-15%
L' amico immaginario - Stephen Chbosky - copertina

L' amico immaginario

Stephen Chbosky

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: Pandora
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 1 ottobre 2019
Pagine: 640 p., Rilegato
  • EAN: 9788820067885
LIBRO € 16,92

51° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Salvato in 79 liste dei desideri

€ 16,92

€ 19,90
(-15%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

L' amico immaginario

Stephen Chbosky

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' amico immaginario

Stephen Chbosky

€ 19,90

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' amico immaginario

Stephen Chbosky

€ 19,90

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 19,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dopo avere conquistato e commosso un’intera generazione di lettori con Noi siamo infinito, Stephen Chbosky torna con un romanzo da brivido in cui il delicato passaggio dall’infanzia all’età adulta si compie attraverso una battaglia epica tra Bene e Male.

«Straordinario. Chbosky riesce a coniugare cuore ed emozione con un brivido degno di Stephen King.» - Sarah Pekkanen & Greer Hendricks

«Vi innamorerete dei suoi personaggi.» - R.J. Palacio

«Un capolavoro.» - Emma Watson

«Difficile staccarsene: vorrete sapere come va a finire»Il Venerdì

Mill Grove è una tranquilla e isolata cittadina della Pennsylvania: solo una strada per arrivare, solo una per andarsene. A Kate Reese sembra il luogo ideale per fuggire da un compagno violento, far perdere le proprie tracce e ricominciare una nuova vita. Lo deve al suo bambino, Christopher, che ha solo sette anni ma sa già quanto il mondo dei grandi possa far male. In quella nuova casa, tutto sembra andare a meraviglia: Christopher incontra nuovi amici, Kate trova un nuovo lavoro. Ma poi, all’improvviso, Christopher scompare. Per sei lunghissimi giorni, nessuna traccia di lui. Finché, una notte, il bambino riemerge dal bosco di Mission Street, al limitare della piccola città. È illeso, ma profondamente cambiato. Nessuno sembra accorgersene; solo sua madre sospetta qualcosa, perché Christopher, che ha sempre faticato a scuola, di punto in bianco prende ottimi voti ed è un vorace lettore. Ma nemmeno lei può immaginare tutta la verità. Christopher ora sente una voce in testa, e vede cose che agli altri sono impercettibili. Conosce i segreti del passato, inghiottiti dal bosco di Mission Street; quelli del presente, celati dietro le facciate rispettabili della città. Conosce il futuro tragico che sta per abbattersi su tutti loro. Non può parlarne a nessuno, nemmeno a sua madre, o lo prenderebbero per pazzo. Ma può e deve compiere la missione che quella voce amica gli detta: costruire una casa nel bosco, prima che arrivi Natale. Altrimenti, per sua madre, i suoi amici e l’intera città, sarà la fine.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,42
di 5
Totale 26
5
14
4
10
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:43:15

    "Sei lunghissimi giorni senza sapere più nulla, sei giorni a chiedersi che fine abbia fatto Christopher che ha soli 7 anni. Finché una notte Christopher riemerge dal bosco al limitare della città apparentemente illeso. In realtà è profondamente cambiato e solo sua madre sembra sospettare qualcosa. Un romanzo da brividi che porterà a scoprire cosa è successo in quei sei giorni e quali saranno le conseguenze" - Alice

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:42:43

    Un racconto che intreccia il reale e l’immaginario , un ragazzo che nonostante la sua giovane età già è capace di capire tutto ciò che gli accade intorno e fa di tutto per invertire la rotta della sua vita , e non solo. Farà il possibile per renderla migliore aiutando anche la madre a voltare pagina dopo le disavventure passate, ma il tempo che ha a disposizione non è molto e lui è l’unico a sapere ciò che deve fare. Un racconto coinvolgente che ti lascia con il fiato sospeso e la voglia di conoscere quale sarà il destino del paese e dei protagonisti di questo eccezionale romanzo. Antonio B.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:42:11

    Stephen Chbosky torna a narrarci la storia di un'adolescenza, con un'avvincente allegoria a richiamarne le incertezze, le sfide, la nascita di convinzioni profonde. Alessandro

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:38:31

    È stata una piacevole scoperta! Le prime pagine ricche di suspense. Mi ha ricordato i libri del grande maestro horror Stephen King. Sicuramente da leggere! Ilaria T.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:37:50

    Un prologo interessante e ovviamente lasciato in sospeso… per una futura comprensione. Un inizio di racconto con scrittura fluida e accattivante, ci propone una quasi normale vita di tutti i giorni, ma mentre procedi ti rendi conto che qualcosa non quadra, che non è poi tutto così quasi normale come potrebbe sembrare. La narrazione si fa più incalzante, come l’interesse del lettore e qui finisce il test, con una svolta inaspettata e inquietante. Impressione positiva, scrittura coinvolgente e desiderio di continuarla sino alla fine. Aldo C.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:36:48

    Christopher ha un solo desiderio: diventare l’eroe di cui sua madre ha bisogno. Fin dalla tragica morte di suo padre Christopher ha vissuto con sua madre, trasferendosi più volte e cambiando Stato alla ricerca di sicurezza e di una stabilità che sembra ormai perduta da tempo. La sua felicità coincide con la felicità della sua mamma. Non è bravo a scuola e sicuramente non è muscoloso ma si impegna affinché la donna della sua vita possa essere fiera di lui. Arrivati a Mill Grove dopo l’ennesimo trasferimento tutto sembra procedere alla normalità, finché un giorno Christopher si imbatte in qualcosa di strano: una nuvola sembra essere in grado di sentirlo e capirlo; spinto dalla curiosità tipica dei bambini Christopher segue “Faccia di nuvola” nel bosco. Nessuno avrà sue notizie per giorni. Fin dalle prime pagine ci si sente parte della vita di Christopher ed è come tornare bambini e poter osservare il mondo degli adulti in un modo che forse abbiamo dimenticato. Curiosità, spensieratezza, in alcuni momenti anche una dose eccessiva di ingenuità, questo è ciò che guida Christopher nelle sue giornate; la felicità di sua madre è la sua unica preoccupazione ed i problemi dei grandi non sono altro che avventure da vivere insieme a lei. Tuttavia sarà proprio a causa della sua curiosità che la sua vita cambierà per sempre. Il nuovo romanzo di Chbosky è un thriller avvincente che ti conquista da subito; il lettore, tornato bambino, prende per mano Christopher e lo accompagna nella sua avventura, pronto a svelare i misteri e affrontare i pericoli che si nascondono nell’apparente tranquilla cittadina di Mill Grove. Angelo0310

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:34:34

    Il libro ti coinvolge fin dalle prime righe: l"iniziale descrizione delle vicende di Christopher e di sua madre è una lettura scorrevole e avvincente. La narrazione del senso di inadeguatezza di Christopher dovuto dalla dislessia è delicata e disperatamente vera. Lo stile narrativo è agile ma non scarno, tutt'altro. Anna C.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:34:05

    L’inizio del libro incuriosisce!il bimbo protagonista attira fin da subito la simpatia del lettore che si lega a lui fin dalle prime pagine! la corsa del bimbo nel bosco è piena di suspense...sembra di essere presente a questa curiosità mista di paura e coraggio!fa sentire la necessità di sapere cosa sia successo! Antonio R.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:33:32

    Romanzo ricco di suspense, come sempre Stephan Chbosky utilizza un linguaggio sublime mediante l’utilizzo di artefatti letterari che consentono al lettore di restare letteralmente incollato alla trama. Il mio responso, dopo la lettura di circa cinquanta pagine: Wau!! Voglio leggerlo al più presto. Lo stile è accattivante, a metà tra genere horror e fantascientifico, la storia potrebbe condurre ad infiniti scenari. Bellissima la suspense finale: “Nessuno ebbe notizie di Christopher per sei giorni”. Ho già nel cuore Christopher e la sua mamma. Mi ha colpita tanto il salto temporale dal passato al presente ed i riferimenti nella trama catturano ancor più il lettore. Ho molte aspettative in relazione alla figura paterna e alla sua scomparsa. Apprezzo la scrittura di Chbosky, ma soprattutto il trattare tematiche quali la diversità, la curiosità, la scuola, il bullismo, la tristezza, l’amicizia utilizzando delle storie che non trattino in primo piano tali argomenti. Sembra quasi che il racconto diventi un escamotage per riflettere su temi complessi che attanagliano la nostra società. Chbosky consente durante la lettura una continua introspezione psicologica, ci si identifica nei personaggi condividendone gioie e dolori. Alessia G.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:32:08

    Il romanzo viaggia al confine fra la realtà e l'immaginario e il lettore spesso non riesce a distinguere in quale situazione ci si trovi. Chi legge è perennemente stimolato a ragionare sugli eventi, che si susseguono con un ritmo incalzante e che lo spingono letteralmente a "divorare" il racconto. Antonio M.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:31:38

