Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12/05/2015
Pagine: 118 p., Brossura
  • EAN: 9788865590096
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,05

€ 6,38

€ 7,50

Risparmi € 1,12 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Daniela

    27/11/2009 11:57:39

    Devo ammettere che la mia è stata una prova di coraggio... i precedenti due romanzi della Agus li avevo trovati illeggibili, ma nonostante ciò mi sono fatta prestare anche questo libro, come ho detto mi sono fatta coraggio e le ho concesso il beneficio del dubbio. E devo dire che stavolta ho fatto bene. Il libro non mi è dispiacciuto come temevo. È stata, anzi, una piacevole sorpresa. Di sicuro non un capolavoro della lettratura moderna, ma piacevole.

  • User Icon

    pietro

    26/10/2009 14:43:45

    Forse la scrittrice più sopravvalutata degli ultimi anni. E' riuscita anche ad aggiudicarsi dei premi, non si comprende bene come... Romanzetto scritto in modo generico, superficiale, che forse qualche suo studente avrebbe potuto eseguire meglio senza avere però la presunzione di pubblicarlo. Storiella banalotta e senza nessuna trovata nuova. Se volete leggere qualcosa di valido rivolgetevi altrove.

  • User Icon

    greta

    23/10/2009 15:08:53

    Ammetto che devo essere masochista se dopo aver letto il suo primo romanzo ( pessimo), mi sono cimentata nella lettura anche di questo. A mia discolpa posso solo dire che mi è stato regalato, e mi spiace "sprecare" i libri... I suoi massimi picchi sono delle descrizioni appena passabili della Sardegna, tutto il resto è quanto meno orrendo. Non comprendo come possa aver la presunzione di scrivere senza averne affatto le doti, ma soprattutto come possano pubblicarla!! Non lascia nulla, perchè non contiene nulla... E' banale, ovvio, noioso, continua a ripetere gli stessi concetti per riempire a fatica qualche paginetta in più, e poi che noia quest'ennesima storia di adolescenti... Ma un po' di fantasia e creatività no?? Mi auguro che qualcuno abbia il buon senso di dirle che non sa scrivere, e che sarebbe meglio limitarsi ad insegnare.

  • User Icon

    Angelina

    24/09/2009 14:50:15

    Con semplici parole fa sentire i profumi fa vedere i colori fa percepire le emozioni di un personaggio di primo o secondo ordine Solo chi ha vissuto un determinato ambiente e clima può commuoversi chi non lo ha vissuto ,se ha la giusta sensibilità, può solo provare invidia

  • User Icon

    Tarcisio Usai

    18/09/2009 20:04:14

    Un libro come questo non è nella bellezza estetica che cerca la sua dimensione... tuttavia mi ha emozionato, mi ha rapito e trasportato... non ho trovato volgarità ma profonda dolcezza... Il rapporto tra libro e lettore è misterioso, intimo, anche volubile.... E' un rapporto sentimentale...

  • User Icon

    vale

    24/08/2009 13:09:46

    sono stregata e catturata dalla scrittura di milena agus. colpisce tutti i sensi, ed in tutti i sensi. c'è bisogno dell'amore, dell'amicizia, della magia e dell'affetto particolareggiato, in qualunque momento della vita. c'è bisogno delle energie per non far pendere il mondo da una parte. e ogni tanto ci sta anche un 'vaff...' a un ferito.

  • User Icon

    GIADA

    06/07/2009 11:03:30

    Un libro banale. Ho assistito alla presentazione sono rimasta colpita dall'autrice, che raffigura la summa dei luoghi comuni. Ecco questo libro rappresenta questa scrittrice.

  • User Icon

    Silvia

    10/03/2009 15:45:38

    Uffa che fatica arrivara alla fine! Mi ha spinta soltanto la pia speranza che ci fosse una qualsiasi evoluzione verosimile. Mal di pietre era un pò meglio ma temo che con questo libro io abbia definitivamente chiuso con gli scrittori sardi (Agus, Niffoi, Fois, Soriga). Evidentemente non c'è sintonia...

