L' aldilà è a portata di mano

Giulia Jeary Knap

Editore: Youcanprint
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 7 dicembre 2016
Pagine: 158 p., Brossura
  • EAN: 9788892627864
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
La medianità è un talento di pochi o esiste per ciascuno di noi la possibilità di rimanere in contatto con le persone care che ci hanno preceduto nel Grande Viaggio? Secondo l'autrice, che ha seguito vari corsi sulla medianità professionale ma è anche un'esperta viaggiatrice astrale, tutti possono mantenere i contatti apparentemente interrotti dalla morte del corpo fisico e molte sono le testimonianze presentate a supporto di questa tesi. Tuttavia, prima di illustrare nello specifico le tecniche, che sono alla portata di tutti, il testo affronta doverosamente il tema del trapasso e della vita dopo la morte secondo le testimonianze pervenuteci da resoconti medianici e dalle affascinanti scoperte di chi, grazie a un'esperienza di premorte, ha avuto l'opportunità di affacciarsi oltre la soglia. Inoltre, grazie all'esperienza diretta di contatto con i defunti tramite sogni, sogni lucidi e viaggi astrali, l'autrice presenta le proprie conclusioni sul Mondo dello Spirito e su come questo non solo comunichi direttamente con quello fisico, ma ne sia nel contempo emanazione ed essenza. Grazie a queste premesse, scopriamo che i nostri cari sono più che mai vicini a noi e desiderosi di rassicurarci, vegliarci e guidarci.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    sara

    02/11/2018 20:00:20

    Ho conosciuto questo libro nel momento più terribile e buio della mia vita e ho tratto dalle sue pagine conforto e nuovi punti di vista. Non si tratta di una lettura impegnativa e prolissa per pochi addetti ai lavori, bensì di un tentativo dell'autrice di offrire autentici motivi di consolazione dopo la perdita di una persona cara. Non traspare alcun fine puramente propagandistico o commerciale, nè si indugia con voluta ammaliante banalità su temi tanto cari alla new age. Non viene spesa nemmeno una parola a favore di concetti negativi o sconfortanti; mai il lettore avrà l'impressione di essere posto di fronte a esercizi di volontà più grandi di lui, mai si farà dipendere il ritrovato o riuscito contatto con il proprio caro defunto da un'impossibile sforzo di abilità personale; mai un proprio caro apparirà perduto in qualche remota dimensione in cammino verso un personale inarrivabile processo di crescita spirituale. Il libro di Giulia lo definirei come un manuale di "pronto intervento" verso chiunque si ritrovi schiacciato dal dolore di un lutto, così grave da apparire inaccettabile. Non un placebo, ma veramente una guida mirata a spiegarci, anche con l'aiuto validi richiami ad autori seri e intellettualmente onesti come Bozzano, cosa ci sia dopo la morte fisica, come sia possibile credere che esista ancora qualcosa che si può definire vita e di cui possiamo tutti fare esperienza. Un testo che apprezzo per la semplicità e l'intento rassicurante con cui è scritto, che non pretende di imporre nulla dall'alto, ma che ci suggerisce di tentare anche noi di collezionare quelle prove che l'autrice ha toccato con mano. Una lettura semplicemente avvincente nel momento in cui non ci si trovi interessati ad affrontare il tema dell'aldilà e si sia assorbiti dalla frenesia della vita di tutti i giorni, un testo da tenere invece sotto il guanciale se si è perso qualcuno che si intende ritrovare attraverso un sogno lucido! Sicuramente un invito a non lasciarsi andare.

Scrivi una recensione