Alfabeto Italia. Riflessioni e provocazioni per un Paese «a pezzi»

Aldo Marinelli

Collana: Extravagantes
Anno edizione: 2010
Pagine: 344 p., Rilegato
  • EAN: 9788895064420
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Un intero Alfabeto per evidenziare con ironia e schiettezza i vizi e le furbizie del nostro Paese. Dall’ambiente (A) alla giustizia (G), dalla fede (F) alle unioni civili (U), dallo sport (S) alla televisione (T), passando attraverso il kaos (K), il privilegio (P) e la xenofobia (X), si snodano i tanti malcostumi italici e si propongono, non senza il gusto della provocazione, numerose soluzioni possibili.
Una “letteratura di servizio” impregnata di spirito illuminista e accompagnata da una grande passione civile, che attraverso venticinque (più una) lettere svela come il nostro sia realmente un Paese “a pezzi”.
Le informazioni essenziali circa l'autore sono quelle riportate nella bandella di copertina: Aldo Marinelli, romano, 1949. 32 anni in magistratura...

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:

€ 9,72

€ 18,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    silvia

    18/10/2010 17:16:23

    Una lettura, questa, che vorrei consigliare a tutte le persone di volontà buona. Condivido quasi in toto le riflessioni che l'autore conduce, le soluzioni che propone alle tante aberrazioni a cui ci stiamo assuefacendo (o siamo già assuefatti) sono spesso talmente semplici - non semplicistiche - che forse, per ciò stesso, appaiono irrealizzabili: e invece sono solo non realizzate, irrealizzabili resteranno finché permarrà la volontà politica di lasciare tutto com'è (quindi per sempre? è una domanda aperta, non retorica; d'altra parte la politica, anche la più nausebonda, esprime ciò che la NOSTRA COLLETTIVITA' è). Conosco l'autore: ha i piedi per terra, non è un visionario, ha una lunga esperienza in magistratura e sa quel che dice. Si potranno avere opinioni diverse, ma la lucidità con cui analizza certi fenomeni è impeccabile. Forse, gli si può rimproverare solo di avere una visione un po' troppo "aristocratica" dell'uomo, o meglio: della gran parte degli uomini (e delle donne) che costituiscono quest'Italia "a pezzi", poveri di giudizio e di moralità, ai quali fa sostanzialmente comodo che le cose rimangano come sono. Ma questo è il mio punto di vista. Personalmente sottoporrò alla lettura dei miei studenti alcune pagine, se non altro per essere provocatoria e per provare a destabilizzare certe loro semplicistiche -queste sì, davvero! - prese di posizione. A voi propongo un passaparola (non partecipo agli utili, non siate maliziosi!), con la speranza che qualcosa, nella volontà collettiva, possa cambiare. Buona lettura, se ne avrete voglia.

  • User Icon

    riccardo

    14/10/2010 20:22:43

    Sognare si può... "vogliamo che la legalità torni ad essere un valore della democrazia. Vogliamo che la giustizia sia a servizio di questa legalità e non dei potenti. Vogliamo un po' di serietà". Leggere il libro di Aldo è un piacere, ma anche una sofferenza, per l'abissale distanza che si coglie tra la grande passione civile che ispira le sue parole e la desolazione culturale che ci circonda. Ho avuto la grande fortuna, oltre che l'immenso piacere, di conoscere a fondo l'autore del libro e posso testimoniare che le sue parole esprimono valori intimamente sentiti e vissuti con coerenza e..."serietà". Quella serietà che purtroppo manca nel nostro paese. Il mio sogno è che le parole di Aldo possano entrare nelle case di tutti gli italiani, potenti e non, turbare le loro coscienze- se ancora ci sono - e diffondersi tra noi tutti, per una rivoluzione culturale che consenta di dare inizio ad una nuova era, in cui i sogni di Aldo possano davvero tutti realizzarsi. Mi auguro che il tuo libro abbia un grande successo, che sia letto e meditato da milioni di italiani. Comunque vada...è stato bello provarci. Ciao. Riccardo

  • User Icon

    Salvatore

    19/07/2010 16:51:37

    Ho avuto l'opportunità di partecipare alla "gestazione" del libro e già mi aveva colpito l'originalità del testo; leggendolo, ho avuto modo di apprezzare non solo la graffiante capacità di analisi critica dei numerosi problemi che affliggono il nostro "bel paese", ma soprattutto la lucidità delle soluzioni proposte, che non si schierano con una parte politica, ma sono dettate dall'esperienza e dal buon senso. Un libro da leggere e...meditare

  • User Icon

    Giovanna

    18/07/2010 02:13:30

    I capitoli volano via veloci in una lettura agevole e coinvolgente che ogni tanto ti fa esplodere di sorpresa mista a rabbia per ciò che non sospetti possa accadere in un paese civile e democratico, ma poi quello che più ti affascina nel testo è la varietà e la concretezza delle soluzioni proposte: non c’è solo una distruttiva analisi delle cause, ma anche un sincero bisogno di risolvere i problemi e costruire un’ Italia diversa. Si arriva così all’ultimo bellissimo capitolo, commossi alla fine per le parole che concludono il libro: “Inseguire i sogni è il pane della vita, coltivarli l’orto della saggezza. Realizzarli sembra difficile. Ma io ho sognato che si può. Lasciatemi sognare”.

  • User Icon

    derek j wilson

    01/07/2010 17:41:57

    gran libro che fa riflettere,fa'arrabbiare..... sicuramente arrabbiare e ti chiedi perche le cose sono cosi.fa anche ridere nel senso "ma non e possibile" quando sai ormai che e possibilissimo! ed e sconcertante quanti pensieri condivido con lui.anche trovandomi colpevole di un paio di 'comportamenti' non proprio civile.sto qui da quarant'anni daro' la colpa a voi Italiani, tanto uno piu uno meno!ho gia parlato con diversi amici di questo libro e continuero' a farlo.

  • User Icon

    Fabiana

    23/06/2010 12:50:20

    Da insegnante di liceo proverò a far leggere questo libro ai miei studenti. Affronta argomenti all'ordine del giorno ma con una capacità di analisi e di arricchimento dei contenuti assai rara. In periodi di carenza di educazione civica e di invasione della politica, della chiesa e del malaffare, insegna a riscoprire in noi stessi la capacità di creare un mondo più sano. Unico difetto, la lunghezza di alcuni passaggi (ma pur sempre a beneficio dei contenuti).

  • User Icon

    Luca

    19/06/2010 19:04:00

    Ottimo testo, ancora non l'ho finito (sono alla S), ma finora brilla per intelligenza e acume...

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione