-15%
L' apoteosi negata (Apokolokyntosis) - Lucio Anneo Seneca - copertina

L' apoteosi negata (Apokolokyntosis)

Lucio Anneo Seneca

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: R. Roncali
Editore: Marsilio
Edizione: 3
Anno edizione: 1995
In commercio dal: 25 febbraio 2000
Pagine: 112 p.
  • EAN: 9788831763028
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 8,08

€ 9,50
(-15%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

L' apoteosi negata (Apokolokyntosis)

Lucio Anneo Seneca

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' apoteosi negata (Apokolokyntosis)

Lucio Anneo Seneca

€ 9,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' apoteosi negata (Apokolokyntosis)

Lucio Anneo Seneca

€ 9,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nell'anno 54 d.C., alla morte dell'imperatore Claudio assassinato con un piatto di funghi velenosi, seguì la fastosa cerimonia terrena della deificazione. Subito dopo averlo lodato in pubblico, Seneca scrisse contro l'imperatore appena morto un pamphlet che girò nella corte e non dispiacque all'avvelenatrice Agrippina. Seneca immagina che l'odiato imperatore, giunto in Olimpo, venga respinto dal senato degli dei e spedito agli Inferi dove finirà schiavo di un liberto. È questa l'unica satira menippea della letteratura latina, giunta a noi per intero, e una delle più originali satire politiche della letteratura di tutti i paesi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Frasa

    01/11/2018 22:00:27

    Uno dei migliori testi di letteratura latina che esistano! Consiglio assolutamente la lettura!

SENECA, LUCIO ANNEO, Questioni naturali

SENECA, LUCIO ANNEO, Lettere a Lucilio

SENECA, LUCIO ANNEO, L'apoteosi negata
(recensione pubblicata per l'edizione del 1989)

recensione di Gianotti, G.F., L'Indice 1990, n. 7

Nel 54 d.C., complice un piatto di funghi di Agrippina, muore l'imperatore Claudio tra dolorosi sconquassi viscerali e viene deificato nel corso di solenni esequie. All'epoca Seneca, reduce da esilio in Corsica, è precettore di Nerone, figlio di primo letto di Agrippina, che assicura la successione al proprio rampollo sotto la guida di tanto pedagogo. Il primo discorso ufficiale di Nerone - l'elogio del defunto - è opera di Seneca, il quale fa però circolare anche un velenoso libello sul principe che l'aveva esiliato.
Zoppo e balbuziente, il povero Claudio trascina la sua figura caricaturale nei regni d'oltretomba: osserva dall'alto il non edificante spettacolo del proprio funerale, si vede negare l'accesso al cielo per opposizione di Augusto, è quindi trascinato agli inferi, dove Caligola lo reclama come schiavo e infine viene assegnato a un liberto del giudice infernale Eaco. Così anche sotto terra Claudio riceverà ordini dai liberti e farà inchieste giudiziarie, come faceva da vivo. Satira del potere, dunque, rancorosa e originale, che scomoda terra cielo e inferi per trasformare in zimbello il principe un tempo oggetto di paura e venerazione; satira scritta da un filosofo che col potere è destinato a convivere, in qualità di consigliere di Nerone per otto lunghi anni, suggerendo scelte illuminate ma anche coprendo col velo della ragion di stato non poche atrocità. Sono anni in cui Seneca si sente spesso rinfacciare l'incongruenza tra insegnamento filosofico e condotta di vita ("Tu parli in un modo e vivi in un altro ") e si impegna nell'ardua impresa di conciliare posizione di uomo di corte e lezione di moralismo severo.
In realtà la conciliazione verrà per altra via, quando la rottura con Nerone allontanerà il filosofo dal palazzo e aprirà un'ultima stagione di studio e meditazione, lontano dai compromessi col potere. Allora, ritiratosi tra pochi amici e moltissimi volumi, Seneca ha il coraggio intellettuale di discutere precedenti certezze e tentare altre strade d'indagine. Nascono così le "Questioni naturali" e le "Lettere morali", entrambe indirizzate all'amico Lucilio, compagno dell'ultimo itinerario filosofico. La prima opera (finalmente accessibile in buona edizione) è un trattato che descrive, senza originalità alcuna, il mondo naturale. Non è l'interesse scientifico a guidare l'autore, ma la volontà di liberare l'uomo dal terrore dei fenomeni naturali e promuovere il perfezionamento etico del singolo. In sostanza, Seneca ripercorre seriamente il viaggio imposto per burla al defunto Claudio, chiedendo alla scienza della natura di puntellare i passi vacillanti della ragione: salito in cielo, osserva le misere dimensioni della terra e spiega i misteri di folgori, tuoni e comete; in terra esamina i moti delle acque e degli agenti atmosferici; sceso agli inferi indaga le cause dei terremoti.
Ma al termine del viaggio nel cosmo il filosofo s'accorge che la liberazione non è completa, perché restano da fare i conti con la sfera dell'agire umano, cioè i conti con la storia. Sono conti difficili per chi ha visto fallire la propria azione di guida sullo stato: di qui il tono pessimistico che attraversa l'intera raccolta delle "Lettere a Lucilio". Accantonato l'ottimismo della filosofia stoica, l'ultima predica di Seneca nega positività alla storia e si chiude in meditazione di morte: "Pensa alla morte: chi dice queste parole invita a riflettere sulla libertà. Chi ha imparato a morire ha disimparato a essere schiavo ". Da oggetto di paura e segno di impotenza, la morte diventa così certezza di liberazione; e quando giunge da Nerone l'ordine di morire, l'ex filosofo di palazzo non esita a rinnovare il sacrificio di Socrate.
  • Lucio Anneo Seneca Cover

    (per distinguerlo dal figlio filosofo) (Córdoba 55 ca a.C. - Roma 40 ca d.C.) scrittore latino. Di famiglia equestre, soggiornò giovanissimo a Roma, ove ebbe modo di ascoltare i maggiori oratori, e vi rientrò poi in età matura con la famiglia. Scrisse un’opera di storia contemporanea, andata perduta, e una raccolta di Controversiae (ce ne sono giunti 5 libri su 10) e Suasoriae (1 libro su 2) il cui titolo d’insieme era: Oratorum sententiae, divisiones, colores. Si tratta di declamazioni tenute da illustri oratori e maestri di retorica, di genere rispettivamente giudiziario (su fatti immaginari della vita quotidiana) e deliberativo (su temi del mito e della storia), ricordate dalla prodigiosa memoria di S. Approfondisci
Note legali