Curatore: S. Blazina
Editore: Garzanti Libri
Collana: I grandi libri
Edizione: 8
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 luglio 2007
Pagine: LVII-149 p., Brossura
  • EAN: 9788811364306
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 4,86
Descrizione
Carlo, re dei Franchi, ha ripudiato Ermengarda, figlia di Desiderio, re dei Longobardi. Ermengarda torna dal padre e chiede di potersi chiudere in convento per trovare conforto nella preghiera. Un messo di Carlo intima a Desiderio di restituire le terre tolte al pontefice. Il re risponde sdegnosamente e la guerra è dichiarata. Alcuni duchi longobardi sono pronti a tradire. Nel campo dei Franchi giunge il diacono Martino a rivelare l'esistenza di un valico che permette a Carlo di prendere di sorpresa i Longobardi. Adelchi si difende strenuamente; intanto Ermengarda muore in convento a Brescia. Un traditore apre ai Franchi le porte di Pavia, ultimo rifugio dei Longobardi. Giunge, morente, Adelchi che ha deciso di combattere fino all'ultimo. Considerato uno degli esempi più alti del teatro romantico italiano, l'Adelchi mette in scena una ricostruzione storica minuziosa, ma anche una trasfigurazione spirituale nella ricerca della "verità" dell'uomo al di là della semplice concatenazione delle sue azioni. In appendice gli "Appunti" per la stesura di una terza tragedia - lo "Spartaco" poi abbandonata da Manzoni.

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Paolo Cordaro

    03/04/2008 17:17:17

    Tragedia manzoniana assolutamente affascinante. Forse troppo breve per coinvolgere totalmente, però alcuni valori (coraggio, eroismo, dolore familiare) messi più volte in risalto toccano nel profondo del cuore. Il picco è raggiunto dalle parole del coro, una sorta di oracolo che insegna al lettore tanti concetti vitali che ancor oggi appaiono attuali. Interpretato in tv da Gabriele Lavia, il film è introvabile su vhs, mentre non è stato messo in commercio nel formato dvd. A teatro, storiche le interpretazioni (eseguite in periodi differenti) di Carmelo Bene e Vittorio Gassman, entrambi nei panni del protagonista Adelchi.

Scrivi una recensione