The Anatomy of Melancholy

The Anatomy of Melancholy

Robert Burton

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Forgotten Books
Formato: PDF
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 41,01 MB
  • EAN: 9780243745098

€ 9,85

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Parrhasius, a painter of Athens, amongst those Glyn thian captives Philip of Macedon brought home to sell, bought one very old man and when he had him at Athens, put him to extreme torture and torment, the better by his example to express the pains and passions of his Prometheus, whom he was then about to paint. I need not be so barbar ous, inhuman, curious, or cruel, for this purpose to torture any poor melancholy man, their symptoms are plain, obvious and familiar, there needs no such accurate observation or far fetched object, they delineate themselves, they voluntarily betray themselves, they are too frequent in all places, I meet them still as I go, they cannot conceal it, their grievances are too well known, I need not seek far to describe them.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Robert Burton Cover

    (Lindley, Leicestershire, 1577 - Oxford 1640) scrittore inglese. È noto per l’opera in prosa Anatomia della malinconia (The anathomy of melancholy, 1621), una sorta di enciclopedia scientifico-letteraria, piena di digressioni erudite, caotica ma ricca di notizie curiose e non priva di umorismo e di originali osservazioni psicologiche. L’opera costituisce uno dei trattati più notevoli sul tema dell’umor malinconico (l’accidia medievale) visto come malattia d’amore, come possessione diabolica e infine come impronta del genio. Assai letta nel Seicento e nel periodo romantico, essa influenzò Milton e Sterne e ispirò l’Ode alla melanconia di Keats. Approfondisci
Note legali