Categorie
Tutte le recensioni di Alfredo | Totali: 1 | Media:
      • 23/11/2012 09.36.45
      • Con una narrazione rigorosa - il libro è pieno di dati reali, riscontrabili nei database delle principali istituzioni economiche mondiali (a differenza delle chiacchiere da bar dello sport di chi esalta le mirabilia dell'euro e diffonde notizie terrorizzanti sulle disgrazie che ci capiterebbero nel caso di un suo abbandono) - ma altresì avvincente e spesso esilarante, il professor Bagnai ci illustra chiaramente nell'interesse di chi è stata fatta la sciagurata operazione di aggancio alla moneta unica (del nord europa, area ex marco). Tale operazione, inutile in aree economicamente omogenee (Aree Valutarie Ottimali) e dannosa in caso di aree squilibrate per quelle meno forti, è servita a rafforzare il surplus del nord europa vs sud europa (PIIGS) ed a svendere a tale area forte la nostra economia (che con l'oscillazione della moneta nazionale, che non è una eresia ma risponde alla banale legge domanda/offerta, aveva comunque margini di difesa); essa è stata avallata al nostro interno perché, con la scusa del vincolo esterno (è l'europa che ce lo chiede!), non potendo più svalutare la lira si sono svalutati i salari dei lavoratori (direttamente o mediante lo smantellamento dello stato sociale). Paradossale (ma non tanto) è il fatto che anche le classi lavoratrici del nord (Germania) hanno subito le conseguenze di tali politiche (mini jobs e precarizzazione del lavoro: riforma Hartz), alla faccia del tanto (in Italia) mitizzato lavoratore della Volkswagen: riprova del fatto che le politiche liberiste stanno agendo ovunque a senso unico, aumentando il divario tra i pochi che hanno sempre di più e i tanti che hanno sempre di meno.

        Leggi di più Riduci
  • 1
Recensioni 1 - 1 di 1 recensioni presenti.