L' affare Mayerling - Bernard Quiriny - copertina

L' affare Mayerling

Bernard Quiriny

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Nicolò Petruzzella
Editore: L'orma
Collana: Kreuzville
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 12 luglio 2018
Pagine: 280 p., Brossura
  • EAN: 9788899793548
Salvato in 34 liste dei desideri

€ 18,00

Venduto e spedito da LIBRERIA KIRIA

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 17,10

€ 18,00
(-5%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Le bizzarre vicende di un condominio di lusso appena edificato nel centro della città di Rouvières. I nuovi inquilini, famiglie e professionisti in cerca di un ambiente confortevole, tranquillo e selezionato, si ritrovano a constatare strani fenomeni tra le mura dei loro appartamenti appena inaugurati.

Quale imperscrutabile mistero si cela dietro i cancelli del condominio Mayerling? Tra le mura di questa «dimora di pregio» sorta nel centro di Rouvières con una promessa di pace e benessere per i suoi inquilini, i contorni del possibile si slabbrano e la realtà prende una piega inattesa: la famiglia Lequennec è attanagliata dai mefitici attacchi di un impianto idraulico in rivolta; l’attempata signora Camy si ritrova a insidiare la virtù di giovani e nerboruti traslocatori; il placido signor Paul pianifica lo sterminio dei suoi chiassosi vicini di casa; mentre nei meandri del seminterrato una macchina infernale sembra risvegliarsi... Con un tono divertito cui fa da contraltare un’implacabile critica dell’ipocrisia e della pusillanimità borghese, Quiriny stila l’esilarante cronaca di un palazzo che prende vita e tenta in tutti i modi di fagocitare i propri ospiti. In un crescendo di situazioni grottesche e perturbanti – nelle quali risuona la voce di Perec e Ballard, e si assapora il piglio comico di Wodehouse e Daninos – L’affare Mayerling compone tessera dopo tessera il variopinto mosaico di un’umanità prigioniera dell’assurdo, messa in scacco dai suoi stessi sogni.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Anita

    12/05/2020 21:00:19

    Quiriny è così: assurdo, divertente, sopra le righe, talvolta un po' grottesco. Ho letto tre sue raccolte di racconti e le ho trovate straordinarie, un'immersione nella follia più arguta. "L'affare Mayerling" è quindi il primo romanzo vero e proprio che abbia letto, e come mi aspettavo racconta una storia fuori dall'ordinario, con personaggi improbabili alle prese con quotidianità assurde. Purtroppo, anche nei racconti è evidente una piccola debolezza di Quiriny: tanto è geniale nell'elaborare idee, quanto tende ad appiattirsi nei testi più lunghi. "L'affare Mayerling" è un po' così: un'idea geniale che a lungo andare diventa un po' ripetitiva. Al centro c'è un condominio spettrale che rende impossibile la vita ai suoi disperati abitanti, ciascuno dei quali combatte una battaglia personale alla stregua del nonsense. È un romanzo divertente, acuto e ben scritto, capace di intrattenere dalla prima all'ultima pagina, ma con alti e bassi, elementi ripetitivi e personaggi talvolta un po' statici. Per questo motivo lo consiglio, sì, ma solo dopo aver letto anche qualche sua raccolta di racconti, così da farsi un'idea del grande talento di questo autore, prima di approcciarsi a quello che considero, nonostante tutto, il più debole dei suoi libri.

  • User Icon

    Monica

    07/03/2019 09:33:41

    D'ora in poi non vedrò più gli annunci immobiliari con gli stessi occhi di prima. E peggio: non vedrò più le piccole magagne di casa con gli stessi occhi di prima! Spunta un po' di muffa in bagno? Potrebbe essere l'inizio della fine! Quiriny ha scritto un romanzo originale, divertente e nuovissimo, partendo da due idee già percorse in lungo e in largo: l'uomo contro i grandi agglomerati di cemento in città... e la casa infestata. Il protagonista principale è il Mayerling, un condominio nuovo di zecca, sorto in pieno centro. La forma è una specie di reportage, il narratore ricostruisce le vicende assieme a un amico, con uno sguardo quasi divertito. Ne esce qualcosa di assurdo e spassoso, tra condomini che si trasformano da signore a modo a ninfomani, da innamorati ad aspiranti assassini, mentre niente funziona come dovrebbe e compaiono strane ed inquietanti presenze in salotto e sorprese puzzolenti in cantina, i gatti di casa decidono di prendere la strada del randagismo mentre i fedeli cagnolini si lasciano morire per protesta. 300 pagine che si fanno divorare così come il Mayerling si mangia i suoi inquilini. Leggetelo!

  • Bernard Quiriny Cover

    È uno scrittore e critico musicale e letterario belga. Docente di filosofia e diritto all’Université de Bourgogne, collabora come critico con alcune delle più importanti riviste francesi tra cui «Le Magazine Littéraire» e la rivista «Chronic’art», di cui dirige la sezione libri.La sua attività letteraria si apre con la raccolta L’angoisse de la première phrase (2005), vincitore del Prix de la Vocation come migliore opera prima. Nel 2008 Racconti carnivori vince il premio Marcel Thiry e ottiene il Prix Rossel, il più importante premio per la letteratura belga. La biblioteca di Gould (2013), terzo libro pubblicato in Italia, è stato tra i vincitori del Premio Salerno Libro d'Europa 2014... Approfondisci
Note legali