L' altra Grace - Margaret Atwood - copertina

L' altra Grace

Margaret Atwood

Scrivi una recensione
Traduttore: M. Giacobino
Collana: Scrittori
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 19 ottobre 2017
Pagine: 563 p., Brossura
  • EAN: 9788868337377

61° nella classifica Bestseller di IBS LibriNarrativa straniera - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 15,00

€ 20,00
(-25%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 20,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel 1843 il Canada è sconvolto da un atroce fatto di cronaca nera: l'omicidio del ricco possidente Thomas Kinnear e della sua amante, la governante Nancy Montgomery. Imputata insieme a un altro servo, la sedicenne Grace Marks viene spedita in carcere e, sospettata di insanità mentale, in manicomio. A lungo oggetto dei giudizi contrastanti dell'opinione pubblica - propensa a vedere in lei ora una santa, ora una carnefice -la protagonista di questo romanzo può finalmente raccontare la propria vita al giovane dottore Simon Jordan. Convinto di mettere le proprie conoscenze al servizio della verità sul caso, e al tempo stesso contribuire al progresso della scienza psicologica, Jordan non potrà fare a meno di restare ammaliato da questa personalità complessa e inafferrabile. Il dialogo che si instaura tra i due si trasforma nel ritratto psicologico di una persona due volte vittima del sistema sociale - in quanto povera e in quanto donna - e assurge a denuncia delle enormi contraddizioni di una società maschilista e tormentata da conflitti interni perché incapace di accettare l'"altro".
4,55
di 5
Totale 21
5
12
4
8
3
0
2
1
1
0
  • User Icon

    Francesca

    10/03/2019 14:03:42

    La giovane domestica Grace Marks da anni ormai rinchiusa in carcere, accusata di duplice omicidio, sebbene pare non ricordi nulla delle azioni per cui è stata accusata. Tramite una serie di incontri con il Dottor Simon Jordan, veniamo a conoscenza della triste vita di Grace, della condizione della donna, specie domestica, dall'inizio del XXesimo secolo. Una lettura straniante, intensa, che consiglio sinceramente!

  • User Icon

    Letizia

    10/03/2019 08:36:17

    un periodo fortunato per M. Atwood, con la trasposizione sullo schermo di ben due suoi romanzi ( "il racconto dell'ancella" e "l'altra grace" ). Questo è senza dubbio ritenuto un romanzo "minore" rispetto all'ancella, ma leggendolo lo riscoprirete: una storia tanto cruda nella sua realtà che si potrebbe definire cronaca, e non romanzo. Un mosaico complesso che solo alla fine mostra il proprio disegno. Quello che vedrete sarà la verità, o soltanto un pregiudizio?

  • User Icon

    Valeria

    06/03/2019 18:09:57

    Ho letto sia il libro e ho visto la serie veramente eccezionali entrambe

  • User Icon

    Valentina

    17/02/2019 13:52:21

    Sarà che nutrivo grandi aspettative su questo libro ma l' ho trovato alquanto deludente. Speravo in una narrazione più intrigante , in un io narrante più" profondo" e invece la lettura mi è parsa noiosa. Solo l'ultima parte degna di nota.

  • User Icon

    Alessia

    27/12/2018 19:57:32

    Eccezzionale: una scrittrice i cui libri dovrebbero trovarsi nelle librerie dei cittadini di tutto il mondo.

  • User Icon

    Giorgia

    22/09/2018 14:08:23

    Adoro!! Questo libro è pazzesco, un triller psicologico bellissimo, da leggere tutto d’un fiato, adoro la storia, le descrizioni, il modo delicato e fortemente introspettivo con cui ci viene presentata Grace! Avrà davvero commesso lei i delitti di cui è accusata? Da non perdere!!

  • User Icon

    Barbara

    18/09/2018 19:41:15

    Questo è il primo libro che leggo della Atwood.! È un libro intenso che vi accompagnerà nella vita di Grace, una vita assai travagliata. Continuerà a frullarvi nella testa sempre la stessa domanda , era colpevole o innocente? Ancora a distanza di mesi me lo chiedo. Unico consiglio: leggetelo, non ve ne pentirete!