  • User Icon

    francesca

    05/03/2009 21:20:06

    non mi é piaciuto..non sono nemmeno riuscita a finirlo...volgare e noioso..

  • User Icon

    giovanna

    15/02/2009 11:11:09

    dopo aver letto MAL DI PIETRE, questo romanzo è stato un po' deludente.

  • User Icon

    Mila

    10/10/2008 23:23:14

    Uffa!Perchè i libri devono essere sempre impegnati se no non valgono niente? E' un libro semplice, senza pretese ma molto piacevole da leggere e come molti hanno scritto, fa passare un buon momento. Pazienza se non è Anna Karenina ma il piacere della lettura può passare per molte strade, più o meno impegnate.Basta privilegiarle entrambe.

  • User Icon

    Newe

    28/09/2008 19:30:47

    Bello davvero. Delicato ma incredibilmente forte.

  • User Icon

    Laura

    11/09/2008 16:21:39

    E' il secondo libro ceh leggo della Agus e devo dire che mi è piaciuto molto. Visto alcune recensioni, mi aspettavo un libro banale, ma a mio avviso non lo è stato. Anzi, una storia semplice ma vissuta fino in fondo con emozione. La bimba sogna il suo papà e chiede consigli, tutto incorniciato da una storia di una vicina. alla fine si scopre che il papà.... Leggetelo...secondo me ne vale la pena. E' un libro semplice, ma ve lo consiglio.

  • User Icon

    xyzeta

    10/09/2008 11:27:28

    Non lo avrei comprato se non fosse stato in promozione (60% di sconto) data la ben nota mediocrità stilistica della scrittrice (ma siamo sicuri che sia da annoverare tra gli scrittori?) e anche questo breve romanzo è stiracchiato per riuscire a superare le 100 pagine come tante tesi di laurea o compiti in classe in cui si ripetono spesso gli stessi concetti perché non si ha niente da comunicare.

  • User Icon

    carmen

    08/09/2008 21:45:24

    Il libro è una favola e lo consiglio a chi è triste..è un libro molto piacevole e senza veli..madame è una donna semplice e naturale e vive alla ricerca dell'amore...

  • User Icon

    Chiara

    19/07/2008 19:31:56

    La narrazione è generica: somiglia ad uno scarico di coscienza riuscito decisamente male, troppo infantile per essere attribuito ad una quattordicenne. La cura stilistica e sintattica sono altrettanto superficiali, tanto che è necessario rileggere più volte alcuni passi per tentare, sebbene invano, di comprendere le concordanze pronominali. Estranianti, invece, le descrizioni della macchia sarda, incontaminata e selvaggia.

  • User Icon

    Umberto

    18/07/2008 21:28:52

    E' il secondo libro che leggo di Milena Agus. Una cosa su tutte li accomuna, il sigolare modo di scrivere e raccontare un idea di vita sarda. Un buon libro, che permette ai lettori di guardare il mondo con le lenti femminili e singolarissime di Milena Agus. Da leggere certamente.

  • User Icon

    Raf

    16/07/2008 17:38:06

    Non è sicuramente un libro da premio nobel, ma è un buon libro. Un libro "tenero" e affettuoso. La ragazzina di 14 anni parla dei suoi vicini, della sua vita e della vita di Madame... Pensa al suo babbo (che non c'è..o si?- leggete e capirete) ma è sicuramente un libro pieno di emozioni e da leggere sicuramente epr passare poche ora piacevoli.

  • User Icon

    valentina

    09/07/2008 17:56:14

    Prima esperienza con questa autrice, credo anche ultima, un libro che mi è stato consigliato da alcuni clienti, onestamente mi aspettavo di più. Spesso noiso, sconclusionato, manca di quel qualcosa che rende un libro speciale...

  • User Icon

    Marisa

    10/06/2008 22:03:09

    Si può dire che sia in qualche modo divertente, piacevole, null'altro. In certi momenti si ha l'impressione di stare ancora in compagnia del precedente Mal di pietre.

Vedi tutte le 34 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione