Tutte le recensioni di alberto | Totali: 7 | Media:

    • Dario Renzi
      Libri
      Prospettiva
      2005
      Scrivi una recensione
      • 19/03/2007 19:30:49
      • Mi pare che il generico solidarismo qui esposto, sia molto al di qua dei problemi presi in considerazione. Addirittura un Mario Tozzi, nei suoi programmi televisivi, va più in profondità. E non parlo del fatto che è più competente sul piano prettamente scientifico, perché questo può essere secondario. Ma lo stesso Tozzi individua una contraddizione di classe nelle morti causate dallo tsunami, che è un disastro naturale ma non solo. Bisognerebbe affrontare la divisione internazionale del lavoro ed il ruolo di quei paesi nel mercato mondiale. Ciò non nega una prospettiva umanista, ma la rende più concreta, mentre in questo libro ci pare campata in aria. Alberto

        Leggi di più Riduci
    • Stefano Garroni
      Libri
      Bulzoni
      2000
      Scrivi una recensione
      • 16/03/2007 19:37:46
      • Poche volte si è letto un autore così lucido. Per lui parlare di Hegel non è un mero esercizio dottrinario, ma un confronto costante con i problemi del '900. Ovvero, del secolo che ha comportato tante sofferenze e delusioni. Ma per Garroni non sarebbe razionale soffermarsi solo su quelle. Egli ci apre una via per riconsiderare il detto di Hegel secondo cui "il reale è razionale". Perché, qui ed ora, sono presenti le spinte e le forze della trasformazione sociale, che scavano nei percorsi della storia, anche attraverso le sofferenze da cui questa è solcata. alberto

        Leggi di più Riduci
      • 02/03/2007 13:22:01
      • Non ho dubbi: la pubblicazione di questo libro è uno degli eventi più importanti per la cultura cinematografica negli ultimi anni. Si raccolgono recensioni e saggi - legati ad una fase importante per il cinema - scritti da uno dei più grandi critici italiani. Ovvero, quel Callisto Cosulich che negli anni scorsi, purtroppo, aveva perso visibilità. Ciò perché scriveva su "Avvenimenti", che nella sua ultima fase vendeva poche copie (ora, tale settimanale è stato sostituito da "Left", che mi pare vada meglio). Quali sono i meriti di Cosulich? Diciamo che confrontandosi con un periodo d'oro della settima arte (e con opere come "Il tesoro della Sierra Madre", "Umberto D", "Cronaca di un amore" ecc.) egli svolge un'attività critica anticipatrice, che va oltre il suo tempo. Riesce a coniugare l'attenzione al "messaggio" con quella al dato stilistico, non scinde mai contenuto e forma. Ora, se dovessi riscontrare un neo nel libro, direi che forse nella postfazione Roy Menarini poteva fare di più. Poteva restituirci meglio il contesto in cui operò Cosulich, così da far risaltare meglio l'originalità delle sue recensioni. Ma questo mi sembra un problema minore, di fronte ad un lavoro di cura complessivamente ottimo e di fronte ad un libro che, per la cultura cinematografica italiana, rappresenta una tappa qualitativa. Alberto

        Leggi di più Riduci
    • Dino Risi
      Film
      Filmauro
      Scrivi una recensione
      • 08/09/2006 11:12:22
      • Direi che "Una vita difficile" ha un merito indubbio. E' uno dei pochi film della commedia all'italiana che ci propone, invece di un bozzetto (più o meno ben tratteggiato), un personaggio a tutto tondo. Quello di Silvio Magnozzi, decisamente una delle migliori interpretazioni di Alberto Sordi. Alberto

        Leggi di più Riduci
    • Steno
      Film
      Ripley's Home Video
      Scrivi una recensione
      • 29/08/2006 10:56:51
      • Nessuno può avere dubbi sul fatto che Totò sia stato un talento grandissimo. Ma recitando in un film come questo non ha fatto un grande favore a se stesso ed al suo pubblico. "Totò nella luna" è di un umorismo talmente greve che non riesce a strapparti nemmeno una risata. Alberto

        Leggi di più Riduci
  • 1
Recensioni 1 - 7 di 7 recensioni presenti.