Tutte le recensioni di Giorgia | Totali: 125 | Media:

    • Melanie Raabe
      Libri
      Corbaccio
      2017
      Scrivi una recensione
      • 11/12/2017 15:55:35
      • Un buon thriller, l'autrice mi piace molto: avevo già letto il suo precedente. Sa elaborare storie nuove ed ha una scrittura particolare, un pò ossessiva, ma coinvolgente. Tuttavia, mi ha tolto un po' di entusiasmo sul finale, mi è sembrato che la narrazione si spegnesse anzichè accelerare. Comunque, una lettura piacevole.

        Leggi di più Riduci
    • Gilly MacMillan
      Libri
      Newton Compton
      2017
      Scrivi una recensione
      • 27/11/2017 17:20:50
      • Bello. Come anche gli altri lavori dell'autrice sono un pò lenti a partire, ma poi coinvolgono e intrigano. Mi piace molto questa tecnica di narrazione che sviluppa il racconto attraverso i diversi punti di vista dei protagonisti.

        Leggi di più Riduci
    • Renato Zatti Hanna E. Lindberg
      Ebook
      Longanesi
      Scrivi una recensione
      • 09/11/2017 16:43:03
      • Lettura piacevole. Ho apprezzato di più il contesto- la meravigliosa Stoccolma- che il corpo del romanzo: trama e personaggi nulla di che, ma nell'insieme si legge abbastanza bene.

        Leggi di più Riduci
    • Diego De Silva
      Libri
      Einaudi
      2017
      Scrivi una recensione
      • 07/09/2017 15:12:09
      • Adoro De Silva: non mi delude mai. Malinconico lo adoro e le sue tribolate vicende mi fanno sempre sorridere. La sua scrittura è sempre raffinata e pungente. Sempre sempre bravo

        Leggi di più Riduci
    • Paola Barbato
      Libri
      Piemme
      2017
      Scrivi una recensione
      • 25/07/2017 15:04:05
      • La Barbato mi è sempre piaciuta molto, acquisto i suoi libri senza nemmeno leggere la trama e così è stato soprattutto questa volta visto che non pubblicava da tempo. L'autrice scrive divinamente, usa delle espressioni che incantano; la trama è davvero originale: l'idea di "rapire" i bambini infelici per far aprire gli occhi ai genitori che li danno per scontati è dolcissima. Ma, ad un certo punto, tutta la vicenda diventa troppo inverosimile, si complica e lascia l'impressione che la Barbato abbia messo delle pezze perchè la storia non la convinceva abbastanza. Comunque, un buon libro: avrei preferito un finale più sciolto, ma è stata una bella lettura.

        Leggi di più Riduci
    • Divier Nelli
      Libri
      Guanda
      2017
      Scrivi una recensione
      • 07/07/2017 15:59:32
      • Divieri Nelli ormai, già dal primo tra i suoi libri che ho letto, ossia Coma, è entrato in quella categoria di autori che compro senza nemmeno leggerne la trama. A mio parere Nelli è uno scrittore completo: lo stile è asciutto ma molto espressivo. Non si dilunga troppo nelle descrizioni come troppi suoi colleghi che ottengono l'unico effetto di tediare il lettore. Le ambientazioni sono sempre affascinanti e suggestive, come il casale isolato di Coma o la splendida Viareggio con il suo carnevale di Falso Binario. Mentre leggi sei in quel casale lontano dal mondo, sei nella camera di Aurora de Il giorno degli orchi, osservi la ferrovia della stazione vecchia di Falso Binario: il libro ti porta inevitabilmente con sè. Ma il dato che in quest'autore fa la differenza è lo sviluppo della tensione che sa dosare magicamente in un sapiente crescendo fino alla svolta finale che sbalordisce sempre. Ne Il giorno degli orchi percepiamo e viviamo la paura di Aurora, diventiamo anche noi le vittime di uno stalker, vorremmo tenerla a casa da scuola, non farla più uscire di sera e proteggerla: molto coinvolgente. Consigliatissimo, questo e tutti gli altri.

        Leggi di più Riduci
    • J. P. Delaney
      Libri
      Mondadori
      2017
      Scrivi una recensione
      • 19/06/2017 14:35:59
      • Bello bello bello! Finalmente un libro gustoso, diverso dal solito e con una trama nevrotica, ma coinvolgente. La figura del protagonista- l'architetto- è straordinaria: bel lavoro. Per gli amanti del thriller psicologico.

        Leggi di più Riduci
    • Daniel Sánchez Arévalo
      Libri
      Nord
      2017
      Scrivi una recensione
      • 26/05/2017 07:36:01
      • Nulla di che. Confermo le altre recensioni: inconsistente, prolisso, senza colpo di scena finale. Molto bella l'ambientazione dell'isola, ma abbastanza inverosimile. Inoltre, scrittura piuttosto scarna e ripetitiva: in certi punti ammorba il lettore con lunghi e inutili elenchi.

        Leggi di più Riduci
    • Louise Doughty
      Libri
      Bollati Boringhieri
      2014
      Scrivi una recensione
      • 13/01/2017 16:53:11
      • Un legal thriller che non è solo un legal thriller, una storia d'amore che non è solo una storia d'amore, un racconto giallo che non è solo un racconto giallo e tutto sapientemente dosato e arricchito da una scrittura elegante e penetrante. I due protagonisti sono eccelsi e l'immedesimazione con la protagonista è violenta. Gran libro. Grande scrittrice.

        Leggi di più Riduci
    • Lars Kepler
      Libri
      Longanesi
      2016
      Scrivi una recensione
      • 13/01/2017 16:34:23
      • Personalmente credo che un thriller funzioni alla perfezione quando riesce ad ingenerare la paura nella quotidianità. Sono tutti bravi a descrivere orrori nelle situazioni più cinematografiche, ma insinuare la paura sottopelle, farti dubitare di quel piccolo rumore che normalmente non ti avrebbe preoccupato ecco, questa è un'altra faccenda. E i nostri due beniamini ci riescono sempre, alla perfezione. E questa volta , in un primo momento costruiscono tutta un'impalcatura da colossal americano, ma solo per poter entrare indisturbati nelle nostre case e farcela sentire quella paura.

        Leggi di più Riduci
    • Joël Dicker
      Libri
      La nave di Teseo
      2016
      Scrivi una recensione
      • 25/10/2016 15:50:14
      • Dicker ci ripropone il personaggio che abbiamo tanto amato ne LA VERITA' SUL CASO HARRY QUEBERT, Marcus Goldman e, a quanto pare, da dire a riguardo aveva ancora molto. In molte recensioni si precisa che il nuovo capolavoro dell'autore non sia un giallo, bensì un romanzo: perché? La mancanza del fattore-assassino non pregiudica affatto l'inquadramento di un libro come giallo, soprattutto quando sono presenti tutta una serie di caratteristiche che lo rendono indiscutibilmente tale: una rapida successione di scene avventurose, delle vittime, delle armi, un movente, un enigma, un'indagine, dei colpevoli e una soluzione. Che poi l'indagine venga sviluppata da un civile piuttosto che da un investigatore fa la differenza? Ma in fondo cambia qualcosa inquadrarlo in un certo genere letterario se poi un libro ti magnetizza come questo? A mio avviso no. E questo secondo capolavoro di Dicker è ancora più ipnotico del primo: il vantaggio che ha l'autore è l'affezione al protagonista, già amato una prima volta. Quasi 600 frenetiche pagine dal ritmo vorticoso, un ritmo scandito da armoniosi flashback in tre diverse fasce temporali , uno stile eccezionale, dei personaggi emozionanti e vivaci, e una trama sviluppata al solo scopo di spiegare al lettore cosa sia successo il giorno della Tragedia. Un libro che mi ha stregata per una settimana facendomi pensare alle vicende del trio anche senza avere il libro fra le mani, che non mi ha fatto assolutamente accorgere di aver divorato 600 pagine e che, quando lo finisci, ti fa già sperare che Dicker stia lavorando al successivo.

        Leggi di più Riduci
    • Beth Miller
      Libri
      Newton Compton
      2016
      Scrivi una recensione
      • 29/09/2016 17:26:15
      • Un thriller coinvolgente per molti motivi. La protagonista, Minette, è fantastica: sembra davvero reale. Una donna con le più comuni fragilità, una neo-mamma alle prese con la prima esperienza della maternità e con il desiderio di creare dei legami d'amicizia. Il libro è scritto in prima persona, ma a tre voci: Minette, la misteriosa vicina di casa e il bambino di quest'ultima.Per cui il racconto avanza narrato da tre punti di vista diversi. La trama è incalzante, la suspence è dosata alla perfezione e il finale è adeguato: non è affrettato, non si dilunga e non è inverosimile. Per me un ottimo giallo. Consigliatissimo. Peccato averlo già finito.

        Leggi di più Riduci
    • Jean Hanff Korelitz
      Libri
      Piemme
      2016
      Scrivi una recensione
      • 27/09/2016 17:26:02
      • Anche i libri sembra seguano una sorta di "moda", probabilmente ispirata dal momento socio-politico-economico che attraversiamo. Negli ultimi due anni ho letto molte storie sulla tematica dello "sconosciuto accanto a noi": famiglie apparentemente normali che, in realtà, nascondono tremendi segreti tra le mura domestiche. In questo thriller, poi, la marcia in più è data dalla figura della protagonista, una psicologa che si occupa proprio di relazioni famigliari dispensando consigli su come far funzionare la coppia e si ritrova improvvisamente con uno sconosciuto al suo fianco dopo anni di matrimonio. E' un libro che prima ti rassicura, ti descrive una pacifica atmosfera di famiglia perfetta e poi ti destabilizza creando dubbi ovunque e incollandoti alla storia fino all'ultima pagina.

        Leggi di più Riduci
    • Melanie Raabe
      Libri
      Corbaccio
      2015
      Scrivi una recensione
      • 23/09/2016 15:07:40
      • Bel libro e trama originale: l'idea della stesura di un libro sviluppato durante il romanzo e il personaggio della scrittrice un pò fuori di testa che vive isolata dal mondo in una villa ai margini del bosco mi sono molto piaciuti. La stile è da migliorare, ma nel complesso è stata una bella scoperta.

        Leggi di più Riduci
    • Graeme Cameron
      Libri
      HarperCollins Italia
      2016
      Scrivi una recensione
      • 09/09/2016 17:49:34
      • Gli esordi mi danno sempre grande soddisfazione e questo non è da meno. Un thriller pungente, ma non cupo. Divertente, ma non ridicolo. Sagace, con personaggi strutturati alla perfezione, specialmente grazie al trucchetto stilistico di non dare troppe informazioni sul protagonista. E, come previsto, la fantasia prende il via.

        Leggi di più Riduci
    • Claire Douglas
      Libri
      Nord
      2016
      Scrivi una recensione
      • 03/08/2016 09:19:26
      • Una piacevole lettura estiva, senza grosse pretese. La storia non è male, non mi ha molto convinta lo stile (un pò troppo lugubre, troppo concentrato su temi che avrei ridimensionato e troppo poco su altri che avrei maggiormente sviluppato- come il punto di vista di alcuni personaggi). L'atmosfera rimane troppo cupa per tutto il libro: aleggia, lungo tutto l'arco temporale della storia, la tragedia della sorella morta mantenendo sempre tristi i toni. Qualche sbalzo sarebbe stato più stimolante. Comunque, non male, anche se ho letto decisamente di meglio.

        Leggi di più Riduci
Recensioni 1 - 20 di 125 recensioni presenti.