  • User Icon

    Costanza

    18/09/2018 06:33:48

    Tra i migliori libri letti nel 2018, questo romanzo mi ha stregata. La cameriera sedicenne Grace, la protagonista, viene accusata degli omicidi del proprio padrone e della sua amante e racconta in prima persona della sua condizione e della sua vita, grazie all'ausilio del Dottor Jordan. Sono rimasta affascinata dalla scrittura della Atwood (era il primo approccio per me): raffinata, elegante, colta e magnetica. La storia di Grace, che ricalca un fatto di cronaca nera avvenuto in Canada nel 1843, è molto interessante e si è costantemente curiosi di andare avanti per scoprire nuovi dettagli e crearsi una propria idea sulla sua innocenza. Bellissime le citazioni all'inizio di ogni capitolo, tratte sia da alcuni tra i più noti autori dell'800, sia dalle reali testimonianze di Grace e di altri personaggi.

  • User Icon

    stefania

    03/09/2018 08:43:34

    Ho letto prima il libro e poi ho visto il film (serie tv a puntate): belli sia il primo che il secondo.

  • User Icon

    Patrizia franchina

    06/06/2018 06:26:38

    L’altra Grace di MARGARET ATWOOD è una storia che ci porta in Canada intorno alla metà dell’800, si ispira ad una storia vera e drammatica che ha visto l’opinione pubblica di allora dividersi in innocentisti e colpevolisti senza arrivare mai ad una definizione certa del caso. E’ la storia di un assassinio efferato ma anche di povertà e di emigrazione in cui essere donna complica l’esistenza, rende ancora più fragili ed esposti. La protagonista, Grace è quasi una bambina quando rimane coinvolta nel delitto, le sue parole e i suoi gesti successivi sono contraddittori, incomprensibili e confusi; rigida e rassegnata accetta la sua sorte ma la sua personalità non viene svelata del tutto, rimane misteriosa e impalpabile, è come se conservasse un nocciolo inenarrabile. Il dialogo che nasce con un medico, ci da l’immagine di una dona ermetica, forse ambivalente, ma soprattutto quella di una società nella quale la colpa di Grace, qualora fosse colpevole, diventa la colpa di una società; il romanzo è un narrazione sociale, che dà il quadro di una società dura, ingiusta, in cui ad una donna spesso non rimane molto da scegliere tra andare a servizio, sopportare le ingiustizie, difendersi, prostituirsi, perdersi..

  • User Icon

    maldimaldive

    17/01/2018 14:16:17

    L'autrice parla come se fosse la protagonista in molte pagine del romanzo, ed è qui che mi piace vedere come riesce ad immedesimarsi una questa donna-bambina che ha vissuto un'infanzia terribile. Ogni cosa capitata nel passato ha lavorato come un tarlo fino a erodere il senso del bene e del male di Grace, che sembra vittima in uno sdoppiamento della personalità. Dubbi e perplessità sono alimentati ancora di più dal fatto che è una storia vera (pur se romanzata) che ha fatto scalpore all'epoca. Innocentisti e colpevolisti si domandano ancora, dopo la lettura se è stato veramente così, o chissà... una lettura intensa che ho divorato in pochi giorni.

  • User Icon

    Gianni

    26/07/2013 11:25:08

    Dopo " Il racconto dell'ancella " questo libro mi conferma la "scoperta" (mia) di una grande scrittrice.Il racconto ti prende da subito e l'autrice oltre a sviscerare bene il carattere di ogni personaggio da Grace al dottor Jordan ecc. ecc. fa una ottima descrizione del periodo storico, la cultura, la religione, lo scontro sociale. Grace, anche se inizialmente analfabeta,religiosa, ma non bigotta si muove in questo contesto sociale riuscendo a sviluppare un proprio, semplice e razionale pensiero al di là dei canoni dell'epoca. Bellissimo.

  • User Icon

    Barbara

    09/11/2011 21:33:00

    Bellissimo romanzo,introspettivo, a tratti lento e descrittivo ma molto intenso. Il personaggio di Grace entra sotto la pelle già dalle prime pagine. Mi è piaciuta molto anche la struttura della narrazione che movimenta e interrompe il monologo fiume della protagonista. La definirei una lettura decisamente femminile.

  • User Icon

    silvia

    01/10/2011 20:48:02

    La protagonista racconta con la chiarezza perentoria delle generazioni passate, per cui la realtà era in un modo oppure in un'altro, senza le vie di mezzo e le sfaccettature che caratterizzano l'epoca attuale, di cui la molteplicità dei punti di vista è affascinante fondamento. Fa comunque piacere e dà sicurezza tornare alla confortante visione univoca delle nostre nonne, alla loro visione semplice ma non per questo meno saggia.

  • User Icon

    chiara

    11/04/2011 02:12:33

    un romanzo pazzesco (per restare in tema..). coinvolge fin dalle prime pagine, la trama è avvincente, i personaggi sono delineati magistralmente, lo stile è fluido e ricco allo stesso tempo. il tutto basato su una storia vera (romanzata qua e là) con tanto di articoli di giornale e testimonianze dell'epoca che non fanno altro che incrementare la curiosità. lo consiglio vivamente: è un romanzo da non perdere.

  • User Icon

    Isa

    22/03/2011 17:14:03

    Bello, coinvolgente e appasionante!

  • User Icon

    Libricciola

    03/12/2009 11:22:46

    Meraviglioso romanzo corale. La storia è avvincente e molto toccante, la scrittura impeccabile e mi è piaciuto moltissimo l'aggiunta, all'inizio di ogni capitolo, di stralci degli atti processuali, brevissimi articoli di giornale, rapporti medici. Grace è una figura enigmatica ma molto affascinante...Non mi è piaciuta invece la figura del dottore, perchè non si capisce mai a cosa stia pensando e non prende mai una posizione decisiva. Ottima lettura, davvero, mi rincresce di non aver mai letto prima Margaret Atwood.

  • User Icon

    Lucia

    25/03/2009 16:29:56

    Ottima ambientazione, scorrevole, si tratta sicuramente di una buona lettura. L'altra Grace e' un romanzo al femminile nel senso che protagoniste sono donne. Le figure maschili, pur avendo la loro importanza ai fini dello svolgersi della vicenda, non hanno quello spessore (credo volutamente) che assumono quelle femminili, prima di tutte quella del dottor Simon Jordan, preso com'è a districarsi tra l'acume e l'esperienza di Grace, i propri ormoni, quelli della sua padrona di casa e le "premure" materne che alla fine prevarranno.

  • User Icon

    Cesare Legramanti

    13/01/2009 09:19:03

    Giusto una nota sulla nuova edizione di un romanzo grandioso. Nell'edizione originale, come ovviamente nella versione italiana, il testo è diviso in parti. Queste parti sono intitolate con i nomi di motivi di trapunte tradizionali dell'Ontario. Baldini e Castoldi aveva a suo tempo (nella I edizione italiana) riprodotto graficamente tali motivi, che non costituiscono un mero vezzo estetico o un banale elemento decorativo, ma contribuiscono a fornire al lettore il sapore "casalingo" e l'atmosfera di semplicità (e sospettosa crudeltà) rurale della provincia dell'Upper Canada. Inoltre, i temi delle trapunte rappresentano legami evidenti con il contenuto narrativo delle parti stesse e suggeriscono possibili riflessioni sul tema dell'intreccio, del plot narrativo, della trama appunto. Mi accorgo con stupore che questa nuova edizione non prevede questi motivi grafici. Come è possibile? Come fa il lettore a sapere che quei titoli sono motivi di trapunte tradizionali se non vede i disegni? Considerato che la stessa Atwood sembra accreditare molta importanza ai motivi delle trapunte, citando diversi testi da lei e dalle sue collaboratrici consultati, proprio nella pagina dei ringraziamenti inclusa per esteso nella vostra edizione - mi sono permesso di farvi partecipi di questa mia perplessità. La casa editrice ha ignorato una mia lettera in merito.

  • User Icon

    ELENA

    05/12/2008 17:29:52

    Non posso aggiungere nulla a quello che hanno detto gli altri lettori (qui e nei commenti alla precedente edizione). M. Atwood mi era sconosciuta e solo casualmente ho "scoperto" questo libro, leggendo una recensione in un quotidiano locale che nn leggo mai(inoltre, in libreria era nascosto, e messo a 10 cm d'altezza dal basso! Ma dico cm si fa a nascondere un libro così?!...... e lasciare in bella mostra tutta una serie di libri di serie Z!)

Vedi tutte le 21 recensioni cliente
  • Margaret Atwood Cover

    Margaret Atwood è una delle voci più note della narrativa e della poesia canadese. Laureata a Harvard, ha esordito a diciannove anni. Scrittrice estremamente prolifica, ha pubblicato oltre venticinque libri tra romanzi, racconti, raccolte di poesia, libri per bambini e saggi. Ha scritto, inoltre, sceneggiature per la radio e la televisione canadese. Esordì nel 1961 con la raccolta di versi Double Persephone, alla quale seguì, nel 1964, Il gioco del cerchio. Si tratta di opere nelle quali viene affrontato il tema dell'identità culturale canadese, che sarà il filo conduttore anche delle raccolte poetiche successive; tra queste si ricordano Procedure per il sotterraneo (1970), Storie vere (1981), Interlunare (1984). La condizione della donna è... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali