Categorie
Tutte le recensioni di Sabina Barbi | Totali: 9 | Media:
    • Michele Facci Serena Valorzi Mauro Berti
      Libri
      Erickson
      2013
      Scrivi una recensione
      • 13/01/2013 08.40.58
      • Lo ritengo un libro sia per genitori/educatori esperti che inesperti, gli esperti vi troveranno delle conferme e perché no anche delle novitá, gli inesperti impareranno a capirne un po' di piú, e alla fine esso diventerá condivisione. Quando un libro riesce a condividere ed inoltrare delle informazioni note e meno note ad una vasta schiera di utenti lo si puó senza dubbio definire un buon libro. Si parla di nuove tecnologie e viene presentato in formato cartaceo, manca ebook, all'inizio pensavo fosse una mancanza quasi imperdonabile :) visto l'argomento, poi man mano, entrando e leggendo, penso sia stata una scelta corretta ma soprattutto saggia, e anche un buon aggancio verso gli utenti non molto esperti. Inoltre penso che leggere questo libro da un tablet o avendolo fisicamente in mano cambia, e molto. É come se gli autori avessero voluto evitare una dipendenza nelle dipendenze. Che abbiano voluto ricreare quel modo di apprendere che noi adulti di oggi abbiamo imparato quando quella che oggi é definita la generazione cloud non era lontanamente pensabile. Che dire bravi! Sono rimasta colpita da alcune storie narrate, particolarmente da una e dalla mancanza che questa persona aveva della nonna perché le era venuta a mancare in un periodo per lei non facile. Mi sono chiesta a chi degli autori mancasse la nonna, anche se penso possa mancare a molti, me compresa, e quindi capisco perché quella storia mi abbia profondamente toccata.

        Leggi di più Riduci
      • 26/11/2012 20.47.19
      • Con questo dialogo l'Autore fa comprendere quanto grande sia la responsabilità di un psicoterapeuta, e quanta cura va usata per mantenere la relazione tra terapeuta e paziente. Inoltre fa capire con delle metafore quanto sia importante la stabilità che deve mantenere il terapeuta al fine che la relazione terapeutica rimanga funzionale al caso specifico. Complimenti per l'originalità del dialogo.

        Leggi di più Riduci
    • Luciana Littizzetto
      Libri
      Mondadori
      2012
      Scrivi una recensione
      • 26/11/2012 20.33.31
      • Da precisare che mi piace l'ironia e l'intelligenza di Luciana Littizzetto, ma per me in questo libro é diventata banale, mi ha deluso, mi aspettavo qualcosina in più. Forse perché mi era già conosciuto. Non c'é niente di più rispetto ai monologhi che tiene a Che Tempo che fa di domenica sera, e rispetto all'uscita di venerdí sul quotidiano la stampa della sua rubrica il pensiero debole. Sembra un copia incolla di entrambi. Mi spiace ma stavolta proprio non mi piace.

        Leggi di più Riduci
    • Maurizio Stupiggia
      Libri
      la meridiana
      2007
      Scrivi una recensione
      • 15/04/2012 18.33.40
      • Quando si dice di un libro che si potrebbe leggerlo tutto d'un fiato, talmente coinvolge. Però non é possibile. É talmente forte, schietto, per certi versi drammatico, quello che si legge che non si riesce a rimanere impassibili. Ne tantomeno a farselo scivolare addosso. Men che meno se conosci chi può esserci passato! Allora quello che si legge può in alcuni momenti divenire insopportabile! Questo libro può diventare una mano che ti viene allungata, tu la afferri, la stringi ed essa ti "riscalda" l'anima. Complimenti all'autore!

        Leggi di più Riduci
    • Luciana Littizzetto Franca Valeri
      Libri
      Einaudi
      2011
      Scrivi una recensione
      • 11/01/2012 14.20.15
      • Un'accoppiata particolare ma non troppo e sicuramente vincente! Due vite, di due donne intelligenti che hanno saputo viverla e la vivono la vita, e ce lo comunicano, a loro modo, con la loro ironia di comiche. Due donne con un background per certi versi dissimile, mi riferisco alle famiglie borghese e popolare, ma al contempo unite da una passione, il voler sapere il voler scoprire, ognuna a modo suo. Sto pensando, se la Littizzetto fosse nata nel '20 e la Valeri nel '64, cambiava qualcosa. Io dico di no! Brave!

        Leggi di più Riduci
    • Sara
      Libri
      TEA
      2010
      Scrivi una recensione
      • 11/01/2012 11.30.04
      • Mi ha colpita la poca empatia che le due lettrici, vedesi recensioni, hanno provato dopo aver letto il libro. Io sono laureata in economia, onde per cui dovrei avere una "testa" prevalentemente economica, ma non riesco a vedere questo libro come un operazione di marketing o pensare che la protagonista sia stata un ingenua. Questo libro mi ha toccato emotivamente, ho voluto lasciarmi coinvolgere. Piuttosto che dare della ingenua alla ragazza, chiediamoci perché non ha "sentito" nessuno vicino a lei, del quale potersi fidare, per rompere quel vortice nel quale é entrata. Come é cresciuta se non ha trovato una via di fuga nei genitori o in un amica. Perché non é riuscita a fidarsi di quelle persone che l'hanno cresciuta. Io la risposta me la sono data, provate a far camminare una macchina a tre ruote e vedete quanta strada fate. Io la ringrazio per aver avuto il coraggio di scrivere la nuda e cruda verità, sono convinta che tanti non avrebbero trovato il coraggio di farlo. Questo suo scrivere in fondo per lei é stato terapeutico, per prendere distanza dal suo vissuto, ed iniziare a vivere quella vita che per troppo tempo ha rifiutato e che ingiustamente le é stata tolta. Brava Sara!

        Leggi di più Riduci
    • Noam Shpancer
      Libri
      Ponte alle Grazie
      2010
      Scrivi una recensione
      • 27/12/2011 13.59.25
      • Bello! Da leggere! Stupenda la parte delle lezioni universitarie, incontri fatti di empatia ma non di coinvolgimento emotivo, e' questa la psicoterapia. Il non dare soluzioni, ma spronare a farsi delle domande, ma non per questo a rimanerne ancorati. Il lottare per non mollare mai, per non darsi per vinti, ma fondalmentalmente, il vivere la vita!

        Leggi di più Riduci
  • 1
Recensioni 1 - 9 di 9 recensioni presenti.