    Il romanzo parte a ritroso facendoci vivere una storia successa 50 anni prima. David è un bambino che una notte si trova fuori casa e dopo aver avuto la sensazione che qualcosa lo stia seguendo si inoltra nel bosco di Mission street. Il libro arriva velocemente ai giorni nostri raccontandoci la vita di Christofer e di sua madre. Decidono di scappare in pennsylvania, a Will Grove, tranquilla e isolata cittadina Alla madre di christofer, Kate Reese sembra il luogo perfetto per fuggire da un fidanzato che le mette le mani addosso. Decidono quinid di far perdere le proprie tracce e ricominciare una nuova vita. Christofer stava bene nel suo vecchio paese, aveva amici andava a scuola e ora deve ricominciare. In sette anni ha vissuto molte cose brutte e si è trovato faccia a faccia col mondo dei grandi. Ha paura che l’ex fidanzato della madre possa trovarli ma se ciò avvenisse lui vorrebbe difenderla. Vivono in un motel e comincia ad andare a scuola. La madre trova un nuovo lavoro in una casa di riposo, decidono di giocare dei numeri. Christofer sapeva già cosa avrebbe fatto se avessero vinto. Avrebbe comprato una casa. Disegnò il progetto. Lui desiderava videogame, e dolci. Un campo da basket e un piccolo zoo accanto alla cucina. Aveva studiato tutto accuratamente. Ma la stanza migliore era quella della mamma, la più grande della casa. Aveva un balcone con un trampolino per tuffarsi nella piscina privata. E un guardaroba sterminato, pieno di bellissimi vestiti senza strappi sotto le ascelle. il padre di Christofer è morto qualche anni prima. La madre lo ha trovato morto nella vasca da bagno. Non si da pace perché non ha lasciato neanche un biglietto. Christofer non è un bambino particolarmente intelligente ma nonostante questo sua madre non gli ha mai detto nulla, anzi lo sprona a fare sempre meglio.a scuola i suoi compagni lo prendono in giro ma fa amicizia con Edward Charles Anderson, Specialed. tutto sembra andare bene. Ma poi, all'improvviso, Christopher scompare.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:30:00

    Il libro trasmette nella parte iniziale una certa curiosità sulle vicende che sembrano appartenere al paranormale. è un misto della curiosità che trasmette un thriller e una costante sensazione che ci sia più di quel che si legge. Che le cose che vengono lette abbiano invece un significato diverso. Il linguaggio è abbastanza semplice se pur conciso, come se sembrasse che il racconto deriva dalle parole del bambino ma senza cadere in un linguaggio infantile, nonostante la complessità della storia. Invoglia a leggerlo tutto, a voler conoscere il mistero che si cela dietro le prime pagine e a domandarsi in quale particolare universo mentale o fisico ci porteranno le pagine a seguire. Assunta mineo Sin dalle prime pagine, questo libro si è rivelato una lettura interessante. L'inizio è lento, con periodi brevi e descrizioni fortemente icastiche. I personaggi sono ben delineati , quasi simpatici, il lettore si affeziona subito a loro ed è invogliato a leggere per capire quali saranno le loro sorti. Man mano che la narrazione continua, si nota la loro crescita dal punto di vista psicologico. Ho trovato, però, certi punti della storia talmente prolissi da risultare noiosi. Nel complesso sembra un buon libro. Sivinka

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:29:21

    “L’amico Immaginario” si presenta in modo originale, facendo entrare il lettore quasi di schianto nella vita di Christopher e sua madre. Chbosky con poche “pennellate” riesce a descrivere e a farci immedesimare nella situazione difficile in cui i due si trovano. Il padre suicida, Jerry, il compagno della madre, alcolizzato e violento da cui devono scappare, la fatica immane di trovare un lavoro decente per mantenere sé e il figlio. Un figlio che, pur piccolo, si è scontrato con problemi più grandi di lui: deve crescere in fretta (non può chiamare la madre “mammina” perché’ è da piccoli) sentendo la preoccupazione per la madre che vede lottare con le unghie con i denti per la sopravvivenza. Ma la vita non ha fatto sconti neanche al suo quotidiano: costretto a trasferirsi di frequente, Christopher si scontra con la mentalità chiusa della piccola città in cui si sono “rifugiati”. I bulletti della classe, la maestra poco attenta alle sue difficoltà (è chiaramente dislessico e discalculico). Insomma si potrebbe dire che la vita di Christopher sia un vero inferno. Eppure, non lo vediamo disperato. Ci sono come dei piccoli punti di luce, come a dire di una positività ultima possibile anche dentro le più grandi contraddizioni. Là, dove tutto sembra dire che Christopher è un fallito o tremendamente sfortunato (trova persino un biglietto della fortuna senza scritto nulla, o meglio con dei numeri incomprensibili, un po’ come per lui la realtà che lo circonda) c’è qualcosa che gli fa alzare la testa, che lo fa respirare nonostante tutto. Come per esempio l’amore della madre, o l’amicizia, immediata e inattesa, con SpecialED, il suo compagno di scuola. Si capisce che Christopher è un bambino speciale, che vede oltre l’apparenza. E proprio questo suo essere speciale sembra anche il fattore scatenante di qualcosa di terribile. Non sappiamo di che si tratti ma, come spesso accade, dietro qualcosa che sembrava buono e invitante, amico, si cela qualcosa di mostruoso. Andrea C.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:28:34

    Una dimensione onirica che si confonde con quella dei ricordi di un periodo della propria vita in cui labile risulta la linea di demarcazione tra l'essere ed il voler essere senza aver realizzato che ciò che si diventerà sarà fortemente influenzato da tutto ciò che si è stati. Uno scenario in cui la vita di un bambino è pesantemente condizionata dalle scelte, non sempre ottimali, degli adulti, dal capriccio di un destino spesso crudele, dalle azioni di altri individui privi di strumenti che si arrogano il diritto di condizionare ed interferire per ignoranza o presunzione o arroganza, dall'inconsapevolezza delle persone più care che dovrebbero sovrintendere il processo di formazione dell'individuo indirizzando la crescita sulle direttrici più adatte, coordinando le esperienze, controllando i livelli di apprendimento e sorvegliando che non ci siano devianze nel processo. Alla base di tutto ciò un giovane individuo, ancora tabula rasa, trae gli unici momenti di gioia dall'unica persona che gli sta vicino e in cui ripone assoluta fiducia inconsapevole del fatto che sia, o non sia, in possesso di tutti gli strumenti necessari a tutelare la propria crescita. La dimensione dell'infanzia si confonde con quella della maturità allo stesso modo di come i valori del bene sono fortemente mescolati con quelli del male in un intreccio che solamente la corretta conclusione del processo di crescita dell'individuo consentirà di redimere e, nel frattempo, tutto sarà in balia dell'immaginazione che, come un mare in tempesta, farà fluttuare la fragile navetta dell'individuo fra i possibili scenari e i probabili punti di arrivo. Difficilmente si riesce a discernere tra realtà e fantasia per interpretare gli avvenimenti vissuti dai personaggi; difficilmente gli eventi descritti si riescono a collocare tra sogno e realtà. Il tutto è simile al sogno ricorrente che ogni individuo adulto fa periodicamente e sul quale si interroga, spesso inutilmente, alla ricerca di un recondito significato.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:26:53

    Il titolo del libro ci fa riflettere sul possibile svolgimento del libro. Invece le prime pagine e i primi capitoli ci catapultano in una realtà diversa, ben lontani da quel che avevamo immaginato. Le prime pagine assumono una visuale più thriller, la probabile storia di un bambino scomparso, di una forza a noi sconosciuta che fa si che questo accada. Cosa vede il bambino e da dove arrivano le voci che sente? La nostra prima idea è che il libro potrebbe svilupparsi in un problema mentale di quest'ultmo, in una realtà che il bambino vede con i suoi occhi e a modo suo. Mentre dall'inzio dei capitoli precedenti notiamo che c'è qualcosa che ci mette ancora più in dubbio. Quel che succede a Christopher sembra più mite, diverso da quel che avevamo lasciato nelle prime pagine. Per essere così piccolo notiamo che i suoi pensieri ci indicano un pensiero chiaro da seguire; conosciamo la sua storia e a questo punto cerchiamo un collegamento con il bambino della prima parte. Immaginiamo che l'amico immaginario sia lui. Ma ancora una volta ci chiediamo cosa lui veda, cos'è quella nuvola e perchè lo guida verso quella direzione. La stessa direzione che segue David. C'è una forza particolare che li guida lì? E perchè? C'è un collegamento tra i due bambini? Sono domande a cui il lettore vuole ovviamente una risposta. E ciò significa che il libro ha il potere della curiosità, ha il potere di trasmetterla e questo è il primo requisito fondamentale per un buon libro. Sono davvero curiosa di sapere cosa accadrà nei capitoli successivi! Assunta M.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:26:17

