Recensioni Americanah

  • User Icon
    19/09/2019 16:24:14

    Miglior libro letto negli ultimi tempi, con una delle storie d'amore più belle di sempre.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 09:30:30

    Chimamanda Ngozi Adichie è una scrittrice di origini africane, da anni residente in America. Il suo è un romanzo interessante e spregiudicato, scritto con l'intenzione di stimolare la riflessione sulla questione della razza, ma anche con il coraggio di farlo, inchiodando il paese in cui ormai vive alle ipocrisie a cui appare tuttora legato. Una storia di migrazione, ma anche anche di ritorno alle origini, cui fa da sfondo un amore d'altri tempi. Uno di quelli che resiste al tempo, alla distanza, ai cambiamenti a cui la vita ci sottopone. Un libro potente, scritto in modo dinamico ed accattivante, seppur proceda senza troppi colpi di scena.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/09/2019 10:48:49

    Bello, bellissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/09/2019 15:25:00

    Illuminante.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/08/2019 08:49:44

    Bellissimo. Belli e veri i personaggi, interessante la storia: viene da pensare che sia una sorta di autobiografia, più che un romanzo. Dà modo di conoscere un po' l'Africa vera, quella che si evolve (nel bene e nel male, e i suoi vari mali sono raccontati con grande onestà senza fare sconti a nessuno) e che conosciamo così poco, visto che Lagos e le altre città o piccoli centri in cui è ambientata la storia non sono mete turistiche per occidentali. Non è un libro politicamente corretto, per fortuna, perciò le considerazioni sulle questioni razziali sono credibili e condivisibili. Il ritratto che l'autrice fa dell'America corrisponde all'idea che ne ho anch'io, solo più approfondito e raccontato da una che ci ha vissuto a lungo. Quanto alla trama, mi è piaciuto il fatto che i due protagonisti siano tornati alle loro radici, e ho apprezzato il loro amore per il paese d'origine pur con i suoi difetti. Credo che l'Africa abbia bisogno di persone come loro, lucide ma con sogni da realizzare. Un solo piccolo neo: perché non inserire in fondo al libro un glossario che spieghi le parole in igbo, specie per ciò che riguarda i cibi? Ancora non so cosa sia il "riso jollof", nominato decine di volte... Ok adesso lo googlo, però mi è sembrata una pecca. A parte questo, è perfetto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/07/2019 06:03:25

    Da leggere. Punto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/03/2019 23:02:05

    Un libro urgente e necessario. Invito ad andare ad ascoltare il discorso dell'autrice caricato su youtube col titolo The danger of a single story.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 13:48:24

    Chimamanda Ngozi Adichie racconta una favola moderna: Ifemelu è una donna intraprendente, si “salva” da sola da un futuro prossimo minacciato dall’immobilismo apparente che caratterizza il percorso di ogni nazione verso le conquiste sociali del suo popolo; rifugge il caos delle rivolte studentesche in Nigeria e si rifugia nell’ordinato paradiso accademico statunitense. Lei è una di quelle che ce l’hanno fatta. Eppure ogni ordine è un continuo comporsi e scomporsi di contraddizioni: questo Ifemelu lo scopre a sue spese, mentre sola lotta per affermarsi nella nazione di Martin Luther King e Barack Obama, dove i neri hanno le stesse opportunità dei bianchi e sono un’unica, grande comunità. Nominalmente. La razza non definisce la persona, neppure in una nazione altamente razzializzata come gli USA; prima di essere una nera in America Ifemelu è un’Africana in America: l’habitus primario di cui scriveva Bordieu la rende in qualche modo Altra. Attraverso un blog di successo, la protagonista cerca di ricomporre le contraddizioni esistenti tra americani bianchi e neri, tra afroamericani e africani immigrati. Alla fine riuscirà a ricomporre le fratture che questa ricerca spasmodica della coerenza ha prodotto in lei stessa.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 10:16:18

    Bello e basta. La Adichie ci fa entrare in una storia bellissima accompagnata da tanti temi attualissimi. Ho letto tutti i suoi libri, non riesco a trovare difetti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    30/11/2018 11:37:13

    Libro monumentale, senza pecche. Da leggere e consigliare ad altri.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/10/2018 21:47:32

    Un autrice che ho scoperto per caso e ne sono stata molto felice. La sua scrittura è impeccabile,ironica e profonda allo stesso tempo e la storia è molto interessante,specie per noi europei che non conosciamo certe realtà. Ammiro Ifemelu e un po' la invidio perché è una donna forte che non ha paura di nulla. Mi ha fatto venir voglia di conoscere personalmente la Adichie,probabilmente suo alter ego.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2018 18:29:19

