Tutte le recensioni di Oblomov71 | Totali: 80 | Media:

    • Gareth Edwards
      Film
      Warner Home Video
      Scrivi una recensione
      • 21/07/2015 12:52:52
      • Nonostante il talento del giovane regista (che si nota in alcuni originali espedienti filmici) e il dispiego di ottimi effetti speciali, il film è discontinuo e squilibrato e fallisce completamente. L'omaggio esplicito ai monsters b-movies giapponesi non assolve completamente il deludente risultato e il finale che rasenta il demenziale. Attori spompi e poco convinti. Affonda anche il povero e incredulo Watanabe. Mi sembra di aver intravisto addirittura la Binoche, ma devo essermi sbagliato.

        Leggi di più Riduci
    • Michael Mann
      Film
      Universal Pictures
      Scrivi una recensione
      • 21/07/2015 12:41:29
      • Michael Mann è tornato alla grande, in un film teso e mozzafiato che non lascia tregua. Solita sontuosa fotografia, con inquadrature ricche di geometrie e giochi ottici. E ancora quel respiro "metropolitano" che caratterizza tante delle opere del regista. Ottimo il plot. Forse un pò sopra le righe Hemsworth, un hacker fin troppo prestante che sbaraglia killer e merecenari. Da non perdere.

        Leggi di più Riduci
    • Clint Eastwood
      Film
      Warner Home Video
      Scrivi una recensione
      • 15/07/2015 16:57:04
      • Per una volta il coro di elogi al vecchio Clint non è unanime. Il film ha diviso critica e pubblico a causa della sua evidente (e voluta?) schizofrenia. L'amore per la bandiera rappresenta da sempre un importante strumento emotivo dei film di Eastwood, fattore spesso intelligentemente attenuato da riflessioni sulla tragedia e insensatezza della guerra. In American Sniper la denuncia sullo straniamento dei veterani e sul loro difficoltoso reinserimento nella società, finisce per sfilacciarsi, intriso di un patriottismo che a tratti furoreggia nel malcelato ma innegabile compiacimento sulle prodezze balistiche del vero "patriota" Kyle/Cooper e sui suoi tristi record di bersagli abbattuti. Con lo strazio del primo centro del cecchino americano, Eastwood in realtà cerca con grande maestria di privare di ogni facile "onore" l'uccisione bellica in sé, che non può e non deve ridursi a feticcio sportivo. Ma il cerchiobottismo ritorna spesso alla carica, anche per un tersitismo del nemico magari giustificato ma spesso esasperato. Il finale, perfetto asciutto e struggente in puro stile Eastwood, appare sì come un assurdo e crudele scherzo del Destino, ma anche come una "provvidenziale" quanto tragica catarsi. Splendido Bradley Cooper.

        Leggi di più Riduci
    • Carlo Bonini Giancarlo De Cataldo
      Libri
      Einaudi
      2013
      Scrivi una recensione
      • 20/03/2014 10:48:48
      • Libro dall'indubbio (e romanesco) fascino furbo e un pò sguaiato. Si divora in pochi giorni, sorridendo a volte della pacchiana romanità a tratti eccessivamente ostentata, ma presi da una trama plausibile e sufficientemente complessa. Siamo certamente lontani dalla saga di sapore epico del Romanzo Criminale, a cui gli autori continuano a strizzare l'occhio, ma soprattutto dalla complessità e ambivalenza dei suoi personaggi.

        Leggi di più Riduci
    • Quentin Tarantino
      Film
      Sony Pictures Home Entertainment
      Scrivi una recensione
      • 09/01/2014 16:29:31
      • La fantasia un pò morbosa di Tarantino è da sempre alimentata dai vari filoni di film exploitation che hanno popolato la sua infanzia di cinefilo. Dopo aver rivisitato, a suo modo e con il suo stile, sottogeneri come il pulp, il blaxploitation, il gongfu e perfino il grindhouse, il nostro si cimenta con lo spaghetti-western, di cui si conferma un vero cultore. Il citazionismo di Leone, Margheriti, Barboni-Trinità, il cameo di Franco Nero, il pervasivo Morricone, rendono il film quasi un imbarazzante altare dedicato al western nostrano. Il tutto nella rutilante, granguignolesca e a tratti disturbante salsa tarantiniana di cervella sparse qua e là. Un pò più appannata la vena ironica che contraddistingue il vero genio di Tarantino ovvero i dialoghi e le situazioni surreali. Per il resto briglie sciolte ad attori di razza che firmano ottime caratterizzazioni; Di Caprio su tutti, ma anche Jackson, Waltz (qui forse un pò troppo gigione). Lungi dall'essere un capolavoro, il film è divertente e piacevole, se non temiamo di sporcarci con qualche schizzo di sangue.

        Leggi di più Riduci
    • Bryan Singer
      Film
      Warner Home Video
      Scrivi una recensione
      • 08/01/2014 12:53:50
      • Quanto si deve essere divertito il cast (tutto british) a girare questo film! E quanto entusiastico autocompiacimento nel pur bravo Singer, nel raccontare questa suggestiva fiaba (rivisitando con la computer graphic di oggi la mitica Jack and the beanstalk), popolata da spaventevoli giganti, principesse, incantesimi e aitanti cavalieri. Per ragazzi o grandi bambini.

        Leggi di più Riduci
    • Marc Forster
      Film
      Universal Pictures
      Scrivi una recensione
      • 08/01/2014 12:18:37
      • Adrenalinico. Una regia da cardiopalmo che non dà tregua, fino all'ultimo fotogramma. Implicazioni splatter e horror del soggetto sono intelligentemente attenuate, a beneficio di inquietanti riflessioni su sovrappopolazione mondiale, catastrofi globali e pandemie, oltre che sulla sostanziale fragilità della nostra società di fronte alla Natura. Ottimo Pitt, che ha creduto fin da subito nel potenziale del soggetto.

        Leggi di più Riduci
    • Manoj Night Shyamalan
      Film
      Sony Pictures Home Entertainment
      Scrivi una recensione
      • 08/01/2014 12:03:38
      • Film piacevole ma discontinuo. La qualità del cast, degli effetti speciali e la disponibilità di mezzi si vedono. Meno convincente il plot, a volte un pò contorto e prolisso. Si può vedere, ma senza troppe aspettative. Siamo lontani dai capolavori di Shyamalan.

        Leggi di più Riduci
    • Joseph Kosinski
      Film
      Universal Pictures
      Scrivi una recensione
      • 08/01/2014 11:55:40
      • Buon film di fantascienza. Ottima sceneggiatura, non priva di originalità e bella fotografia, con ottimi effetti speciali. Encomiabile l'impegno di Cruise, espressivo e convincente. Notevole il colpo di scena finale. Nulla è quello che sembra...

        Leggi di più Riduci
    • Ami Canaan Mann
      Film
      01 - Home Entertainment
      Scrivi una recensione
      • 09/05/2013 16:24:32
      • Una bella e realistica fotografia della sofferenza sociale della provincia del Sud degli Stati Uniti. Personaggi credibili e gratificati di spessore, nonostante gli attori siano a corto di carisma. Per il resto solito chiaroscuro tra poliziotto buono e cattivo e solito serial killer. Lo sfondo della foto si rivela più valido del soggetto.

        Leggi di più Riduci
    • Oliver Stone
      Film
      Universal Pictures
      Scrivi una recensione
      • 26/03/2013 10:00:43
      • Film potente e sanguigno. Con personaggi ben caratterizzati ed un montaggio veloce ed efficace. Aleggia su una trama molto lineare una sensazione di deja-vu, ma grazie al peso del cast molto azzeccato (su tutti uno spaventevole Del Toro) ci si passa sopra. Forse da Stone ci aspettavamo qualcosa di più originale, ma il film resta complessivamente un bel film, soprattutto per gli amanti di gangster story tese e violente.

        Leggi di più Riduci
    • Tim Burton
      Film
      Disney
      Scrivi una recensione
      • 18/02/2013 14:15:08
      • Nonostante la lussuosa qualità visiva, il gran dispendio di effetti speciali, e l'impegno del cast, il film deflagra a vuoto e alla lunga annoia. Persino quella sottile e speciale vena umoristica burtoniana risulta appannata. Un rutilante giocattolone per bambini.

        Leggi di più Riduci
    • Fred Vargas
      Libri
      Einaudi
      2011
      Scrivi una recensione
      • 29/11/2012 12:53:59
      • Scrive sempre bene la Vargas, pur nel suo discontinuo (ma prolifico) percorso creativo e editoriale. Dipana con arguzia la sua trama giallo pastello, la insaporisce di spezie medievaleggianti e si diverte un mondo a sdrammatizzare con la leggerezza di Adamsberg e con dialoghi, personaggi e situazioni surreali. Qui la ricetta funziona bene. Molto piacevole.

