Categorie

Elisabetta Flumeri, Gabriella Giacometti

Collana: Pandora
Anno edizione: 2013
Pagine: 280 p. , Rilegato
  • EAN: 9788820054540

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Valentina

    23/01/2014 14.10.41

    Ho comprato questo libro soprattutto perchè scritto da due autrici italiane che dalle serie tv sono passate alla scrittura. Tendo a scegliere sempre autrici italiane perchè vorrei riuscire a dimostrare che in fondo non abbiamo bisogno di leggere solo autrici straniere, ma di gente qualificata ne abbiamo anche in Italia!! Ma purtroppo non è questo il caso. Per quanto possa essere una lettura carina e piacevole, non si avvicina lontanamente ai libri di successo! Mi dispiace, ma non mi ha catturata.

  • User Icon

    Monica

    21/10/2013 15.09.59

    Sono perfettamente d'accordo con la prima recensione. A questa simpatica commedia manca un pizzico di sale...

  • User Icon

    Elena

    14/10/2013 09.31.02

    Indubbiamente una lettura piacevole, il cui pregio maggiore e' che si tratta di un romanzo scritto da autrici italiane e ambientato in Italia. I personaggi principali sono abbastanza ben caratterizzati, mentre quelli secondari sono poco approfonditi e quindi appaiono un po' troppo stereotipati (soprattutto il miglior amico di lei). L'ambientazione e' carina e la storia credibile. Il difetto principale del libro alla fine si e' rivelato, per me, quello che all'inizio lo distingueva e lo caratterizzava positivamente: lo stretto legame tra cucina e amore, con continui riferimenti all'arte culinaria come metafora per ogni evento che accade alla protagonista. All'inizio era divertente, poi pero' ha cominciato a diventare troppo presente e pesante, fino al finale che non mi ha soddisfatto. Alcune cose sono state solo sfiorate durante lo svolgimento della storia, e avrebbero probabilmente meritato un approfondimento maggiore: il passato del protagonista maschile e la sua relazione con il padre, ad esempio. Insomma il libro ha alti e bassi, anche nei particolari. Ad esempio, prendendone uno positivo: una scena e' ricalcata direttamente dal film "Pretty woman", ma l'evidente omaggio delle scrittrici non disturba ne' infastidisce. E invece, prendendone uno negativo: la lambada? Vi prego, la lambada? Non esisteva nessun altro ballo sensuale e allusivo da far ballare ai protagonisti?

Scrivi una recensione