazioni professionali. Snow Crystal è un posto magico e sta facendo la sua magia anche con Kayla, certo avere di fianco Jackson non rende meno complicate le cose, ma piano piano la famiglia O'Neil, rumorosa e calorosa, confusionaria quanto unita, faranno capire a Kayla il vero senso della famiglia...

        Leggi di più Riduci
    • Michel Bussi
      Libri
      E/O
      2016
      Scrivi una recensione
      • 12/09/2017 20:33:05
      • Ho scoperto questo libro per puro caso perché mi è stato consigliato da mia mamma, e fin dalle prime pagine ne sono stata completamente rapita. Non fatevi spaventare dalle pagine numerose, perché vi garantisco che si legge che è un piacere ed arriverete alla fine senza nemmeno accorgervene. Siamo in Corsica nell'agosto 1989, Clotilde e la famiglia sono in vacanza come ogni anno al camping dei Tritoni, nella città natale del padre, dove ancora vivono tutti i parenti, eternamente attaccati alla loro terra. La sera del 23 agosto durante un tragitto in auto la loro macchina finisce fuori strada cadendo in un dirupo dopo 3 cappottamenti, in cui ad ogni cappottamento muore un membro della famiglia, al primo il padre, al secondo la madre ed al terzo il fratello. Clotilde è l'unica superstite. Passano 27 anni, e nell'agosto 2016 Clotilde decide che è tempo di tornare in Corsica, e si porta dietro il marito e la figlia Valentine. I due parenti non hanno molta voglia di partecipare a questo viaggio della memoria della madre, di sentire parlare di parenti che non hanno mai incontrato, ma in fondo sono in vacanza e la Corsica è davvero bellissima. In questi 27 anni nulla è cambiato e tutto è cambiato, Clotilde sarà immersa nei ricordi e nonostante cerchi di godersi la vacanza fin da subito iniziano ad accadere cose strane, la prima è la ricezione di una strana lettera dove sia le parole sia la calligrafia non lascia dubbi, è da parte di sua madre, ma sua madre è morta, l'ha visto lei stessa durante l'incidente. Ma tutti gli indizi lasciano pensare tutt'altro. Clotilde non può lasciare perdere questi dettagli e cerca di capire, parlando con chi all'epoca era presente e chi si ricorda dei fatti, ma sarà il vecchio gendarme che allora ha gestito le indagini a darle il colpo di grazia, non si tratta di un incidente ma di omicidio, qualcuno ha manomesso lo sterzo della macchina....

        Leggi di più Riduci
    • Sarah Morgan
      Libri
      Harlequin Mondadori
      2015
      Scrivi una recensione
      • 28/08/2017 20:24:32
      • Avevo letto tempo fa qualcosa di questa autrice e mi era piaciuto, poi visto che avevo altri libri che volevo leggere non mi sono più impegnata a scoprire se avesse scritto altri libri, ed ecco che per caso mi ritrovo questo tra le mani. La storia è molto carina, leggera e simpatica si legge facilmente e piacevolmente. Nonostante ci siano altri libri che parlano di questa storia, ogni volume tratta un personaggio diverso ed inizia e finisce nello stesso libro con solo brevi accenni negli altri, quindi non è necessario seguire un ordine preciso di lettura. Io ad esempio sono partita senza saperlo dall'ultimo, mentre questo è il secondo. Siamo nel Vermont allo Snow Crystal Resort, gestito dai fratelli O'Neil. Abbiamo Tyler, il latin lover dei tre fratelli, che per ora è single. Poi c'è Jackson, che è colui che gestisce la parte amministrativa del Resort, e da quando al suo fianco c'è l'intraprendente Kayla le cose vanno meglio anche per le finanze. So che c'è un libro in cui si racconta la storia di questa coppia e sono curiosa di leggerlo. Ma in questo libro il protagonista sarà il terzo fratello, Sean O'Neil, che a differenza degli altri due ha deciso di prendere la sua strada e seguire la sua passione, diventando un famoso chirurgo che lavora a Boston. Per incomprensioni con la famiglia e per non rinvangare i brutti momenti, oltre che per il fatto primario che per lui il lavoro viene prima di tutto, Sean torna nel Vermont a trovare i familiari molto di rado. Ma un'emergenza lo farà ritornare a casa, dove tra gli altri rincontra anche Elise, la chef del Resort con cui l'estate passata ha avuto un breve incontro, ma di quei momenti lui non si è mail dimenticato. Elise sembra fatta come lui, ama il suo lavoro e non cerca una storia d'amore, ma a differenza di quello che crede Sean i motivi sono diversi da quelli che lui crede. Sean dovrà rimanere a casa per alcuni tempi, ed ovviamente i due si incontreranno molto spesso, e forse questa è la volta buona

        Leggi di più Riduci
    • Michaël Uras
      Libri
      Nord
      2017
      Scrivi una recensione
      • 18/08/2017 21:00:17
      • Ultimamente non sono molto fortunata nella scelta delle mie letture, questo libro aveva tutti i presupposti per piacermi perché il protagonista è un biblioterapeuta, cioè un terapeuta che cura i vari problemi delle persone consigliando ai suoi pazienti le letture più adatte a loro. Ma questo libro l'ho trovato leeeento dall'inizio alla fine. Il protagonista, il biblioterapeuta, è Alex, con una vita abbastanza monotona ma molto dedito alla sua professione. Alex soffre ancora per la recente separazione dalla fidanzata Melanie, che lo ha lasciato perché amava più i libri che lei. Ma le loro strade in un modo o nell'altro saranno destinate a incrociarsi nuovamente. Tra i pazienti attuali del protagonista ci sono Yann, un ragazzino che dopo un tremendo incidente automobilistico ha perso l'uso della parola e comunica solo per iscritto, e proprio per questo motivo si è isolato dal mondo intero, accudito-imprigionato dalla madre apprensiva. Alex inizia ad incontrarlo e proporgli letture che sembrano muovere qualcosa nel ragazzino. Il secondo paziente è il signor Chapman, che non riesce a staccare nemmeno un momento dal lavoro e non si gode la famiglia, ma forse non è proprio come sembra e ben presto agli occhi di Alex Chapman perde la qualifica di "signore", ma nonostante questo è pur sempre un professionista e porta avanti la sua terapia per il paziente. Abbiamo poi un paziente particolare quanto famoso, Antrony Polstra, il giocatore di spicco del calcio francese, che però è indeciso se continuare a giocare in Francia o spostarsi per cercare di vivere finalmente con la moglie ed il figlio. A tutti i suoi pazienti Alex consiglia letture che in un modo o nell'altro smuoveranno i loro dubbi e le loro azioni, ma non sempre tutto va come si è previsto. In tutto questo mettiamo in mezzo la proprietaria di casa di Alex, una donna spregevole a dire poco che passa le giornate a spiare dallo spioncino tutto quello che si muove al di fuori della sua porta...

        Leggi di più Riduci
    • Claudia Elasti De Lillo
      Libri
      Einaudi
      2016
      Scrivi una recensione
      • 08/08/2017 20:36:31
      • Sinceramente non so bene cosa dire di questo libro, che si è carino e l'ho letto volentieri, ma ammetto che mi aspettavo ben altro. Prima di tutto chi è l'autrice, Claudia de Lillo, alias Elasti, tiene un blog molto seguito nonsolomamma.com dove parla della sua vita di donna che lavora, con un marito che è sempre via per motivi di lavoro, tre figli maschi e varie collaboratrici alla pari che si susseguono, se no sarebbe impossibile per lei riuscire a mantenere la sua attività lavorativa visto che conduce un programma alla radio alle 6 di mattina. Veniamo al libro, la protagonista è Alice e viene da un paesino dell'America. Dopo la morte del padre per dare una svolta alla sua vita decide di partire per sei mesi per l'Italia dove farà la ragazza alla pari per una famiglia di Milano. Tutto il libro viene narrato sotto forma di Email che Alice scrive alla famiglia per raccontare di come sta vivendo questa esperienza, e sono tutti messaggi a senso unico perché le risposte non si sanno mai, solo qualche lieve accenno quando Alice risponde. Alice si trova nella nuova famiglia, composta dalla madre Vittoria che è sempre via per lavoro, il padre Emilio che lavora da casa visto che fa lo scrittore ed i tre figli, Emma di 13 anni che sta passando vari periodi di scelte alimentari, che faranno divertire e diventare matta non poco la nostra Alice, poi Tommaso di 9 anni che sembra vivere in un mondo tutto suo, ma non è affatto svampito anzi, quando parla i suoi discorsi sono fin troppo profondi per un ragazzino della sua età, e poi c'è Matteo di 3 anni, il piccolo di casa, che non parla inglese ma comunica con Alice in un modo tutto suo, che ha un amico immaginario e che per chissà quale strano motivo decide che la cacca va fatta solo completamente nudo e con un pubblico, che ovviamente è sempre Alice. Il vero pilastro della casa però è la signora Tonia, la donna delle pulizie, che non solo è il punto di riferimento della famiglia ma è una sicurezza...

        Leggi di più Riduci
    • Romano De Marco
      Libri
      Piemme
      2017
      Scrivi una recensione
      • 01/08/2017 20:43:40
      • Conosci davvero la persona che ti dorme accanto? Di sicuro non lo sa Sandra, che una sera riceve la notizia dell'uccisione di suo marito. Già la situazione del ritrovamento è strana, sembra ucciso da una prostituta ma Sandra non ha mai pensato che il suo Alan fosse quel tipo di uomo. Eppure più cerca di capire cosa è successo, più si ritrova a scoprire un uomo che non conosceva, ossessionato all'inverosimile da un caso di parecchi anni prima chiamato la Lilith di Richmond, eppure Alan non era un poliziotto, e neppure di Richmond, e allora perché era tanto ossessionato da questa storia, al punto di venire probabilmente ucciso per le sue indagini, e perché non ha mai raccontato niente alla moglie? Sandra non sa di chi fidarsi, vorrebbe solo capire perché il marito era interessato al caso ma più cerca di scoprire qualcosa più vengono alla galla fatti che le fanno dubitare di avere mai conosciuto veramente il marito. Poi c'è la loro figlia Davon, che dopo la morte del padre si è chiusa in se stessa e Sandra non sa come comportarsi con lei. Per fortuna che vicino a lei ci sono i suoi vicini ed amici a sostenerla, e poi c'è John, appena trasferito nella cittadina ma da subito molto vicino a Sandra, che la aiuta nel suo viaggio alla scoperta della verità. Ma la verità non è sempre quella che sembra, e le persone che si pensa di conoscere non sono proprio chi vogliono farti credere di essere. Sandra lo sa bene, lo scopre fin troppo bene. Il libro viene suddiviso in capitoli narrati nel presente, dove Sandra si trova a cercare di capire il collegamento tra il marito Alan e la Lilith di Richmond, e gli anni in cui è avvenuto il fatto, dove il collegamento sarà la detective Gina Cardena, che nel 1979 sembra la più vicina al caso, ma verrà rimossa dal suo incarico. Le due epoche si congiungono proprio grazie a Gina, che Sandra riesce a rintracciare, ma forse lei non è la chiave del mistero, perché tutta questa vicenda è stata nascosta bene a fondo...

        Leggi di più Riduci
    • Ivan Furlanetto
      Libri
      Maglio Editore
      2013
      Scrivi una recensione
      • 24/07/2017 20:48:45
      • Non conoscevo né l'autore né questa casa editrice, ma per fortuna che ho colmato le mie lacune perché mi sarei persa un libro davvero carino. Perfetto per il periodo estivo, magari da leggere in spiaggia e se siete ai Lidi Ferraresi ancora meglio. Proprio ai Lidi è ambientata questa storia, al Lido degli Scacchi, dove il protagonista, Alfredo, ha una casa al mare al residence Le Dune. Lui lavora a Bologna e nel periodo estivo fa la spola, mentre la moglie Monica, il figlio Marco ed il cane Jerry sono già al mare. Proprio dalla moglie arriva la chiamata, hanno ucciso Beatrice, la loro vicina di casa. Alfredo si precipita, non solo per la notizia ma anche perché la famiglia è da sola dove c'è stato un delitto, e di certo non è al sicuro. A capo delle indagini c'è il maresciallo Antonio Zumpano, che destino vuole essere un vecchio amico della coppia, avevano perso i contatti ma grazie a questo caso gli amici si ritrovano. Il maresciallo capisce subito che il caso è intricato, la vittima è stata trovata in una situazione particolare ed anche la causa della morte non è chiara, per di più il movente, visto che Beatrice era si una donna ricca ma anche all'apparenza benvoluta da tutti. Alfredo decide di aiutare l'amico maresciallo a fare luce sui possibili moventi, per lui è l'occasione di "giocare" al detective in via ufficiosa, ed il maresciallo ha bisogno di qualcuno che sia gli occhi e le orecchie del residence, perché si sa, le persone non sono mai quelle che sembrano. Scavando nel passato di Beatrice verranno messe alla luce alcune parti del suo carattere che si ignoravano, e sopratutto le persone a lei vicine saranno quelle che maggiormente verranno scoperte, come l'amica Alberta, amica da una vita ma forse non tale, i figli di Beatrice, che sembra non abbiano più contatti con la madre, l'attuale fidanzato Martino Marchetti che forse non è il fidanzato che si pensa...

        Leggi di più Riduci
Recensioni 1 - 20 di 177 recensioni presenti.