Animali in rivolta. Confini, resistenza e solidarietà umana - Les Bitches,Sarat Colling,Feminoska,Marco Reggio - ebook

Animali in rivolta. Confini, resistenza e solidarietà umana

Sarat Colling

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Bitches Les
Curatore: Feminoska, Marco Reggio
Editore: Mimesis
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,93 MB
Pagine della versione a stampa: 164 p.
  • EAN: 9788857543758
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel 2000, mentre veniva condotta al mattatoio di Brooklyn, una mucca scappò per salvarsi la vita. La fuga andò a buon fine. Anche se era previsto che Queenie, come fu poi ribattezzata, dovesse essere riportata al macello, lo sdegno sollevato attorno al caso prevalse, risparmiando alla bestia un terribile destino. Sarat Colling prende in esame le vicende degli animali fuggiti dai macelli e analizza l’impatto che queste storie hanno avuto sull’opinione pubblica. Obiettivo della ricerca è quello di comprendere le forme di resistenza degli animali e il ruolo delle loro storie nella messa in discussione delle modalità con cui gli umani, e in particolare i consumatori, prendono le distanze dalla violenza delle imprese zootecniche. Nel volume sono riportate sei storie che consentono di esaminare in maniera approfondita i casi di fuga animale occorsi nello stato di New York. L’indagine si colloca nel campo interdisciplinare dei critical animal studies e attinge alle più recenti teorie elaborate dalla geografia animale, dai femminismi transnazionali e dall’analisi critica del discorso. Questo contributo affronta nello specifico la resistenza degli animali allevati e mette a confronto le esperienze e le rappresentazioni di tale resistenza sia da una “prospettiva dal basso”, acquisita tramite chi si prende cura degli animali, sia da una “prospettiva dall’alto”, che traspare dalle raffigurazioni presenti nei principali mass media influenzati dalle multinazionali.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marta

    14/12/2017 14:02:42

    Bellissimo. Stimolante da tutti i punti di vista: sociologico, filosofico, per il taglio femminista, postcoloniale, antirazzista. Le storie degli animali che fuggono dagli allevamenti e dai mattatoi sono appassionanti... e dopo che le hai lette difficilmente vedrai la questione dal punto di vista di prima! Ho trovato notevole anche l'utilizzo delle categorie politiche e filosofiche nate in altri contesti per parlare di liberazione animale (Chandra Mohanty, Gayatri Spivak, bell hooks, Sarah Ahmed). Un libro da consigliare agli animalisti, a chi si interessa di filosofia politica, di femminismo, di gender studies, di migranti. Davvero una bella scoperta

  • User Icon

    Adriana

    14/12/2017 11:17:14

    Questo libro affronta la questione dello sfruttamento animale in maniera nuova e inedita. L'autrice Sarat Colling racconta vari episodi di fuga degli animali da allevamenti e macelli - alcuni lontani nel passato, altri molto attuali - e sottolinea come gli animali siano a tutti gli effetti soggetti attivi e resistenti, veri fautori della propria liberazione. Un libro che attinge alle teorie e pratiche politiche femministe e decoloniali per affrontare un argomento spinoso: perché se gli animali resistono allo sfruttamento, noi (che li sfruttiamo) possiamo continuare a farlo impunemente per una supposta "superiorità" - che in realtà si traduce spesso semplicemente nell'imposizione della forza bruta sui più deboli? Un libro che stimola riflessioni che trascendono persino l'argomento particolare in esso trattato, e scritto in maniera semplice ma molto coinvolgente... consigliatissimo!

Note legali