    Dell'autrice mi ero goduta "dovremmo essere tutti femministi" e "Cara Ijeawele ovvero quindici consigli per crescere una bambina femminista", due saggi molto interessanti e leggeri (che consiglio a chi avesse poco tempo ma desiderasse amplificare la propria cultura a riguardo alle tematiche del femminismo). Ma ammetto che Americanah mi ha colpita veramente in maniera piacevole. Una narrazione intrisa del periodo che stiamo vivendo, a volte un po' cinica, dove Ifemelu finalmente porta in scena una protagonista "viva". Talvolta gioiamo con lei, altre volte non la capiamo (io ho addirittura provato una lieve antipatia per lei , in certi momenti) , ma è terribilmente umana. La sua ricerca percorre il suo percorso personale con qualche salto verso il copratogonista. Nonostante sia presente una storia d'amore (o anche più) Americanah non è un libro romance, bensì un percorso di una ragazza nigeriana, che nuda da qualsivoglia buonismo o dramma gratuito mostra la difficoltà di crescere nella nostra epoca e di lasciare convivere le influenze culturali che circondano la protagonista. La scrirttura non è pomposa ma neppure banale, la trama scorrevole. Consigliatissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2018 15:49:56

    Americanah è il primo libro che dopo tanto tempo mi ha coinvolta al punto da farmi sentire combattuta tra le desiderio di leggerlo tutto d'un fiato e quello di prolungare la lettura all'infinito, per non dovergli mai dire addio. La scrittura è semplice, ma espressiva e coinvolgente. I personaggi sono caratterizzati meravigliosamente: sia i principali che i secondati sono dotati di spessore, di sfumature caratteriali, di una storia, dei desideri e delle debolezze -- qualche volta di più e qualche altra meno evidenti. La storia raccontata è quella di Ifemelu e Obinze, due ragazzi che si frequentano ai tempi del liceo, in Nigeria, e scelgono di proseguire gli studi universitari al di fuori del loro paese. Lei immigrerà negli Stati Uniti, lui in Inghilterra, ed entrambi dovranno affrontare grossi ostacoli sociali, burocratici ed economici per riuscire a inserirsi nel loro nuovo mondo. È un libro che parla di razzismo, di integrazione e di esclusione; di pregiudizi, di ipocrisia, di ignoranza, ma anche di tolleranza, amore, speranza. È un libro disincantato, lucido e onesto, che non ti racconta frottole e ci tiene a farti vedere gli aspetti positivi e negativi delle società in cui i personaggi si muovono. L'ho apprezzato tantissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2018 01:50:56

    Ho letto quasi tutti i libri della Adichie e per ora ritengo che questo sia il migliore. Questo libro percorre con salti temporali, la vita di Ifemelu, che si trasferisce dalla Nigeria in America per frequentare l’università e della sua storia d’amore con Obinze. Trasferendosi in America, oltre a sentire il distacco dalla sua terra, Ifemelu si sconterà contro le ipocrisie, differenze e diffidenze che derivano solo dal colore della sua pelle. Sarà proprio il continuo scontrarsi contro le differenze, discriminazioni e finto perbenismo nei suoi confronti che la porteranno ad aprire un blog in cui riporterà cosa significhi essere una donna di colore in America. Questo libro parla oltre che del ritrovarsi a sentirsi diverso e discriminato in un altro paese, di femminismo, di identità ma anche di passione. È un libro che nonostante le 500 pagine si legge tutto d’un fiato, ti fa appassionare alla storia, affezionare ai personaggi e ti sbatte in faccia la realtà nuda e cruda. Veramente da leggere!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/09/2018 19:16:58

    Sono diversi i motivi per cui leggere questo libro: la scrittura, l'arricchimento del romanzo con i contenuti del blog della protagonista (che trattano soprattutto di neri non americani in America), la forza evocativa dei ricordi. Verso la metà del libro il ritmo sembra rallentare e perdere qualche colpo, ma dura poco. È un libro da leggere se volete conoscere qualcosa sull'Africa, ma anche sull'Africa, e anche se vi piacciono anche le storie d'amore. Il tutto condito da una scrittura diretta.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/08/2018 13:01:30

    Assolutamente da leggere. Scrittura diretta, chiarissima e ironica allo stesso tempo. I personaggi sembrano esistere davvero. Alla fine ci si sente parte della storia. E quando lo si chiude ti ritrovi arricchito di nuovi punti di vista, pensieri e domande. Davvero bellissimo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/06/2018 10:05:24

    La Adichie é una scrittrice affascinante e intensa...il romanzo ripercorre la storia di Ifemulu tra salti temporali e due continenti, agganciando il lettore alle pagine fin dal primo momento. E c'é molto da carpire, in queste pagine: racconto d'amore, ma anche di identitá diverse, di retroterra culturali e storici a volte poco conosciuti. Ho apprezzato molto lo sguardo sulla Nigeria che mi ha regalato questa storia, la consiglio caldamente. Una splendida lettura.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/05/2018 13:19:36

    non conoscevo l'autrice..mi è stato regalato ed è stato un meraviglioso viaggio in terre lontane e per me inesplorate...grande il potere evocativo dell'autrice e la sua attualità...ora sto leggendo gli altri romanzi che ha scritto..sono tutti di altissimo livello...sono un balsamo x l'anima..almeno x me...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/05/2017 15:54:05

    Quando scovo titoli così interessanti, mi piace immergermi nella cultura che descrivono e viaggiare, seppur solo mentalmente, nei paesi in cui sono ambientati. In questo caso, parliamo della Nigeria e Americanah è il primo libro di una scrittrice africana che leggo. Mi è piaciuto davvero tanto, mi ha arricchito, ha ampliato le mie conoscenze, ha aggiunto un nuovo punto di vista perché il nostro punto di vista, quello occidentale, a volte è come un virus da cui è difficile guarire. Il mal d'Africa, quindi, può venire anche solo con un libro. La vita di Ifemelu e Obinze scorre veloce (anche se alcune parti le avrei notevolmente snellite, rallentano un pochetto la lettura e a mio avviso, sembrano superflue), si immagina già l'epilogo della storia ma è troppo brava la Adichie per abbandonare la lettura. Una storia d'amore, ma anche di due ragazzi che crescono, che vivono e che (si) comprendono. A volte, conoscersi significa anche decidere di rimanere uguali. Conto di leggere altro di suo. Nel frattempo sono contenta di aver letto Americanah, e ve lo consiglio: almeno con la mente oltrepassate confini e barriere, apritevi. Il libro mi ha comunicato, prepotentemente, questo. Oltre a lasciare che i miei capelli siano liberi di esprimersi :D come insegna Ifemelu...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/09/2015 11:37:22

    Lo schema della narrazione in apparenza segue il canovaccio della storia d'amore contrastata, i cui protagonisti vengono separati da varie avversità, salvo ritrovarsi e scoprire intatta l'attrazione, a dispetto dei legami sentimentali costruiti nel frattempo. Il focus del romanzo però è legato all'esperienza dell'emigrazione e del ritorno, al confronto tra la cultura nigeriana e quella anglo-americana, alle molteplici sfumature che la razza assume nel nuovo mondo. Adichie punta l'indice contro un perbenismo progressista che considera superato ogni problema, o quanto meno non vuole recepire critiche radicali a un sistema di convivenza pacificato solo in superficie. Rispetto ai lavori precedenti, questo è più dispersivo, affollato di personaggi secondari che talora sono solo abbozzati. Resta una lettura più che gradevole, utile per scoprire un diverso punto di vista a cavallo tra i continenti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/03/2015 18:54:11

    In questo romanzo ci sono una serie di difetti controbilanciati da altrettanti pregi, che riescono ad attenuare gli aspetti meno riusciti. Lo stile generale è quello martellante della saggistica statunitense: un elenco sterminato di esempi per avvalorare la tesi principale, in questo caso il radicamento della discriminazione razziale negli Stati Uniti. (Una delle migliori opere sul concetto di identità e diversità, è "La macchia umana" di Philip Roth, rielabora e sublima il concetto portante con maestria tale da renderlo un'icona, ciò sgombra il campo dalla moltitudine di esempi già sotto gli occhi di tutti, che rischiano di annullarsi a vicenda. Anche "L'aiuto" di Kathryn Stockett, tratta lo stesso tema portando avanti un messaggio di denuncia costruttiva, che si proietta oltre la semplice constatazione.) In "Americanah" il punto di vista è quello di chi si trasferisce nel paese dei sogni, non aspettandosi di dover sottostare a una stratificazione gerarchica. Il tono da blog diretto e palpitante si impiglia talvolta in particolari voyeuristico morbosi, di cui si farebbe volentieri a meno. Nonostante i punti deboli, si tratta di un'opera sentita, non si vede l'ora di aver un momento libero per poter continuare a leggere, grazie agli accostamenti lessicali funambolici, alle osservazioni illuminanti sulle contraddizioni della società, ai ritratti ricchi di sfumature, all'andamento altalenante dei ricordi che impreziosisce la struttura.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/12/2014 18:03:40

    Davvero un bel libro, intenso, che tiene incollati alle pagine ed è difficile staccarsene. Consiglio a tutti di leggerlo sia per la storia, una (anzi più d'una) storia d'amore molto ben scritta e articolata, che per avere più consapevolezza di quello che è il mondo (l'America in particolar modo, ma anche l'Europa) in cui si trovano a vivere gli emigranti africani.

    Leggi di più Riduci