L' amico ritrovato - Fred Uhlman - copertina

L' amico ritrovato

Fred Uhlman

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 dicembre 2012
Pagine: 92 p., Brossura
  • EAN: 9788807880735

nella classifica Bestseller di IBS Libri Storia e archeologia - Storia - Specifici eventi e argomenti - Genocidi e pulizia etnica

Salvato in 405 liste dei desideri

€ 7,12

€ 7,50
(-5%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

L' amico ritrovato

Fred Uhlman

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' amico ritrovato

Fred Uhlman

€ 7,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' amico ritrovato

Fred Uhlman

€ 7,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (17 offerte da 6,65 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Tutto ciò che sapevo, allora, era che sarebbe diventato mio amico.»

Germania, 1933. Due sedicenni frequentano la stessa scuola esclusiva. Uno è figlio di un medico ebreo, l'altro è di ricca famiglia aristocratica. Tra loro nasce un'amicizia del cuore, un'intesa perfetta e magica. Riuscirà a non essere spezzata dalla Storia? Racconto di straordinaria finezza e suggestione, «L'amico ritrovato» è apparso nel 1971 negli Stati Uniti ed è poi stato pubblicato in tutto il mondo con unanime, travolgente successo di pubblico e critica. «Un'opera letteraria rara», lo ha definito George Steiner sul "New Yorker". «Un capolavoro», ha scritto Arthur Koestler nell'introduzione all'edizione inglese del 1976. «Un libro che assilla la memoria... una gemma», «Un racconto magistrale», hanno fatto eco "The Sunday Express" e "The Financial Times" di Londra. E infine "Le Monde" di Parigi: «Uno dei testi più densi e più puri sugli anni del nazismo in Germania... Tra i romanzi più belli che si possano raccomandare ai lettori, dai dodici anni in su. Senza esitazione».

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,67
di 5
Totale 133
5
96
4
30
3
7
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Chiara

    17/05/2020 20:09:32

    Libro bellissimo, emozionante. Fa riflettere molto sul senso dell'amicizia, al di là delle differenze. Lettura diversa sui drammi della guerra.

  • User Icon

    Laura

    17/05/2020 19:37:36

    Bellissima storia d'amicizia ambientata però nel terribile periodo del nazismo e della persecuzione degli ebrei. La trama è coinvolgente e non si riesce a smettere di leggerlo fino alla fine. Lo consiglio soprattutto ai ragazzi

  • User Icon

    MariaC

    17/05/2020 15:15:23

    Capolavoro. Letto da giovanissima ne consiglio la lettura a giovani e non. In esso si trovano i temi universali dell’amicizia, della guerra e dell’odio razziale. Attuale, troppo attuale!

  • User Icon

    Cathrine

    17/05/2020 09:25:24

    Uhlman entra in punta di piedi in questa storia dolcissima e delicata, entra in punta di piedi in un tragico periodo della storia dell'umanità. Apparentemente può sembrare un romanzo con una trama poco articolata, ma la grandezza di Uhlman sta proprio in questo. Dell'amico ritrovato ciò che conta non è la trama in se ma i valori che il libro mostra. Due giovani acerbi e legati da un profondo legame, le leggi raziali, la cresita dei protagonisti e la loro evoluzione. Temi difficilissimi e dolorosi affronati con estrema discrezione e rispetto. Un libro che tutti dovrebbero leggere!