        Leggi di più Riduci
    • Nicolai Lilin
      Libri
      Einaudi
      2009
      Scrivi una recensione
      • 16/11/2012 11:53:10
      • Non comprendo i numerosi giudizi severi. E' vero, il libro alterna momenti efficaci ad altre parti meno riuscite e lo stile è evidentemente acerbo, per non dire rozzo, ma fotografa con innegabile forza la realtà, il funzionamento, perfino la filosofia delle criminialità organizzate russe, così lontane dalle nostre mafie di oggi, eppure così antropologicamente vicine al modello originario e virtuoso di "andragathìa". Forse un libro mediocre, ma un'ottima lettura, se si comprende la differenza.

        Leggi di più Riduci
    • Jon Favreau
      Film
      Universal Pictures
      Scrivi una recensione
      • 02/10/2012 15:44:19
      • Banditi, sparatorie e... alieni (almeno per una volta non sono gli indiani a buscarle)! Cosa vogliamo di più? Un mix fanta-western di generi, tutto sommato ben amalgamato. A parte Craig, evidentemente fuori ruolo, il cast è ottimo. Film divertente. E tanto basta.

        Leggi di più Riduci
    • Gabriele Muccino
      Film
      Sony Pictures Home Entertainment
      Scrivi una recensione
      • 02/10/2012 15:31:56
      • La regia è anche buona, così come le recitazioni "a togliere" di Smith e Dawson e si può anche passare sopra sull'inverosimiglianza della vicenda, ma la ricerca della lacrimuccia è perseguita con tale sfacciata determinazione, da tralasciare colpevolemente (e curiosamente) l'approfondimento sui personaggi, che rimangono abbozzati in superficie. Il film perde alla fine l'occasione di rappresentare una profonda riflessione sulla bellezza della vita, per divenire un melodrammatico martirio di un santo, che si immola per altri santi. Il gioco a fare Dio suona infantile, presuntuoso, manicheo (e molto americano) nell'illusione di poter guardare dentro le persone e decidere chi merita il dono della vita e chi no. E ancora: come possiamo aspirare premiditatamente all'estremo sacrificio, pur essendo così lucidamente consapevoli della bellezza della vita e innamorati del suo splendore?

        Leggi di più Riduci
    • Neill Blomkamp
      Film
      Sony Pictures Home Entertainment
      Scrivi una recensione
      • 02/10/2012 14:56:45
      • Film di fantascienza insolito e ambizioso. Esce con coraggio dagli schemi classici e ci offre riflessioni su pregiudizio, razzismo (chiari i riferimenti all'apartheid) e l'avidità come causa dell'involuzione sociale e valoriale umana (e non). Truculento e farsesco, ma anche drammatico e adrenalinico. Forse qualche mistero irrisolto di troppo, ma il risultato è molto buono. Ovviamente per amanti del genere.

        Leggi di più Riduci
    • Matthew Vaughn
      Film
      Sony Pictures Home Entertainment
      Scrivi una recensione
      • 02/10/2012 14:40:18
      • Buon film non privo del fascino cinico (forse ormai un pò logoro) del brit-noir, oggi molto in voga e gratificato da una regia elegante e arguta. Manca lo humour. E soprattutto l'originalità. Il film si regge sul cast azzeccato e su di un Craig in ottima forma. Discreto.

        Leggi di più Riduci
    • Erik Larson
      Libri
      Neri Pozza
      2012
      Scrivi una recensione
      • 26/09/2012 15:53:35
      • Che responsabilità hanno avuto le potenze occidentali nel permettere l'ascesa del cancelliere? Come è stato possibile assistere per anni al progressivo armamento della Germania, ascoltare i deliranti discorsi di Hitler e Goebbels, ignorare i crescenti episodi di violenza verso ebrei e oppositori, chiudere gli occhi di fronte ad epurazioni, esecuzioni sommarie, processi farsa, senza capire o almeno intuire l'orrore incombente? Quali interessi hanno addormentato le coscienze per oltre sei anni? La figura di Dodd, diplomatico sobrio e improvvisato e non esente egli stesso da dubbi sulla vera faccia della rivoluzione nazista, finisce per ergersi come solitario scoglio ad arginare l'avanzata della barbarie e della dittatura e diviene una patetica cassandra; figura scomoda e discussa sia negli ambienti diplomatici e goverantivi americani, che non ne condividono il pessimismo, sia nel Reich, che lo guarda con sospetto e freddezza. Il suo isolamento e la sua sconfitta politica sono inevitabili, ma la storia gli renderà tragicamente merito. Grande libro, figlio di attendibilissime fonti epistolari e ricco di interessanti aneddoti, retroscena, approfondimenti su personaggi storici e avvenimenti meno noti. Da non perdere.

        Leggi di più Riduci
Recensioni 1 - 20 di 80 recensioni presenti.