Annabelle

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 2014
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni

48° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Horror

Salvato in 17 liste dei desideri

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 8,50 €)

John Form ha trovato il regalo perfetto per sua moglie, Mia, una bellissima e rara bambola vintage che indossa un abito da sposa bianco candido. La felicità di Mia per il dono della bambola però, durerà molto poco. Durante una notte terrificante, la loro abitazione viene invasa dai membri di una setta satanica che attaccano violentemente la coppia, lasciandosi dietro una scia di sangue e terrore. Ma nessuna delle atrocità commesse quella sera potrà eguagliare la crudeltà di cui è capace la terribile... Annabelle.
3
di 5
Totale 4
5
2
4
0
3
0
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Annabrutt

    17/05/2020 23:31:14

    Partiamo con il dire che di “belle” questa Anna non ha proprio niente: è brutta e tremendamente spaventosa, il che per un horror andrebbe benissimo, se non fosse che la protagonista è al settimo cielo dalla gioia quando il marito gliela porta a casa perché completi la sua collezione di bambole. Quale persona sana di mente collezionerebbe bambole così? Comunque, parlando del film, sappiate che con Annabelle avrete il pacchetto completo dei soliti, noiosi, abusati e per nulla originali cliché del cinema horror moderno. Demone ultrapotente che si riduce a fare “boo!” con il classico jumpscare, bambina con vestito bianco che cammina a favore di camera, protagonista imbecille che espone la figlia a traumi infantili assolutamente evitabili (ma del resto è la stessa che colleziona bambole della morte pensando che siano delle Polly, che vogliamo farci), persone che si dimenticano improvvisamente che la propria casa è provvista di corrente elettrica e che, quindi, potrebbero accendere la luce ed evitare di aggirarsi nei corridoi con una torcia in mano... Ah, e ovviamente non dimentichiamo le porte che sbattono e le radio che si accendono a casaccio, del resto sono pure in tema con le case domotiche dei giorni nostri! Insomma, le soluzioni originali le hanno altri film, questo no di certo. Poi va detto che senza The Conjuring non avrebbe ottenuto il successo che ha effettivamente riscosso (a mio avviso, senza meriti), ma non regge il confronto come spin off, nonostante abbia pure ricevuto dei sequel. Però devo essere sincero, oltre al make Up della bambola, sicuramente ben fatto, il film ha comunque dei lati positivi... per esempio, finisce!

  • User Icon

    n.d.

    14/10/2017 19:55:43

    Bellissimo

  • User Icon

    Euge

    17/09/2016 09:47:52

    uno dei più mediocri film horror in generale degli ultimi anni, con il finale peggiore in assoluto. storia lenta, personaggi melensi, indisponenti e decontestualizzati, tra una libraia invadente, dei bambini messi lì a casaccio, un marito belloccio che va meglio per fare le fiction tv che i film horror. già i due "Conjuring" sono la brutta copia di "Insidious", questo si può tranquillamente evitare.

  • User Icon

    Mr Gaglia

    05/03/2015 18:32:30

    Il franchisee è ormai di moda, e di successo, per un sequel, un prequel, un remake o uno spin-off: non lo si nega a nessuno specie in ambito horror. Annabelle racconta la storia della bambola a cui in The Conjuring sono bastate poche scene per lasciare il segno nell'immaginario del terrore: cosa ha fatto di così terribile la bambola per guadagnarsi una simile nomea? Notevole la costruzione delle sequenze di tensione, quando il regista sembra solo suggerire il prosieguo, cercando di depistare lo spettatore. I silenzi e soprattutto lo scarto tra l'attesa del colpo di scena e la sua effettiva realizzazione sono ottimamente gestiti, mentre il fantasma di Annabelle si diverte ad attivare la macchina per cucire o bruciare i popcorn; così come lo studio delle inquadrature, che prevedono la presenza maligna, o l'attesa estenuante della stessa, ai margini del campo o in un fuori campo angosciante. Merito del ghigno di una bambola terrificante da subito e per sempre, che ruba agevolmente la scena all'improponibile coppia di protagonisti. Annabelle non abita in un corpo e così non può subire un esorcismo; un demone che non è stato mai creato e che quindi non può essere mai distrutto. Restano solo due opzioni: accontentare oppure no la sua sete di anime fresche. Su questo assunto si regge l'architrave del film, prima che le soluzioni terrificanti crescano di imprevedibilità e i tempi tecnici di tensione narrativa si esauriscano. Annabelle vive di vita propria rispetto al film padre ma, ed oltre a innumerevoli brividi ben assestati, aggiunge molto al grande libro dell'horror. Per qualcuno, questo film, è destinato a far ricordare solo il truce sguardo perforante della compagna ideale del Chucky di Bambola assassina, ma per me è un bellissimo film.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente

La bambola assassina di The Conjuring si guadagna un intero film che ne racconti le gesta

Trama
Mia e John Form stanno per diventare genitori nell'assolata California, quando un fatto tragico turba le loro vite. Una setta di satanisti, guidata dalla giovane Annabelle, compie una strage nella villa vicino alla loro e viene fermata dalla polizia dopo essere entrata a casa Form. Ma prima di morire Annabelle stringe tra le braccia una bambola di Mia, trasmettendole un oscuro maleficio.

  • Produzione: Warner Home Video, 2015
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital 5.1);Hindi (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Inglese per non udenti; Francese; Olandese
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "The Curse Of Annabelle - Racconti soprannaturali dal set"
Note legali