  • User Icon

    Maura

    17/05/2020 07:30:34

    "L'amico ritrovato" è il mio libro preferito. Romanzo breve e di facile lettura, indicato per ragazzi dai 12 anni in su e per gli adulti che vogliono leggere una vicenda entusiasmante, relativa alle vicissitudini di due ragazzi, diversi per estrazione sociale, familiare e religione. Il punto di vista è quello di Hans, ragazzo ebreo. Il romanzo è ambientato in Germania, nell'epoca dell'ascesa al potere di Hitler e descrive le dinamiche che avvengono nel gruppo classe, ma soprattutto nella formazione e consolidamento di un'amicizia, direi molto profonda, speciale tra il ragazzo ebreo e un ragazzo tedesco. Se dovessi descrivere con una sola parola il romanzo proporrei l'aggettivo avvincente, in quanto non mancano i colpi di scena. A chi sarà piaciuto questo libro consiglio di leggere sempre dello stesso autore la "Trilogia del ritorno" che comprende oltre a “L'amico ritrovato”, in cui la narrazione è introdotta con gli occhi del ragazzo ebreo, anche "Un'anima non vile" in cui questa volta osserviamo le vicende dal punto di vista del ragazzo tedesco. Per concludere la trilogia c'è l'ultimo romanzo "Niente risurrezioni, per favore". Se poi voleste approfondire ulteriormente la vita dell'autore potete leggere il racconto autobiografico “Storia di un uomo”. Acquisti e letture più che consigliati

  • User Icon

    Samuel

    16/05/2020 17:08:30

    Questo è un libro che ho letto svariate volte e che non mi stanca mai, uno di quei libri che ogni tanto tiri fuori tanto che è scritto bene. Mi ha commosso l'amicizia che lega i due, ragazzi e poi uomini, nonostante i destini totalmente diversi.

  • User Icon

    Ale

    16/05/2020 15:50:44

    Amo questo libro. Letto anni fa, riletto adesso "da grande", mi lascia dentro sempre delle grandi emozioni, spesso in contrasto tra di loro. Amo la grande storia d'amore tra Konradin e Hans, mi fa piangere e disperare, ma al tempo stesso quel finale, quella solitaria frase con cui il romanzo si chiude dà un senso a tutta la storia e ricorda che, nonostante i mali e l'odio, l'amore trova sempre la strada per vincere, per emergere, pur con tutto il dolore che si porta dietro. Consigliato a grandi e piccoli lettori, anche a chi lo ha già letto e lo apprezzerà di nuovo.

  • User Icon

    michele

    16/05/2020 14:06:27

    l'amico ritrovato tratta il tema dell'olocausto in un modo completamente nuovo, mettendo al centro della storia non tanto la sofferenza (che inevitabilmente c'è) quanto l'amicizia, un'amicizia 'sbagliata' , un'amicizia forte..sarà più forte però delle leggi di segregazione e dei rastrellamenti in piena seconda guerra mondiale? dovrete leggerlo per scoprirlo

  • User Icon

    Serena

    16/05/2020 13:49:50

    Questo libro è un piccolo gioiello da regalare ad un amico o regalare a sé stessi. A me è stato regalato e ne sono molto grata. Un libro che racconta in poche pagine una storia di amicizia tra due ragazzi che va oltre pregiudizi e circostanze. Una lettura molto consigliata.

  • User Icon

    Martina

    16/05/2020 09:05:20

    Libro che ho letto a 11, 18 e 25 anni. Ma ogni volta che lo riprendo in mano è straziante. Bellissimo.

  • User Icon

    Giada

    16/05/2020 06:40:54

    Un vero e proprio capolavoro, la novella più bella di sempre. La storia di due ragazzi, un ebreo e un tedesco, che stringono amicizia e si godono gli anni migliori della vita, andando contro l'ideologia dei genitori, contro chi non acconsentiva questa amicizia. Un'amicizia che va oltre tutto. Viene letto tutto d'un fiato, ti trasporta e ti rende curioso di vedere cosa accadrà!

  • User Icon

    Emme

    15/05/2020 21:01:10

    Breve romanzo letto in poche ore, il quale narra la storia di un'amicizia probabilmente nata nel momento sbagliato, o forse no? Libro straconsigliato, da leggere almeno una volta nella vita.

  • User Icon

    Paolo

    15/05/2020 15:04:35

    Mediante la storia dell'amicizia tra due ragazzi nata sui banchi di scuola, l'autore racconta magistralmente una pagina terribile di Storia, facendo vivere al lettore l'atmosfera, le sensazioni, i sentimenti, le aspettative dei vari personaggi, sino al finale sorprendente e bellissimo. Un esempio di come un libro non abbia bisogno di tante pagine per essere grande.

