Categorie
Tutte le recensioni di Leo | Totali: 11 | Media:
    • Silvia Avallone
      Libri
      Rizzoli
      2010
      Scrivi una recensione
      • 22/06/2010 19.53.46
      • Un altro parto della logica perversa del marketing. Un libro mediocre, di una che sa sicuramente mettere insieme le frasi e i periodi, ma che comunica zero e racconta meno di zero. Il tipico compiacimento per lo stile freddo e senza vita, banalità a raffica in una storia già vista e già sentita cui la cocaina e il disagio diventano i protagonisti ormai indispensabili. Dopo venti pagine ero incuriosito, dopo quaranta sospettoso, dopo ottanta ho incominciato ad annoiarmi, passate le cento pagine ho smesso. Fa parte della carta dei diritti del lettore. Un libro mediocre si può lasciare a metà. BOCCIATA.

        Leggi di più Riduci
    • Paolo Sorrentino
      Libri
      Feltrinelli
      2010
      Scrivi una recensione
      • 22/06/2010 13.29.42
      • Cosa posso dire, se non manifestare la mia grande, profonda delusione? Il romanzo ha alcuni passaggi divertenti ma risulta veramente noiosissimo, soporifero, in buona parte delle trecento pagine di sviluppo. Sono d'accordo con chi dice che un editing decente lo avrebbe salvaguardato da quella che, ai miei occhi e non solo ai miei, è una figura non dignitosa. Io non lo so se Sorrentino sa scrivere - in alcuni passaggi ci sono spunti che farebbero pensare questo - ma credo che non abbia avuto per questo libro la stessa cura che ha per i suoi film, per i quali è attento ai particolari e ai dettagli. Questo romanzo è invece, o sembra, frutto di improvvisazione commerciale. Veramente una grande delusione.

        Leggi di più Riduci
    • Francesco Carofiglio
      Libri
      Marsilio
      2009
      Scrivi una recensione
      • 01/10/2009 08.58.02
      • Mi chiamo Leo e ho trentasette anni. Mi sono avvicinato a questo libro perché mi aveva colpito la copertina e quegli occhi gialli di un ragazzo (ragazza?) che guardavano fisso. Ho persino provato una punta di disagio a ricambiare lo sguardo... Sono capitato su una frase: "Chi era suo padre? Quante volte lo aveva visto in vita sua? Era uno sconosciuto, di cosa avrebbero potuto parlare. Non avevano niente da dirsi." E il mio disagio è cresciuto perchè era una frase che apparteneva al mio passato, allora ho comprato il libro e sono tornato a casa. Dico con commozione che questa lettura è stata una specie di rivelazione, la bellissima storia che questo autore racconta con grandissima capacità espressiva si è impadronita di me e mi ha riportato a sentimenti difficili che avevo messo da parte negli anni, forse facendomi vedere alcune cose sotto un'altra ottica e magari dandomi l'impulso per ripensare a certi errori. Probabilmente le affinità elettive mi rendono difficile un giudizio obiettivo ma io ho trovato questo romanzo un vero, piccolo capolavoro e lo consiglio caldamente a tutti quelli che cercano nella lettura oltre che il giusto divertimento anche l'occasione per riflettere e cercare. Grazie.

        Leggi di più Riduci
    • Tiziano Scarpa
      Libri
      Einaudi
      2008
      Scrivi una recensione
      • 25/08/2009 22.04.00
      • Che delusione!! Un romanzo senza spinte emeotive e con una scrittura approssimativa. Costruito in laboratorio. Certo che se il premio Strega è andato a questo romanzo siamo messi molto male.

        Leggi di più Riduci
    • Paola Barbato
      Libri
      Rizzoli
      2008
      Scrivi una recensione
      • 31/07/2009 10.56.24
      • Mi occupo di fumetti, scrivo e faccio recensioni per un sito di comics. Quindi ho letto, per via della sua attività di autrice di dylan, il libro della Barbato. Purtroppo sono rimasto molto deluso! Il lavoro è mediocre, mi dispiace molto, non me l'aspettavo. Tra l'altro abbiamo amici in comune e sono stato molto a disagio a dover comunicare questa cosa. Approfitto però di questo spazio per dare un piccolo consiglio, se posso, senza voler fare il professorino. Credo che per il futuro converrà riflettere molto sulla tessitura della trama e sulla credibilità dei personaggi. Ci sono troppe crepe dentro questa storia. Un romanzo è una cosa diversa da una sceneggiatura per un fumetto. Mi dispiace, ma devo bocciarlo. Lillocomics

        Leggi di più Riduci
    • Gaetano Cappelli
      Libri
      Marsilio
      2009
      Scrivi una recensione
      • 12/07/2009 10.50.41
      • Vola basso decisamente in questo libro Cappelli. Sembra che adesso li scriva in serie, temo che l'ispirazione sia finita. Veramente banale.

        Leggi di più Riduci
  • 1
Recensioni 1 - 11 di 11 recensioni presenti.