Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' anno crudele

Term of Trial

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Term of Trial
Paese: Gran Bretagna
Anno: 1963
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 7,05 €)

Un insegnante di scuola alle prese con i propri fantasmi personali viene disprezzato da tutti, sul lavoro e in famiglia: c'è solo una giovane allieva che lo stima, e che a poco a poco se ne innamora; ma, quando lui la rifiuta, lei lo accusa di averla molestata. Per l'uomo sarà l'inizio di un incubo.
  • Produzione: Golem Video, 2015
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 113 min
  • Lingua audio: Italiano
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,77:1
  • Area2
  • Peter Glenville Cover

    Nome d'arte di P. Patrick Brabason Browne, regista inglese. Figlio dell'attore irlandese Shaun G., si laurea in legge a Oxford prima di intraprendere la carriera artistica. Dopo alcune partecipazioni come attore, debutta nella regia con Il prigioniero (1955), tratto da una pièce di B. Boland ispirata alla vita di un cardinale ungherese condannato all'ergastolo durante il regime socialista. Non si tratta di un'eccezione: la maggior parte dei suoi film consiste nell'adattamento cinematografico di testi teatrali e il teatro caratterizza, quando non limita, il suo stile registico, i cui punti di forza sono le schermaglie verbali tra attori in stato di grazia (Becket e il suo re, 1964), le contrapposizioni di mentalità antitetiche (Io e il colonnello, 1958) e la tensione psicologica scatenata dall'ambiguità... Approfondisci
  • Laurence Olivier Cover

    Attore e regista inglese. Esordisce in teatro a diciannove anni segnalandosi presto come uno dei più promettenti attori inglesi allevati nel culto di W. Shakespeare. Sono infatti i trionfi sul palcoscenico con i vari Otello e Romeo e Giulietta a dare il via ai suoi successi cinematografici dopo l'esordio nel 1930 con la commedia nera Temporary Widow (Vedova temporanea) di G. Ucicky. Profilo nobile, asciutto, i gesti misurati ma energici, vanta uno sguardo profondo e il piglio dell'eroe tragico, malvagio o puro che sia. Trova a Hollywood la prima parte alla sua altezza nei panni del mefistofelico Heathcliff, il «cattivo» di La voce nella tempesta (1939) di W. Wyler, tratto dal romanzo Cime tempestose di E. Brontë. L'anno dopo si cala perfettamente nell'atmosfera lugubre e minacciosa allestita... Approfondisci
  • Simone Signoret Cover

    "Nome d'arte di S. Kaminker, attrice francese di origine tedesca. Entra nel cinema giovanissima, partecipando a numerosi film in ruoli secondari. Si impone nel 1947 con Dédée d'Anvers di Y. Allégret che inaugura una cospicua serie di caratterizzazioni di personaggi femminili dal fascino forte e torbido, incarnazioni perfette di certi modelli di donna canonizzati dalla letteratura naturalista francese (La ronde, 1950, di M. Ophüls; Casco d'oro, 1952, di J. Becker; Teresa Raquin, 1953, di M. Carné; I diabolici, 1954, di H.-G. Clouzot; La selva dei dannati, 1956, di L. Buñuel). La strada dei quartieri alti (1958) di J. Clayton, realizzato in Inghilterra, le procura un Oscar e una vasta fama internazionale, confermata dai film successivi (Adua e le compagne, 1960, di A. Pietrangeli; Vagone letto... Approfondisci
  • Sarah Miles Cover

    Attrice inglese. Bionda, minuta, occhi azzurri, dopo gli studi esordisce con successo sul grande schermo in ruoli drammatici a lei ben congeniali. Giovane e seducente allieva in L'anno crudele (1962) di P. Glenville accanto a L. Olivier, è poi una perfida e crudele servetta in Il servo (1963) di J. Losey, moglie di un pittore in Blow-up (1966) di M. Antonioni, donna insoddisfatta in La figlia di Ryan (1970) di D. Lean e adultera femminista ante litteram in Peccato d'amore (1972) del marito R. Bolt. Dagli anni '70 la sua popolarità cala notevolmente a causa di infelici scelte artistiche (partecipa a pellicole commerciali di mediocre livello). Si risolleva parzialmente con l'interpretazione della passionale Alice de Janze nel giallo Misfatto bianco (1988) di M. Radford, ma nel contempo abbandona... Approfondisci
Note legali