Tutte le recensioni di Claudio | Totali: 1412 | Media:

    • Francesco Recami
      Libri
      Sellerio Editore Palermo
      2018
      Scrivi una recensione
      • 16/05/2018 07:00:26
      • Mi dispiace, ma questo libro mi conferma che Recami, dopo la felice stagione del Consonni e dei suoi vicini di Ringhiera, non è più quello. Già il precedente "Commedia nera n. 1" mi era parso deludente, ma questo lo supera alla grande. Per fortuna che qualche volta riesce a strapparci una risatina. Ma la vicenda dell'anziano portato dai nipoti in questa casa che più di riposo è solo di addio assistito e pagato profumatamente e dei suoi disperati tentativi di sfuggire da quel posto mi sembra tirata per i capelli. Poi, per finire, non ho capito niente dell'epilogo finale.

        Leggi di più Riduci
    • Pamela Lyndon Travers
      Libri
      BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
      2014
      Scrivi una recensione
      • 11/05/2018 07:10:50
      • Conosciutissima per il film della Disney, Mary Poppins nel libro è molto, molto diversa. Come diversa è la trama. Là c'è una famiglia un po' svitata, una madre suffragetta, un padre alto funzionario di una banca di cui ci vengono presentati anche i consiglieri d'amministrazione. Poi l'amico di Mary Poppins che canta, disegna e fa lo spazzacamino. Qui padre e madre quasi non si vedono, Berto, l'amico di Mary Poppins, disegna e loro due soli entrano nel disegno. I consiglieri della banca non sono nemmeno menzionati, mentre abbiamo tutta una serie di scenette con protagonisti i bambini e Mary Poppins. Fra l'altro, oltre ai due marmocchi, qui abbiamo anche due gemellini di quasi un anno. Poi ci sono personaggi che a definir strani è il minimo: la venditrice di pan pepato che ricorda personaggi storici con cui ha conversato, la signora che abita nella villa a fianco in via dei Ciliegi e che ha un cane che parla con Mary Poppins, gli animali del circo in una notte di luna piena. Infine lo zio di Mary Poppins che una volta l'anno dalle risate si alza in volo nella stanza: questa, mi pare, è l'unica scena che viene riportata anche nel film.

        Leggi di più Riduci
    • Laurie Lee
      Libri
      Adelphi
      2018
      Scrivi una recensione
      • 10/05/2018 06:23:45
      • L'Autore partecipò per qualche mese alla guerra civile spagnola, anche se in realtà non sparò mai un colpo di fucile. Freddo, fame, desolazione lo accompagnarono in quel periodo, in cui fu anche un paio di volte sul punto di essere fucilato perché sospettato di essere una spia fascista. Interessante la descrizione di personaggi di contorno, sia spagnoli, sia provenienti da tutto il mondo.

        Leggi di più Riduci
    • Pier Antonio Quarantotti Gambini
      Libri
      Mondadori
      2018
      Scrivi una recensione
      • 05/05/2018 11:30:53
      • Diario di poco più di un mese, dalla fine di aprile a quasi alla fine di maggio 1945. L'Autore è un trentacinquenne figlio e nipote di intellettuali istriani di lingua e tradizioni italiane. Mentre l'Italia è finalmente liberata dagli Alleati, a Trieste entrano dapprima le truppe neozelandesi, ma queste non si muovono verso l'Istria e anzi aspettano l'entrata in città (oltre a tutta l'Istria) delle truppe jugoslave, appoggiate dai comunisti locali. Iniziano subito omicidi, violenze, danneggiamenti, fino ad arrivare alle foibe. In questo mese il morale dei triestini passa dal nero più nero constatando la debolezza occidentale contro la forza bruta degli slavi al roseo quando sembra che finalmente i due marescialli (Tito e Alexander) si siano messi d'accordo. Il diario finisce con la fuga dell'Autore per evitare la deportazione in Jugoslavia.

        Leggi di più Riduci
    • Enzo Bianchi
      Libri
      Il Mulino
      2018
      Scrivi una recensione
      • 27/04/2018 07:08:04
      • Ogni tanto Enzo Bianchi ci dà parte della sua saggezza: a volte ascoltandolo a Bose o in altri eventi, a volte con i suoi libri. In quest'ultimo suo lavoro alterna "momenti biblici" ad aneddoti della sua vita. Ci racconta delle sue difficoltà di uomo anziano, anche se ormai il termine anziano si sposta sempre più in là. Ci parla del dramma della solitudine, della paura della morte accompagnate da ricordi di gioventù quando i vecchi vivevano senz'altro in altro modo.

        Leggi di più Riduci
    • Matteo Righetto
      Libri
      TEA
      2017
      Scrivi una recensione
      • 18/04/2018 12:52:04
      • Carlo è down. Il padre, insegnante universitario, è morto da dieci anni. La mamma, maestra, originaria ladina vicino ad Arabba, ha ormai più di ottant'anni ed è da tempo ricoverata senza speranze all'ospedale di Padova. Qui la va a visitare ogni giorni Carlo e, ogni tanto, una ragazza venticinquenne, volontaria poresso le persone bisognose di assistenza. Nicola è vicino ormai agli ottant'anni; vive solo e si arrabatta con qualche lavoretto. Ultimamente, siamo ai giorni precedenti il Natale, impersona Babbo Natale davanti ad un supermercato tedesco, proprio di fronte alla casa di Carlo. Nicola perde il lavoro e Carlo vuol finalmente fare una sorpresa alla mamma. Partono sulla macchina di Nicola, una vecchia 124, per andare in "Lapponia". In realtà vicino a Monselice. Non ci arriveranno perché la neve scende troppo copiosa ma segnerà il grande rapporto tra iu due, come nel 1951 segnò la grande avventura della mamma di Carlo che doveva essere a Belluno alla prova del concorso da maestra.

        Leggi di più Riduci
    • Gabriel Chevallier
      Libri
      E/O
      2016
      Scrivi una recensione
      • 18/04/2018 06:22:26
      • Sembra di essere in un libro di Andrea Vitali spostato nel Beaujolais invece che sul lago di Como. Siamo suppergiù nello stesso periodo (qui il 1923): tanti sono i personaggi che danno vita ad uno spassoso racconto sulla piccolezza umana. Un sindaco (progressista?) ha l'ambizione di diventare senatore. Un suo progetto -costruire un vespasiano proprio di fianco alla chiesa- scatenerà l'ira dei clericali, fra i quali ci sta anche il povero curato, Ponosse, che starebbe volentieri fuori. E da lì, e da una serie infinita di bevute di vino, di corna delle due donne più belle del paese innamorate dello stesso personaggio, di incomprensioni, di entrate in campo della baronessa -figura più importante del paese- si giunge a una giornata tragica che avrà conseguenze per il futuro di tutti, a cui si accompagneranno un paio di giorni di grandinate e pioggia battente che renderanno la vendemmia del '23 come la peggiore di sempre.

        Leggi di più Riduci
    • Agatha Christie
      Libri
      Mondadori
      1985
      Scrivi una recensione
      • 06/04/2018 16:37:09
      • Una mattina nella biblioteca di una casa signorile nelle vicinanze di Londra viene scoperto il cadavere di una giovane donna, strangolata. La casa è di proprietà di un'amica di Miss Marple, ed è a questa che si rivolge perché riesca a trovare il colpevole. La morta lavorava da un mese in un importante albergo a pochi chilometri di distanza ed era entrata nella grazie di un facoltoso uomo d'affari, rimasto paralizzato dopo un incidente aereo, che la voleva adottare. Assieme all'uomo vivono la nuora e il genero, sposati con il figlio e la figlia scomparsi nell'incidente. Poco dopo viene scoperto un altro cadavere di giovane, in un'auto bruciata. Il caso è sempre più ingarbugliato fino al momento in cui viene arrestato con l'accusa di omicidio un giovane del posto. Ma Miss Marple non è di questa idea e, con uno stratagemma, riesce a far venire allo scoperto gli autori dei due omicidi.

        Leggi di più Riduci
    • Toni Capuozzo
      Libri
      Il Mulino
      2018
      Scrivi una recensione
      • 05/04/2018 19:59:45
      • L'autore, ex sessantottino mai pentito, forse un po' nostalgico del periodo, ci porta in tutti i luoghi che ricordano il '68. Fu un anno molto particolare, che dette inizio ad un periodo di lotte culminate nella guerra per bande delle Brigate Rosse e affini. Però molti di quei personaggi in prima linea in quei mesi poi si ritrovarono dalla parte opposta.

        Leggi di più Riduci
    • Gianfranco Caselli Guido Lo Forte
      Libri
      Laterza
      2018
      Scrivi una recensione
      • 22/03/2018 08:56:29
      • Andreotti fu assolto praticamente per insufficienza di prove dall'accusa rivoltagli; ma solo dal 1982, prima non è stato assolto, ma condannato, salvato solo dalla prescrizione. Ma su quell'assolto si sono buttati in tanti, a cominciare dall'avvocato Bongiorno che da quel processo ha iniziato la sua fama e la sua carriera, pur sapendo bene che il senatore si era salvato solo per la prescrizione. Ma molti altri, ad iniziare dai giornali berlusconiani, seguirono pedissequamente la tesi della Bon giorno, accusando i giudici di Palermo di aver fatto spendere tempo e denaro allo Stato, oltre a diffamare il nostro Paese. Il libro è la puntigliosa risposta dei due magistrati che più si impegnarono nella lotta alla mafia, dopo la morte tragica di Falcone, Borsellino e molti altri.

        Leggi di più Riduci
    • Mario Soldati
      Libri
      Bompiani
      2017
      Scrivi una recensione
      • 21/03/2018 06:31:13
      • Enzo Melchiorri è un uomo di terza età e senza lavoro che ha un passato, di poco richiamo magari ma del tutto dignitoso, come caratterista e attore. Fuori dal giro che "conta" ormai da anni, si trova nella disperata necessità di denaro, per far fronte ad una situazione famigliare assai difficile. Vive con la moglie e la domestica in una villa a Bordighera, ed i debiti di gioco della signora Licia Melchiorri sembrano essere la causa prima del tracollo finanziario dell'artista. Sulla sua strada, il Melchiorri incontra, o sarebbe meglio dire, reincontra, un amico, un collega che non vedeva da anni, al quale anni prima Enzo aveva prestato una grossa somma, senza chiedere nulla in cambio. Questo amico, voce narrante del romanzo, sarà coinvolto in maniera sostanziale nella storia, e ne contribuirà a determinare gli sviluppi. Da questo momento la trama de: "L'attore" si snoda tortuosa sotto continui mutamenti di scena e con l'inserimento graduale di personaggi inquietanti, tra cui il faccendiere Nicky Argenta, il quale ha tutto gli interesse a riallontanare i due vecchi compari, e persino la domestica Giovanna, il cui ruolo incrementerà insospettabilmente di spessore nel corso della narrazione. Nel frattempo si varca il confine e ci trova immersi nell'atmosfera affettata ed elitaria dei casinò della Cote D'Azur, per poi tornare in patria, nella Roma simbolo del boom economico, dove tra le classi più abbienti si celano storie di malvezzi assortiti. la vicenda si contornerà di risvolti anche tragici, guidando il lettore verso un finale che forse non ci si aspetterebbe, ma perfettamente in linea col cupo senso di fatalismo, di ineluttabilità che pervade l’opera intera.

        Leggi di più Riduci
    • Roberto Perotti
      Libri
      Feltrinelli
      2018
      Scrivi una recensione
      • 19/03/2018 12:52:25
      • Sarebbe ottimo, ma è difficile, troppi numeri, troppe possibilità. L'unico denominatore possibile è che le "promesse" della Lega e dei 5 Stelle sono favole: lo sono anche quelle di Pd e Leu (quest'ultima fa un po' ridere, oltre che piangere per la miseria cui è arrivata la leadership di quel pertito). Nonostante questo, nonostante tutte le bufale che ci hanno attanagliato durante la campagna elettorale, hanno vinto quei due personaggi che hanno promesso obbiettivi irraggiungibili. Chi vivrà, vedrà. Forse, Perotti non lo dice, sarebbe il caso di vendere tutti i titoli di stato in portafoglio ed emigrare in Portogallo: le tasse sono basse e il clima (anche politico) migliore del nostro.

        Leggi di più Riduci
    • Andrea Vitali
      Libri
      Garzanti Libri
      2018
      Scrivi una recensione
      • 12/03/2018 07:20:21
      • Già solo l'elenco di tutte le persone coinvolte in questo romanzo -elenco pubblicato i appendice-meriterebbe il massimo dei voti. C'è più del solito un'abbondanza di nomi che definir strani è poco. Il romanzo ruota invece attorno al maresciallo Maccadò, da poco sposo e da poco arrivato a Bellano. Deve dirimere come al solito faccende di poco conto ma che i pettegolezzi del paese dove tutti sanno tutto di tutti ingigantiscono fino ad arrivare sulla scrivania del comandante della locale stazione dei Regi carabinieri. In questo caso è una vecchia tabacchiera usata come porta pastiglie da una ragazza ventiquattrenne, figlia del vice direttore del Cotonificio, la principale azienda di Bellano. La tabacchiera testimonia un rapporto fra la sua proprietaria e la Doris Brilli, del titolo, che finirà in una maniera completamente diversa rispetto a quanto sognato dal vice direttore.

        Leggi di più Riduci
    • Monika Held
      Libri
      BEAT
      2016
      Scrivi una recensione
      • 10/03/2018 16:44:16
      • Ci vuole un gran coraggio a scrivere oggi della follia nazista. Ma Monika Held mi pare ci sia riuscita molto bene, tratteggiando la figura di un superstite, non ebreo, ma comunista, del campo di Auschwitz. Come quasi tutti i sopravvissuti, Heiner non riesce a spiegarsi di non essere morto anche lui come milioni di altri esseri umani e di aver accettato di vedere quanto di inumano correva nelle vene di gente che fuori dal lager era gente più o meno perbene. Ad eccezione dei Kapo, che spesso erano criminali liberati al solo scopo di massacrare i prigionieri, la maggior parte degli ufficiali e sottufficiali nazisti erano persone normali, molte laureate. Il romanzo segue Heiner dal momento dell'arresto a Vienna al momento (più di vent'anni dopo) in cui viene chiamato a testimoniare contro alcuni dei più efferati criminali del campo ancora vivi. E' tornato vivo, subito dopo si è sposato con la vecchia fidanzata da cui ha subito avuto una figlia, ma pochi anni dopo arriva il divorzio perché Heiner è continuamente attaccato dagli incubi di Auschwitz. Durante il processo conosce Lena, traduttrice, tedesco-polacca: i due si innamorano, si sposano e il romanzo li segue, in particolare la difficoltà di Lena nel seguire le difficoltà del marito a reinserirsi nella società. Sarà solo un lungo viaggio verso la Polonia per portare aiuti durante la stagione di Solidarnosc in cui Heiner incontrerà alcuni altri sopravvissuti che finalmente ritroverà un barlume di speranza nel futuro.

        Leggi di più Riduci
      • 07/03/2018 09:21:52
      • Siamo verso la fine della guerra, sulla linea Gotica. In vista di un assalto a due ville controllate da militari tedeschi, un gruppo eterogeneo di militari inglesi, disertori russi, austriaci, tedeschi e partigiani italiani, chiede l'intervento di un militare scozzese che suoni la cornamusa durante l'attacco. Così viene paracadutato in zona David , il suonatore matto. La battaglia provoca una sessantina di caduti fra morti e feriti nei tedeschi e tre militari inglesi. David e gli altri riescono a salvarsi. L'intervento della cornamusa ha fatto evitare la rappresaglia che ci sarebbe stata se i tedeschi non avessero saputo così dell'intervento inglese. Sono passati poi molti anni e di David non se ne era più saputo niente. Lui era ritornato in Scozia, aveva sposato la sua fidanzata Anna e aveva cominciato a lavorare in miniera, oltre a suonare continuamente la cornamusa. Ma gli incubi notturni seguiti a quella cruenta battaglia cui aveva partecipato lo avevano portato a bere sempre più. Fino a quando dall'Italia non sono riusciti a contattarlo e da allora anche la sua vita è finalmente cambiata in meglio. David è morto serenamente nel 2015, seguito l'anno successivo da sua moglie Anna, ma il ricordo della sua impresa è ancora molto ben impresso nelle colline modenesi.

        Leggi di più Riduci
      • 24/02/2018 19:15:13
      • Sono passati pochi mesi dalla strage di Piazza Fontana e Arcieri viene di nuovo coinvolto dai servizi segreti italiani per un'operazione che dovrebbe eliminare i "servizi deviati" italiani che, in accordo con quelli americani, stanno destabilizzando l'Italia. Aiutato da Daniele, vecchio camerata che sembrava ucciso nel precedente libro, e da un misterioso agente americano, Zero, si trova coinvolto anche perché da lontano lo sta seguendo la sua vecchia "fiamma", Elena Contini, ora in un servizio segreto straniero. Per qualche giorno vive segregato in una vecchia villa quasi diroccata, senza luce, gas e acqua, forse i provincia di Siena. Gli fanno compagnia, oltre a Daniele, la vecchia "spia" Nanette", Max, un abile cuoco e due ragazzi hippy che alla fine non saranno proprio hippy. E finalmente Arcieri, arriva alla fine della sua missione, anche se il risultato è completamente diverso da quello che sperava. Il suo vecchio collaboratore, un maggiore dei servizi, viene completamente esautorato e Arcieri riesce con fatica a tornare alla sua "Comune" a Firenze, dove troverà finalmente la sua fidanzata, tornata precipitosamente da Parigi, dove era stata allontanata da Arcieri in vista di questa missione. Come spesso avviene, c'è anche una piccola parte per il commissario Bordelli.

        Leggi di più Riduci
    • Elizabeth Ferrars
      Libri
      Polillo
      2014
      Scrivi una recensione
      • 22/02/2018 12:22:45
      • Un personaggio, che scopriremo poi molto fosco, invita una serie di "amici" in una sua casa in campagna; il giorno seguente tutti sono invitati ad andare a Nizza, nella villa della sua fidanzata, prossima moglie, per festeggiare assieme il prossimo matrimonio. Ma in realtà tutti gli invitati sono "nemici", hanno qualcosa che può far tremare il losco personaggio, per il suo passato. Tutti avrebbero un buon motivo per ucciderlo, ad eccezione di una ragazza, Sarah Wing che sarà coinvolta suo malgrado nelle trame assassine del suo ospite. In realtà l'unico ad essere ucciso è proprio lui: chi sarà stato? Solo il finale ce lo svelerà e sarà una sorpresa.

        Leggi di più Riduci
Recensioni 1 - 20 di 1412 recensioni presenti.