Traduttore: F. Gimelli
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24/09/2014
Pagine: 155 p., Brossura
  • EAN: 9788865592038
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    06/09/2016 14:59:46

    Non mi ha convinto. Una storia un po' stucchevole con personaggi a cui è difficile affezionarsi.

  • User Icon

    Alessandra

    22/06/2010 13:28:53

    Una storia triste poichè dominata sin dal principio da un grande senso di incomunicabilità. Il libro si legge in una sera ed è permeato da un alone di tristezza che spinge a riflettere sul perchè si hanno certe relazioni e se veramente è il caso di portarle avanti.

  • User Icon

    fabrizio

    16/09/2004 01:58:42

    "per me la libertà era sempre stata più importante della felicità. forse era questo che le mie compagne avevano chiamato egoismo." il mio sgardo si è fermato. ha riletto. ha riletto. e mi sono conosciuto meglio. i libri ti devono sconvolgere altrimenti volano via. questo mi ha sconvolto con la sua deprimente felicità.

  • User Icon

    Mariangela

    13/07/2004 15:35:59

    Triste. Una malinconia lenta impregna ogni parola, ogni discorso, ogni azione. Dispiace quasi giungere al termine poiché si presagisce una fine che si collega direttamente con l'incipit del libro. Buono lo stile e l'introspezione.

  • User Icon

    Xarabass

    19/03/2004 11:50:48

    Un libro strano e triste. Hai paura che il protagonista riesca a concludere la trama del suo libro.

  • User Icon

    angela

    08/04/2003 11:00:18

    Agnes è morta. L'ha uccisa un racconto. Incomincia con questa fine e termina senza finale, o almeno non in senzo stretto; lasciando spazio alla riflessione sulla difficoltà di comunicare, di vivere, di amare. Stamm, con una scrittura essenziale, senza fronzoli, descrive in modo sorprendente il male di vivere. Angela

  • User Icon

    Antonella

    12/09/2002 16:06:00

    Una storia d'amore sicuramente originale. Ho comprato il libro perchè mi ha incuriosito la frase del retro copertina: ''Agnes è morta. L'ha uccisa un racconto.'' e devo dire che la curiosità è rimasta in sospeso in un modo piacevole, il libro infatti non ha una conclusione netta e questo ti permette ti portarti dietro la storia per un po' anche dopo aver finito di leggerla... Peter Stamm ha giocato con il suo ruolo, parlando proprio di uno scrittore e riflettendo sul potere che certe volte una storia può avere su di noi lettori.

  • User Icon

    jazz

    09/07/2002 01:46:45

    Strano fin dalle prime pagine(o dal retro di copertina: "Agnes è morta , l'ha uccisa un racconto") , questo romanzo è davvero interessante.Un amore strano , ossessivo , malato , tragico ; un amore dei giorni nostri influenzato dalla difficoltà di comunicare , dal male di vivere . Una fine già scritta , ma ancora tutta da raccontare...e da leggere.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione