Alla fine dei sogni - Stefania Trapani - copertina

Alla fine dei sogni

Stefania Trapani

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: 0111edizioni
Collana: LaBianca
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 23 luglio 2013
Pagine: 146 p., Brossura
  • EAN: 9788863075762
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 13,78

€ 14,50
(-5%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Alla fine dei sogni

Stefania Trapani

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Alla fine dei sogni

Stefania Trapani

€ 14,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Alla fine dei sogni

Stefania Trapani

€ 14,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 14,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Michela e Silvia sono inseparabili amiche ventinovenni che nell'agosto del 2010 si trovano ad avere due grossi problemi. Michela, mamma della piccola Gaia, lotta da nove mesi contro un tumore al seno. Alla fine delle terapie, quando la situazione dovrebbe essere risolta, le vengono diagnosticate tre millimetriche metastasi celebrali. Quando viene a saperlo, Silvia si trova al supermercato e sviene; a seguito degli accertamenti a cui viene sottoposta, scopre di essere incinta. Nonostante "Alla fine dei sogni" tratti degli argomenti molto impegnativi, quali la malattia, l'aborto, arrivando a spingersi fino ai confini della morte, ha comunque un ritmo incalzante, in alcuni punti è anche divertente, come le sue protagoniste che non perdono mai quell'autoironia fondamentale in questo genere di dramma. Ma questo romanzo è soprattutto la storia di un'amicizia sincera. È proprio per questa amicizia che è nato. Ed è di questa amicizia che vuole parlare.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,86
di 5
Totale 14
5
12
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Andrea

    05/04/2016 14:37:20

    Il ritmo narrativo della giovane autrice Stefania Trapani è impressionante. Ricorda i migliori noir italiani degli ultimi tempi, pur essendo di tutt'altro genere. Si legge tutto d'un fiato anche perché ogni pagina invoglia a cercare cosa accade in quella successiva. Dalla prima all'ultima. La storia è delle più belle: è un'ode all'amicizia. Quella vera. Quella che diventa più forte davanti alle difficoltà. Quella che non scappa mai. Non mancano i colpi di scena e la trama non è mai scontata. Romanzo senza ombra di dubbio avvincente. Sicuramente uno dei migliori che ho letto. Consiglio vivamente a tutti di leggerlo. Complimenti sinceri all'autrice che in alcuni passaggi mi ha fatto veramente commuovere.

  • User Icon

    Elia Spinelli

    26/06/2015 17:09:27

    A volte, la fine è un inizio. Si narra della storia del legame che unisce due ragazze, un legame che va oltre la semplice amicizia e che sembra indissolubile. Ma "Alla fine dei sogni" bisogna fare i conti con la realtà, e la realtà è dura, spietata. Silvia decisa a liberarsi di una gravidanza indesiderata, frutto di una breve relazione con un ragazzo del quale non è innamorata. Michela che scopre che le cure per debellare il suo cancro non sono andate a buon fine e che le metastasi si sono estese al cervello. Lo svolgimento è drammatico, con tante speranza inattese ma con la voglia di lottare fino all'ultimo secondo. L'epilogo è lasciato alla libera interpretazione del lettore. Nonostante nelle pagine del libro traspare il concetto sacrosanto secondo il quale ogni essere è unico e insostituibile, ho interpretato il finale come una sorta di metempsicosi: l'anima di una ragazza che ci lascia anzitempo trasmigra nel corpo di una bimba che sembrava destinata a non nascere. I temi trattati sono forti: disillusione, malattia, morte. E lo sono diventati ancora di più quando ho scoperto che il romanzo è in parte è autobiografico (l'ho scoperto leggendo un'intervista all'autrice pubblicata su un blog). Consiglio questo romanzo a chi ama lasciarsi coinvolgere dalle emozioni ma è abbastanza forte da non lasciarsene travolgere.

  • User Icon

    michela

    10/06/2015 16:44:52

    Lettura coinvolgente, emotivamente densa. Personaggi con una bella sensibilità e personalità. Fotografia dei nostri tempi con note di dolore e umanità, forze e fragilità. Si respira la frammentazione della famiglia e l'impegno di impronta matriarcale nello stringersi attorno a chi soffre. Delicato, a tratti commovente. Da leggere.

  • User Icon

    Silvia P.

    29/05/2015 22:07:39

    Da sempre inseparabili amiche, Silvia e Michela, si trovano a dover affrontare due destini decisamente agli antipodi: da un lato una vita che pulsa prepotentemente; dall'altro una vita che va via via affievolendosi come l'ultimo moccolo di candela. Una gravidanza indesiderata, da un lato, cui farà probabilmente seguito un'interruzione; dall'altro una grave malattia contro la quale combattere, una grande voglia di vivere fino alla fine. L'ultimo lungo viaggio della speranza, da affrontare insieme, l'unico barlume, l'ultima possibilità per sconfiggere la terribile malattia. L'autrice ha affrontato due temi molto crudi e drammatici, e, anche se a tratti la trama diventa particolarmente toccante, il romanzo si lascia leggere in modo delicato e scorrevole. Narrazione fluida, coinvolgente e senza troppi orpelli. Il finale è decisamente inaspettato. Lascio a voi la curiosità di scoprire di più. Assolutamente consigliato.

  • User Icon

    Antonio

    15/04/2015 09:18:58

    Quello che rimane alla fine dei sogni è una luce in fondo ad un corridoio buio ed orribile. Saturo di morte e incubi che si rincorrono. Prima c'era gioia ed amicizia, dopo soltanto dolore e rifiuto. No, non si può accettare una gravidanza, specie se non è desiderata, pensa Silvia. Il suo rifiuto ad una nuova vita si contrappone all'esistenza minata da un male incurabile della sua amica Michela. Comincia un conflitto parallelo, dove l'autrice è abile a dosare tormento e ironia, lasciando che le speranze svaniscano oltre l'amicizia. Un lungo corridoio. E quanto resta della vita sarà messo in gioco dal destino. Romanzo breve, scorrevole e scritto senza fronzoli. Da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    Debora Libardi

    04/10/2014 16:41:29

    Un libro breve ma che sa donare tante emozioni in poche pagine, dato che ogni lettrice può immedesimarsi nelle vicende delle due protagoniste, due grandi amiche, Michela e Silvia, che si conoscono fin dall'infanzia e hanno condiviso molte cose. Una narrazione semplice ma mai banale, che punta ai sentimenti più che hai fatti, specie nella prima parte del libro. Silvia soffre perché la sua storia d'amore è finita ma non può e non vuole, sfogarsi con Michela, perché lei soffre di un male ancora più grande. Questo libro parla di vita e di morte, attraverso i punti di vista di chi aspetta la morte, Michela e di chi si appresta a fare una scelta davvero difficile, come quella dell'aborto cioè Silvia. L'autrice parla quindi di due temi davvero forti ma lo fa sempre con delicatezza. Dei personaggi davvero ben caratterizzati sia fisicamente ma soprattutto nell'intimo. Ho decisamente apprezzato Michela e la sua forza; lotterà fino alla fine e si godrà la vita in tutto e per tutto. Anche Silvia non è da meno. Perché stare accanto ad una persona che sta male non è affatto facile. Una storia che ci insegna molto. Alla fine sta a voi decidere come è andata a finire. Siete voi che dovete credere e sperare.

  • User Icon

    Stefania

    29/09/2014 12:06:07

    In parte autobiografico, il romanzo ha due protagoniste: Silvia e Michela. Un'amicizia che le unisce da sempre, due sorelle nate solo accidentalmente da genitori diversi. Si assomigliano anche d'aspetto, a tal punto che le si potrebbe confondere. Se non fosse che le loro vite si deteriorano per motivi differenti, addirittura contrapposti. E allora le protagoniste della storia diventano altre due, la malattia e una decisione da prendere. Un viaggio inaspettato le porterà lontano, inseguendo una flebile possibilità di salvezza. Ma proprio quel viaggio le farà scontrare con l'amara realtà. E la speranza si trasforma in rassegnazione, in rabbia. In orgoglio, con un ultimo scoppiettante addio alla vita. Il finale è inatteso ma sperato. Ed ecco che nelle ultime pagine le protagoniste cambiano di nuovo e diventano l'amara realtà, l'incubo che si materializza, e l'illusione, il sogno di quell'esistenza che non ha avuto la possibilità di esprimersi, di una vita perfetta che tutti noi avremmo il diritto di vivere. A dividere le due, un lungo corridoio, da percorrere con la zavorra ai piedi e la testa rigida che non ha il coraggio di vedere, perché quello che c'è alla fine del corridoio è terribile. A unire le due, un sorriso. Il romanzo di Stefania Trapani è delicato e crudo allo stesso tempo. L'autrice descrive con estrema abilità e un linguaggio semplice, immediato, a volte ironico, temi delicati, quasi inviolabili, come la malattia dell'amica e la decisione di far crescere o meno una nuova indesiderata vita. L'autrice riesce a coinvolgere il lettore, portandolo a spasso per i capitoli, e quando arriva alle ultime pagine percorre con Silvia quel lungo corridoio, che forse appare addirittura troppo breve, perché in quel tratto si vorrebbe dare il tempo alla vita di mutare a nostro piacimento. Ma questo accade di rado. Eppure il finale del libro è ottimista, perchè ci lascia credere che in un mo(n)do o nell'altro ci sia comunque una vita meravigliosa che ci aspetta

  • User Icon

    Claudia

    14/09/2014 11:23:18

    Ho letto questo libro in due giorni, bellissimo e coinvolgente più volte mi è scesa una lacrima. Per chi crede che l'amicizia e l'amore vanno al di lá di tutto,anche del male. Da leggere.

  • User Icon

    isola

    13/09/2014 23:07:23

    L'ultimo viaggio. Un corridoio lungo e stretto, un budello che toglie il fiato. La testa bassa, la paura di guardare, la paura della consapevolezza. Non guardare per non vedere. Un passo dopo l'altro, lento e inesorabile. Come il destino. Sapere e non voler credere, il dolore di un affetto profondo a cui il tempo ha dato una scadenza. Breve, fredda, agghiacciante. Dietro il prossimo passo. Una nell'altra, due donne che non devono parlarsi per capirsi. Basta uno sguardo, un cenno. Non possono mentire a se stesse, né l'una all'altra. Il bisogno di esserci, sempre, oltre ogni logica, terribile, inaccettabile pagina della loro vita. Un dolore immenso, una speranza di vita che va oltre e abbraccia la morte. Per rinascere. Inseparabili. Due donne che non sanno vivere l'una senza l'altra. L'Amicizia va oltre. Va oltre il dolore, oltre le paure e oltre se stesse. Un corridoio lungo e stretto. Freddo, illuminato appena da una luce anonima e pesante. Voci lontane, angoscia invadente. Un inno alla vita nella consapevolezza della fine. L'angoscia nel respiro e il terrore della verità. La dignità di un corridoio finale. Il sogno di un cuore che preferisce vagare, abbandonarsi a sé lasciando le radici della vita altrove. Un sogno che chiude una pagina di triste realtà. Alleggerendosi di un peso che mai potrà strappare da sé. Certi legami sono per sempre, vanno oltre, oltre l'ignoto, oltre la vita e continuano altrove. Perché non c'è fine, non c'è una vera porta da chiudere. Si è l'uno dentro l'altra, come in un continuo scambio di emozioni tra dentro e fuori. Vuoto e pieno, vita e morte. Insieme, oltre le pagine di un libro che incornicia, con grande eleganza, la morte all'interno della vita. Che accarezza dolcemente una presenza indelebile. Fissa e penetrante come l'aria. Vitale. Per guardare, per ricordare, per conoscere un diverso modo di affrontare un grande, incommensurabile dolore. A Gaia. Stile asciutto, preciso, senza

  • User Icon

    valecafe

    12/09/2014 12:36:09

    Due situazioni complicate. Michela, mamma di una bambina di 18 mesi, tormentata dal cancro che piano piano la sta divorando. Silvia con un bambino indesiderato in grembo che lei chiama "l'alieno". Amiche per la pelle da sempre. Si ritrovano ad affrontare questi difficili momenti insieme. Una storia triste, cruda, tormentata. Ricca di sentimento. Leggendo, da mamma quale sono, sono stata travolta dalle emozioni pagina dopo pagina. Ho spesso chiuso il libro, e aspettato qualche ora, prima di riprendere la lettura. Il dolore descritto è troppo pesante da accettare su due piedi, seppur reale. L'autore scrive in maniera toccante, talvolta inserisce momenti piacevoli e spiritosi, ma la vena malinconica che attraversa tutto il romanzo ti lascia con il fiato sospeso e il desiderio di sapere come va a finire. Cosa c'è al di là dei sogni? Nessuno lo sa, ma l'autore cerca di dare uno spunto per immaginare ciò che si trova al di là di tutto. Travolgente e ben scritto. Lo consiglio assolutamente.

