Editore: Mondadori
Anno edizione: 2009
Pagine: 522 p., Rilegato
  • EAN: 9788804589051
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 10,80

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandra

    27/03/2012 15:18:23

    Semplice, a tratti ironico ed assolutamente emozionate. Scritto benissimo e in maniera arguta, quelli che potrebbero apparire errori grammaticali sono invece dei più sottili espedienti per rendere al meglio la poca istruzione di Minny e Aibeleen. Ho amato queste due domestiche, Minny per il suo essere forte e ironica e sempre sulla difensiva e Aibeleen per quel suo lato materno, soprattutto nella relazione con la piccola Mae Mobley che lei cerca con tutto il suo cuore di crescere come una persona senza pregiudizi. Da non tralasciare il personaggio di Skeeter, una donna troppo intelligente e amorevole per il tempo e il luogo in cui vive. Ho adorato la presenza della piccola Mae Mobley che in Aibeleen trova una vera mamma e un'amica con cui passare le giornate; è proprio questa una delle relazioni all'interno del libro che mi ha più commosso, facendomi versare più di qualche lacrima nel finale. Un romanzo che mi sento di poter consigliare a molte persone.

  • User Icon

    liberpierre

    19/03/2012 14:38:00

    Non è possibile dare un voto inferiore a questo romanzo. Tema importante, il razzismo, affrontato con eleganza e onestà di spirito e con tecnica narrativa pregiata. Sono contento che importiamo qualcosa di grande valore dagli States. Non sono però convinto che dall'Italia siamo in grado, oggi, di esportare romanzi di pari livello. Chiedo a qualche lettore, più attento di me, di consigliarmi qualche lettura per potermi ricredere.

  • User Icon

    Laura

    09/03/2012 10:44:20

    Questo intenso romanzo apre uno squarcio sulla vita delle domestiche nere nella Jackson del 1962. Le loro paure, l'affetto verso i bambini che accudivano e crescevano, l'accettazione degli atteggiamenti discriminatori estremamente dolorosi, la rabbia repressa. Il romanzo alterna tre voci: la pacata AIBILEEN, la rabbiosa MINNY e l'anticonformista Miss SKEETER, la signora bianca che, cresciuta amorosamente da Clementine - sparita misteriosamente poco prima che lei rientrasse dal College- decide di "superare il confine" e scrivere un saggio per dare voce alle domestiche del Mississippi. Difficile trovare un personaggio più antipatico di HILLY. la sua cattiveria e mancanza di scrupoli è totale e ingiustificata. Colpisce la contraddizione di queste donne perbeniste che organizzano raccolte di beneficenza per combattere la fame in Africa, considerano le proprie domestiche inferiori ma gli affidano la crescita e l'educazione dei propri figli. A pagine terribili e tragiche si alternano momenti anche spassosi: l'ingresso alla festa di Miss Celia Foot "agghindata troppo" o il "Magic Soft & Silky" per rendere accettabili i capelli di Eugenia; liberatori: lo shopping degli abiti di Emilio Pucci; teneri: le storie segrete di Aibileen a Mae Mobley... Un libro che fa riflettere: solo 50 anni fa la segregazione razziale era ancora non solo attuale ma addirittura normale eppure ancora oggi il razzismo, in forme forse più velate, ma per certi versi più subdole, esiste ancora.

  • User Icon

    patrizia

    07/03/2012 20:30:33

    Ho acquistato il libro L'AIUTO appena è uscito nelle librerie (anno 2009) e l'impatto visivo della copertina, oltre al titolo significativo, hanno suscitato nella sottoscritta la scelta di questo libro; scritto da una perfetta ma, alquanto preparata, sconosciuta è uno di quei libri narrativi che lascia il segno. L'ho riletto anche lo scorso anno (2011) con rinnovato piacere e l'ho consigliato caldamente ad amiche e colleghe che amano leggere. Con piacevole stupore ho saputo dell'imminente uscita del film tratto dall'omonimo romanzo. Sicuramente andrò a vedere il film ma indubbiamente rimarrà la consapevolezza che il libro supera di gran lunga la visione della stessa storia. E' un libro scritto in maniera molto scorrevole e fluida ma anche una lettura estremamente piacevole e per nulla banale o scontata. Lo consiglio di cuore a tutti coloro che, tuffandosi nella lettura, come la sottoscritta, possano scoprire e riscoprire il piacere delle "parole" scritte.

  • User Icon

    Manuela

    15/02/2012 18:37:20

    Ho appena iniziato a leggere il libro. Certo è un libro che ti prende, ma fin dall'inizio ho notato molti errori: i congiuntivi e i condizionali non si sa cosa siano, il pronome personale "gli" è sempre usato al posto di "le" (es. "Gli ho detto" invece che "Le ho detto"). Ora mi chiedo: è un problema di traduzione o in lingua originale è scritto proprio cosi? e può essere poichè le voci narranti sono donne di colore nell'America degli anni '60. Se così fosse, una nota del traduttore era doverosa...

  • User Icon

    Smuzz

    24/08/2011 09:40:09

    Davvero un bellissimo libro che mi ha commosso. Storia molto avvincente e interessante anche dal punto di vista degli avvenimenti storici.

  • User Icon

    la_Elena

    15/03/2011 10:43:52

    Meraviglioso! lettura edificante e scorrevolissima, storia stupenda di e per donne forti, indipendenti, libere... so già che sarà un libro che mi farà fare un' ottima figura durante i compleanni =) consigliatissimo!!

  • User Icon

    Ruggero

    09/12/2010 16:19:01

    Da non perdere ! Libro accurato in cui si percepisce l'esperienza personale dell'autrice. Interessantissime a questo proposito anche le poche pagine finali autobiografiche ("Troppo poco, troppo tardi")

  • User Icon

    stanwellperpetual

    06/10/2010 10:57:46

    Bellissimo romanzo, bella la caratterizzazione delle tre protagoniste e molto coinvolgente la contestualizzazione della vicenda, che fa entrare subito nel cuore e nel calore del Mississipi e dei suoi problemi. E' evidente che l'utilizzo degli errori grammaticali è... cosciente e funzionale a un più vivace tratteggio dei personaggi. Brava Stockett, aspettiamo il prossimo romanzo...

  • User Icon

    maria assunta

    20/06/2010 14:36:19

    Ho appena finito di leggere questo libro e non posso fare altro che concordare con tutti i pareri positivi. Libro stupendo, consigliatissimo. Eccezionali le tre protagoniste, le vorresti conoscere di persona ed avere come amiche. Bellissima la storia che si legge con piacere senza neanche un momento che ti stanca. Leggetelo!!!

  • User Icon

    Paola

    15/03/2010 09:45:02

    Bello, dolcissimo, emozionante a tratti anche ironico. Bellissimo davvero. Il racconto a 3 voce lascia spazio a tutti i punti di vista e a tutte le considerazioni dei protagonisti. (e del lettore!) Stupenda la figura di Aibeleen, una vera mamma. Altrettanto profonda, ma in negativo, la figura di Hilly. Magistrale. La traduzione e' ottima, mi spiace che chi l'ha criticata non abbia capito che gli errori grammaticali sono stati messi appositamente per sottolineare la semplicita' e la poca istruzione di Minny e di Aibeleen, tanto e' vero che nei capitoli di Skeeter non si trovano. Consigliatissimo.

  • User Icon

    roberta

    08/03/2010 10:53:46

    bello, delicato, non dolciastro. il tema trattato è poco usuale: il NERO AL FEMMMINILE negli anni di transizione, cioè gli anni 60. questi personaggi che vanno fieri e portano con dignità ciò che la società condanna, l'ingombrante colore della pelle, rimangono nell nostra memoria come monito di una nostra vita minimalista.

  • User Icon

    Marina B.

    06/03/2010 22:34:40

    Che bel libro! Per la trama, da un orginale punto di vista, per il racconto a tre voci, personaggi femminili che vorresti realmente conoscere, di cui vorresti essere davvero amica. Ancora una volta, grandissime le donne per sensibilità ed intelligenza: epilogo emozionante, da lacrime agli occhi. Consigliatissimo.

  • User Icon

    ELENA

    23/02/2010 10:15:24

    semplicemente DA LEGGERE!!! Una storia tutta al femminile con personaggi a tutto tondo che catturano il lettore dall'inizio fino alla fine. lo consiglio a chi abbia voglia di leggere un bel libro pieno di emozioni e di figure femminili, soprattutto le donne di colore a cui ci si affeziona per la loro umanità.

  • User Icon

    Cristina

    07/01/2010 14:30:14

    Semplicemente splendido. Scorrevole ma pregnante di significato, una bella scoperta vista la poca pubblicità e le poche recensioni.

  • User Icon

    patrizia orsucci

    10/11/2009 18:28:27

    L'ho trovato un racconto stupendo. Una narrazione che riesce a mettere in risalto la complessità dei rapporti delle donne fra di loro. Questo racconto è una stupenda dimostrazione di come la solidarietà femminile, quando è genuina, riesce a superare le visibili barriere del colore della pelle ma ancor più le invisibili barriere di invidie, gelosie pregiudizi e insulsi giochi di potere.

  • User Icon

    lory

    16/10/2009 20:22:15

    Solo una parola: STUPENDO! Fra i tanti libri letti, uno dei più belli!

  • User Icon

    vivi

    15/10/2009 21:58:30

    Libro magnifico ricco di suspense, emozioni e anche momenti ironici. Pagina dopo pagina la scrittrice ci prende per mano e ci porta dentro ad un mondo pieno di eventi e di personaggi dalla ricchezza psicologica ed emotiva umana. Un romanzo che ti coinvolge fin dalla prima pagina e da leggere per conoscere una piccola parte della storia americana, scoprendo che andando oltre i pregiudizi è possibile superare le divisioni razziali. L’aiuto è veramente bello e non lo dico solo, perché ho un particolare interesse verso la cultura afroamericana (consiglio il Colore viola, Radici, L’autobiografia di Malcom X e La signora canta il blues), ma questo è stato il primo libro in assoluto nella mia vita da lettrice che mi ha fatto commuovere. Detto da una persona che non ha la lacrima facile, vuol dire che l’opera della Stockett è davvero in grado di smuovere le coscienze.

  • User Icon

    ROCCO GAZZANEO

    22/09/2009 11:28:44

    Finora, il più bello ed emozionante romanzo letto nel 2009. Un vero ammonimento a non abbassare la guardia sul problema dell'integrazione razziale, quanto mai drammatico e di attualità. Commovente, lucido, tenero, passionale, intenso. Kathrin Stockett, hai toccato tutte le corde dei miei sentimenti!

  • User Icon

    chiara

    16/09/2009 20:45:12

    MINNY è fantastica!troppo simpatica:quando si mette nei panni di Mami in via col vento!vi ricordate quel pezzo?? Effettivamente anch'io ho notato alcuni errori grammaticali, ma,rileggendo i vostri commenti....Ale, elena forse avete ragione! molto bello

Vedi tutte le 34 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione