L' angelo del fango

Leonardo Gori

Editore: TEA
Collana: Narrativa TEA
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15 ottobre 2015
Pagine: 345 p., Brossura
  • EAN: 9788850240630
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,56
Descrizione
Novembre 1966. Firenze è in ginocchio, sventrata dalla furia dell'Arno e sommersa dal fango. I fiorentini però sono subito al lavoro, aiutati dall'incredibile solidarietà degli "angeli del fango", tanti giovani accorsi da ogni parte d'Italia e del mondo. Lo Stato non può mancare e, nonostante le condizioni proibitive, il presidente della Repubblica Saragat decide di visitare la città. Incaricato della sicurezza, il colonnello dei Carabinieri Bruno Arcieri si trova davanti un compito impossibile. La situazione convulsa offre infatti l'occasione perfetta per chi volesse colpire in "alto" oppure saldare vecchi conti. Il ritrovamento di un cadavere misterioso, un giornalista ambiguo, una donna che cerca protezione, dossier dimenticati: a poco a poco Arcieri si addentra in un'indagine carica di passato e di sangue, in fondo alla quale lo attende una sconvolgente rivelazione. Sullo sfondo di una ricostruzione meticolosa, Leonardo Gori accompagna i lettori lungo una pista che serpeggia dai depositi distrutti della Biblioteca Nazionale, al primo dopoguerra, dalla Repubblica di Salò, alle tenebre della nostra storia.

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    patrizia b.

    21/05/2017 17:04:53

    Mi dispiace, ma proprio mi è sembrato un libro sciocco (alla toscana). Ed anche inutilmente complicato.

  • User Icon

    Claudio

    03/07/2016 09:02:11

    Altra eccellente avventura del col. Arcieri, fra passato e presente (siamo nel pieno dell'alluvione di Firenze del '66)

  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    13/12/2015 09:49:10

    La decomposizione del paesaggio di Firenze dell'alluvione del 1966 non fa altro che anticipare una decomposizione delle coscienze che possiamo riscontrare nei notabili che quasi fanno a botte per stare accanto al Presidente della Repubblica in visita e ai tragici giochi di potere di cui solo per un soffio il colonnello Arcieri non resterà vittima. Ma se nel romanzo sulla liberazione di Firenze /Ol passaggio), nonostante i lutti, i morti colpiti dai cecchini fascisti, le vendette lasciano spazio a un domani di speranza, in L'angelo del fango tutto comincia e finisce con una massa d'acqua fangosa a lordare, o comunque a cercare di lordare anche chi della dignità e della coerenza ha fatto un principio di vita. Nei giochi sporchi dei servizi segreti il colonnello Arcieri rappresenta un mondo passato, di una generazione che ancora credeva che fare il proprio dovere con coscienza e nel rispetto delle norme fosse il codice etico a cui uniformarsi. Immersi nella fanghiglia, ma non ancora lordati dentro sono i tanti giovani, venuti da ogni dove, che sguazzando nel putridume cercano di recuperare i libri della Biblioteca Nazionale; chissà che loro riescano a mantenere la purezza di cuore necessaria, ma il timore è che si perdano poi negli infiniti rivoli del fango morale. L'epoca degli anni di piombo è a due passi, con gli scellerati attentati e gli estremisti rossi e neri che faranno a gara per alimentare la strategia della tensione, probabilmente marionette manovrate da un abile burattinaio di cui non verremo mai a sapere il nome. Ecco nella trama di L'angelo del fango ci sono anche i prodromi di un periodo che mi è toccato vivere, iniziato con l'attentato di Piazza Fontana a Milano e culminato con quello alla stazione di Bologna. Mi pare superfluo aggiungere che la lettura di questo libro, vincitore del prestigioso premio Scerbanenco nel 2005, è senz'altro raccomandata.

  • User Icon

    Pupottina

    26/10/2015 12:57:29

    Con il suo stile magistrale, Gori accompagna i lettori lungo le pagine, anche negative, della storia italiana del Novecento.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione