-5%
Anni difficili. Dalla crisi finanziaria alle nuove sfide per l'economia - Ignazio Visco - copertina

Anni difficili. Dalla crisi finanziaria alle nuove sfide per l'economia

Ignazio Visco

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Il Mulino
Collana: Contemporanea
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 18 ottobre 2018
Pagine: 232 p., Brossura
  • EAN: 9788815279064

nella classifica Bestseller di IBS Libri Economia e diritto - Economia - Economia internazionale - Finanza internazionale

€ 15,20

€ 16,00
(-5%)

Venduto e spedito da OCCASIONI SICURE

Solo una copia disponibile

+ 4,99 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 13,60

€ 16,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 16,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Per l’economia italiana il decennio che ha fatto seguito alla crisi finanziaria globale del 2007-2008 è stato il peggiore della sua storia in tempo di pace. La doppia recessione – la prima direttamente causata dalla crisi finanziaria, la seconda da quella del debito sovrano – si è risolta in una drammatica flessione dell’occupazione, dei redditi e dei consumi delle famiglie, in un crollo della produzione industriale e degli investimenti. Nei saggi e negli interventi raccolti in questo volume, Ignazio Visco, dopo aver descritto questi anni difficili discutendone le cause e delineando le risposte date dalla politica economica, analizza e discute le principali sfide poste dalla crisi. Le sue conseguenze più evidenti si sono manifestate soprattutto su due variabili: il debito pubblico e i crediti deteriorati delle banche. Si tratta di fattori di debolezza che riducono i margini di manovra dello Stato e degli intermediari finanziari e che la politica economica non può eludere: costituiscono problemi che abbiamo appena iniziato a risolvere e che ancora rendono vulnerabile la nostra economia. Vanno valutati correttamente, riconoscendone il legame con le difficoltà strutturali dell’intero sistema produttivo, e quindi affrontati con strategie adeguate, nella cornice di una costruzione europea che va al più presto completata.
Note legali