Tutte le recensioni di Dottor D. | Totali: 47 | Media:

    • Niccolò Ammaniti
      Libri
      Einaudi
      2009
      Scrivi una recensione
      • 17/11/2009 16:20:09
      • Torna l'Ammaniti delle origini, quello rozzo e casinista di "Branchie" e "L'ultimo Capodanno." Solo che "Branchie" e "L'ultimo Capodanno" erano operine brevi: stavolta 300 e passa pagine di cazzeggio casuale rischiano di essere troppe. E da uno scrittore maturo, con tanto di premio Strega sul comodino, sarebbe lecito aspettarsi qualcosa di un po' più strutturato.

        Leggi di più Riduci
    • Paola Barbato
      Libri
      Rizzoli
      2008
      Scrivi una recensione
      • 01/09/2009 12:21:35
      • L'idea di partenza è forte; il finale a sorpresa è veramente a sorpresa; quello che c'è in mezzo, tutto sommato, si legge senza noia. Però la prosa è sul confine del dilettantismo, e almeno cento pagine si potevano tagliare senza danni, anzi. La Barbato è molto meglio quando sceneggia Dylan Dog.

        Leggi di più Riduci
    • Giorgio Faletti
      Libri
      Dalai Editore
      2006
      Scrivi una recensione
      • 27/11/2006 16:24:55
      • Faletti, come al solito, cerca ossessivamente lo stile aulico, ma riesce solo a suonare falso e fangoso. Stavolta, poi, non può contare neanche su una storia forte: il plot arranca per centinaia di pagine, tra lungaggini inutili e dialoghi da soap opera, prima di acquisire un minimo di interesse. Molti, chissà perché, si sono scandalizzati per il ricorso all'elemento paranormale; a me sembra ben più grave che, su decine di personaggi, l'unico vagamente memorabile sia il cane del protagonista. Il primo romanzo di Faletti, malgrado le numerose pecche, era un buon thriller; il secondo era ridicolo, ma almeno si leggeva senza noia; col terzo, Faletti ufficializza la sua condizione di bluff.

        Leggi di più Riduci
    • Niccolò Ammaniti
      Libri
      RAI-ERI
      1997
      Scrivi una recensione
      • 29/10/2006 18:51:28
      • Se anche il sole fa schifo, figuratevi questo pseudoromanzetto in forma di dialogo, probabilmente scritto in mezza giornata. Si vede che Ammaniti aveva un mutuo da pagare.

        Leggi di più Riduci
    • Stephen King
      Libri
      Sperling & Kupfer
      2006
      Scrivi una recensione
      • 29/08/2006 01:34:33
      • Sarà che ho letto pochi romanzi di Stephen King, e quindi non posso fare molti paragoni col passato, ma a me non è parso un romanzo pessimo come dicono molti. Certo, non è originalissimo e a volte la suspance è un po' meccanica, ma resta comunque appassionante e scritto meglio del 99% dei bestseller americani.

        Leggi di più Riduci
    • Giorgio Faletti
      Libri
      Dalai Editore
      2005
      Scrivi una recensione
      • 14/05/2006 03:26:48
      • Anche se la sua prosa zoppica, e molto, Faletti dimostra di avere un certo talento nell'inchiodare il lettore alla pagina. Né meglio né peggio, comunque, rispetto a molti bestseller americani.

        Leggi di più Riduci
    • Aldo Nove
      Libri
      Einaudi
      2006
      Scrivi una recensione
      • 28/04/2006 16:02:50
      • Sorge spontaneo chiedersi se i casi presentati come rappresentativi non siano, in realtà, estremi e molto specifici; il sospetto è rafforzato dall'assenza di un supporto statistico. Interessante, comunque, il tentativo di inquadrare la crisi del mondo lavorativo in una crisi dei valori più generale. Consiglio la lettura di questo libro, non foss'altro che come stimolo alla riflessione critica, pur nella speranza che Nove torni presto al suo ruolo naturale, quello di poeta e narratore.

        Leggi di più Riduci
    • Valerio Evangelisti
      Libri
      Mondadori
      2005
      Scrivi una recensione
      • 24/04/2006 14:20:38
      • Eymerich è sempre un antieroe affascinante; inoltre ci sono un paio di belle trovate, uno splendido finale crudele e, rispetto al primo romanzo, più cura nel definire i personaggi. Però l'intreccio, inutilmente complicato, mina spesso l'attenzione del lettore, e stavolta la mescolanza di piani temporali suona pretestuosa, col risultato che metà libro sembra un'appendice di lusso dell'altra metà. Comunque, come lettura d'intrattenimento, resta ancora tra le cose meno brutte sul mercato.

        Leggi di più Riduci
    • Valerio Evangelisti
      Libri
      Mondadori
      2004
      Scrivi una recensione
      • 30/03/2006 14:00:57
      • Personaggi legnosi, dialoghi dilettanteschi, stile inesistente: Evangelisti non è il grande scrittore che dicono i suoi fan. Però è molto più colto, intelligente e fantasioso della media degli autori d'intrattenimento; piuttosto che Dan Brown e Faletti, meglio lui.

        Leggi di più Riduci
Recensioni 1 - 20 di 47 recensioni presenti.