  • User Icon

    Maria

    15/05/2020 14:51:36

    La storia di Amicizia, ricordi di infanzia, di una Storia che non va mai dimenticata e che grazie a capolavori come questo permette anche ai ragazzi di capire cosa significhino la guerra, la discriminazione, l'odio assurdo e immotivato. Da leggere e rileggere a distanza di anni.

  • User Icon

    Cla

    14/05/2020 20:33:20

    Sebbene sia un libriccino breve, questo libro mi ha emozionato tantissimo. Semplicemente stupendo. Un piccolo gioiello che si legge con piacere e in poco tempo. Super consigliato!

  • User Icon

    Mara

    14/05/2020 16:52:53

    E' un classico meraviglioso. Consigliatissimo a tutte le età! Racconto di straordinaria finezza e suggestione da cui è impossibile non farsi coinvolgere. Opera breve ma scorrevole e piacevole da leggere, con un gran contenuto e innumerevoli emozioni. Tratta di un amicizia ai tempi non felici dell'olocausto.

  • User Icon

    antonio

    13/05/2020 19:49:35

    Fred Uhlman ha affermato ' si può vivere con un solo libro' ed io sono assolutamente d'accordo con lui, con squesto solo romanzo è riuscito ad entrare nella storia, un piccolo gioiellino che in solo 92 pagine riesce a dare quanto altri libri non sono riusciti a fare in centinaia e centinaia di pagine. regalatelo ad un amico, regalatelo a voi stessi, e fatelo conoscere a più persone possibili..io ancora oggi sono grato a quell'amico che me l'ha prestato ormai tanti, tanti anni fa..

  • User Icon

    tea

    13/05/2020 18:53:55

    L'amico ritrovato è la toccante storia di due ragazzi che vivono gli anni più bello della loro vita nella Germania del XX secolo. L'uno è figlio di un medico ebreo, l'altro di un nazista convinto. Tra i due nasce un'amicizia profonda che verrà messa a dura prova dagli avvenimenti storici che si abbattono sulle loro vite. La trama potrebbe sembrare scontata, ma merita davvero.Consigliatissimo

  • User Icon

    Sa

    13/05/2020 14:25:34

    Un piccolo capolavoro che narra l’amicizia tra due studenti nella Stoccarda del 1932: Konradin von Hohenfels ragazzo di famiglia nobile e Hans Schwarz, figlio di un medico ebreo, l’amicizia nata nel periodo nazista, verrà compromessa da alcune vicissitudini.

  • User Icon

    Ms06.

    12/05/2020 19:49:42

    Un romanzo toccante ed emozionante. Lo stile della narrazione e la profondità dei sentimenti dei personaggi inducono il lettore a leggere questo breve racconto in modo scorrevole e piacevole senza che la narrazione risulti fredda e distaccata. Molto particolare il modo di esprimere l'atmosfera di angoscia e terrore di quegli anni così convulsi attraverso un'amicizia che alla fine risulterà un vero e proprio legame indissolubile.

Vedi tutte le 133 recensioni cliente

Lo leggerete velocemente guidati dalla passione e dalla ragionevolezza. Il suo linguaggio ingenuo, introspettivo ma fiabesco, vi colpirà fin dalla prima riga. Parola dopo parola vi sentirete coinvolti in questa novella scorrevole ma intrisa del cattivo odore di un'epoca che non va dimenticata.

L'amico ritrovato è stato pubblicato nel 1971. Quando venne scritto, Uhlman aveva settant'anni e nessuno avrebbe scommesso un centesimo su di lui, almeno come scrittore. Conosciuto infatti più come pittore che non come letterato, l'artista di Stoccarda non avrebbe mai pensato che con un romanzo breve di appena novanta pagine sarebbe entrato nell'Olimpo della letteratura.

Un successo meritato o solo un riflesso? La domanda sorge spontanea, ma sono sicuro che dopo la lettura di questo libro converrete con la mia umilissima opionione: siamo davanti a un capolavoro.

La storia narra dell'amicizia di due adolescenti, Hans e Konradin. Il primo è figlio di un medico ebreo, il secondo è il rampollo di una nobile famiglia tedesca che ha simpatie verso il nazional-socialismo. Tra i due nasce una profonda amicizia, ma nel momento sbagliato. Infatti, tutto si svolge negli anni in cui la Germania sta cadendo preda del morbo antisemita.

Non vi svelerò più nulla della trama. Magari avete già letto questo libro, magari lo rileggerete proprio grazie a questo articolo, magari è la prima volta che ne sentite parlare, fatto sta che l'oggetto del romanzo è chiaro. Eppure ciò che più colpisce non è tanto il tema ma come esso è stato sviluppato. Prima di tutto non c'è una lettura pietistica e drammatica della questione ebraica.

Uhlman stesso è un ebreo, nato a Stoccarda nel 1901 e cresciuto in una famiglia agiata. Ha vissuto i terribili anni del nazismo e sulla sua pelle ha provato il dolore dell'emarginazione e del razzismo. Nelle sue parole però non scorgiamo né vendetta, né risentimento.

Sebbene Hans, figura dietro cui Uhlman si cela per raccontare le sue impressioni, sia costretto a trasferirsi negli Stati Uniti d’America per scampare alla persecuzione, rimarrà sempre impressionato dalla figura del suo amico Konradin. Verso di lui non prova odio, ma ne salva la figura.

L’amico ritrovato infatti è tutto incentrato sul ricordo. Hans-Uhlman racconta questa storia anni dopo la Seconda guerra mondiale. Ormai è vecchio, stanco, si è preso tante soddisfazioni negli Stati Uniti ma ha bisogno di riacciuffare l’innocenza che ha perduto nel 1933, quando il nazismo lo ha scacciato dalla Germania. Konradin quindi diventa l’immagine di quel momento spensierato e senza macchia, in cui la vita si guarda con speranza e il futuro ha il sapore della felicità. Ritrovare quell’amico nella memoria vuol dire ritrovare l’innocenza che per Hans è andata via troppo presto. Ed è per questo che egli non prova rancore verso Konradin, vittima del sistema e delle scelte della sua famiglia.

Ma è proprio nelle pagine finali di questo libro che verremo sconvolti. Il colpo di scena che ci ha preparato Uhlman ci viene somministrato con delicatezza. Il giovane Hans infatti per conquistare la simpatia di Konradin ha dovuto lottare molto, ha provato verso di lui un'ammirazione fuori del comune fin dal primo giorno di scuola. A distanza di anni, il vecchio Hans ancora la sente. Per lui Konradin è sempre stato speciale.

E sarà proprio il destino a confermare questa sua intuizione adolescenziale. Come? Lo scoprirete leggendo.

Recensione di Martino Ciano

  • Fred Uhlman Cover

    Fred Uhlman non era uno scrittore di professione, in quanto faceva l’avvocato ed era pittore.Ha lasciato ai posteri pochi esperimenti letterari fra cui il celebre romanzo breve "L’amico ritrovato", l’unico realmente destinato alla pubblicazione.Uhlman nasce nel 1901 a Stoccarda, città in cui frequenta il prestigioso liceo classico della città: l’Eberhard-Ludwigs-Gymnasium.In seguito, dopo la prima guerra mondiale, intraprende gli studi in legge a Friburgo, Monaco di Baviera e Tubinga e, nel 1925, si laurea in legge. Tuttavia, a causa dell’insediamento nazista, non solo non può più esercitare la professione d’avvocato in patria, in quanto democratico ed ebreo, ma nel 1933 è costretto ad abbandonare per sempre il suo lavoro... Approfondisci
Note legali