  • User Icon

    Mariulin

    06/09/2014 13:12:00

    Può un sogno trasformare la realtà? Annullare tutto ciò che di doloroso e ingiusto è scritto nel nostro destino? Può forse sconfiggere anche la morte? È questa l'ambiziosa sfida che l'autrice si pone nel dar vita a questo romanzo, una storia nella quale la lotta della vita che non vuole finire si intreccia inestricabilmente con quella della vita che vuole venire alla luce. Due amiche da sempre inseparabili, Silvia e Michela, divengono le personificazioni di questo doppio aspetto della realtà, due facce della medesima medaglia che noi chiamiamo "esistenza". Silvia è il Sole, portatrice e custode della vita che vuole venire al mondo. Michela la Luna nelle sue ultime fasi calanti, che pur destinata a scomparire nell'ombra non cessa di benedire la notte con la sua pallida luce. Differenti fra loro, quasi opposte, eppure complementari e - a vederle aldilà delle apparenze - identiche. Sarà un viaggio a farsi veicolo delle loro speranze. Un viaggio verso l'illusione di poter cambiare il destino, di poter sfuggire all'eterno ciclo della vita e della morte che prima o poi toccherà in sorte a ognuno di noi. Un viaggio che è innanzitutto un sogno, fosse quello di ottenere la magica pozione che muterà il loro fato o quello di sentirsi stringere da forti braccia nell'incanto della notte tropicale. Purtroppo le illusioni non mutano l'amara realtà, e la passione di una notte raramente supera la severa prova dei primi raggi di sole. Ciò che deve avvenire avviene, incurante dello strazio che procura a chi ne rimane coinvolto. Ma il sogno no, il sogno non può venir sconfitto, finché qualcuno ha la forza di continuare a sognare.

  • User Icon

    Ida perrone

    07/10/2013 12:29:58

    Dopo il suo romanzo di esordio," Portata dal vento",la nostra insuperabile autrice, Stefania Trapani, torna a commuoverci e a sorprenderci con questo romanzo di ultima creazione. Una storia intensa e travolgente che non può lasciare indifferente il lettore, anche il più insensibile. La narrazione fluida e invitante ci coinvolge tenendoci con il fiato sospeso fino alle ultime righe, sino " alla fine dei sogni" e, pur nella drammaticità degli argomenti trattati, ci regala qualche sorriso grazie all'espressività con cui l'autrice descrive gli ambienti e gli eventi, nonché i personaggi principali evidenziandone soprattutto il profilo psicologico, portandoci per mano nel cuore delle due protagoniste, ma anche quel pizzico di ironia che caratterizza il suo stile, senza farlo sembrare troppo impegnativo come potrebbe esserlo un libro che che ci fa riflettere sulla malattia e il dolore. "Alla fine dei sogni" è uno di quei libri che dopo averlo letto non riesci a smettere di pensarci e ti viene voglia di ricominciare daccapo. Emozionante, intrigante e piacevole come può essere la storia di una tenera amicizia.

  • User Icon

    Elena

    07/09/2013 19:28:05

    Per chi conosce il valore di un'amicizia vera, cresciuta tra i banchi di scuola e mai dimenticata, questa storia è un emblema. Due amiche che nello stesso momento si trovano in grande difficoltà: la prima, malata di cancro, scopre di non avere più tempo, la seconda invece si ritrova incinta dell'uomo che ama ma che l'ha lasciata ed è dunque determinata ad abortire. Qual è la scelta possibile per entrambe? Arrendersi al destino o abbracciare la vita fino all'ultimo istante? La cosa importante, comunque, è restare unite. Questo romanzo, scritto con uno stile fluido e semplice, letteralmente si fa divorare, ed è realmente capace di commuovere.

  • User Icon

    Corrado Casoni

    03/09/2013 15:11:07

    Bel romanzo, l'ho letto tutto d'un fiato in un pomeriggio. Senza svelarne i segreti posso dire che è un libro che si apprezza veramente alla fine, ed è tutto un percorso che prepara il lettore alla sorpresa di una unica, potente, commovente immagine. Tutto un percorso per arrivare "li", costruito con una sapiente attenzione all'uso del ritmo: la parte iniziale del libro è un delicato e lento gioco di sfumature che man mano diventano storia, fatti, emozioni e si arriva sempre più velocemente ad un arresto quasi brusco, come in fondo è la vita quando accadono le cose senza tante spiegazioni. Poi, uno spartito che per chi come me ha il piacere di saper leggere la musica regala una emozione, un sottofondo che accompagna quell'unica straordinariamente potente immagine finale.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente
Note legali