L' aereo più pazzo del mondo (Blu-ray)

Airplane!

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Airplane!
Paese: Stati Uniti
Anno: 1980
Supporto: Blu-ray
Salvato in 13 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 12,70 €)

Ted odia gli aerei in seguito ai traumi subiti in Vietnam, ma quando vede la sua ragazza che lo lascia e sale come hostess su un aereo, la segue.
5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    giaguaro

    16/05/2020 16:25:52

    Divertentissimo e demenziale : un pilota di aereo in crisi per i traumi subiti in Vietnam segue la sua ex ragazza hostess su un volo ,A causa di cibo avariato stanno tutti male , tranne lui e la sua ex che le chiede di prendere il comando per far atterrare l'aereo ,ma nel frattempo succedono tantissime scenette esilaranti ,cose surreali ,come quando viene attivato il pilota automatico e appare un uomo gonfiabile ,oppure quando una signora presa dal panico si agita e una hostess tenta di calmarla e dietro di lei una lunghissima coda di gente che tenta di tranquillizzala nei modi più assurdi,anche se lei già dopo la hostess era calma.Bello da vedere per passare del tempo in allegria.

  • User Icon

    simonlebone

    12/05/2020 11:28:21

    film cult del genere demenziale, bluray ben riuscito , consigliato a tutti .

  • Produzione: Universal Pictures, 2019
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 86 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Francese (Dolby Digital 2.0);Spagnolo (Dolby Digital 2.0);Tedesco (Dolby Digital 2.0);Giapponese (Dolby Digital 2.0);Inglese (DTS HD 5.1)
  • AreaB
  • David Zucker Cover

    "Registi, sceneggiatori e produttori statunitensi. Avviano la loro carriera insieme a J. Abrahams, scrivendo Ridere per ridere (1977) di J. Landis, e poi dirigendo L'aereo più pazzo del mondo (1980), esilarante scimmiottatura dei film catastrofici che conferma l'efficacia di un cinema che unisce uno spiccato gusto per la comicità demenziale alla passione per la parodia di altri generi cinematografici. Il successo è confermato con lo spionistico Top Secret! (1984) e con Per favore ammazzatemi mia moglie (1986), entrambi diretti ancora insieme ad Abrahams. In seguito David continua a realizzare un cinema fortemente comico e carico di gag demenziali con Una pallottola spuntata (1988), Una pallottola spuntata 2 1/2 - L'odore della paura (1991), Scary Movie 3 (2003) e Scary Movie 4 (2006). Jerry... Approfondisci
  • Jerry Zucker Cover

    "Registi, sceneggiatori e produttori statunitensi. Avviano la loro carriera insieme a J. Abrahams, scrivendo Ridere per ridere (1977) di J. Landis, e poi dirigendo L'aereo più pazzo del mondo (1980), esilarante scimmiottatura dei film catastrofici che conferma l'efficacia di un cinema che unisce uno spiccato gusto per la comicità demenziale alla passione per la parodia di altri generi cinematografici. Il successo è confermato con lo spionistico Top Secret! (1984) e con Per favore ammazzatemi mia moglie (1986), entrambi diretti ancora insieme ad Abrahams. In seguito David continua a realizzare un cinema fortemente comico e carico di gag demenziali con Una pallottola spuntata (1988), Una pallottola spuntata 2 1/2 - L'odore della paura (1991), Scary Movie 3 (2003) e Scary Movie 4 (2006). Jerry... Approfondisci
  • Lloyd Bridges Cover

    Attore statunitense. Dopo una lunga esperienza teatrale, nel 1941 viene ingaggiato dalla Columbia come caratterista. Il fisico massiccio e i gesti violenti, in aperto contrasto con il volto incorniciato dai capelli biondi, lo rendono adatto a interpretare personaggi velati d'ambiguità in molti film d'avventura e in particolare nei western (fra gli altri: Odio, 1949, di M. Robson, dramma sul razzismo in cui è il soldato Finch, e Mezzogiorno di fuoco, 1952, di F. Zinnemann, in cui impersona l'aiutante dello sceriffo). Incluso nelle liste nere del maccartismo, negli anni '50 è costretto a diradare l'attività cinematografica e a dedicarsi alla televisione. Ritorna al cinema dalla metà degli anni '80, con ruoli di secondo piano in film dichiaratamente commerciali: è un bizzarro industriale che... Approfondisci
Note legali