L' amore è eterno finché non risponde

Ester Viola

Editore: Einaudi
Collana: I coralli
Anno edizione: 2016
Pagine: 218 p., Brossura
  • EAN: 9788806224196
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,18

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gabriella

    10/12/2017 20:23:30

    Ester Viola- L amore é eterno finché non risponde Edito da Einaudi una simpatica storia di amori tormentati. Olivia avvocato divorzista é abbonata all amore eterno ovvero quello non corrisposto. Divertentissima trama intervallata da testi scritti come conversazioni telefoniche , assieme ad Olivia viviamo la sua storia con un finale non molto prevedibile. Scritto da Ester Viola avvocato é il suo primo libro , divertente e corrosivo cerca di dare risposte ad una tematica talvolta complicata. Con battute spietatamente reali la Viola sottolinea come negli amori di oggi un post o una notifica ti possono cambiare la giornata. Forse un pochino tecnico nelle parti "legali" si fa perdonare però per la scrittura diretta e veloce che rimanda il modo di comunicare ai tempi di internet e dello smartphone. Ve lo consiglio per passare un pomeriggio spensierato con qualche risata.

  • User Icon

    Romolo

    07/02/2017 16:03:31

    Ho letto questo libro spinto da una recensione positiva di Michela Murgia a "Quante storie", nella quale veniva descritto come una storia al femminile ma "non alla Bridget Jones", cioé con protagonista una donna giovane ma non più giovanissima, con un'intensa vita sociale ma grossi problemi sentimentali. In realtà, purtroppo, questo libro è esattamente questo: solo aggiornato all'epoca voyeuristica e da "Grande Fratello" dei social media come WhatsApp e Facebook. Scritto bene, a tratti simpatico, ma niente di eccezionale

  • User Icon

    Parthenos

    27/09/2016 23:16:25

    Ricevuto in regalo. Per chi in futuro studierà la storia dell'editoria italiana, il declino di Einaudi sarà certamente uno dei temi del maggior interesse, e più necessitanti approfondimento. È vero, si tratta di un processo che ha già investito case editrici come Mondadori o Rizzoli, ma credevamo che Einaudi avesse varato la collana Stile Libero per metterci i libri poco letterari. Collana Stile Libero dove comunque stonerebbe e preoccuperebbe un libro di pura e semplice chick lit: ma se arriva a uscire nelle collane normalmente dedicate alla letteratura, allora, Houston, abbiamo un grave problema. Il voto è tuttavia tre stelle perché, nel campo della chick lit, è comunque migliore di altri.

Scrivi una recensione


Certo che esiste l'amore eterno, è quello non corrisposto. Lo sa bene Olivia, avvocato divorzista con la tendenza ad allenarsi nello sport estremo dell'abbandono.

"Si lasciano i ricchi, si lasciano quelli che non avrebbero i soldi per lasciarsi, si lasciano gli innamorati, si lasciano persino quelli che si erano messi insieme per non lasciarsi soli. Si lasciano tutti, è solo questione di quando"

“Bridget Jones con Instagram a disposizione sarebbe diventata una taglia 48, altroché.”

Sfigata in amore (ma alla fine neanche troppo). Drogata di lavoro col frigo perennemente vuoto. Piena di amiche solidali con cui stendere una strategia d’attacco contro il Cretino per eccellenza, l’Ex. Se vi rispecchiate in questo modello, l’ultimo romanzo di Ester Viola ha qualcosa da regalarvi. Consorelle di tutto il mondo, unitevi! E armatevi del vostro nuovo manifesto: L’amore è eterno finché non risponde.

Avvocato divorzista in carriera, Olivia viene lasciata da Dario per una “Kate-Moss-1998”. Traduzione: quasi minorenne, così bella da essere sulla soglia del mondo delle top model, ricchissima. E, si sa, la vita ai tempi dei social network non aiuta a rassegnarsi. Così comincia il tampinamento silenzioso e autolesionista di Olivia, che segue la Kate-Moss-1998, alias Lilli Beltrami, in ogni singolo e studiatissimo selfie spontaneo scattato su qualche spiaggia tropicale.
Teatri del suicidio dell’autostima di Olivia, Facebook e Instagram, per l’appunto. Scrollarsi di dosso l’innamoramento di un ex è come cercare di lavare via il catrame dai vestiti: appiccicoso, restio allo scollamento, quasi impossibile salvare il capo contaminato. D’altronde “se liberarsi di un sentimento fosse un film, sarebbe uno di quelli di Sofia Coppola, lentissimo, in cui la protagonista fa sempre le stesse cose miserabili”.
E se alla fine del tunnel, dopotutto, ci fosse una luce? Se, tutto sommato, una volta girato l’angolo ci fosse l’Uomo Ideale ad aspettarci? Magari la luce, in realtà, è un’allucinazione e ad aspettarci, dietro l’angolo, c’è sempre l’Eterno Sbagliato con cui poter passare solo dal supermercato. Dopotutto, “gli uomini si dividono in due categorie: quelli normali e quelli che piacciono a me”.

Condita dal pepe di Bridget Jones e ravvivata dalla grinta lavorativa di Carrie Bradshaw, Olivia Marni ci fa ridere delle sciagure d’amore che tutti noi, prima o poi nella nostra vita, abbiamo subito. Con una scrittura brillante e divertente, Ester Viola prende a morsi la mela avvelenata del supposto eterno amore e ne esce più forte di prima, ricordandoci che “un addio non è poi così terribile, dipende da chi prende l’iniziativa”.


Dal blog di Luciana Littizzetto

I romanzi degli esordienti sono da sempre i miei preferiti. Non è che li leggo. Li bevo, tutto in un sorso. E sono felice quando alla fine della bevuta mi sento dissetata. Mi piacciono un sacco le opere prime perché nascono sempre da un’urgenza, (non da una scadenza obbligata di contratto), e da un bisogno di raccontare che sta lì imprigionato nella penna magari da anni e quando schizza fuori è vita allo stato puro.

E questo di Ester Viola è un romanzo schizzato nel senso più bello che gli si possa dare. La protagonista è Olivia, 32 anni, di mestiere avvocato divorzista, quindi abituata a ravanare nel torbido delle storie d’amore sciagurate. Non che la sua sia una vita sentimentale tanto diversa da quella dei suoi clienti perché pure lei appartiene alla nutrita schiera delle mollate. Ma nessuno si piange addosso in questo racconto di mirabile Chick lit 2.0. (Eh certo…perché adesso al racconto dei tormenti amorosi si aggiungono whatsapp e le email) Ma si reagisce alla sfiga. E come?

Ridendo, ca va sans dire, unico rimedio alla pesantezza del quotidiano rognoso. L’amore è eterno finché non risponde è un libro che fa molto ridere, perché è scritto da una buona penna collegata ad un ottimo cervello, è leggero e profondo insieme, arguto, spiritoso, se fosse una piatto direi: sapido. Pieno di battute che sono sciabolate.

La mia preferita? Quella che una mattina afosa d’estate Olivia dice alla sua collega Arianna: “Mi fai compagnia mentre mi rassegno?”