L' amore bugiardo. Gone Girl

Gone Girl

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Gone Girl
Regia: David Fincher
Paese: Stati Uniti
Anno: 2014
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 51 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 7,39 €)

L'ex scrittore newyorkese Nick Dunne e la moglie Amy cercano di sbarcare il lunario nel Midwest americano in piena recessione. Ma il giorno del quinto anniversario di matrimonio Amy scompare e l'immagine della coppia felice si sgretola. Nick, avvolto in una nebbia di comportamenti ambigui, diventa il principale indiziato, mentre la ricerca di Amy scatena la frenesia mediatica, davanti agli occhi di un pubblico assetato di rivelazioni. La vicenda porta alla luce segreti che rimandano ad altri segreti nel labirinto del loro matrimonio.
4,29
di 5
Totale 21
5
12
4
5
3
2
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    massimo

    22/06/2020 15:00:34

    Film inquietante nel corso del quale non si smette mai di rimanere stupiti.. bello lo svolgersi della trama nel cui sviluppo ogni ipotesi è destinata a non essere quella giusta.

  • User Icon

    ettore

    17/05/2020 15:11:09

    thriller inquietante ma coinvolgente anche se non mi è piaciuto per il finale

  • User Icon

    Musa

    17/05/2020 09:29:30

    Thriller avvicente, estremamente divertente. Il ritmo non cala mai. La recitazone è ottima, si scava nel baratro della follia, della mania di controllo e delle patologie di una coppia apparentemente perfetta. Finale magnifico, tragicamente triste ma assolutamente verosimile (rispetto al resto della storia).

  • User Icon

    susanna

    16/05/2020 18:10:13

    questo film è incredibile, non riesci mai a capire chi mente e chi dice la verità, suspense all'ennesima potenza e recitazione magistrale...si anche ben affleck!!

  • User Icon

    gigino

    16/05/2020 08:41:24

    Buon film che scava nei meandri dei rapporti familiari e mostra il funzionamento dei media nei confronti dei casi di cronaca nera. La durata è forse eccessiva, ma comunque è una pellicola che si lascia vedere e si fa apprezzare.

  • User Icon

    Gloria

    15/05/2020 19:35:51

    Bellissimo film da vedere più volte. Thriller avvincente ed emozionante, tratta la storia di un uomo che vede scomparire sua moglie e viene accusato di averla uccisa. A suo sfavore ci sono molte prove che lo incastrano, ma un colpo di scena è quello che rende fantastico il film e il finale. Lo consiglio a chi ama i film psicologici, sconvolgenti e spiazzanti.

  • User Icon

    fulvio

    15/05/2020 11:12:41

    Film che mi ha emozionato tantissimo con un ottimo Ben Affleck

  • User Icon

    Terry

    13/05/2020 16:31:31

    Un thriller ben girato dall'esperto Fincher, che tiene incollato allo schermo fino alla fine. Forse gli ultimi minuti calano un po' troppo di tono, ma per il resto rimane un buonissimo film.

  • User Icon

    RAFFAELE

    13/05/2020 09:40:58

    Film bellissimo, attori straordinari e trama mozzafiato!!

  • User Icon

    SR

    11/05/2020 16:59:13

    L'ho visto in un periodo in cui mi emozionavo poco guardando i film e, nonostante scegliessi film con una buona nomea e pluripremiati, rimanevo spesso indifferente. Gone Girl è stata, usando la più classica delle metafore, la luce in fondo al tunnel. L'ennesimo capolavoro di Fisher e, a parer mio, il più incalzante. Lo definirei in due parole: CLIMAX ASCENDENTE

  • User Icon

    borsari

    24/09/2019 16:21:58

    Mi è piaciuto davvero molto questo film, fino all'ultimo non capisci dove voglia andare a parare. Non è uno di quei film di cui intuisci il finale a metà, ti tiene sulle spine fino alla fine. Ricco di copi di scena e, soprattutto, di suspance, ha un cast davvero perfetto per la storia. Splendido Ben Affleck nei panni del protagonista, anche se Rosamund Pike è stata sensazionale. Da vedere.

  • User Icon

    GIANLUCA

    21/09/2019 18:02:31

    Notevole e inquietante thriller confezionato in maniera eccellente che racconta anche l’influenza che i media esercitano sulle masse e sulla risoluzione o meno di casi impossibili e molto attuali anche oggi...consigliato!

  • User Icon

    Anonima

    27/06/2019 09:12:21

    Film che mi è piaciuto molto, finalmente un bel thriller un po' diverso dai soliti. Unica cosa negativa è che non si capisce bene il piano iniziale di Amy, se alla fine voleva veramente il finale che si è visto oppure è stata forzata dagli avvenimenti. Lo consiglio!

  • User Icon

    Francesca97

    10/03/2019 07:49:07

    Thriller psicologico che costringe il lettore a rimanere attento ad ogni dettaglio. I capitoli si intrecciano con le visioni dei due protagoniste della storia, Amy e Nick sposati da cinque anni. La storia non si svolge in maniera classica e prevedibile anzi l'autrice stuzzica continuamente il lettore attraverso colpi di scena non sporadici. Finale particolare e assolutamente non prevedibile.

  • User Icon

    Francesca

    08/03/2019 23:02:04

    Un bel thriller con una storia piena di suspense, molto fedele al libro. L'unico punto a sfavore è proprio Ben Affleck, poco coinvolgente la sua interpretazione.

  • User Icon

    Max Pax

    17/12/2018 21:45:28

    Concordo in pieno con Mr Gaglia, Centrato il punto... Anzi... I punti. Perché Fincher, oltre ad aver realizzato un buon thriller ingarbugliato ha denunciato vari aspetti della società americana... Apparire prima di essere e purtroppo... In finale il triste epilogo.. Dio li fa e poi li accoppia. Film da vedere senza interruzioni e distrazioni varie. Da riflettere. Bravissimo il regista, Rosamund Pike quasi in versione dark lady del mitico film "La vedova nera"... Affleck... Bene ma un pochino spento.

  • User Icon

    Silvia

    23/09/2018 21:40:30

    Un thriller superbo con due protagonisti in stato di grazia: lei apparentemente fragile ma in realtà spietata calcolatrice, lui un Ben Affleck perfetto nell'impersonare il marito impacciato travolto (fino a un certo punto) da una rete di inganni più grande di lui.

  • User Icon

    henry il grigio

    29/06/2015 16:46:04

    La storia è intrigante,incasinata al punto giusto. Rosamund Pike è inquietante, Afflek in compenso ha meno espressività del mio cocker,sembra capitato per caso nella parte. Insomma, non un capolavoro imperdibile, un buon modo per passare un paio d'ore questo si. Consigliato ? NI!

  • User Icon

    Mr Gaglia

    06/05/2015 18:25:01

    Fincher orchestra un thriller meticoloso. Un gioco di piste, di cinismo, di follia, di fragore mediatico, di illusione romantica. Poi nell'ora e mezza restante, l'autore ridistribuisce le carte e avvia un nuovo film; una commedia esistenzialista e bicefala che alterna i punti di vista e rivela, dietro la messinscena "para-hitchcockiana" il grado zero di una coppia e di un matrimonio dominato dalla paura, il sospetto, il tradimento, il rimorso, la rivalsa. Un delirante disegno che pone il protagonista di fronte alla necessità di compiere una scelta precisa e irreversibile. Per Fincher la strada verso la realtà sperimenta sempre la violenza ed è segnata dal sangue, dalle ferite, dai lividi quando non dalla morte. Gone Girl dice dell'esistenza passata a costruire un'immagine pubblica conveniente. Nella rete nella vita reale, nel matrimonio: Amy e Nick fingono superbamente di non vedere che il loro piacere narcisistico è compreso nello sguardo degli altri, di chi li osserva, figuranti frustrati dalla loro felicità senza nubi. Tuttavia Gone Girl interrompe la narcosi interiore dei protagonisti facendo saltare lo schema logico e le previsioni facili, diventando gioco interattivo dove il presunto assassino diventa vittima e la vittima si fa carnefice. L'ambiente domestico e il quartiere residenziale immacolato, facciata edificata sopra le rovine di un centro commerciale e della crisi economica, correlano le manie dei protagonisti, interpretano la loro psicologia, illustrano la morbosa estetica della malattia, del decadimento, dell'illusione a cui non sfugge nemmeno il matrimonio con la sua pretesa di durare per sempre. Come desidera diabolicamente Amy che prosegue il discorso sull'emancipazione femminile. Trasposizione del romanzo di Flynn, Gone Girl è testimone e giudice di quello che siamo veramente, al di là di tutte le apparenze e della capacità di costruire e abitare un teatro della mente. Teatro in cui si mettono in scena Amy e Nick, fatti davvero l'uno per l'altra.

  • User Icon

    manuela

    23/04/2015 12:47:59

    Brutto film, pessimamente recitato e doppiato. Sembra una di quelle pellicole americane che si vedono in tv nei pomeriggi d'estate. Mi sorprende il fatto che in molti me ne abbiano raccomandato la visione considerandolo un filmone imperdibile. Mah.

Vedi tutte le 21 recensioni cliente

La versione cinematografica di L’Amore Bugiardo – Gone Girl del regista David Fincher e` l’appuntamento del decennio per le coppie che sognano di distruggersi a vicenda. Aspettatevi un assalto al botteghino.
Nel tossico matrimonio di Nick Dunne (Ben Affleck) e Amy Elliott (Rosamund Pike), i due mentono e tradiscono a pari livello. O quasi uguale – prevedo discussioni tra le coppie.
Gillian Flynn, nel bestseller del 2012, ha fatto del matrimonio nel nuovo Millennio un malvagio passatempo. Partendo da una sceneggiatura scritta dalla stessa Flynn, David Fincher (Fight Club, Seven, Millennium – Uomini Che Odiano Le Donne) arriva dritto alla giugulare.
Nessuno e` in grado di dipingere il declino morale come Fincher. E con le interpretazioni di Affleck e Pike, che donano un bel volto a Mr. e Mrs. Wrong, il terreno e` pronto per offrire un divertimento diabolico che colpisce duro. Affleck e` Nick, un giornalista di New York che ha perso il lavoro per via della crisi ed e` costretto a tornare con la coda tra le gambe nel nati`o Missouri. Li` apre un bar con la sorella gemella Margo (interpretata con grande intensita` da Carrie Coon) e inizia a lasciarsi andare. Amy, la moglie socialite di Nick, e` una donna benestante, anche lei scrittrice disoccupata e assolutamente fuori luogo nel Midwest.
Flynn, che ha visto il suo mestiere di scrittrice per Entertainment Weekly ridimensionarsi, sa bene cosa significhi trovarsi alle strette nel lavoro e con i soldi. Ha strutturato il libro partendo dal quinto anniversario della coppia – che e` anche il giorno in cui Amy scompare lasciando indizi di una lotta in casa e Nick diventa sospettato di omicidio della moglie.
Capito? Gli spoiler ucciderebbero il mistero, per chi non fosse tra gli oltre sei milioni di persone che hanno già letto il libro.
Affleck e` straordinario. Compromette il suo bell’aspetto per suggerire i bassifondi inespressivi che definiscono Nick.
Per Pike, nota soprattutto per i suoi ruoli secondari (Orgoglio & Pregiudizio), questa e` una parte di quelle che fanno vincere premi e lanciano carriere. E` folgorante e depravata, pura dinamite.
Come il libro, il film inizia con un uomo che vuole aprire il cranio della moglie per scoprire “che cosa ci siamo fatti a vicenda? Cosa faremo?”.
Persino con lo sguardo determinato di Fincher e lo spirito spietato della Flynn, persistono frammenti di umanita`. Frammenti nei quali potremmo addirittura rivedere noi stessi. Non e` un bel quadretto. Voto 3/5

Recensione di Peter Trawers

  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Durata: 145 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: commento audio del regista
  • Ben Affleck Cover

    Attore e sceneggiatore statunitense. Inizia la carriera con piccole parti in serie televisive, poi, con l'amico e collaboratore M. Damon, scrive la sceneggiatura di Will Hunting, genio ribelle (1997) che, diretto da G. Van Sant, ottiene un grande successo di pubblico e l'Oscar per la migliore sceneggiatura e per l'attore non protagonista (R. Williams). A. vi appare solo in un ruolo di secondo piano, ma il film segna l'inizio della sua carriera che prosegue con il pluripremiato Shakespeare in Love (1998) di J. Madden e con il primo ruolo da protagonista, insieme a S. Bullock, in Piovuta dal cielo (1999) di B. Hughes. Faccia da ribelle con uno sguardo capace di guizzi di romantica dolcezza, alterna con sapienza ruoli impegnativi in piccoli film indipendenti (Dogma, 1999, di K.?Smith) con la... Approfondisci
  • Neil Patrick Harris Cover

    Neil Patrick Harris (Albuquerque, 1973) è un attore, doppiatore, presentatore e scrittore statunitense, noto per la sitcom How I Met Your Mother e per il ruolo del Conte Olaf in Una serie di sfortunati eventi. Ha esordito nel mondo cinematografico nel 1988, nel film Il grande cuore di Clara, ottenendo una nomination ai Golden Globe. Dal dal 1989 al 1993 ha recitato come protagonista nella serie tv Doogie Howser, ottenendo una grande popolarità, mentre dal 2005 ha ricoperto il ruolo di Barney Stinson in How I Met Your Mather. Ha presentato inoltre i Tony Awards e gli Emmy Awards. Nel corso della sua carriera ha vinto per tre volte gli Young Artist Awards, per due gli Emmy Awards e ha ricevuto 4 nomination ai Golden Globe. Harris è anche un illusionista dilettante ed è... Approfondisci
Note legali