Alzate l'architrave, carpentieri-Seymour. Introduzione - J. D. Salinger - copertina

Alzate l'architrave, carpentieri-Seymour. Introduzione

J. D. Salinger

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Romano Carlo Cerrone
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2019
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15 maggio 2019
Pagine: 170 p., Brossura
  • EAN: 9788806242664
Salvato in 31 liste dei desideri

€ 10,50

Venduto e spedito da Libreria Max 88

Solo 2 copie disponibili

+ 3,20 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 9,98

€ 10,50
(-5%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 10,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Il personaggio principale, almeno in quei momenti di lucidità in cui riuscirò ad impormi una linea di condotta, sarà il mio defunto fratello maggiore Seymour Glass che (preferisco dir tutto in un'unica frase da necrologio) nel 1948, all'età di trentun anni, mentre era in vacanza in Florida con sua moglie, si tolse la vita. Egli ebbe un grande significato per moltissime persone con cui venne a contatto e per noi, suoi fratelli e sue sorelle, egli fu tutto. Tutto quel che è realtà, egli fu, per noi: il nostro unicorno striato di blu, il nostro specchio ustorio, il genio di famiglia che dà consigli a tutti, la nostra coscienza portatile, il nostro commissario di bordo, il nostro unico poeta e, inevitabilmente - credo, poiché la reticenza non fu mai il suo forte visto che passò sette anni della sua fanciullezza a fare il divo d'un programma radiofonico nazionale di quiz per bambini e tutto ciò che poteva riguardarlo fu prima o poi trasmesso e ritrasmesso - inevitabilmente, dicevo, egli fu anche il nostro "mistico" e "scentrato" famoso».
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,4
di 5
Totale 3
5
2
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    emiga

    19/09/2019 10:41:44

    purtroppo sono rimasta delusa dal libro, forse perché mi aspettavo un romanzo e invece mi sono trovata di fronte a una sorta di pièce teatrale, una meravigliosa piccola scena teatrale scritta meravigliosamente come solo la penna di salinger sa fare, ma che si chiude in sé stessa ,con riferimenti a un altro libro (franny e zoe) che pero non mi hanno invogliata ad approfondire. Il libro parte un po' a rilento, con interi paragrafi di citazioni riportate e il famoso e ricercato Seymour si fa odiare da subito, anche se di lui se ne sente solo parlare

  • User Icon

    Agnese Palma

    22/04/2002 14:52:51

    Salinger è conosciuto soprattutto per "Il giovane Holden"; perche’ non si dedica la stessa attenzione a “Franny e Zooey” come pure agli altri due bellissimi racconti lunghi “Alzate l’architrave, carpentieri” e “Seymour.Introduzione”? Eppure l’intensità, i sentimenti, la tenerezza, la poesia che emanano hanno una densità straordinaria, unica, di gran lunga superiore a “Il giovane Holden”. Questo libro è una poesia dall'inizio alla fine. Raramente si riesce ad esprimere il dolore, la tenerezza, l'indignazione, l'umanità come fa Salinger. E' un libro che varrebbe la pena di rileggere mille volte.

  • User Icon

    serena

    08/05/2001 22:10:06

    spettacolo.è il più bel libro del mondo. io amo seymour glass.IO AMO SEYMOUR GLASS!!!!!!!!!

  • J. D. Salinger Cover

    Narratore statunitense. Dopo gli studi universitari a New York, prese parte come sergente di fanteria alla seconda guerra mondiale. A differenza di altri prosatori della sua generazione, Salinger però non privilegia l’esperienza bellica, la trasferisce se mai in un privato simbolico. L’ambiente del romanzo che gli ha dato la celebrità, Il giovane Holden (The Catcher in the Rye, 1951, pubblicato in Italia da Einaudi nel 1961), è quello medio-alto borghese, con i suoi codici di comportamento, il suo conformismo, la sua assenza di valori; se la coppia borghese tende a riprodursi a propria immagine e somiglianza, sarà l’adolescente a tentare di distaccarsi per una propria ricerca di identità, rifiutando, come lo Huck Finn di Mark Twain, di «lasciarsi... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali