Anything Your Little Heart Says (feat. Stefano Battaglia, Giovanni Maier e Michele Rabbia) - CD Audio di Triosonic

Anything Your Little Heart Says (feat. Stefano Battaglia, Giovanni Maier e Michele Rabbia)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Triosonic
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Parco della Musica
Data di pubblicazione: 21 aprile 2014
  • EAN: 8015948305195

€ 16,90

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il nuovo disco della Parco della Musica testimonia un’altra tappa dell’avventura artistica di Triosonic, trio formato da Stefano Battaglia, Giovanni Maier e Michele Rabbia. I tre importanti esponenti del jazz italiano, ognuno con alle spalle un diverso percorso di ricerca nell’ambito jazzistico, si sono incontrati in studio circa dieci anni fa per la registrazione del doppio cd “Raccolto” pubblicato dalla ECM. Prima di incontrarsi era già in piedi da diversi anni la collaborazione artistica tra Stefano Battaglia e Michele Rabbia in duo, e quella tra Michele Rabbia e Giovanni Maier. Il disco Anything Your Little Heart Says raccoglie tutti brani originali di Giovanni Maier e Michele Rabbia, i primi caratterizzati da una ricerca più melodica all’interno di un contesto improvvisativo, gli altri più astratti e onirici come concezione. Nato a Milano nel 1965, Stefano Battaglia intraprende gli studi pianistici all’ età di sette anni, diplomandosi nel 1984 a Milano con il massimo dei voti, la lode con menzione. Inizia una intensa attività di concertista classico che lo porta ad esibirsi in tutti i paesi europei, sia come solista che come ospite di orchestre (tra cui l’Orchestra Giovanile Europea), e ricevendo numerosi riconoscimenti (tra cui il prestigioso J.S. Bach di Dusseldorf, quale miglior giovane interprete bachiano. Parallelamente, dal 1979, incomincia ad appassionarsi all’improvvisazione ed ai linguaggi di emanazione jazzistica, partecipando a tutti più importanti appuntamenti musicali italiani e internazionali, esibendosi in molti paesi del mondo. Dal 1984 ha tenuto più di 700 concerti e pubblicato più di sessanta dischi che gli hanno valso diversi riconoscimenti, tra cui: premio Musica jazz 1988 come miglior talento, nel 1997 come miglior giovane pianista europeo e l’anno successivo quale migliore musicista emergente dalla Radio Nationelle di Bruxelles. Nel 1997 la Radio della Svizzera tedesca (DRS2) gli ha dedicato una serie di trasmissioni radiofoniche culminate con la produzione di cinque album (Suisse Radio Tapes) Nel 1999 l’etichetta Symphonia ha registrato alcune solo-performances avvenute nelle chiese italiane producendo una collana di sei CD denominati Esalogia dell’abside. Nel 2001 l’album Il cerchio interno, viene giudicato tra i primi dieci album Choc de la musique da Radio France Nel 2003 il concerto in piano solo Signum, dall’Auditorium di Madrid è nominato “best solo performance 2001” da Radio Espana Nacional. Nello stesso anno il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica in collaborazione con RAI3 dedica al pianista una serie di concerti trasmessi in diretta (i programmi Musica Salva, Musica Centripeta e Danze Sacre) dalla Cappella Paolina del Quirinale di Roma. Dal 2004 collabora con la casa discografica tedesca ECM, con cui pubblica dischi in duo e trio e con cui nel 2005 progetta e registra un’opera celebrativa di trentacinque composizioni originali per tre differenti organici in omaggio al grande poeta Pier Paolo Pasolini. Giovanni Maier si diploma in contrabbasso presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste nel 1988. Dal 1989 ad oggi ha partecipato (anche con gruppi guidati da lui stesso o in solo) a numerosi jazz festival in tutto il mondo (Francia, Yugoslavia, Cecoslovacchia, Grecia, Macedonia, Germania, Austria, Belgio, Slovenia, Finlandia, Croazia, Svizzera, Tunisia, Spagna, Inghilterra, Canada, Giappone, Olanda, Danimarca, Norvegia, U.S.A., Turchia, Giordania, Brasile). Ha inoltre suonato con molti musicisti di fama internazionale. E’ stato votato come uno dei dieci migliori nuovi talenti dell’anno 1996 dai critici della rivista “Musica Jazz”. Nell’ambito dello stesso referendum, per l’anno 2001 il suo CD “Mosaic Orchestra vol. 1” è stato votato come uno dei dieci migliori dischi di Jazz italiano e il suo gruppo, la Mosaic Orchestra, si è classificato al quinto posto tra i migliori gruppi italiani. Nell’anno 2007, nell’ambito del referendum TOP JAZZ indetto dalla rivista Musica Jazz, è stato votato al secondo posto nella categoria comprendente contrabbassisti, batteristi e cantanti. Dal 2006 insegna Contrabbasso e Musica d’Insieme ai “Seminari Senesi di Musica Jazz”. Ha preso parte inoltre, come insegnante di contrabbasso, basso elettrico e musica d’insieme, a diversi workshop e seminari, in Italia e all’estero. Dal 2009 è docente di Jazz presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste. Funambolo della batteria e di tutto ciò che si può percuotere, Michele Rabbia crea, attraverso il ritmo, un mondo personale di suoni come i migliori batteristi che amano esibirsi in solo dimostrando di essere non solo eccellenti musicisti in ensemble di vario genere ma anche capaci di costruire narrazioni musicali e suscitare emozioni con la sola batteria. Nato a Torino nel '65, dopo aver compiuto i primi studi presso la Scuola Civica di Savigliano, sotto la guida del Maestro Giorgio Artoni, Rabbia segue i corsi di batteria con il Maestro Enrico Lucchini. Nel 1989 si reca negli Stati Uniti dove ha la possibilità di frequentare le lezioni di Alan Dawson e Joe Hunt. Rientrato in Italia si trasferisce a Roma e nel '94 entra a far parte del gruppo Aires Tango guidato dal sassofonista argentino Javier Girotto; con questa formazione registra sette dischi e compie oltre 300 concerti che vedono, in alcuni casi, la collaborazione di musicisti come Enrico Rava, Paolo Fresu, Peppe Servillo e Gianni Coscia. Il suo interesse per la musica improvvisata lo porta a collaborare in studio e dal vivo con diversi musicisti come: Michel Godard, Rita Marcotulli, Charlie Mariano, Antonello Salis, Stefano Bollani, e tanti altri. Le sue collaborazioni si estendono: al teatro, dove lavora con Fausto Paravidino, David Riondino e Mara Baronti; nella danza con Tery J. Weikel, Magda Borould Pascal, Rossella Fiumi e con la compagnia di teatro-danza di Pisa; nella letteratura con la scrittrice Dacia Maraini e nella pittura con Gabriele Amadori.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali