Tutte le recensioni di Giorgio83 | Totali: 9 | Media:

    • Paolo Bianchi
      Libri
      Cairo Publishing
      2016
      Scrivi una recensione
      • 18/05/2017 13:45:50
      • Un libro bellissimo e potente, una discesa nell'inferno della depressione con i personaggi che lottano per farcela. Per tornare a vivere. Ma non è un libro triste, anzi. E' anche molto ironico, e addirittura comico in certi tratti. Combattere la malattia è anche non prenderla troppo sul serio? Ho letto e regalato questo romanzo.

        Leggi di più Riduci
    • Jay McInerney
      Libri
      Bompiani
      2009
      Scrivi una recensione
      • 11/11/2014 16:01:27
      • Una raccolta di racconti scelti dall'autore stesso e che coprono tutto l'arco della sua carriera. C'è anche l'embrione di quello che poi è diventato il suo romanzo più famoso, "Le mille luci di New York". Brevi storie diverse tra loro, ma tutte scritte benissimo, su realtà magari apparentemente normali, e invece disturbanti, allucinate.

        Leggi di più Riduci
    • Paola Barbato
      Libri
      Rizzoli
      2010
      Scrivi una recensione
      • 10/03/2010 00:05:06
      • Il libro di Paola Barbato è scritto con stile veloce, rapido negli snodi, non prolisso. Certo, sarà più apprezzato dai cultori della narrativa di genere, perché lo scavo psicologico è talvolta sacrificato alle esigenze dell'azione. Il titolo non gli rende giustizia. Credo ci fosse un'altra ipotesi più gradita alla stessa autrice, ma sarà lei, se lo riterrà opportuno, a rivelarla. La sfida della trama consisteva nel rendere credibile lo sviluppo emotivo del ragazzino (non dico di più), il che non era facile, ammettiamolo. Bisogna ricorrere a più riprese a una solida sospensione dell'incredulità, ma siamo, lo ripeto, nella narrativa di genere, e qualche forzatura dev'essere concessa.

        Leggi di più Riduci
      • 02/09/2009 15:19:23
      • Bertarelli ha una sua precisa concezione del cinema. E con quella è coerente fino all'osso. Non deve nulla a nessuno, non ha favori da chiedere né da ripagare. Perciò dice e scrive quello che pensa, e con uno stile brillante e inconfondibile. Troppo spesso la critica parruccona e intrallazzata vorrebbe farci digerire presunti capolavori di geni dichiarati tali, a tavolino, da ristrette cupole di addetti ai lavori. Quelli si compiacciono di essere creduti e riveriti e Bertarelli non ha paura di gridare, con l'arma dello sberleffo intelligente, che spesso il Re è nudo, o perlomeno in mutande.

        Leggi di più Riduci
    • Paolo Bianchi
      Libri
      Salani
      2006
      Scrivi una recensione
      • 21/11/2006 11:42:48
      • Sullo sfondo di una fra le più ricche e moderne città italiane, Milano, Paolo Bianchi fotografa i sogni di una generazione attraverso il racconto delle vicissitudini di tre protagonisti: Andrea, Simone ed Eugenia. Una generazione confusa, quella dei trent'enni, senza tanti punti di riferimento trenne forse i sogni. Sogni fra l'illusorio ed il materiale. Sogni che aiutano a vivere...sin tanto almeno che non vengono esauditi. Un romanzo che aiuta a riflettere tanto le vecchie generazioni (che forse dei punti fermi nella vita li hanno avuti) che le nuove (che punti fermi non li hanno e che magari cercno con raro successo in illusioni che passano come un treno in continua corsa), in un mutare di personalissimi scenari di vita vissuta. Giudizio: ***

        Leggi di più Riduci
    • Paolo Bianchi
      Libri
      Salani
      2006
      Scrivi una recensione
      • 04/05/2006 14:16:00
      • Il libro è avvincente, un po' bizzarro in certi dialoghi, però mi è piaciuto molto. Mariangela (si chiama in realtà Eugenia, attenzione!) è un personaggio inquietante e perverso, ma alla fine... non ve lo dico, non voglio rovinarvi il piacere della lettura.

        Leggi di più Riduci
  • 1
Recensioni 1 - 9 di 9 recensioni presenti.