Anatomy of a Murder (Limited 180 gr. Transparent Red Coloured Vinyl Edition) - Vinile LP di Duke Ellington

Anatomy of a Murder (Limited 180 gr. Transparent Red Coloured Vinyl Edition)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Duke Ellington
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Music on Vinyl
Data di pubblicazione: 7 giugno 2019
Colonna sonora
  • EAN: 8718469532063

€ 29,50

Punti Premium: 30

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Limited 180 gr. Transparent Red Coloured Vinyl Edition
One of the best movie posters transformed to an LP cover; what more could one wish for in a vinyl release? And with Duke Ellington and Billy Strayhorn at the helm, you know the score of one of Hollywood’s most controversial movies is going to be a show stopper. Released in 1959, the film Anatomy of a Murder was banned in several cities because of indecent language and its sexual and violent subject matter. But its soundtrack stood out from the start as one of the best Jazz compositions around. Evocative, alluring, eloquent, ‘it beckons like the scent of a femme fatale’...
Available as a limited 60th anniversary edition on transparent red vinyl.
Disco 1
1
Main Title and Anatomy of a Murder (feat. Jimmy Hamilton, Ray Nance)
2
Flirtibird (feat. Johnny Hodges)
3
Way Early Subtone (feat. Russell Procope)
4
Hero to Zero (feat. Harry Carney, Paul Gonsalves)
5
Low Key Lightly (feat. Ray Nance)
6
Happy Anatomy (feat. Clark Terry, Paul Gonsalves)
7
Midnight Indigo
8
Almost Cried (feat. Shorty Baker)
9
Sunswept Sunday (feat. Jimmy Hamilton)
10
Grace Valse
11
Happy Anatomy (feat. The P.I. Five)
12
Haupe (feat. Johnny Hodges)
13
Upper and Outest
  • Duke Ellington Cover

    Propr. Edward Kennedy Ellington. Pianista, compositore, direttore d'orchestra e arrangiatore statunitense di jazz. Nel 1923 costituì il complesso degli Washingtonians, che risentiva di influenze ragtime e New Orleans. Nel '26 rinnovò e ampliò l'orchestra creando, con composizioni originali, un nuovo linguaggio basato sul perfetto equilibrio strutturale tra discorso orchestrale e improvvisazione solistica. Già nei primi lavori, caratterizzati dai caldi e aggressivi timbri dello stile «jungle» (in cui emergono la tromba e il trombone con sordina, rispettivamente di Bubber Miley e Joe Tricky Sam Nanton), si delinea il gusto tipico della cultura nero-americana, che permane anche negli influssi colti occidentali, soprattutto impressionistici, degli anni '30. Nel decennio successivo (cui appartiene... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali