Traduttore: A. Gasbarro
Editore: Leggereditore
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 16/05/2013
Pagine: 408 p., Brossura
  • EAN: 9788865082997
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    LadyAileen

    06/06/2013 22:22:14

    La trama è senza dubbio originale, intricata e densa d'azione e colpi di scena (un ulteriore problema si profila all'orizzonte in questo volume). Come per i precedenti anche in questo caso si tratta di un romanzo corale pertanto anche se i punti di vista principali restano quelli di Azrael ex angelo della Morte e la sua cherubina Sophie, non mancano quelli di altri personaggi. Per quanto riguarda la struttura relativa alla storia d'amore in questo volume c'è stato un vero e proprio stravolgimento e devo dire che ho apprezzato. Azrael è l'arcangelo più misterioso, schivo ma anche il più tormentato a causa della sua particolare natura mentre Sophie è una donna fragile con un passato doloroso ma è anche giudiziosa, cauta e con una mente aperta al soprannaturale. Due anime affini. Nonostante sia un volume abbastanza corposo, non ci sono momenti per annoiarsi e questo anche grazie allo stile scorrevole e alla presenza di personaggi intriganti. Gli angeli (non sono le uniche creature mitologiche presenti anzi se ne aggiungono altre credute scomparse) hanno origini antiche ma assumono comportamenti moderni e umani. L'unico aspetto negativo è che avrei evitato di ripetere un po' troppe volte alcuni concetti. Naturalmente il finale resta aperto e offre una breve anticipazione. Una lettura avvincente ma mi dispiace sapere che l'autrice non ha ancora annunciato una data per l'uscita del quarto volume (Non voglio aspettare troppo!).

  • User Icon

    Lisa

    06/06/2013 12:07:50

    Bello ,l'Angelo della morte , è il mio preferito!!Da leggere.

  • User Icon

    Gresi

    29/05/2013 19:33:13

    Rimanendo fedele ai medesimi obiettivi cui l'autrice si era prefissata nel realizzare i due romanzi precedenti, in L'angelo della morte al contrario la storia prenderà in parte una piega alquanto diversa dal previsto. Sebbene principale scopo dell'intero romanzo non sia altro che l'innamoramento, con protagonista in ogni volume uno dei quattro arcangeli e le loro amate cherubine, in questo terzo e penultimo volume della saga la parte romance, ampiamente descritta e scrutata a fondo nei volumi precedenti, non avrà il medesimo spessore cui speravo di riscontrare sin dall'inizio della lettura. Per nulla privo di tale aspetto ma nemmeno ideato come elemento predominante, L'angelo della morte si mostrerà tuttavia capace di sorprendere per gli innumerevoli elementi che effettivamente l'autrice ci aveva propinato nel primo romanzo, abilmente elusi nel secondo e che solo adesso, in questo terzo e penultimo volume della saga, prevaleranno e avranno un importanza fondamentale più del previsto. A tratti ricco di azione, succulento e molto sostanzioso L'angelo della morte non sarà altro che il preludio di una sorta di guerra imminente fra arcangeli e Adarani. Una lotta cui non si contenderà esclusivamente il potere o la forza fra i contendenti ma persino l'amore degli arcangeli nei confronti delle loro cherubine che, come una falena attratta dalla luce, sembrerà impensabile e assurdo il pensiero di una loro improvvisa separazione. Non molto dissimile agli altri romanzi pubblicati precedentemente sarà inoltre il finale nel quale, sebbene anche qui come Il messaggero dell'angelo ci darà qualche anticipazione sull'innamoramento di Michele e sulla sua inseparabile cherubina Rhiannon, alimenterà la curiosità nel lettore sulle modalità cui si concluderà del tutto la storia. Lo trascinerà dinanzi a quell' inspiegabile smania di sapere cui al lettore verrà impedito di scostarsi del tutto dalle pagine, se non alla fine dell'ultima pagina.

Scrivi una recensione