    Avevo messo in lista questo libro di Chbosky dopo averlo trovato pubblicizzato in segnalibro dentro alla mia copia de L’istituto di King. Devo dire che a occhi chiusi, potrei pensare che si tratti proprio di King. In primis abbiamo come protagonisti un ragazzino (o forse due). Poi Chbosky usa una formattazione particolare per i vari momenti (la messaggistica, il nome della prof, il finale dell’estratto) che raramente vediamo fare a qualcuno che non sia King stesso. Questa in particolare è una cosa che io adoro. Rende la storia più unica, meno uguale alle altre. Il finale dell’estratto (per altro abbastanza lungo, soprattutto rispetto ai soliti estratti di ibs - che ci fa intuire la “lunghezza della storia") ci lascia con un cliffhanger che a me ha ricordato un po’ Alice nel Paese delle Meraviglie. Probabilmente non c’è un vero motivo per cui ho fatto questa associazione, se non il fatto che Christopher trova la mano e scompare, mi aspetto in un altro mondo. In un altro “paese”. E magari un po’ anche alla Twain con una sorta di Christopher Sawyer e David Finn. O forse sono completamente fuori strada. Solo il libro lo dirà! Arianna M.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:25:36

    Da queste primissime pagine, con cui L’amico immaginario di Stephen Chbosky ci spalanca le porte di questo nuovo universo dove le reali difficoltà della vita si intrecciano alle fantasie e agli incubi che perseguitano i giovani protagonisti, emerge che la penna di quest’autore non manchi mai di seguire e penetrare nelle anime dei personaggi senza risparmiare ai suoi lettori dettagli scomodi e storie difficili viste e filtrate attraverso gli occhi spaventati ma consapevoli e sicuri dei due bambini fino a qui presentati. La storia parte immediatamente con lo scontro tra il primo bambino, David Olson, con un’entità che noi lettori possiamo soltanto intravedere tramite le prime descrizioni: l’autore ci pone davanti a questo terrificante antagonista senza le dovute spiegazioni affinché le nostre sensazioni di panico, di terrore possano coincidere con le emozioni provate dal bambino. La narrazione, dopo un salto in avanti fino ai nostri giorni, ci porta nella quotidianità di Christopher, bambino di seconda elementare già abituato ai numerosi ostacoli che la vita molto spesso pone: chiaramente dislessico, fa molta fatica a scuola divenendo vulnerabile alle offese dei coetanei; oltre a questo, vive in gravi ristrettezze economiche con la madre, in fuga da un compagno violento. Il destino porterà Christopher a intrecciare la propria storia con ciò che accadde cinquant’anni prima a David, prima portando la madre a scegliere la città natale di David come nuovo posto dove ricominciare e, dopo, indirizzando Christopher verso il bosco che tanto ossessionava David. Elena

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:25:04

    Ho appena terminato la lettura di questi primi capitoli. Ho un senso di angoscia e il cuore che batte all'impazzata come se avessi corso insieme al piccolo Christofer. Non pensavo mi sarebbe piaciuto , non ho mai letto niente di simile non è il mio genere. Invece mi ha letteralmente conquistato. Sono ansiosa di ritrovare quel bambino anzi sono preoccupata da quello che potrebbe essergli capitato. Forse perché ho un bimbo della sua età e l'idea di perderlo mi distruggerebbe. Da leggere assolutamente Paola V.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:24:25

    Il racconto attraverso gli occhi di un bambino della realtà americana delle famiglie monoparentali. Orfano di padre vive con la mamma una quotidiana fatta sino a quel momento di precarietà e continue fughe. La sua sensibilità lo porta ad avere alcune problemi di apprendimento ed a rifugiarsi nell’immaginazione per scoprire compagni di giochi che lo possano rassicurare nel quotidiano, come la nuvola o le voci che a volte percepisce. Il racconto si fa inquietante quando per seguire la sua voce si perde e sparisce per sei giorni. Cosa sarà accaduto realmente ? Paola D.

  • User Icon

    Gruppo di lettori in Anteprima

    16/10/2019 10:22:54

    La trama mi aveva già incuriosita molto e leggere le prime pagine mi ha messo i brividi, non potevo fare a meno di andare avanti pagina dopo pagina! Già dalla prime righe mi sono sentita travolta e spaventata insieme al piccolo protagonista. Sembra davvero avvincente e non vedo l'ora di avere il libro fra le mani! Grazie per l'opportunità. Giulia S.

Vedi tutte le 26 recensioni cliente
  • Stephen Chbosky Cover

    Stephen Chbosky è romanziere, regista, sceneggiatore. Il suo primo romanzo, Ragazzo da parete (Frassinelli 2006), è stato un vero caso letterario. Nel 2012 dal libro è stato tratto il film Noi siamo infinito, di cui lo stesso Chbosky è regista. Nel 2019 per Sperling & Kupfer pubblica L'amico immaginario.  Approfondisci
Note legali