Altri colori. Vita, arte, libri e città

Orhan Pamuk

Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 maggio 2010
Pagine: 523 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788806201777
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Con più di 70 prose - e una storia - Pamuk mette in scena nelle pagine di questo libro un singolare autoritratto intellettuale costruito con sequenze di frammenti autobiografici, pensieri e "momenti d'essere". Al centro mette la sua città e la sua attività preferita (oltre a quella quasi compulsiva di leggere e scrivere): "guardare fuori dalla finestra", perché le finestre di Istanbul contengono tutte le storie della città - un gesto che dà il titolo al racconto che chiude il volume. Lo scrittore turco riunisce in un continuum narrativo situazioni, idee e immagini che quasi inspiegabilmente non sono mai confluite nei suoi romanzi.

€ 8,70

€ 14,50

Risparmi € 5,80 (40%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    diablo

    18/12/2008 18:20:17

    un bel libro, ricco di spunti, molto vicino ad instambul come impostazione, pieno di citazioni. molto interessante la sezione sugli scrittori amati, soprattutto per la sua visione molto particolare come angolatura. per chi non lo conosce un modo diverso di avvicinarsi ad uno scrittore umile e umano...di questi tempi pieni di sciocchezze letterarie pluripremiate non è poco

  • User Icon

    Maurizio680

    27/11/2008 21:45:38

    Molto bello. Pamuk é un grande scrittore. Il libro non é uniforme, essendo composto da diversi pezzi, ma alcuni sono di altissimo livello. Da non perdere

  • User Icon

    Ugo

    13/10/2008 11:23:18

    Lettura francamente "evitabilissima". Pamuk ha scritto qualche discreto romanzo, soprattutto "Neve", però mi pare un autore un pochino sopravvalutato. Ed "Altri colori"...non è niente di che!

Scrivi una recensione