The Alchemist

The Alchemist

Ben Jonson

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Passerino
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,48 MB
  • EAN: 9788834128664
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 0,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"The Alchemist" is a comedy by English playwright Ben Jonson. First performed in 1610 by the King's Men, it is generally considered Jonson's best and most characteristic comedy; Samuel Taylor Coleridge considered it had one of the three most perfect plots in literature. The play's clever fulfilment of the classical unities and vivid depiction of human folly have made it one of the few Renaissance plays (except the works of Shakespeare) with a continuing life on stage (except for a period of neglect during the Victorian era).

Benjamin Jonson (c. 11 June 1572 – c. 16 August 1637[2]) was an English playwright and poet, whose artistry exerted a lasting impact upon English poetry and stage comedy. He popularised the comedy of humours. He is best known for the satirical plays Every Man in His Humour (1598), Volpone, or The Fox (c. 1606), The Alchemist (1610) and Bartholomew Fair (1614) and for his lyric and epigrammatic poetry.  He is generally regarded as the second most important English dramatist, after William Shakespeare, during the reign of James I. 
  • Ben Jonson Cover

    (Londra 1572 ca - 1637) poeta e drammaturgo inglese. Iniziò brillantemente gli studi alla Westminster School; ma il padrigno lo costrinse ad abbandonarli e a imparare il mestiere di muratore. Per qualche tempo fu soldato, poi divenne attore. Nel 1598 fu in prigione per aver ucciso in duello un collega. Nel 1599 ottenne il primo successo in teatro con Ognuno nel suo umore (Every man in his humour), prima di una serie di commedie satiriche i cui protagonisti sono personaggi eccentrici e caricaturali. Negli anni successivi J. scrisse moltissimo: tragedie, commedie, masques (? masque), poesie e prose critiche. Giunto ormai al successo a corte e alla carica di poeta laureato, cadde in disgrazia dopo una lite con lo scenografo Inigo Jones e dovette interrompere la sua produzione di masques per la... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali