Categorie

Alcune ragazze mordono. Vampiri di Chicago. Vol. 1

Chloe Neill

Traduttore: A. Guarnieri
Editore: Delos Books
Collana: Odissea. Vampiri
Anno edizione: 2011
Pagine: 404 p., Brossura
  • EAN: 9788865301456

€ 15,10

€ 15,90

Risparmi € 0,80 (5%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 8,58

€ 15,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    la strega

    15/01/2014 08.27.11

    Bello! Narrazione fresca e divertente con un mix di ingredienti ben dosati: humor, sensualità e un pizzico di mistero. I protagonisti sono ben caratterizzati e ci si affeziona velocemente a tutti. Anche l'attrazione fra i due protagonisti è resa bene ma io tifo per il terzo! non vedo l'ora di leggere tutti i libri, mi sembra di essere tornata alla serie di Sookie Stackhouse della Harris.

  • User Icon

    Vampire Lover

    13/10/2011 20.41.00

    Primo volume della saga Chicagoland Vampires che ho apprezzato notevolmente per la sua originalità e freschezza. Il romanzo inizia "ex abrupto" con l'avvenuta trasformazione della protagonista Merit, studentessa ventisettenne statunitense tratta in salvo dal signore di uno dei casati della "città ventosa" dopo aver rischiato di essere uccisa da un misterioso vampiro serial killer introdottosi nel campus universitario dove studiava. A mano a mano che il racconto procede, il lettore si ritrova a seguire il plot più propriamente thrilleristico e, contemporaneamente, ad essere introdotto nello scenario urban fantasy di una Chiacago popolata non solo da vampiri, ma anche da mutaforma, ninfe dei fiumi ed altri svariati esseri soprannaturali. Caratteristica della scrittrice è la propensione a schematizzare il tutto: la società vampirica è organizzata piramidalmente, sul modello della società feudale; gli umani incaricati di indagare sui cosiddetti "super" sono strutturati in un comitato specifico; la nuova vita della protagonista segue un determinato iter, suddiviso in un incarico preciso, subordinato a regole ferree, coronato dall'iniziazione, ovvero al giuramento di obbedienza al signore del casato di appartenenza. Innegabile ed immancabile l'attrazione tra Merit ed Ethan Sullivan, l'affascinante vampiro capo del casato Cadogan che l'ha trasformata contro la sua volontà per salvarla dell'aggressione notturna. Attendo con impazienza il seguito ("Friday Night Bites").

  • User Icon

    LadyAileen

    31/07/2011 15.43.35

    Se non siete ancora stufi di vampiri ecco il primo volume della serie I Vampiri di Chicago. La prima cosa che mi sono chiesta dopo averlo finito è stata: Quanto dovrò aspettare per il prossimo volume? Una serie che racchiude tutti gli elementi che apprezzo in un urban fantasy: passione, umorismo e mistero. Il libro si legge tutto d'un fiato proprio grazie ad uno stile scorrevole, una trama coinvolgente, personaggi ben caratterizzati e Giusta dose d'azione (Merit è sottoposta a duri allenamenti di arti marziali e all'uso di katane). La storia è raccontata in prima persona da Merit (il suo è l'unico punto di vista), una ragazza indipendente, intelligente, forte, testarda e razionale ma senza volerlo diventa un vampiro e come se non bastasse essendo i Vampiri organizzati in "Case" basate su un sistema che ricorda molto quello feudale, si ritrova a dover servire e difendere il signore e padrone della "Casa" di appartenenza. Per Merit non sarà facile fare una scelta soprattutto con il suo comportamente da ribelle. Anche i personaggi secondari sono interessanti e affascinanti con le loro personalità distinte (a cominciare da Ethan). Il tema vampiresco non si discosta molto dalla visione classica ma ha le sue peculiarità come del resto anche l'ambientazione (non ci sono solo vampiri anche se sono i protagonisti). La città scelta per l'ambientazione è Chicago ma rimane molto sullo sfondo. Nonostante sia il primo volume di una serie, il finale non lascia l'amaro in bocca anzi ha una sua conclusione e allo stesso tempo getta le basi per il successivo. Una lettura fresca e leggera che vale la pena leggere.

Scrivi una recensione