Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 15 gennaio 2015
Pagine: 218 p., Brossura
  • EAN: 9788845929571
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 9,72
Descrizione

Vincitore Premio Mondello 2015 - Sezione Opera Italiana
Finalista Premio Rapallo Carige 2015


Quando una notte la polizia fa irruzione nel suo ricovero, portandole via decine di cani, Chiara porta alla sua amica d’infanzia Letizia il grosso quaderno in cui da sempre raccoglie nomi, foto e tratti caratteriali degli animali che ha accudito. Letizia dovrebbe trasformare quelle schede in un libro, ma fa invece qualcosa di diverso: racconta, in questo libro, la propria vita di ex randagia spaventata, sottomessa, e per fortuna anche dispettosa, insieme a quella degli uomini – uno soprattutto, l’infernale Edi Sereni – e delle donne che, nel tempo, hanno preteso di addomesticarla. E ci regala il copione di una commedia nera e rosa che fa genere a sè, ma che non basta leggere fino in fondo per dimenticare.

€ 10,80

€ 18,00

Risparmi € 7,20 (40%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sara

    19/08/2016 13:20:28

    Un libro imbarazzante. Lo avevo comprato soltanto perché avevo voglia di leggere un italiano contemporaneo e poi perché (fino a oggi) ho sempre pensato che la Adelphi fosse una casa editrice di alto valore. La più brutta lettura spacciata per seria che io abbia mai fatto. Un romanzo rosa per ragazzine al mare, ritenuto valido soltanto perché in copertina c'è inspiegabilmente il logo Adelphi. Altamente sconsigliato.

  • User Icon

    Anna

    23/06/2015 15:29:57

    Dopo aver letto questo libro (e ce ne ho messo per finirlo), mi domando stupefatta che decisioni bislacche stia prendendo la Adelphi per pubblicare un libro come questo. E' il primo -ed ultimo- libro della Muratori che leggo, e che non parlasse propriamente di animali domestici lo sapevo, ma non immaginavo che l'autrice avrebbe usato il titolo accattivante (almeno per me e per molti amanti dei nostri animaletti domestici, appunto) per parlare di una se stessa fittizia-pare abbia usato lo stratagemma del falso autobiografico- paragonandola malamente ad un animale domestico che tenta tutta la vita di non farsi addomesticare dagli uomini e dalla societa' e invece riesce benissimo a essere molto peggiore dell'animale domestico stesso. Un libro che costa troppo, e' scritto in modo che non ha nulla di speciale, che non mi verra' mai voglia di rileggere e che non consiglio assolutamente.

Scrivi una recensione